29
maggio

RAI3, DARIA BIGNARDI VIETA SCOLLATURE E TACCHI ALTI. “NESSUNA IMPOSIZIONE, LA PENSIAMO TUTTI COSI’”

Daria Bignardi

E’ arrivata la Buoncostume. A Rai3 è pronto un nuovo codice sul look per chi va in video: vietati abiti fascianti e tacchi alti. Sì al trucco, purché sia leggero. A stilare il dress code ‘castigato’ pare sia stata Daria Bignardi in persona. Secondo quanto riporta Il Messaggero, infatti, martedì scorso la direttrice della terza rete ha convocato costumiste e truccatrici per impartire le nuove direttive in materia di immagine.

Stando a quanto pubblicato dal quotidiano romano, le indicazioni sul look per i volti della terza rete sarebbero chiare: niente più abiti fascianti, niente tubini, rigorosamente banditi quelli di colore nero, forse ritenuti troppo sexy per il servizio pubblico. Banditi anche i tacchi alti per le donne e massima attenzione agli orecchini: non dovranno essere troppo vistosi.

Idem per il trucco, che dovrà essere leggero. E non sono previste deroghe, nemmeno davanti alla particolare richiesta della conduttrice di turno. Lo stile dell’abbigliamento sarà – stando a quanto riportato dalla stampa – molto radical chic: camicetta sobria (consigliati i “colori tenui”), scollature minime (al massimo si può far prendere aria al collo).

Se davvero così fosse, ci sarebbe da sollevare qualche perplessità. Faticheremmo infatti a comprendere le ragioni di un dress code così severo, dal momento che non ricordiamo di aver mai visto conduttrici di Rai3 in abiti sexy (sul buon gusto, al contrario, è più facile scivolare). Per quanto riguarda gli uomini, lo stile sarà invece più tradizionale e si opterà per completi classici con camicia e cravatta di buon gusto. In questo caso, nulla da eccepire.

Sull’argomento è intervenuta la stessa Daria Bignardi, intervistata dal Foglio. “Ho letto sui giornali che avrei fatto un editto!” ha commentato la direttrice di rete, precisando poi il senso delle linee guida e smorzando le polemiche sollevatesi sull’argomento.

Abbiamo ragionato su alcuni cambi di stile. Cambieremo nei programmi del day time le scenografie, le grafiche, le luci, e abbiamo pensato anche di ragionare su uno stile aggiornato per chi andrà in onda. Senza troppe cofane in testa o cravattoni. Accortezze, eleganza. Nessuna imposizione, è una condivisione semmai: la pensiamo tutti così ed era arrivato il momento di farlo: nulla di più dai” ha dichiarato.

Nella Rai di Antonio Campo Dall’Orto non è la prima volta che si parla di regole per il look. Nei giorni scorsi, infatti, il direttore di Rai Parlamento, Gianni Scipione Rossi, aveva varato un ordine di servizio sull’abbigliamento dei telegiornalisti della sua testata.

E meno male che, in tempi non sospetti, la Presidente di Viale Mazzini, Monica Maggioni aveva dichiarato che Rai dovesse essere anche “sexy”: “non si può confondere l’essere autorevoli con l’essere noiosi e grigi“. Evidentemente, il proposito non riguardava l’abbigliamento.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Daria Bignardi rai3
Daria Bignardi, addio a Rai3: cosa ricorderemo della sua direzione


Stefano Coletta
Stefano Coletta verso la direzione di Rai3 al posto di Daria Bignardi


daria bignardi (1)
Daria Bignardi ha lasciato la direzione di Rai3


Daria Bignardi.
Daria Bignardi a DM: “A Rai3 gli ascolti non sono la prima cosa. Molto soddisfatta del martedì con Bianca Berlinguer” (video)

10 Commenti dei lettori »

1. kalinda ha scritto:

29 maggio 2016 alle 11:20

veramente stiamo tornando al fascismo…….mi stupisco della Bignardi che tra tacchi e scollature ci è andata pesante.



2. Luca ha scritto:

29 maggio 2016 alle 11:21

Avrebbe dovuto aggiungere : niente parolacce e turpiloquio
Nel contratto che la Rai fa firmare si potrebbe aggiungere : ogni parolaccia 1000 euro di multa
E’ diventato tutto uno schifo
Ieri pure il mitico Albertazzi in un’intervista di poco tempo fa scadeva nel turpiloquio
Le parolacce non aggiugono nulla al contesto ,è ora di finirla
Putin ha fatto bene in Russia a vietarle in tv e radio
Ovvio che sinceramente preferisco la maggiore libertà che abbiamo qui però noi stiamo esagerando
Sul bus vedo ragazzine di 12 anni parlare peggio dei camionisti



3. IvY ha scritto:

29 maggio 2016 alle 13:34

Ma su Rai 3 non ci sono mai state conduttrici succinte… quindi non ha senso questo bordello, non cambierá nulla. Un provvedimento del genere ci vorrebbe su canale 5. Lá le conduttrici sembrano pronte per il Moulin Rouge.



4. Gio ha scritto:

29 maggio 2016 alle 13:38

Condividere uno stile di immagine non significa fare editti, è fare televisione. Quindi, sto con la Bignardi. Speriamo però che seguano le libertà nei contenuti. Sono curioso di sapere come va a finire la questione Ballarò.



5. osservo ha scritto:

29 maggio 2016 alle 14:48

Anche io sto con la Bignardi; questa è una notizia strumentale. Non credo sia stato emesso nessun editto, ma appunto sono state date delle linee guida, che …guarda un po’ rispettano ciò che già avviene all’interno della terza rete. Non mi pare di aver mai visto una Sciarelli succinta e una Gabanelli truccata pesante.

E’ stata fatta uscire come notizia, quando in realtà chissà quanti altri direttori di Rai3 avranno fatto questo discorso in precedenza.



6. W. Raiuno ha scritto:

29 maggio 2016 alle 17:42

Secondo me, è uscita con questa cosa per farsi pubblicità… già mi
stava antipatica prima quando faceva i programmi oggi
ancora di più
Detto ciò, è giusto in parte, nel senso che nel lavoro è normale
vestirsi adeguatamente all’ambiente ma dovrebbe essere una
cosa logica, senza richiami vari



7. xxxxx ha scritto:

29 maggio 2016 alle 17:46

Ma a me non sembra che solitamente in Rai3 si vestano in modo volgare…



8. Vince! ha scritto:

29 maggio 2016 alle 20:27

E’ la linea editoriale di Rai3, è sempre stato così, tranne che per sporadici casi isolati.
Tanto rumore (da parte di certa stampa) per nulla…



9. matt ha scritto:

30 maggio 2016 alle 18:18

un paio di tacchi e una scollatura non fanno una donna volgare… certe trasmissioni sono volgari, soprattutto quelle farcite di cronaca nera…



10. Andrea ha scritto:

30 maggio 2016 alle 19:32

E’ triste che su questo sito io riesca ad individuare l’autore di un pezzo solo leggendo il titolo…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.