29
dicembre

TALK SHOW: IL 2012 SARA’ SOTTO IL SEGNO DEL (SAN)TORO? ECCO COSA DICONO GLI ASTRI…

Michele Santoro, Giovanni Floris

E’ sempre così: alla fine dell’anno gli astrologi spuntano come funghi. Li trovi ovunque, su giornali, riviste e tv. Una previsione non la si nega a nessuno; dopotutto meglio attaccarsi all’oroscopo che attaccarsi al tram. Dall’amore, alla politica e financo all’economia, qualsiasi circostanza viene letta in chiave zodiacale. Allora giochiamo un po’ anche noi, e vediamo cosa accadrà nei cieli dell’informazione televisiva, tra le costellazioni dei talk show più seguiti. Ci serviremo dei segni dell’oroscopo cinese (in tempi di crisi vai col made in China).

Nel 2012 quale sarà l’astro più luminoso dei dibattiti politici in tv? Alcuni scommettono che il prossimo sarà un anno sotto il segno del (San)toro. Le previsioni a riguardo sono però divergenti visto che l’astro di Servizio Pubblico sta attraversando un periodo così e così, con ascolti vacillanti. Come abbiamo più volte ripetuto, il giornalista più duro e puro dello zodiaco ha tutto il tempo per recuperare anche se alle sue spalle avanzano alcuni colleghi che paiono pronti a ereditarne il posto. Nuove stelle, pronte a brillare.

Ad esempio si fa il nome di Antonello Piroso, nato sotto il segno del Gallo. Il conduttore di La7, infatti, è tornato a rialzare la crestina da quando ha saputo che in Rai vorrebbero acquistarlo come nuovo volto per la prima serata del giovedì, quella che era tradizionalmente riservata ad Annozero (maggiori info qui). Quale onore per il mattatore di Ma anche no! Se questa trattativa andasse in porto, tramonterebbe l’astro di Gianluigi Paragone. La stella de L’Ultima Parola da tempo si prepara a sbarcare in prime time, ma forse a Viale Mazzini hanno altri progetti. Se non è bello avere Santurno contro, figuriamoci Lorenza Lei.

A destra brilla il robusto segno del Cinghiale (alias Giuliano Ferrara), che transita da mesi sull’orbita della tv pubblica ma non riesce a lasciare il segno. Qui Radio Londra non ha ottenuto gli ascolti desiderati e dunque non si è avverata la profezia che annunciava un anti-Santoro in salsa berlusconiana. Dopo il suo flop in prima serata su Rai1, si sono invece perse le tracce di Vittorio Sgarbi, nato sotto il segno della “Capra!”.

Ottime previsioni, invece, per il segno del Drago, rappresentato perfettamente da Giovanni Floris. Il conduttore di Ballarò, ogni martedì infuoca la terza rete con un talk show che riscuote interesse ed ascolti. Il mezzo miracolo è che questo accada durante l’era Monti, quando a ravvivare la scena non ci sono più telerisse ed aspri scontri ideologici. Dunque sarà Floris l’astro più luminoso dell’informazione televisiva nel 2012?

Ci sono buone probabilità. Anche se il segno del (San)toro non sembra affatto intenzionato a tramontare. Anzi…



Articoli che potrebbero interessarti


berlusconi vespa
RAI, ENTRA IN VIGORE LA PAR CONDICIO. IL DG MASI: SIA RIGOROSA


michele santoro bruno vespa
PAR CONDICIO IN RAI, IL PDL PROPONE I CONDUTTORI A ‘TARGHE ALTERNE’. E SANTORO: SIAMO AL MINCULPOP.


Talk show politici vietati (Santoro, Floris e Vespa)
TALK SHOW POLITICI VIETATI, LA RAI PERDE ASCOLTI E SPOT.


Andrea Vianello, Bianca Berlinguer
BALLARO’, CHI SOSTITUIRA’ GIOVANNI FLORIS? USIGRAI: SI VALORIZZINO RISORSE INTERNE

10 Commenti dei lettori »

1. Giuseppe ha scritto:

29 dicembre 2011 alle 17:04

Originale rassegna del bestiario astrologico politico televisivo. Pur non essendo anch’io astrologo, prevedo due sommovimenti anche nel mondo del talk politico: il primo quando si comincerà a pagare l’Imu; il secondo quando tramonterà l’astro di Monti.



2. MisterGrr ha scritto:

29 dicembre 2011 alle 17:24

Questo post mi piace tantissimo, bravo Marco.



3. Marco Leardi ha scritto:

29 dicembre 2011 alle 17:26

Giuseppe, con l’Imu il ceto medio inizierà a vedere le stelle. E forse sarà solo l’inizio. Tornando ai talk, vedo bene Floris.. che per alcuni aspetti si sta ‘vespizzando’: nel suo talk show, raro ascoltare critiche incalzanti ai ministri del governo Monti. Sono scelte



4. MisterGrr ha scritto:

29 dicembre 2011 alle 17:33

Sono d’accordo con te sulla questione Imu. Onestamente io sono un “fan” di Paragone e Piroso, però è giusto dare a Cesare quel che è di Cesare.



5. Marco Leardi ha scritto:

29 dicembre 2011 alle 18:06

@MisterGrr.. sì, bisogna riconoscere che Ballarò sta ottenendo ottimi risultati in un periodo in cui altri programmi vacillano. Io pure preferisco uno tipo di talk show più vivace.. forse c’è una particolare compatibilità tra la conduzione di Floris e il sobrio (o soporifero?) Montistyle



6. MisterGrr ha scritto:

29 dicembre 2011 alle 18:17

Marco: può darsi, perchè no? Il tempo in cui reggo Drago (mio segno cinese vero) Floris prima di addormentarmi è simile a quello di un discorso di (Mari e) Monti (anche se mi inchino di fronte alla sua intelligenza immensa)

Si vede che alla gente piace andare a letto…tranquillamente.



7. ANTONIO1972 ha scritto:

29 dicembre 2011 alle 18:18

la gabanelli non crede agli oroscopi? io ce la avrei messa



8. MisterGrr ha scritto:

29 dicembre 2011 alle 18:28

Antonio: l’articolo parla di Talk Show, e Report non è un talk show.



9. Phaeton ha scritto:

29 dicembre 2011 alle 19:42

Floris è piacevole, perchè si è appunto Vespizzato è schierato ma non indisponente, il suo talk viene visto veramente con piacere a sx ma anche a dx.

Io di Piroso a Rai2 ne farei a meno, non per lui, ma non credo che sia il momeno giusto, poi onestamente cambierei giornata… invece darei fiducia a Paragone che pur essendo schierato è cmq molto aperto al dialogo, e ha dato prova di sapersela cavare.



10. Marco Leardi ha scritto:

29 dicembre 2011 alle 23:54

@Phaeton. Pare che ora la parola d’ordine in Rai sia austerity.. e allora, a maggiorn ragione, ben venga Paragone in prima serata. E’ una risorsa interna che ha dimostrato di saper offrire qualcosa alla rete. Una sperimentazione in prime time credo non gliela si debba negare (se poi preferiscono Piroso, questo è un altro discorso).



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.