26
maggio

Eurovision 2022, scatta il toto-conduttore. Coletta: «Ho già un paio di idee»

Alessandro Cattelan

All’ 2022 tutto italiano manca ancora un anno. Ma, sull’onda dell’entusiasmo per la vittoria dei Maneskin, l’evento sembra già apparire all’orizzonte. Più vicino di quanto lo sia davvero, almeno per ora. E’ comprensibile quindi che già adesso – oltre alla corsa per la città ospitante – sia scattato il toto-nomi sui possibili presentatori della kermesse. Ci ha pensato anche lo stesso direttore di Rai1. 

Ho già in mente un paio di idee anche su chi lo potrebbe condurre, sarà un percorso interessante

ha affermato Stefano Coletta, anticipando che lo show in Italia dovrà avere una “pluridimensionalità a livello grafico, fotografico, coreografico“. E dovrà puntare sulle performing art per far breccia su un pubblico internazionale. Nessuno spoiler, ovviamente, sui possibili candidati alla conduzione, che dovranno sicuramente padroneggiare alla perfezione l’inglese, lingua nella quale verrà presentato lo show.

Le ipotesi su chi dovrà assumere le redini dello spettacolo già si sprecano. Si fa il nome di Alessandro Cattelan, approdato recentemente in Rai ma sinora tenuto ai box in attesa di uno sperato exploit: l’ex volto di Sky, con X-Factor, aveva già fatto l’esperienza di un evento condotto in una grande arena (come lo sarà l’Eurovision). E si parla anche di Andrea Delogu e di Ema Stokholma, in realtà poco conosciuta persino al pubblico di casa nostra, ma favorita dal fatto di essere madrelingua francese, altro idioma passepartout in un contesto internazionale, e dal fatto di aver commentato – in maniera non indimenticabile però – le semifinali. Tra i volti popolari della nostra tv che potrebbero far bene all’Eurovision c’è senza dubbio Milly Carlucci, che oltre all’italiano padroneggia quattro lingue: inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Suggestiva e peraltro non così fantasiosa, poi, l’ipotesi di un ritorno all’Eurovision di Raffaella Carrà: già nel 2011, quando l’Italia tornò a partecipare alla manifestazione canora, l’ex showgirl condusse e commentò la serata finale per il nostro Paese ed annunciò anche i voti della giuria. Raffaella è poi notissima in Spagna e in passato ha calcato come cantante i palcoscenici di mezzo mondo.

Nomi dal profilo internazionale sono Laura Pausini, Tiziano Ferro o Chiara Ferragni, influencer nota ad un pubblico che supera i confini italici ma con zero esperienza televisiva. Nella finalissima che ha consegnato la vittoria al nostro Paese, lo ricordiamo, l’«imprenditrice digitale» aveva esortato i suoi fan europei a votare per l’Italia. Nella storia dell’Eurovision, a condurre ci sono stati anche degli ex vincitori e questo potrebbe dare delle chance a Damiano, il frontman dei Maneskin. Nel toto-nomi ci sono finiti anche i “figli di Mtv” Carolina Di Domenico (che quest’anno ha dato voce alla giuria italiana nella serata finale), Camila Raznovich e Federico Russo.

Tra i big della conduzione di casa nostra, Amadeus – già dominus di due edizioni di Sanremo – ha esplicitamente detto che prenderebbe in considerazione la l’euro-proposta. Ma come se la cava con l’inglese? Va in ogni caso ricordato che all’ESC c’è sempre una squadra di conduttori e che quindi i nomi sinora ipotizzati non sarebbero soli sul palco. Il conduttore uscente Cristiano Malgioglio fa sapere al Fatto Quotidiano di sperare in una chiamata: “visto che io e Gabriele abbiamo portato così tanta fortuna ci speriamo. Però la Rai dovrebbe farmelo sapere urgentemente entro gennaio, così da poter andare quattro mesi in Inghilterra per prepararmi bene con la lingua inglese“.

Va infine considerata la tipologia di conduzione richiesta: molto essenziale e dettata da tempi serrati, molto rigorosi. L’esatto opposto delle performance dei presentatori tuttofare e con ampio margine d’azione artistica che siamo abituati a vedere, per esempio, sul palco di Sanremo.



Articoli che potrebbero interessarti


Mika
«Mika condurrà l’Eurovision 2022». Gabriele Corsi lancia l’indiscrezione, poi smentisce


Milly Carlucci
Eurovision Song Contest 2022, Milly Carlucci si candida alla conduzione: «Mi interessa molto»


Eurovision Song Contest
Eurovision Song Contest 2022: le 17 città italiane candidate ad ospitare l’evento


Eurovision Song Contest
Eurovision Song Contest 2022: aperte le candidature per la città italiana ospitante. Ecco i requisiti necessari

16 Commenti dei lettori »

1. R101 ha scritto:

26 maggio 2021 alle 14:51

L’unica in grado di coniugare ritmo nella condizione, padronanza delle lingue, esperienza nella gestione della diretta televisiva e aplomb nello stile dei grandi eventi è Milly Carlucci!
Va considerato che si conducono tre sere in una settimana e quindi è una bella maratona.
Inoltre, considerato l’impegno con i due programmi nella stagione televisiva che non le consentono di potersi dedicare a SanRemo, sarebbe un giusto premio.
Ed anche la Rai ne beneficerebbe in immagine e stile, con ribalta internazionale!!



2. nicola pastore ha scritto:

26 maggio 2021 alle 15:12

Raffaella Carrà,Tiziano Ferro,Laura Pausini :UN TRIO PER EUROVISION!



3. mario ha scritto:

26 maggio 2021 alle 15:21

Victoria Cabello, Marco Maccarini e Giorgia Surina

TRL reunion



4. pietrgaf ha scritto:

26 maggio 2021 alle 16:07

ma per carità la Carlucci anche no… mica è The Voice Senior o il cantante mascherato. Questo è uno show internazionale e giovane, largo quindi a Cattelan e Raznovich



5. andrea ha scritto:

26 maggio 2021 alle 16:16

Milly, da vero Marines, sarebbe perfetta. Oltre alla padronanza delle lingue (ricordiamo che è necessario conoscere l’inglese e almeno un conduttore il francese) è perfetta per le “ritualità” che segue da vera professionista.
Altra possibilità sarebbe il ritorno della Carrà. Anche lei conosce bene le lingue, senza dimenticare che è star conosciuta al di fuori dai confini nazionali.



6. Fed ha scritto:

26 maggio 2021 alle 16:44

Salvateci dalla Carlucci, non siamo mica a Ballando con le stelle. Tutta la vita Cattelan e Ferragni, anche se la seconda dubito sia realizzabile viste le problematiche che la Rai ha col marito.



7. aleimpe ha scritto:

26 maggio 2021 alle 17:18

Fiorello sarebbe perfetto ?



8. mary ha scritto:

26 maggio 2021 alle 18:16

penso ci voglia gente al di sotto dei 60 anni magari con l’eccezione della carrà conosciuta all’estero conosce coletta,e i più adatti siano gli ex di mtv per vari motivi prima di tutto c’è gente rai come la raznovich che ai tempi conduceva già su mtv uk tutti i giorni in inglese poi c’era agli mtv awards nei pre-show che duravano circa 1 ora e andavano in onda in tutta europa quindi l”esperienza di fare dirette in inglese con imprevisti anche fuori italia c’è e ha lavorato con coletta quando era direttore di rai3 quindi si conoscono,poi ovvio cattelan tempismo perfetto il suo arrivo in rai ehehe, non so la cabello e silvestrin è da tanto che non fanno tv però vale per loro lo stesso discorso di camila raznovich tanta esperienza quotidiana e all’estero. Io punterei anche su qualcuno ex concorrente del contest perchè ho visto non solo li invitano a cantare ma qualcuno presenta e chi sa parlare bene di chi è stato negli ultimi anni in gara e si è piazzato bene c’è Ermal meta sa parlare varie lingue le ha studiate all’università poi è albanese riuscirebbe ad attirare tutta la parte balcanica che guarda sempre con passione il contest,poi anche il volo però penso l’anno prox saranno in qualche parte del mondo per il tour. Mahmood no non sa l’inglese, ok grande successo nel 019 ma solo portarlo come ospite da far cantare sì. Altri la filippa lagerback sa l’inglese di sicuro e ok ema stokolma per il francese se si vuole pescare da mediaset sì michelle hunziker sa tante lingue e ha lavorato all’estero in show importanti. No assolutamente a conti,amadeus,clerici,ventura,carlucci anche se lei sa varie lingue,ma non saprebbero adattarsi non facciamoci riconoscere ho visto qualcosa della finale in italia nel 91 con cutugno e cinquetti alla conduzione, un disastro ora per fortuna è cambiato un po’ tutto ma non si deve ripetere. Poi i conduttori storici italiani i programmi controllano tutto, invece per questo evento chi conduce mi sa che forse collabora a qualcosina dei testi ma non decidono niente e non sanno l’inglese e il francese.



9. mary ha scritto:

26 maggio 2021 alle 18:44

allora no ai tradizionali conduttori ultra 50enni tipo conti,ventura,clerici,amadeus,fiorello,fazio con tutto rispetto ma per questo evento non sono adatti non sanno l’inglese,ci vuole ritmo, loro so controllano tutto dei loro show qui non credo abbiano molto potere,poi per le lingue straniere un eccezione la carlucci e la carrà magari lei sì è famosa all’estero,no la ferragni non ha mai condotto, in tv non va mai da nessuna parte qui ci vuole competenza tv. Sì agli ex mtv che hanno esperienza con l’inglese, dirette quotidiane su mtv uk ed eventi come pre-show mtv awards live come la razonivich appunto cattelan tempismo perfetto il suo arrivo in rai ehehe,sì pure la cabello ma manca da tanto in tv,sì la stokolma per il francese,da mediaset la hunziker conosciuta pure lei all’estero. Proverei con alcuni ex partecipanti al contest ermal meta è albanese attirerebbe il pubblico balcanico,il volo,no mahmood bravo e ha fatto successo sì come ospite ma l’inglese non lo sa.



10. ale88 ha scritto:

26 maggio 2021 alle 19:02

Non dimentichiamoci Mia Ceran che parla 5 lingue e lavora già in rai, senza andar a prendere troppa gente da fuori…



11. Loretta ha scritto:

26 maggio 2021 alle 20:51

Cattelan, Carrà, Delogu e Lagerback…Quartetto perfetto.



12. FRANCESCO ha scritto:

27 maggio 2021 alle 12:20

Aridateci Victoria Cabello.
Mi fa ridere anche solo l’idea che qualcuno possa aver pensato alla Carlucci: si tratta di uno spettacolo giovane, fresco, veloce, in cui Milly ci starebbe più o meno come un elefante in un negozio di cristalli



13. R101 ha scritto:

27 maggio 2021 alle 14:06

A me fa ridere l’espressione abusata “spettacolo giovane, fresco, veloce”!
Ricordiamoci che si tratta di televisione.
Uno davvero giovane non ha tempo di stare davanti alla tv.
E neppure di mettersi a commentare di canta tv.
Quindi la gioventù, la velocità e la freschezza sono tutt’altra cosa!
😘



14. giauz ha scritto:

27 maggio 2021 alle 14:54

il problema dell’ESC2022 non sarà la conduzione, il problema sarà l’organizzazione purtroppo… mah speriamo bene… E speriamo che a maggio 2022 il covid sia ormai un brutto ricordo



15. tiziano ha scritto:

28 maggio 2021 alle 12:14

cattelan – pausini – carrà – ferro

direi perfetti e inoltre ferro e pausini già presentei per la parte show



16. stefanor ha scritto:

29 maggio 2021 alle 20:26

concordo con in parte con Mary, lo spettacolo deve essere scattante, tempi a cui con i nostri show non siamo abituati. Certamente la
”conditio sine qua non” e’ conoscere le lingue in particolare l’inglese ed in questo caso un po’ unica e’ la Carlucci che fa anche una bella presenza, perche’ non dimentichiamo che, a parte il look, le presenze femminili sono sempre accattivanti. Ci vedrei bene anche la Cuccarini,
comunque una cosa e’ certa purtroppo si parla tanto della professionalita’, ma di presentatori che sappiano l’inglese con una certa esperienza ne abbiamo poche e niente. Allora sicuramente via libera anche alla Pausini certamente, eviterei pero’ i mezzi busti Amadeus, forse Conti per la professionalita’ certamente molto bene Fiorello per l’eclettismo riguardante lo spettacolo!!!!!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.