27
novembre

NOMINE RAI: LEONE VOLA A RAI1, TEODOLI SI ACCOMODA A RAI2 E VIANELLO ALLA GUIDA DI RAI3. D’ALESSANDRO VERSO UNA RETE DIGITALE (RAI4?)

Viale Mazzini

Viale Mazzini

Luigi Gubitosi aveva gentilmente chiesto ai Consiglieri di non spifferare alla stampa i lavori del Consiglio di Amministrazione, per mettere un punto più che altro sull’interminabile vociare attorno all’azienda pubblica. E infatti l’ordine del giorno del prossimo atteso CdA, che si dovrà riunire giovedì, è già finito nelle mani delle agenzie di stampa, che hanno iniziato a divulgare le prime informazioni.

Sarà una seduta importante quella del Consiglio, che dovrà approvare le nomine proposte dal Direttore Generale, una vera e propria “valanga” che rivoluzionerà l’assetto dirigenziale di viale Mazzini, ritenuto evidentemente non più consono in virtù del nuovo corso dell’azienda. Confermati sostanzialmente tutti i rumors che si rincorrevano ormai da settimane. Partiamo da Rai1: il DG pare abbia proposto la sostituzione di Mauro Mazza con Giancarlo Leone, che contestualmente dovrà lasciare la Direzione Intrattenimento.

Leone non pareva affatto entusiasta della nuova poltrona che gli si stava profilando, smentendo tout court qualsiasi rumors e dichiarandosi ben felice dell’importante direzione che Lorenza Lei gli aveva affidato poco più di un anno fa. Ma Gubitosi pare abbia deciso di mettere punto alla struttura Intrattenimento: tutte le competenze della stessa, stando ai rumors sull’ordine del giorno, dovrebbero tornare all’interno dei singoli canali, come avveniva in passato, prima della nomina di Lorenza Lei alla Direzione Generale. Per quanto riguarda Mauro Mazza, si dovrebbero aprire le porte di Rai Cinema, nonostante il parere contrario del diretto interessato, visto il curriculum non idoneo.

A Rai2 verrebbe invece promosso Angelo Teodoli, apprezzato dal “partito Rai” Direttore dei Palinsesti. Teodoli si ritroverà tra le mani una rete completamente da rifondare, che ha subìto negli anni un continuo e dannoso cambio di governance. Pasquale D’Alessandro, le cui competenze sono indubbie, dovrebbe invece finire alla guida di una rete digitale e non è escluso che, visto il pensionamento alle porte per Carlo Freccero, possa finire a Rai4. Per quanto riguarda la Direzione dei Palinsesti, al posto di Teodoli dovrebbe invece arrivare Marcello Ciannamea, attualmente alla ViceDirezione del Marketing.

A Rai3 Antonio Di Bella dovrebbe lasciare la direzione per volare a Parigi come corrispondente e al suo posto arriverebbe il collega Andrea Vianello. Bravissimo giornalista – il suo Agorà ha risollevato gli ascolti mattutini di Rai3 – Vianello non ha alle spalle esperienze manageriali di rilievo.



Articoli che potrebbero interessarti


Giancarlo Leone, Angelo Teodoli, Andrea Vianello
I NUOVI DIRETTORI DELLE RETI RAI: GIANCARLO LEONE A RAI1, ANGELO TEODOLI A RAI2 E ANDREA VIANELLO A RAI3


Donelli, Mazza, D'Alessandro
VALZER DI POLTRONE: LEONE A RAI1, TEODOLI A RAI2, IN BILICO DONELLI?


RAI
RAI, AGGIORNAMENTO SUI PALINSESTI 2010/2011


Angelo-Teodoli
Nomine Rai: Teodoli nuovo direttore di Rai1, Fabiano retrocesso a Rai2 al posto di Dallatana

21 Commenti dei lettori »

1. Silvia ha scritto:

27 novembre 2012 alle 17:50

Leone porterà i 6 nuovi show che ha promesso finalmente su Rai 1? Black and Red dovrebbe debuttare dopo San Remo come ha detto



2. mugnezz ha scritto:

27 novembre 2012 alle 17:52

immagino già il palinsesto di rai uno : fiction ,fiction ,fiction e ancora fiction . ovviamente tutte con buzzanca !!!



3. Silvia ha scritto:

27 novembre 2012 alle 18:00

@mugnezz

alla conferenzà stampa di Un Minuto per vincere Leone ha parlato di 6 nuovi show chissà, c’è anche bisogno di un ricambio nel pre-serale

D’Alessandro spero non rovini Rai 4 uno dei migliori canali sul digitale



4. Tommi ha scritto:

27 novembre 2012 alle 18:04

Io le vedo buone, sono tutti buoni professionisti. Auguri a Teodoli, spero solo che Rai2 non torni ad essere una tv nazionalpopolare come negli anni 80 o come stava facendo Liofredi tempo fa.
D’Alessandro a Rai4 molto probabilmente continuerà il percorso tracciato da Freccero non penso che andrebbe a stravolgere.

Però strano che non si sia parlato della nomina di Mario Orfeo al Tg1.



5. Tommi ha scritto:

27 novembre 2012 alle 18:05

Almeno a Rai4 D’Alessandro non dovrebbe subire le scelte dall’alto come gli è successo a Rai2.



6. mugnezz ha scritto:

27 novembre 2012 alle 18:06

ovviamente ero sarcastico , sapendo quello che faceva prima leone !!!



7. Gah! ha scritto:

27 novembre 2012 alle 18:07

La rete che al momento necessita piu’ di un direttore “decente” e’ Rai 2.
Giancarlo Leone direttore di Rai 1? Mah…



8. Silvia ha scritto:

27 novembre 2012 alle 18:15

non sono molto esperta ma perchè questi dubbi su Leone a Rai1?



9. Sara ha scritto:

27 novembre 2012 alle 18:23

D’Alessandro dovrebbe ritornare a RAI 5 (non a RAI 4) tenendo anche conto che Ferrario fra poco andrà in pensione.

Il problema è che (TG1 a parte) non è scontato che il pacchetto nomine made in Gubitosi passi senza problemi. Si vociferà di un possibile rinvio a metà Dicembre.



10. osservatore ha scritto:

27 novembre 2012 alle 18:54

scusatemi..ma fino ad oggi e già da un po’ di tempo il direttore di rai uno era mazza o leone? si certo, sulla carta era mauro mazza ma non decideva più granchè…
-forse non ricordate la vicenda sanremo-



11. Luna ha scritto:

27 novembre 2012 alle 19:18

Agghiacciante ! Sempre peggio ! A Rai3 Antonio Di Bella dovrebbe lasciare la direzione per volare a Parigi come corrispondente, in poche parole lo mettono in un armadio a non fare un tubo. Al suo posto arriverebbe il collega Andrea Vianello. “Bravissimo giornalista – il suo Agorà ha risollevato gli ascolti mattutini di Rai3 – Vianello non ha alle spalle esperienze manageriali di rilievo.”
Secondo me é un provolone che non sa intervistare, che interrompe tutti e parla sopra gli invitati. Una trasmissione salotto senza ne capo e ne coda. Questo persnaggio senza spessore dovrebbe dirigere Rai 3 ???
Agghiacciante !

Rai Uno é ormai completamente persa !

Agghiacciante !



12. matteo quaglia ha scritto:

27 novembre 2012 alle 19:57

luna prima dici che vianello e’ un bravissimo giornalista che il suo programma va benone e poi un secondo lo demolisci dandogli praticamente del fallito??



13. Luna ha scritto:

27 novembre 2012 alle 21:04

Matteo ho semplicemente riportato “tra virgolette” le frasi dell’articolo. :D



14. Valerio ha scritto:

27 novembre 2012 alle 22:10

La solita ingordigia di governo e maggioranza in vista della prossima campagna elettorale, e i partiti vogliono rinfrancare il sodalizio di sudditanza con i direttori di rete che si sa, quando sono freschi di nomina sono più realisti del re. Difficile che D’Alessandro vada a Rai4, a meno che l’ingordigia del centrodestra non arrivi al punto di spodestare un ottimo direttore come Freccero per piazzare un dirigente in quota Lega. Si sa però che in Rai tutto è possibile: anche un milanista che piace a tutti i partiti della maggioranza che sostiene Monti, ma proprio a tutti, vada a dirigere Raitre che certo non sentiva il bisogno di un cambio di poltrone. Anzi, con il suo arrivo il lavoro appena ingranato dalla direzione Di Bella si arenerà per lasciar spazio verosimilmente ad una normalizzazione.
A RaiUno e Raidue scontata la rispettiva lottizzazione con l’Udc che indica Leone, e il Pdl che indica Teodoli. Il tutto in sprezzo dei rilievi dei sondaggi che testimoniano come nel Paese gli equilibri delle intenzioni di voto e di gradimento dei partiti siano totalmente cambiati. Beppe Grillo è secondo solo dietro il Pd eppure preferisce accontentare con le poltrone partiti fortemente ridimensionati nelle intenzioni di voto come Pdl e soprattutto l’Udc che con Fini non arriva neanche al 10 %.
Infine vorrei sottolineare l’inutilità di fare delle nomine in tempi di crisi (che evidentemente la Rai ignora) moltiplicando poltrone e incarichi a spese dei cittadini. Nomine che dureranno al massimo dodici/quattordici mesi perché si sa che una volta rinnovati governo e Parlamento si procederà nuovamente alla sostituzione di suddetti nominati.



15. marco ha scritto:

27 novembre 2012 alle 22:12

però le annunciatrici lascatele



16. fabio ha scritto:

27 novembre 2012 alle 22:38

battuta: Ha commentato la luna di Mediaset, una luna calante visti gli ascolti agghiaccianti delle prime serate di canale 5 con questi film in replica in periodo di garanzia! leone su raiuno sicuramente potrà dedicarsi di più all’idea di sperimentare nuovi programmi e va dato atto che ne arriveranno, dopo Pechino di raidue, sul primo canale Perego, giusti, rosso e nero, talent cucina della clerici, nuovo access, e bisogna vedere gli accordi per Vasco e gli one man show con certi artisti….



17. Silvia ha scritto:

27 novembre 2012 alle 23:36

Ma non so quanto puntano sulla Perego (che mi piace molto) visto che Superbrain sarà (non ho ancora visto un promo) in onda solo 2 serate il 15 e 22 Dicembre

Il 29 andrà in onda lo speciale su Modugno di Giletti



18. osservatore ha scritto:

28 novembre 2012 alle 00:10

“Rai Uno é ormai completamente persa !” dice luna

pensa a come sta messa mediaset con donelli e tiraboschi



19. Luna ha scritto:

28 novembre 2012 alle 08:24

Osservatore ahahahahhahahh questo non lo so perché a parte “Amici” che guardo sul sito, le reti mediaset per me non esistono :D Ma non guardo nemmeno Rai Uno. :-( Agghiacciante :D



20. iki ha scritto:

28 novembre 2012 alle 09:58

Sia in Rai che a Mediaset se la passano male.Riguardo alle nomine l’unica azzeccata sembra essere quella di Teodoli a Rai2 anche perchè è una rete dove si deve sperimentare qualsiasi direttore anche topolino visto le condizioni in cui sta messa.Leone a rai1 farà una scia di flop,Vianello è incompetente per dirigere Rai3(avrei lasciato Di Bella) D’Alessandro a Rai4 ce lo vedrei bene,assurda la scelta di Mazza a RaiCinema,al quale non darei da accudire manco il mio cane.Ai vari osservatore,gah,pippo76 voglio dire che nella loro cara Rai sono una massa di incompetenti tanto che mettono un giornalista a capo di un’azienda cinematografica e un altro giornalista che non sa cosa vuol dire dirigere un canale alla terza rete della tv pubblica,tutto con i soldi nostri.VERGOGNA RAI!!!!!!



21. mugnezz ha scritto:

28 novembre 2012 alle 19:58

che nomine del piffero !!! e come è stato detto prima , leona lascerà una serie di flop mica da ridere !!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.