23
febbraio

I RISULTATI DEL TELEVOTO DI SANREMO E L’AFFIDABILITA’ DEL SISTEMA.

Televoto e democrazia televisiva. Partiamo dai dati dei flussi di voto, diffusi da Avvenire, per poi arrivare a delle riflessioni: sabato sera i televoti, arrivati dalle 20.43 alle 23.12, avevano creato la seguente classifica: Pupo e il principino con 212.482, Valerio Scanu (135.588 voti), Marco Mengoni (80.287), 4° Povia (61.125 voti), 5° Arisa (37.069 voti), 6° Irene Fornaciari e i Nomadi (36.210 voti), 7° Noemi (23.089), 8° Malika Ayane (21.668), 9° Irene Grandi (18.358), 10° Simone Cristicchi (16.031). I primi tre classificati accedono alla fase finale durante la quale il pubblico, televotando, decreterà la canzone vincitrice del Festival di Sanremo. Un votazione aperta per 53 minuti (dalle 23.39.52 alle 00.32.58) in cui ai fan del Trio patriottico – che fino a qui aveva dominato – si aggiungono soltanto 1.384 voti in più, mentre Valerio Scanu ne raccoglie ben 96.517 in aggiunta a quelli già accumulati prima. I risultati parlano chiaro: Scanu vince con 235.105 televoti, pari al 37,01% dei votanti. Dai telefoni fissi riceve 56.066 voti, dai cellulari 180.039. Pupo & company ne raccolgono 113.284 dai telefoni fissi e 100.582 dai cellulari, per un totale di 213.866, pari al 33,53%. Marco Mengoni – classificatosi terzo – ne riceve 34.866 dai telefoni fissi e 153.047 dai cellulari, per un totale di 187.913, pari al 29,46% dei voti.

Dopo la matematica una certezza: le polemiche post-elezione del vincitore del Festival di Sanremo sono una tradizione equiparabile al toto-conduttore o alle polemiche che precedono la manifestazione. Il Codacons e la Fimi (Federazione industria musicale italiana) si godono lo spettacolo in poltrona, pronti a scattare in piedi quando il sipario si chiude sullo show sanremese e a riaprirlo a suon di illazioni e accuse.

Ci sono poi le variabili, che animano il dibattito e lo rendono attinente al contesto in cui si inserisce. Negli ultimi due anni è stato il fattore talent-show a rimpinguare le polemiche: la presenza di prodotti sfornati dalle accademie televisive X Factor (Raidue) e Amici (Canale 5) e la preferenza espressa dal pubblico per questa tipologia di concorrenti ha fatto gridare allo scandalo. E al lancio di spartiti.

Le vittorie di Marco Carta nel 2009 e quella di Valerio Scanu nel 2010 sarebbero esclusivamente frutto della loro popolarità televisiva e starebbero togliendo valore al concorso canoro. E questo è solo uno dei due spunti di riflessione. Il destinatario di questa accusa è lo spettatore, o meglio, i tanti spettatori tornati in seno a Mamma Rai per seguire le gesta dei loro beniamini sul palco dell’Ariston e pronti a ribadire la loro approvazione a suon di voti e sms.

Altra questione è invece quella legata agli interessi di case discografiche e artisti stessi che sarebbero pronti a investire cifre importanti per comprare, a suon di televoti, una vittoria o un piazzamento degno di nota. E’ qui che entra in gioco Striscia la notizia, che puntuale come il terzo tempo dopo una partita di rugby salta fuori con i call center che ammettono di aver ricevuto diverse richieste per comprare i televoti a Sanremo. La polemica, diversamente da prima, investe l’affidabilità del sistema del televoto come sistema di rilevazione e si interroga sulla possibilità da parte delle potenze della discografia di metterci lo zampino.

Data per scontata la necessità di operare dei controlli sui voti che arrivano al centralino, viene da chiedersi per quale strano motivo etichette musicali, produttori e agenti intenzionati a “falsare” la gara dovrebbero fermarsi davanti a una giuria demoscopica, a un’orchestra votante, o agli organizzatori della manifestazione stessa. Il televoto e l’sms-voto sono dei mezzi e come tali vanno controllati, ma non costituiscono per forza veicolo preferenziale per tentativi di truffe di vario genere.

Tornando invece alla questione del vantaggio dei concorrenti nati musicalmente nel tubo catodico l’equazione è semplice: ricevono da Sanremo quello che a Sanremo danno. Marco Carta, Valerio Scanu, Mario Mengoni, Noemi, Alessandra Amoroso (che ha duettato con Scanu per il 50%, oggi ci piace parlare con le percenutali, delle esibizioni del vincitore), Tony Maiello, Karima Ammar e persino i PQuadro (Pietro Napolano e Piero Romitelli) hanno portato sui Raiuno orde di fan scatenati che regalano picchi sulla curva dell’auditel che non si vedevano da anni.

Inevitabile che abbiano la meglio? Non è così scontato. Lo spettatore si affeziona a giovani talenti e li sostiene. E probabilmente li preferisce ai vari Povia, Irene Fornaciari e Simone Cristicchi (senza nulla togliere a questi tre artisti), ma per parlare di ottusità musicale diffusa bisognerebbe vedere in campo gli Amici di Maria e cantanti con l’X Factor di Facchinetti scontrarsi con un Vasco Rossi. Con una Giorgia, con un’Elisa, con una Laura Pausini. Con un Tiziano Ferro o un Eros Ramazzotti.

La provocazione che DM lancia a Viale Mazzini è questa: se in gara ci fossero i cantanti che contano, se Sanremo tornasse ad attirare chi dischi ne vende davvero e non ha solo bisogno di rilanciarsi, le cartine e le scanine averebbero ancora la meglio?



Articoli che potrebbero interessarti


Gabbani (Sanremo 2017) ufficio Stampa Rai-iwan
FESTIVAL DI SANREMO 2017: I RISULTATI DELLE VOTAZIONI SERATA PER SERATA. 0 PER ALBANO E GIGI D’ALESSIO DALLA GIURIA DEGLI ESPERTI


Stadio
FESTIVAL DI SANREMO 2016: TUTTI I RISULTATI DELLE VOTAZIONI SERATA PER SERATA


Sanremo 2013 - vince Marco Mengoni
FESTIVAL DI SANREMO, DM CHARTS: VOTA LA VITTORIA MENO MERITATA IN 10 ANNI DI TELEVOTO


Sanremo 2011 - Morandi, Belen, Canalis
SANREMO LIVE24: 19 FEBBRAIO 2011. NOTIZIE IN DIRETTA DALLA CITTÀ DEI FIORI. ALONSO APPENA ATTERRATO A NIZZA.

56 Commenti dei lettori »

Pagine: [1] 2 » Mostra tutti i commenti

1. lauretta ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 17:52

alla domanda finale io rispondo con quasi assoluta certezza: no!!



2. luigino ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 17:56

mah il titolo di questo articolo mi sembra decisamente azzardato!!!! Ma davvero qualcuno è soddisfatto di quella accozzaglia di dati forniti?! questo per caso chiarisce qualcosa?! Perché invece non viene fornito il numero delle singole linee da cui sono pervenuti i televoti?! forse perché verrebbe fuori qualche centralino che ha votato all’impazzata? Come si spiega, per esempio, che il nefando trio all’inizio abbia avuto una caterva di voti e poi imbarazzanti 1.384 televoti? Forse il centrallino a tarda ora aveva chiuso bottega e non avevano più televotato?! (la sto buttando sul ridere per non piangere).



3. Genofleffo ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 18:03

Io invece credo che cartine, scanine & Co avrebbero la meglio cmq, magari in maniera meno schiacciante ma cmq si… soprattutto se gli altri non si danno da fare già dai mesi precedenti per organizzare una mobilitazione di massa dei fan club…



4. Martina Pennisi ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 18:06

@Genofleffo: secondo me invece ogni cartina (e detta così fa proprio ridere) è prima di tutto una ferrina (ok basta, una fan di tiziano ferro) o analoghi. In quel caso credo che la pop star già conclamata avrebbe decisamente la meglio.



5. Lettore ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 18:21

Certo che no, avrebbero la peggio, inutile anche ragionare su questo punto; si dovrebbe invece riflettere su quanto sia giusto che a Sanremo arrivino artisti che, quasi certamente, tra pochi mesi saranno dimenticati. Forse faccio un’analisi un po affrettata, ma a me non sembra che marco carta sia destinato ad una carriera intramontabile; stesso dicasi per il collega scanu, che è stato un anno senza certo trionfare nelle vendite. Su mengoni non sento di potermi pronunciare, visto che la sua comparsa è relativamente recente, ma che dire di Giusy Ferreri? Il suo ultimo album, anche se di cover, non è minimamente vicino, considerando le vendite, al primo…in definitiva, il successo di questi giovani artisti è troppo momentaneo e forse non dovrebbe fare da apripista al palco dell’ariston



6. viola17 ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 18:34

io invece penso che il festival di sanremo dovrebbe dare una mano ai giovani che vogliono farsi conoscere da un pubblico più ampio, se io fossi una grande cantante affermata a quale scopo dovrei andare a gareggiare a sanremo al giorno d’oggi? sarebbe umile da parte loro certo ma non così logico. anche quelli che magari ci fanno un pensiero alla fine sono impossibilitati ad andarci dalle loro case discografiche, perciò dobbiamo tenerci il festival così com’è cioè puro spettacolo che con la musica ha ben poco a che fare.



7. lunablou ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 18:39

io non vedo tutto ’sto scandalo. Dovevano sistemare la questione prima, di modo che da ogni utenza arrivasse un solo voto a sera. Per quel che riguarda il fatto dei fan accaniti che mandano voti con sms etc..le scanine e quant’altro..beh..alla fine sono i ragazzi che comprano i dischi. Non gli orchestrali. Per quanto bravi e raffinati possano essere. O no??!



8. Chiara14 ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 18:54

A me piace molto la canzone di Povia “La verità” . :)



9. mcooo ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 19:03

SANREMO SENZA I CRITIACTI MENGONI, SCANU ECC…NON FACEVA NEMMENO IL 30%
LA RAI DOVREBBE SOLO RINGRAZIARE STI GIOVANI CHE HANNO PARTECIPATO
CI HANNO GUADAGNATO IN TELEVOTO E IN ASCOLTI



10. busb ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 19:04

il televoto andrebbe abolito anche al GF..o almeno modificare il sistema e le regole, perchè è impensabile che si arrivi ad una Finale senza i più grandi protagonisti come Veronica, Carmela, Massimo, George ecc e ci siano ancora in Casa gente come Mara, Giorgio e Cristina!



11. Viavai2 ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 19:10

Condivido l’articolo.
Ma la domanda è tra televoto per SMS e chiamate quanto è il totale del televoto sommando quello dei vari cantanti?
Vorrei sapere quanto la Rai ci ha quadagnato.
Ogni SMS costava 75 centesimi di euro.
Faremo sapere



12. Viavai2@live.it ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 19:22

Nella prima fase il 50 per 100 lo decideva l’orchestra .
Si sanno i voti dell’orchestra per ogni singolo cantante?



13. luigino ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 19:49

@Viavai2:
beh,sicuramente non avrà votato il tuo amato Scanu che fa l’amore nei laghi…



14. Viavai2 ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 19:50

Facendo due conti.
Se ci si basava solo sul televoto e si finiva alle 23.12 vinceva Sanremo il trio.
Se invece nella seconda manche si azzerava il televoto e non si sommavano i voti della seconda manche a quella della prima manche vinceva Marco mengoni.
Vi trovate?
Che sfortuna per xfactor vero?



15. Viavai2 ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 19:52

Nella prima fase il 50 per 100 lo decideva l’orchestra .
Si sanno i voti dell’orchestra per ogni singolo cantante?
Scusate per prima ho sbagliato a scrivere il nik name e ho messo l’email al posto del nik per sbaglio.



16. Viavai2 ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 20:05

@luigino
sarà un tormentone il fatto di far l’amore nei laghi



17. Viavai2 ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 20:08

@busb
sul gf condivido ciò che ha detto signorini.
Non hanno saputo giocare.
Solo Mauro sa giocare ed è giusto che vinca.



18. gianpo ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 20:09

a guardar bene i tabulati pubblicati da avvenire direi che i due risultati non si sommano. nella prima votazione pupo ha ricevuto 212000 voti di cui 128000 da fisso,nella seconda votazione ha ricevuto 213000 voti circa di cui solo 113000 da fisso.



19. Viavai2 ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 20:33

@gianpo
perdonami ma i dati che tu dai non si trovano con quelli dell’articolo sopra.



20. Martina Pennisi ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 21:21

@Chiara14: anche a me!



21. Martina Pennisi ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 21:28

@Viavai2: La Rai ha guadagnato 2.705.212,50 euro.



22. Viavai2 ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 21:57

@Martina pennisi
solo la serata finale o tutte le serate?
L’anno scorso quanto ha quadagnato?
Quindi i voto tra chiamate ed SMS sono stati 3606950?
Non male.



23. maryna ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 22:00

finalmente qualcuno dice qualcosa di sensato!!!!!



24. Piccololord84 ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 22:55

Purtroppo cantanti some Ferro, Elisa, Carmen Consoli, Giorgia, Gianna Nannini, Biagio Antonacci.. non parteciperanno mai in gara a Sanremo. Con loro cantanti come Scanu non avrebbero chance.
Però c’è da dire che Noemi o Ferreri o Mengoni o Amoroso potrebbe benissimo concorrere con loro.

Cmq diamo atto che Scanu c’ha salvati dalla vittoria del principe e l’anno scarso Carta c’ha salvati dalla vittoria di POVIA e del suo “Luca era gay”. Gli amici, nel momento del bisogno, ci sono.



25. Martina Pennisi ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 23:01

@Viavai2: sono solo relativi alla prima serata, quelli dell’anno scorso sinceramente non li so.



26. Martina Pennisi ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 23:02

@maryna: grazie :)



27. Martina Pennisi ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 23:05

@Piccololord84: ci tengo a precisare che il mio non è un giudizio di valore sui talent-cantanti ma sulla competitività reale degli altri in gara. Quindi è chiaro che se metti uno uscito da X Factor, bravo o mediocre che sia, la sua popolarità schiaccia un’artista che vende poco e niente e salta fuori solo a Sanremo. Se poi Valerio Scanu, Mengoni, l’Amoroso o Noemi tra un po’ di anni si saranno affermati a tal punto da poter conorrere con i big della musica nostrana sarà il tempo a dirlo.



28. Silvi ha scritto:

23 febbraio 2010 alle 23:59

Bella domanda! Penso che gli amichetti e gli xfactorini se la giocherebbero bene, in termini di televoto, con i nostri big. Lavorando con gli adolescenti ho imparato che: in pochi si interessano di musica e/o ascoltano musica,la maggiorparte la sente scaricandola da interne in modo più o meno legale ; seguono le mode televisive del momento tanto che li defrinirei società mediatica in senso stretto ed i talent fanno moda indipendentemente dalla qualità ivi proposta. Quello che seguono non è la musica di un artista ma il personaggio così come viene proposto. I nuovi idoli,contrariamente a quello che ho leggiucchiato,piacciono anche alle mammine italiane perchè hanno la faccia pulita e spesso queste ultime accompagnano i loro pargoli ad un concerto di Marco Carta o Alessandra Amoroso e non è detto che questi preferiscano la voce dalla Pausini a quella della Amoroso in termini di televoto. Molto discutibile mi pare l’argomentazione “Vincono perchè son votati da chi, poi,compra i dischi”: le classifiche sono,dal mio punto di vista, falsate da fenomeni non legali, i quali tagliano fuori grossa fetta dell’utenza che ascolta musica o ancora crediamo che dei ragazzini (questa è la grossa fetta di pubblica che segue Carta&Co) possa permettersi l’acquisto di tutti i brani che gli piacciono o che un genitore elargisca dindini anche per questgo dopo l’ennesimo Jeans/Giubbino/All Star??



29. giuppi ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 00:02

Non capisco perchè tutti gridano allo scandalo del televoto sanremese! In quei tabulati non verrà mai trovato nulla di anomalo ed il perchè è molto semplice in quanto ogni utenza fissa e/o mobile poteva esprimere un massimo di 5 voti a serata… quindi il che vuol dire che i fantomatici call-center “venditori di televoti” avrebbero dovuto possedere centinaia se non addirittura migliaia di utenze telefoniche diverse per far giungere quel totale di voti all’ artista che si sarebbe rivolto a loro. Non vi sembra un’ipotesi alquanto surreale???… Mettiamo il caso che esista un call-center organizzato in questo modo come si farà mai a dimostrare che i voti sono arrivati dalla stessa persona se ogni linea telefonica fissa o mobile risulta intestata ad un soggetto diverso? Non venite a dirmi ora che uno stesso soggetto ha intestato a se centinaia di utenze anche perchè non è possibile in quanto i gestori telefonici impongono un limite di utenze attivabili e quindi non si possono ottenere centinaia di linee diverse…



30. giulia ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 00:06

Dopo la matematica la certezza che (…) il telespettatore viene visto
( e a volte commentato…) come se fosse un cretino e in effeti la televisione generalista di ultima generazione ha lo scopo di soddisfare questo tipo di utenza. Ammesso che il cretino televisivo esista ( e in verità i segnali ci sono …) si può affermare che è in perfetta sintonia con alcuni personaggi che la tv di genere la pensano.Il cerchio si chiude.
Il televoto è democratico quando il popolo che vota è eterogeneo
ed affidabile: la giuria demoscopica selezionata scrupolosamente può soddisfare questi requisiti.
Il fatto che Scanu abbia effettuato il sorpasso nell’ ultima fase delle
votazioni dimostra che il sistema di voto che lo sostiene è fortemente organizzato.
Il voto che ha favorito gli altri cantanti in gara è distribuitoin modo costante lungo tutto l’arco di tempo in cui il televoto è stato aperto, quello che ha spinto Scanu ha avuto un’impennata finale forsennata, insistente, delirante.
Guardandolo ed ascoltandolo il fatto non si spiega.



31. mcooo ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 00:40

Il Fatto che Valerio ha ricevuto più voti con SMS che con chiamate dimostra che i suoi voti sono veri
il fatto che pupo ha ricevuto più voti con chiamate che con SMS dimostra che i suoi voti sono comprati



32. Elisa ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 01:47

Io so solo che l’anno prossimo mi compro un call center, lo affitto a Pupo e dopo Sanremo vado a vivere a Bora Bora! XD



33. Viavai2 ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 09:46

@Giulia
I voti dei tre finalisti vengono sommati ai voti presi nella prima parte e la somma determina il vincitore.
Nella prima fase ha preso più voti il trio.
Se contiamo solo la fase finale a tre ha preso più voti Marco mengoni.
Scanu ha vinto perchè sommando i voti delle due fasi ha ottenuto più voti.
Ti è chiaro?
La giuria demoscopica è come quando fanno i sondaggi.
Non ci azzecca mai.



34. giulia ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 11:16

mcooo:
Quando il giudizio critico è condizionato e poco obiettivo, si può dimostrare tutto e il contrario di tutto.
Se proprio vogliamo ragionare per paradossi , io potrei pensare che se al trio sono arrivati più voti dal telefono fisso questo confermerebbe i dati che attribuiscono loro un pubblico di persone di una certa età.



35. Nicola Negri ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 11:40

l’articolo de L’avvenire non riporta dati corretti: infatti all’ultima votazione con il televoto – quella che ha decretato la vittoria di Scanu – il conteggio dei voti è ripartito da zero!



36. Martina Pennisi ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 12:30

@Silvi: sono d’accordo con la tua analisi, anche io ho sempre pensato al fattore ‘mamme’, ma come per i teenager credo che un vantaggio minimo le pop star dovrebbero averlo. Anche perchè il fenomeno che si genera sul web e che porta interi fan club a mobilitarsi esiste ovviamente anche per le star affermate e ha un bacino d’utenza più ampio, anche se meno ‘fresco’, di quello dei talent-cantanti. La domanda comunque è reale, me lo chiedo e lo chiedo davvero.



37. AleJonica ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 12:30

Nicola Negri, hanno adottato la somma dei voti…

Se avessero ripartito da zero avrebbe vinto Mengoni, che ha fatto il miglior progresso nella seconda fase oltre 107.000 voti!!! e forse stava per superare Pupo e Company…



38. gi76 ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 12:38

la vittoria di marco carta e’molto diversa da quella di scanu.prima di tutto marco era primo anche nei voti delle giurie demoscopiche e applauditissimo dal pubblico in sala, valerio e’ stato eliminato e poi ripescatodal televoto.marco dopo sanremo e’ balzato in testa alla classifica i tunes dei brani piu scaricati, di valerio neanche l’ombra…l’album di marco e’ stato il piu’ venduto tra quelli dei partecipanti alle vendite,il televoto ha coinciso col consenso del pubblico per valerio si vedra’.marco ha vinto innumerevoli premi dopo sanremo grazie al suo pubblico televotante nessuno sano di mente investirebbe tanto su un esordiente anzi se non dovesse piu’ fruttare sicuramente lo rimpiazzerebbero subito.e’ evidente che il suo televoto e’ reale anche perche’ lo sostiene ovunque.



39. Elena ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 12:59

In effetti se non c’era tutta quella tribù di concorrenti di reality, il festival faceva flop sicuramente. Quei personaggi hanno attirato un pubblico che gli altri anni non ha mai guardato Sanremo: ovvero gli adolescenti.
Prima di Marco Carta (l’anno scorso) con Bonolis, gli anni precedenti Sanremo faceva schifo come share. Non ricordate i flop di Panariello, Ventura, ecc…??? Ma all’epoca non c’erano questi ex alunni di X factor o Amici.



40. giulia ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 13:42

Elena :
E’ triste che gli adolescenti ( appartenenti a quale target ? )
conoscano la musica solo attraverso Amici : è bassa cultura.
E comunque io continuo a sostenere che questo genere di programmi abbiano un ampio consenso anche presso le casalinghe over 40.
Il televoto anche quando non aggirato ( per citare la Ventura che ha usato un termine improprio ma eloquente ) non è uno strumento di misura attendibile dei gusti musicali degli italiani.



41. Martina Pennisi ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 13:42

@gi7: nessuno mette a paragone i due, si tratta di fenomeni che per il loro background possono essere messi sullo stesso piano in un’analisi di questo tipo. Il Marco Carta del 2009 è stata sicuramente Alessandra.



42. Emy ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 13:42

mcoo: concordo pienamente con l’analisi di giulia.
Diciamo (x ridere, non si offenda nessuno!) che se x Scanu hanno votato le bimbemin*ia con i loro cellulari, x Filiberto e Pupo hanno votato le tardonemin*ia , abituali telespettatrici dei Raccomandati, che sono più avvezze a usare i telefoni fissi.
Spero vivamente si ritorni al meccanismo giuria demoscopica + giuria di qualità, altrimenti l’anno prossimo i vari Malika, Irene Grandi, Cristicchi non andranno più al festival (come farei anch’io) dato che ormai con il televoto è diventato un “regolamento di conti” tra talent e reality show rivali!!



43. Viavai2 ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 13:58

@Emy
giuria demoscopica e giuria di qualità?
Non scherziamo.
Sanremo perderebbe milioni di ascolto se toglie il televoto.
Io e tanti altri non vedremo un Sanremo dove non possiamo partecipare col nostro voto alla scelta del vincitore di Sanremo.



44. Martina Pennisi ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 15:22

@Emy e @Viavai2: più che altro togliere il televoto non garantisce assolutamente la vittoria al più meritevole o al più forte discograficamente. Secondo me perchè ci sia gara vera devono scendere in campo i cantanti forti, le case discografiche devono stare buone buone sul divano a guardare il destino dei loro protetti, e i ragazzini dei talent devono misurarsi con vere pop star. utopia insomma.



45. CaffeSaturno ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 15:38

Io invece non sarei così sicuro che il risultato cambierebbe, con i grandi della musica italiana in gara a Sanremo, anzi, sono ancora più convinto che i vari Ramazzotti, Vasco, Elisa, Carmen Consoli si terranno ben alla larga da quella gara, visto com’è andata quest’anno.
Mi spiego con una previsione. Secondo me anche Sanremo 2011 sarà vinto da un ragazzino/a di Amici, probabilmente Alessandra Amoroso (che doveva già esserci quest’anno ma poi hanno mandato Scanu) o Pierdavide Carone… e attenzione, questo A PRESCINDERE DA CHI SIANO I CONCORRENTI. In gara ci possono essere Elisa, Carmen Consoli, Vinicio Capossela, Paolo Conte, De Gregori, Ivano Fossati, addirittura LIgabue (Vasco e Ramazzotti secondo me sarebbe impossibile) ma sono sicuro al cento per cento che sarebbero tutti sbaragliati e spazzati via dai ragazzi di Amici!
E sapete perchè? Perchè questi sono sempre in tv! Quante volte avete visto Elisa o Carmen Consoli in tv quest’anno? O tutti quelli che ho elencato? E quante volte invece avete visto quelli di Amici?
E’ inutile: alla fine a vincere è quello che passa di più in tv, non quello che vende più cd o che riempie gli stadi come Ligabue: se Ligabue portasse a Sanremo un’altra Certe Notti, perderebbe comunque contro Carone o la Amoroso, perchè i fans di Amici sono fanatici e votano solo quelli, per il pubblico di Amici non esiste altra musica in Italia oltre a quella che passa in quello show.
Per il pubblico che guarda Amici è più bravo Scanu di Ramazzotti, Vasco, Ligabue, Baglioni messi insieme e se tutti questi fossero in gara voterebbe comunque Scanu.
Siamo di fronte alla fine della musica vera in Italia e tra qualche anno chi vorrà diventare cantante sarà COSTRETTO a passare da un talent show altrimenti NESSUNO gli farà un contratto.
E pensare che la più brava era Malika Ayane, che non viene da un Talent…



46. Silvi ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 16:27

Vi riporto un abstrac di un intervista rilasciata da Scanu ad un settimanale femmile
Giornalista “Ci sono state molte polemica, circa la tua vittoria. Pensi d’averla meritata?”
Scanu ” Se le mie fan mi hanno votato vuol dire che la canzone è piaciuta”
Fossi stata nei panni del giornalista avrei incalzato ricordandogli che i fan club degli amici di Maria si sono mobilitati per aiutarlo solo perchè è Valerio Scanu e non perchè la sua sia una bella canzone (e preferisco non entrare nel merito: dall’arguzia di Carone mi aspettavo di meglio); ovvero hanno votato il personaggio e non il cantante: un grande fratello a San Remo, per intenderci.Chi lo vota e chi lo ascolta, ribadisco, vede il suo faccino e se ne frega se ha o meno una bella voce o se il pezzo è valido. Concordo sulla differenza tra Carta e Scanu: che ci piaccia o no il primo ha sfondato sia sullo schermo che in termini di vendite e di passaggi in radio, lui ancora no, ed è trascorso un anno dalla fine della sua edizione di amici (in quel mentre Carta aveva all’attivo diversi riconoscimenti). Caso mai sarebbe possibile un confronto Carta/Amoroso.
Ritengo che a causa delle continue polemiche sul televoto dovrebbero limitarlo alle prime 2 (al massimo 3), giusto per effettuare la prime scremature e senza ripescaggi, riservando così la serata finale a giurie di professionisti e demoscopica mostrando infine l’intera classifica con relative votazioni: se io pago per un artista è giusto sapere quanti la pensano come me.



47. Martina Pennisi ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 16:54

@Silvi: Silvi proprio tu che hai tanto correttamente evidenziato il ruolo delle case discografiche dici una cosa del genere? Se Carta ha avuto quel successo, in quel determinato periodo e con quelle modalità è stato per la decisione di ‘pompare’ sul muscolo da parte della Warner. Stessa cosa fatta con la Amoroso e stessa cosa probabilmente faranno adesso con Scanu (Sony e non Warner per i due di Amici 2009).



48. Viavai2 ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 18:12

@Martina pennisi
scanu è della emi.
Tienilo a mente



49. giulia ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 18:22

CaffeSaturno :
Non si può essere così sicuri che il risultato con i big veri cambi perchè questi ultimi hanno fan normali non cresciuti e pasciuti
( nel caso delle over 40 ) con i programmi della De Filippi ed abituati a dissanguarsi per televotare. Valerio Scanu poi sa benissimo qual è l’andazzo tra i concorrenti di Amici e le loro famiglie che mobilitano interi paesi per assicurarsi il successo al televoto.
Se a tutto questo aggiungiamo le magagne accennate da Morgan
puoi stare sicuro che persino Giorgia potrebbe essere battuta dalla commessa Amoroso
(sono convinta che l’anno prossimo ce la sorbiremo ).



50. Silvi ha scritto:

24 febbraio 2010 alle 20:20

@Martina Non capisco a cosa ti riferisci, visto che la mia è una considerazione basata sugli eventi e non un giudizio su di un cantante.
Non mi pare,inoltre, d’aver parlato di case discografiche, poichè ad oggi ritengo che la musica,bella o brutta che sia, si propaghi attraverso canali diversi dalla pubblicità che una mayor fa. Che si tratti di taltent/concorsi nazionali/Yutube/metodi attualmente non legali non importa. E’ un fatto che Carta e la Amoroso abbiano ottenuto consensi (specie la seconda) dal grande pubblico e dalla critica: piacciono e per alcuni sono pure bravi (su carta dissento fortemente),ma gliene vogliamo fare una colpa?
Su Scanu, non posso fare il medesimo discorso perchè raffrontato ai due (così come alla Ferreri ed a Noemi) non ho trovato riscontri così evidenti se non ” E’ belloooo!!!” etc etc, delle ragazzine che lo osannano è che rappresentano la parte più consistente del suo pubblico, cosa di cui credo, sia perfettamente consapevole.



RSS feed per i commenti di questo post

Pagine: [1] 2 » Mostra tutti i commenti

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.