3
marzo

Quanto costano le serie tv italiane

Doc, Mare Fuori, La Vita Bugiarda degli Adulti, Gomorra

Una stagione di Skam non basta per fare mezza puntata de L’Amica Geniale. Rocco Siffredi ha il budget più lungo in quel di Netflix. Mediaset gioca al ribasso, gli operatori a pagamento spendono e spandono. Sul sito del Ministero della Cultura, abbiamo spulciato i costi di produzione auto dichiarati dalle società ai fini dell’ottenimento di contributi e riconoscimenti ai sensi della L.220/2016.

Vi diciamo subito che di alcune produzioni dai costi stellari probabilmente non ne avete sentito nemmeno parlare o forse ne avrete guardato una manciata di minuti prima di premere il pulsante stop e passare ad altro. Non è il costo, infatti, a fare l’ascolto, la visualizzazione o il gradimento. Anzi, il medical drama Doc, rivelazione auditel esportata con successo all’estero, è tra i meno costosi: circa 14 mila euro al minuto per la seconda stagione composta da 16 episodi (circa 750 mila euro ad episodio; l’alto numero di episodi favorisce l’abbattimento dei costi al minuto).  Il caposaldo della serialità Made in Italy Montalbano è poco sotto i 30 mila euro al minuto. Spiccioli se li confrontiamo ai costi record di The New Pope (oltre 110 mila euro al minuto) e de L’Amica Geniale 3 (circa 105 mila euro al minuto), che hanno condiviso la stessa produzione Wildside e la messa in onda Oltreoceano su HBO.

Ma andiamo nel dettaglio con i costi, così come dichiarati al Ministero (alcuni potrebbero aver subito variazioni), di alcune delle proposte seriali italiane più significative delle ultime stagioni.

I costi delle fiction

Rai

In casa Rai, escluse le coproduzioni, è Montalbano ad avere un peso rilevante con oltre 3 milioni di euro ad episodi0. Non se la passa male nemmeno Lolita Lobosco, interpretata da Luisa Ranieri e co-prodotta da Luca Zingaretti, con oltre 2 milioni di euro ad episodio (durata 100 minuti). In generale si registra una omogeneità nei costi nella media serialità di Rai1 rappresentata da Mina Settembre 2, Noi, Blanca. Il fenomeno Mare Fuori costa poco meno di 800 mila euro ad episodio (50 minuti), cifra inferiore rispetto a Rocco Schiavone 5 e La Porta Rossa 3, in onda sempre su Rai2.

L’Amica Geniale – Storia di Chi Fugge e Chi Resta (8 episodi da 50 minuti): 42.214.322,25
L’Amica Geniale – Storia del Nuovo Cognome (8 episodi da 50 minuti): 38.015.389,22
I Medici 3 (8 episodi da 50 minuti): 23.157.235,61
Don Matteo 13 (10 episodi da 100 minuti): 17.516.286,06
Il Paradiso delle Signore 4 Daily (160 episodi da 50 minuti): 17.647.202,45
Imma Tataranni 2 (8 episodi da 100 minuti): 15.697.235,33
Che Dio Ci Aiuti 7 (20 episodi da 50 minuti): 15.151.831,00
Resta con Me (16 episodi da 50 minuti): 14.366.996,47
Le Indagini di Lolita Lobosco 2 (6 episodi da 100 minuti): 13.016.815,96
Doc 2 (16 episodi da 50 minuti): 11.998.735,08
Mina Settembre 2 (12 episodi da 50 minuti): 11.574.565,31
Noi (12 episodi da 50 minuti): 11.402.438,55
Blanca (12 episodi da 50 minuti): 11.067.542,97
Il Commissario Montalbano 18 (3 episodi da 115 minuti): 10.014.043,97
Mare Fuori 3 (12 episodi da 50 minuti): 9.556.047,62
Rocco Schiavone 5 (4 episodi da 100 minuti): 8.731.372,00 (non ancora uscita)
La Porta Rossa 3 (8 episodi da 50 minuti): 7.018.166,73
Fiori sopra l’inferno (6 episodi da 50 minuti): 7.088.170,00
Sei Donne (6 episodi da 50 minuti): 5.963.256,51
Jams 4 (20 episodi da 24 minuti): 2.263.270,75
Bangla (8 episodi da 30 minuti): 3.351.960,20
Nudes (10 episodi da 20 minuti): 1.693.220,00

Mediaset

Mediaset investe decisamente meno rispetto alla Rai e in termini di singolo prodotto i costi risultano inferiori a tutti gli altri competitor. Paradosso dei paradossi: tra le più costose, con oltre 1 milione a puntata, c’è L’Ora – Inchiostro contro Piombo, mandata in estate allo sbaraglio con esiti disastrosi. Buongiorno Mamma, quella andata meglio invece, ha comportato un esborso di poco meno di 900 mila euro a puntata. Buon rapporto costi-ascolti per Storia di una Famiglia Perbene. Fanalino di coda La Dottoressa Giò con poco più di 600 mila euro ad episodio.

L’Ora -  Inchiostro contro Piombo (10 episodi da 55 minuti): 10.829.717,72
Buongiorno Mamma 2 (12 episodi da 50 minuti): 10.717.558,00
Viola come il Mare (12 episodi da 50 minuti): 10.519.856,00
Luce dei Tuoi Occhi 2 (12 episodi da 50 minuti): 9.801.632,00 (non ancora uscita)
Fosca Innocenti 2 (8 episodi da 50 minuti si legge sul sito del ministero ma in realtà sono stati 4 da 100): 7.610.147,00
Storia di una Famiglia Perbene (4 episodi da 110 minuti): 7.169.068,25
Svegliati Amore Mio (3 episodi da 100 minuti): 6.593.390,34
Dottoressa Giò (8 episodi da 50 minuti): 4.959.954,27

Netflix

Dopo aver preso delle sonore batoste, Netflix non si è arreso anzi ha continuato a produrre sempre di più aumentando i costi per singolo prodotto. Svetta Supersex, biopic su Rocco Siffredi che ancora deve arrivare,  seguito da La Vita Bugiarda degli Adulti che, tuttavia, di record ha avuto soltanto i costi. Colpisce il budget messo in campo per Zero, cancellato dopo una stagione e senza attori di richiamo o particolari ambientazioni, pari a circa 56.000 euro al minuto. Produzione low cost Skam, che nasceva su Timvision a costi persino inferiori. Nel frattempo, la serie italiana andata meglio è diventata Mare Fuori, produzione targata Rai.

Supersex (7 episodi da 50 minuti): 26.823.003,00 (non ancora uscita)
La Vita Bugiarda degli Adulti (6 episodi da 50 minuti): 18.372.186,10
Suburra Reboot (8 episodi da 42 minuti): 18.369.297,30 (non ancora uscita)
La Legge di Lidia Poet (6 episodi da 45 minuti): 13.276.407,30
Suburra 3 (6 episodi da 40 minuti): 11.182.744,11
Zero (8 episodi da 24 minuti): 10.760.958,40
Incastrati 2 (6 episodi da 30 minuti): 9.688.942,05 (non ancora uscita)
Luna Park (6 episodi da 50 minuti): 9.675.639,25
Tutto Chiede Salvezza (7 episodi da 45 minuti): 6.943.289,23
Generazione 56 k (8 episodi da 29 minuti): 5.775.145,07
Strappare Lungo i Bordi (6 episodi da 19 minuti): 2.404.224,36
Wanna (4 episodi da 50 minuti): 1.284.000,00 (documentario)
Skam 5 (10 episodi da 30 minuti): 2.301.123,90

Sky

Costi da kolossal per produzioni dal respiro internazionale (l’ultima arrivata è Django con oltre 4,5 milioni di euro ad episodio) ma ingenti investimenti sono stati profusi da Sky anche per fiction prettamente italiane, e senza “effetti speciali”, come A Casa Tutti Bene e Speravo de Morì Prima su Francesco Totti che si rivela essere il prodotto più costoso, tra quelli menzionati in questo articolo, nel formato di 30 minuti. Minori le uscite di cassa per Christian. L’iconica Gomorra ha comportato meno spese rispetto al meno noto e performante Romulus (circa 1,8 milioni ad episodio vs 2,4 milioni ad episodio).

The New Pope (9 episodi da 50 minuti): 55.739.464,99
M – Il Figlio del Secolo (8 episodi da 50 minuti): 49.323.021,00 (non ancora uscita)
Django (10 episodi da 50 minuti): 46.072.651,00
Diavoli 2 (8 episodi da 50 minuti): 27.764.851,01
Romulus 2 (8 episodi da 45 minuti): 19.237.152,32 (prima stagione di 10 episodi: 20.958.535,43).
Gomorra 5 (10 episodi da 50 minuti): 18.533.940,00
A Casa Tutti Bene 2 (8 episodi da 50 minuti): 17.224.505,00
Il Grande Gioco (8 episodi da 50 minuti): 15.530.802,34
Il Re (8 episodi da 50 minuti): 15.386.825,94
Blocco 181 (8 episodi da 52 minuti): 15.352.016,56
Speravo de Morì Prima (6 episodi da 30 minuti): 13.868.364,25
Petra (4 episodi da 100 minuti): 9.979.296,85
Call My Agent Italia (6 episodi da 50 minuti): 9.498.512,58
Christian 2 (6 episodi da 50 minuti): 7.271.984,41 (non ancora uscita)

Prime Video

Cifre importanti per Prime Video, che sembrano clamorose in relazione alle tipologie di prodotti. Bang Bang Baby è costata circa 3,7 milioni di euro ad episodio, il doppio della Gomorra di Sky.  Sorprende pure il costo del documentario su Elodie, Sento Ancora la Vertigine, pari ad oltre 1 milione di euro per 90 minuti di prodotto. Sul documentario di Chiara Ferragni è invece opportuno precisare che si è trattato di un’acquisizione.

Bang Bang Baby (10 episodi da 50 minuti): 37.411.941,36
Everybody Loves Diamonds (8 episodi da 50 minuti): 28.579.222,00 (non ancora uscita)
The Bad Guy (6 episodi da 50 minuti): 17.449.042,02
Le Avventure di Carlo Monterossi (6 episodi da 45 minuti): 7.323.235,45
Prisma (8 episodi da 30 minuti): 7.260.421,05
Sento Ancora La Vertigine (3 episodi da 30 minuti): 1.206.790,12
Emma Sbagliata (85 minuti): 924.025,00
Chiara Ferragni Unposted (85 minuti): 919.013,92

Disney +

Finora ha fatto poco ma Disney + sembra avere grandi ambizioni a giudicare dalle cospicue somme a disposizione per ogni titolo. L’imminente The Good Mothers, coproduzione col Regno unito, ha richiesto 4 milioni di euro per un episodio da 50 minuti pari a circa 82.000 euro al minuto. Budget di rilievo anche per la fiction Avetrana – Qui non è Hollywood, meno impattanti le spese per Le Fate Ignoranti che ha rappresentato la prima produzione tricolore.

The Good Mothers (6 episodi da 50 minuti): 24.780.287,36 (non ancora uscita)
Avetrana – Qui Non è Hollywood (4 episodi da 105 minuti): 13.830.051,74 (non ancora uscita)
Le Fate Ignoranti – La Serie (8 episodi da 45 minuti): 9.199.654,39

Paramount +

Circeo (6 episodi da 50 minuti): 8.185.378,11
Corpo Libero (6 episodi da 50 minuti): 8.806.556,30

*durata degli episodi in alcuni casi variabili **cifre in euro

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Alessio Boni
Palinsesti Rai 2019/2020: le fiction


Ilary Blasi
Pagelle TV della Settimana (22-28 gennaio 2024). Ecco i promossi e i bocciati


cazzullo una giornata particolare
I 10 programmi del 2023


DAZN
DAZN aumenta i prezzi (ma c’è la novità del pass annuale). Ecco quanto costa abbonarsi

1 Commento dei lettori »

1. Antonio ha scritto:

3 marzo 2023 alle 14:55

L’amica geniale – storia di chi fugge e di chi resta è uscita. Ma prima di scrivere un articolo è tanto difficile googlare ?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.