7
luglio

Fabio Fazio su Rai1: costi e ricavi di Che tempo che fa. Ecco le cifre

Fabio Fazio, Mario Orfeo

La macchina si è messa in moto. Proprio in questi giorni, Fabio Fazio ha iniziato le prime riunioni con i suoi collaboratori per allestire il nuovo Che tempo che fa di Rai1. “Tante novità e molti ospiti in arrivo” ha promesso il conduttore, mentre non accennano a placarsi le polemiche per il suo contratto milionario, soprattutto dopo la decisione della Corte dei Conti di approfondire il caso.

Costretto dalle contingenze, stavolta è stato il Direttore Generale della Rai Mario Orfeo a gettare acqua sul fuoco.

Avendo agito con la massima correttezza siamo tranquilli sul fatto che si potrà verificare e arrivare alla conclusione che abbiamo agito, appunto, con la massima correttezza

ha dichiarato il top manager al Sole24Ore, giudicando l’esposto alla Corte dei Conti “una grande opportunità per fare chiarezza“.

Secondo il quotidiano economico, per il programma di Fazio si parla di 450mila euro come costo totale per ogni singola puntata, a fronte però dei circa 615mila euro di ricavi stimati. Per la precisione bisognerebbe capire se i costi previsti contemplino anche le spese indirette (per impianti e personale Rai, ad esempio) e quali siano gli ascolti previsti affinché si ottengano quei ricavi.

In ogni caso, stando ai calcoli, nelle prime tredici puntate dal 24 settembre (data prevista per il debutto) a dicembre, i ricavi complessivi dovrebbero aggirarsi attorno ai 7,9 milioni. Se le cifre preventivate si concretizzassero (spesso Rai Pubblicità vende praticando forti sconti), in poco più di tre mesi sarebbe recuperato quasi tutto il compenso quadriennale di Fabio Fazio, circa 8,8 milioni.

Ci sono poi i 10,8 milioni che il conduttore dovrebbe percepire come produttore del suo programma. Dalla prossima stagione, infatti, a produrre Che tempo che fa sarà lo stesso Fazio, attraverso un nuova società di cui – secondo le indiscrezioni – lui stesso sarà socio paritario assieme a Banijay-Magnolia.

Se da una parte proseguono le polemiche, con il deputato Pd Michele Anzaldi scatenato in tal senso, dall’altra si inizia a provare noia per un’indignazione a tratti strumentale, che di televisivo ha ben poco e che rischia di indebolire ulteriormente l’immagine del servizio pubblico invece di tutelarla, come invece si vorrebbe.

Una cosa è certa: Fazio è stato abilissimo a strappare quel super ingaggio. Fortunato lui. Ora, che lo si lasci lavorare per meritarsi quei soldi e preparare un programma all’altezza delle grandi aspettative. Il ‘tempo che fa’, lo vedremo a settembre.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Fabio Fazio
Se l’affaire Fazio è questione di (im)moralità


Fabio Fazio
Fabio Fazio risponde alle polemiche: «Inusitata violenza». Orfeo spiega: «Che Tempo Che Fa costa circa il 50% in meno di una prima serata di Rai1»


Fabio Fazio.
Fabio Fazio su Rai1: pronto un super accordo da 11,2 milioni di euro con «eventuale Sanremo»


Fabio Fazio
Palinsesti 2017/2018: la Rai tenta Fabio Fazio con la promozione su Rai1

9 Commenti dei lettori »

1. primus ha scritto:

7 luglio 2017 alle 17:31

tanto per smentire con dati certi le chiacchiere populiste dei 4 livorosi da tastiera….



2. primus ha scritto:

7 luglio 2017 alle 17:34

dati alla mano,smentiti i 4 populisti livorosi….



3. controcorrente ha scritto:

7 luglio 2017 alle 17:53

@primus.. tu invece chi 6.. un coniglio da tastiera.. ?
questo stesso articolo parla di 450mila costo a puntata e 615 mila di ricavi.. differenza165 mila che moltiplicato per 13 a casa mia farebbe circa 2MLN DI € E NON 7,9 come viene annunciato.. e poi nel costo totale..bisognerebbe vedere cosa stanno considerando..Son sicuro che non stanno conteggiando ne’ i soldi che daranno a Fazio per la conduzione ne’ quelli che gli sborseranno in qualita’ di produttore (altra vagonata di milioni) SIETE SOLO DEI BUFFONI !!! e imbroglioni (rivolto ai vari dirigentucoli che con annunci dell’ultim’ora cercano di farci credere lae balle che s’inventano)



4. RoXy ha scritto:

7 luglio 2017 alle 18:54

@controcorrente: bravissimo, il calcolo dei 7,9 milioni di ricavi è super-farlocco! Fortunatamente, la matematica non è un’opinione.



5. Tristan ha scritto:

7 luglio 2017 alle 23:10

La matematica nn è un opionione ma non si capisce se nei 615 mila di ricavi sia stata già tolta la spesa totale della puntata e se quei ricavi preventivati li si hanno in base agli ascolti oppure no. se uno è sicuro ke tu ricavi sicuramente 615 mila euro a puntata allora fazio ha tutte le ragioni di prendersi quello stipendio però se sui rai 3 fai 3 milioni nn è detto che su rai 1 ne faccia molti di più. sec me a malapena 4 milioni potrebbe fare se gli va bene.



6. Beppe ha scritto:

8 luglio 2017 alle 10:18

7,9 sono i ricavi, quindi 615×13
non ricordate alle elementari (oggi primaria) guadagno=ricavi-costi?
beata ignoranza



7. Giovanni ha scritto:

8 luglio 2017 alle 11:22

Qui si parla di preventivo…..l’unica certezza è il consuntivo del furto pagato da noi.



8. controcorrente ha scritto:

8 luglio 2017 alle 18:07

@Beppe.. mi sa’ che l’asino calzato e vestito sei tu.. hai tu stesso detto che 7,9 sono i ricavi e l’articolo dice che solo con questi si recuperano gli 8,8 di Fazio.. e gli altri costi non si pagono?
se io ho 100 milioni di ricavi.. non e’ detto che possa pagare Fazio 30 mln.. ad esempio.. perche’ bisogna vedere se da quei 100.. me ne rimangono tolti i costi 40..oppure 20.. o potrebbereo rimanermi anche solo 5…



9. Psquared ha scritto:

9 luglio 2017 alle 04:37

Scusate ma vi hanno chiaramente detto i costi della puntata e i relativi ricavi, con ricavi > dei costi…che vi manca ancora? Che è tutto sto livore? Si sapeva che il programma di Fazio riusciva ad attrarre grandi raccolte pubblicitarie



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.