10
agosto

CARLO FRECCERO VORREBBE SANTORO IN RAI. E SE IL TELESOGNO SI AVVERASSE?

Carlo Freccero, Michele Santoro

Il Telesogno di Carlo Freccero ora può avvenire ad occhi aperti. E, forse, persino avverarsi. Con la propria elezione nel CdA di Viale Mazzini, il brillante guru della comunicazione è passato dalla dimensione onirica a quella reale, arrivando a riaffermare il desiderio – mai tramontato – di rivedere Michele Santoro in Rai.

Io so che lui ha delle idee, sta lavorando a dei progetti, potrà fare delle proposte ai direttori di rete, io credo proprio che ci sarà spazio per lui, potrà fare cose importanti. Perché no?” ha detto Freccero al Corriere.

Fino a ieri questa dichiarazione sarebbe stata derubricata come un vaniloquio e nulla più. Ora, però, a pronunciarla è un componente del CdA Rai e il suo sapore cambia d’intensità. Non è più un pour parler:  Freccero, del resto, sembra avere le idee chiare sul da farsi e, tra i nuovi consiglieri, è probabilmente quello che più conosce la materia.

Io non faccio parte del comitato programmi, anche se mi piacerebbe. Ma da oggi dovranno lavorare tutti, tutti, tutti, tutti, chiaro il messaggio? Basta editti: dovranno lavorare anche quelli che non appartengono ai patti del Nazareno. E mi auguro che tutto quello che non c’è stato finora ci sarà” ha aggiunto.

Il professore ha pure detto di sognare “una Rai Città Aperta“, forse immaginando un servizio pubblico in grado di accogliere anche i forestieri più imprevedibili. Come l’amico Michele Santoro, che nel 2012 candidò se stesso alla direzione della Rai e Freccero alla presidenza. Ricordate?

Al momento il giornalista risulta senza fissa dimora, in quanto non confermato nei palinsesti autunnali di La7. Per giunta, egli starebbe pensando a nuovi format che archivino il tradizionale talk show: e se questa fosse la chiave di volta un suo ritorno in Rai? “La cosa mi piacerebbe, anche soltanto per una notteaveva ammesso il conduttore durante una puntata di Servizio Pubblico. Ora il suo amico di sempre siede nel CdA Rai, e chissà che questo alleato ‘embedded’ non possa essergli d’aiuto per tornare in groppa al cavallo di Viale Mazzini.

Calma e gesso, però. E’ davvero incauto scommettere se davvero rivedremo Santoro da quelle parti. La risolutezza del personaggio vi avrà già fatto fantasticare, ma andateci piano: finora abbiamo fatto i conti senza l’oste. Matteo Renzi, che nella passata stagione evitò accuratamente di partecipare ai programmi di Santoro, sarebbe contento di ritrovare il teletribuno in una Rai che porta la sua firma?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Michele Santoro
MICHELE SANTORO E’ FUORI DALLA RAI. MA RESTA L’IPOTESI DELLA COLLABORAZIONE ESTERNA


Michele-Santoro
SANTORO PROPONE LA SUA RAI: GUGLIALMI, FRECCERO E GORI DIRETTORI DI RETE. SI ALL’ISOLA DEI FAMOSI. CHI PAGA IL CANONE ELEGGA IL CdA.


Michele Santoro
MICHELE SANTORO: LA RAI DI RENZI E CAMPO DALL’ORTO HA CHIUSO IL DIALOGO CON ME. E’ PEGGIO PER CERTI VERSI DI QUANDO C’ERA BERLUSCONI


Michele Santoro
BALLARO’, MICHELE SANTORO DOPO FLORIS? FRECCERO: FOSSI IL DIRETTORE DI RAI3 LO PRENDEREI

8 Commenti dei lettori »

1. ellen ha scritto:

10 agosto 2015 alle 12:20

Teleincubo!



2. Nina ha scritto:

10 agosto 2015 alle 15:38

Io sarei anche d’accordo, a patto che non ci sia più l’osceno Vauro, che con il suo odio offende la brava gente.



3. Giuseppe ha scritto:

10 agosto 2015 alle 19:02

Santoro e Freccero sono grandi professionisti della televisione e della comunicazione in senso lato. Conoscono benissimo il significato della parola ‘osoleto’.

Ciao Nina, Vauro non è osceno ma a corto di idee. Il che, forse, è peggio.



4. griser ha scritto:

10 agosto 2015 alle 19:38

A me Freccero piace molto su come ha la visione televisiva e su come ha creato dal nulla Rai4 (ancora aspetto le tre stagioni finali di Fisica o Chimica) ma a livello politico non lo sopporto. Spero che Freccero possa smuovere le sorti di alcuni programmi e che dopo questa esperienza traslochi a Sky dove avrebbe veramente gli strumenti per rivoluzionare la tv



5. ciak ha scritto:

11 agosto 2015 alle 08:59

non si può sempre “parlare” con la politica tra i piedi… Santoro è l’inventore del talk politico… Freccero un bravo direttore e ideatore in tv… speriamo che riescano a fare qualcosa di diverso… perchè non insieme?



6. Nina ha scritto:

11 agosto 2015 alle 09:55

Ciao Giuseppe, per quanto riguarda le idee, sono anni che ne è privo. Ricordi forse una vignetta che ti ha fatto sorridere?



7. Giuseppe ha scritto:

11 agosto 2015 alle 16:12

Nina, quella sull’Imu alla Chiesa tre anni fa.



8. Nina ha scritto:

11 agosto 2015 alle 16:31

ahh, ecco. Simpaticissimo come sempre. Ciao!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.