15
marzo

Italia Sì riunisce i principali volti di Rai 1 via Skype per un confortante abbraccio virtuale al pubblico

Italia Sì

Italia Sì

Restiamo a casa, ma ancora più uniti. E’ questo il messaggio che lancia Rai 1 con lo speciale di Italia Sì, in diretta dalle 14.00 al posto di Domenica In. In piena emergenza da Coronavirus, che ha fatto saltare gran parte delle trasmissioni, Marco Liorni – dagli studi di Via Teulada a Roma – diventa il protagonista di un curioso e rassicurante esperimento televisivo.

In una sorta di abbraccio virtuale, l’unico consentito in questo periodo, il conduttore romano si collega via Skype con i principali volti di Rai 1, che live dalle loro case parlano, scherzano e ironizzano tra di loro, sdrammatizzando – per quanto possibile – la pandemia e soprattutto rassicurando il telespettatore, che si sentirà meno solo.

E’ così che Mara Venier, in tenuta da casa, si commuove e dà forza a tutti gli italiani perché, dice, “ce la faremo”. Look sportivo, invece, quello di Antonella Clerici, che dalla sua villa nel bosco di Alessandria si ritiene fortunata per essere ‘isolata’ nella natura, dove la connessione wifi pecca ma l’aria è quella giusta per respirare un clima probabilmente meno ansioso di quello che stanno vivendo le città. Con l’ex conduttrice de La Prova del Cuoco, poi, un inevitabile ‘accenno’ di cucina; in giardino c’è la famiglia (che non riprende) alle prese con la cottura delle pizze.

Interviene da casa sua, a Milano, anche Fiorello, che ironizza sulla villa della Clerici: “Quanto è grande il tuo monolocale?”. E aggiunge: “Pensate, il giardino ha l’estensione dell’Umbria”. E se Carlo Conti mostra un po’ della sua abitazione, tra regali (un suo faccione realizzato dagli artigiani del carnevale di Viareggio) e quadri, Amadeus si collega da Roma, dove vive dal 20 febbraio con la moglie e il figlio per portare a termine le registrazioni dei Soliti Ignoti (la famiglia ha casa a Milano).

Perfetta come se stesse per scendere in pista, invece, Milly Carlucci, che si collega dalla ‘libreria’ di casa, mentre Flavio Insinna accende la sua diretta dal giardino dell’abitazione, sempre nella Capitale. Il conduttore de L’Eredità è fuori giusto il tempo per prendere una ‘boccata d’aria’. “E poi cosa farai?”, gli domanda Liorni. “E che faccio? Guardo Rai 1″, risponde lui. Un gioco di squadra che la Venier sintetizza così: “Stiamo dando una vera dimostrazione di solidarietà”.

Dimostrazione che intorno alle 15.30 continua con Casa Brera, dove Caterina Balivo, che ha appena finito di pranzare, ha in mano “il terzo arcobaleno” disegnato dal figlio, perché – ricordiamo – ‘andrà tutto bene’. Una situazione, tra l’altro, che serve almeno a riscoprire cose accantonate forse troppo velocemente; è il caso di Lorella Cuccarini, a casa e in famiglia, che si dichiara reduce da una sfida ad un gioco da tavola. Non si ’sgancia’ dal ruolo di giornalista, invece, Alberto Matano, che dalle sue mura romane lancia un grido: “In alcune parti d’Italia non hanno ancora capito”, lamentando il fatto che c’è ancora troppa gente che gira per le strade del Paese.



Articoli che potrebbero interessarti


Pagelle TV 2014
PAGELLE TV DEL 2014: I PERSONAGGI (PROMOSSI)


RAI, presentazione palinsesti autunnali 2010 (Simona Ventura e Fabrizio del Noce)
PALINSESTI RAI AUTUNNO 2010, ECCO TUTTE LE NOVITA’ CON UN’UNICA INCOGNITA: PAOLA PEREGO.


Mauro Mazza
MAZZA A TUTTO SPIANO TRA I NUOVI PROGETTI E LE FRECCIATINE A BONOLIS E FAZIO


Carlo Conti
Io resto a casa: l’appello dei conduttori tv contro il Coronavirus – Video

6 Commenti dei lettori »

1. Ale ha scritto:

15 marzo 2020 alle 17:09

I vipponi si fanno vedere in una delle loro case lussuose (anche con apissimo giardino vedi Clerici) dimostrandoci (ipocritamente) che si può anche stare a casa. Eh te credo! Questi se lo possono permettere.



2. daniele vezzosi ha scritto:

15 marzo 2020 alle 18:20

quello che imbarazzava (ne ho visto solo un frangente poi data la noia me ne sono andato in giro per i boschi)era la pochezza di banda e carenza di connessione dati. Tristezza e pochezza digitale, sembrava una connessione con icuii, roba da anni ‘80…. e non aggiungo dettagli



3. TriXy ha scritto:

15 marzo 2020 alle 21:32

L’invidia sociale, che brutta, bruttissima bestia.
Speriamo che il virus ce ne sbarazzi.



4. Maurizio ha scritto:

16 marzo 2020 alle 10:24

Bravo Ale! Questa è INGIUSTIZIA sociale. Tutti questi personaggi non fanno un caxxo dalla mattina alla sera e guadagnano molto ma molto di più di quei medici che in questi giorni si stanno facendo il mazzo per salvare la gente. Il virus, almeno in questi giorni, però li sta livellando al pari di noi gente comune.



5. Ale ha scritto:

16 marzo 2020 alle 10:49

@Maurizio sarebbe bello se questa situazione virus contribuisse per il futuro a far invertire la tendenza e a far capire che chi salva le vite è più importante e merita di ricevere di più (non solo ringraziamenti) di tutti questi vipponi, facendo così prevalere la meritocrazia.



6. Ale ha scritto:

16 marzo 2020 alle 10:50

@Maurizio sarebbe bello se questa situazione virus contribuisse per il futuro a far invertire la tendenza e a far capire che chi salva le vite è più importante e merita di ricevere di più (non solo ringraziamenti) di tutti questi vipponi, facendo così prevalere la meritocrazia



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.