Vittorio Sgarbi



9
maggio

IL MIO CANTO LIBERO: SGARBI PRONTO AD ARRUOLARE MORGAN SU RAI1

Morgan, Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi cerca voci fuori dal coro per il suo programma su Rai1. Il mio canto libero dovrà suonare diverso, sarà fuori dagli schemi. Tra i colpi di genio che il noto critico d’arte sta partorendo in vista del debutto in prima serata, ora ne spunta uno particolarmente suggestivo che riguarda il cantante Morgan. Forse l’artista “maledetto” sarà ospite fisso della trasmissione per tutte le sue cinque puntate. Secondo indiscrezioni riportate da Il Giornale, sarebbe solo questione di ore e poi l’esclusiva partecipazione del cantante sarà affare fatto.

Se quel contratto venisse davvero firmato, Morgan, dopo la mancata realizzazione dei Morgan Music Award su Rai 2, rientrerebbe in Rai dal portone principale e troverebbe posto nel prestigioso spazio del prime time della rete ammiraglia. L’artista, lo ricordiamo, lo scorso anno era stato ostracizzato senza appello da Viale Mazzini a seguito di un’improvvida intervista nella quale aveva dichiarato di fumare crack come antidepressivo. Quell’uscita gli era costata la partecipazione al Festival di Sanremo e, a seguire, altre ospitate in programmi della tv pubblica. Ora, grazie alla chiamata alle armi di Vittorio Sgarbi, quell’embargo potrebbe finire.

Il critico d’arte ci tiene molto, è convinto che la presenza fissa di Morgan possa offrire un quid in più al suo show televisivo. In Rai, invece, c’è qualcuno che non la pensa allo stesso modo e che in queste ore starebbe frenando sulla firma del contratto. Immaginatevi le possibili reazioni di Sgarbi, noto al pubblico per l’autocontrollo e la spiccata capacità di mediazione. Forse a breve sapremo come si è concluso questo tira e molla.




2
maggio

PALINSESTI RAI GIUGNO: PRIMA ESTATE SU RAI1 SENZA LA SIGNORA IN GIALLO. RAI2 PUNTA SUI TELEFILM (E MONICA SETTA). RAI3 INAUGURA HOTEL PATRIA

Palinsesti Rai Giugno 2011

L’estate, anche quella televisiva, è alle porte. Tra qualche settimana contenitori e programmi del day time chiuderanno baracca e burattini per lasciare spazio alla programmazione estiva. In casa Rai, tra le consuete repliche, qualche spiraglio di novità non farà gridare allo scandalo di pagare il canone per tutto l’anno e goderne per soli nove mesi. Rai1, dopo una lunga e onorata carriera, ha dovuto, per questioni di diritti, pensionare La signora in giallo (in onda per tutta la stagione nel pomeriggio di Rai2) che non accompagnerà più gli spettatori all’orario di pranzo (almeno sulle reti Rai). Al posto della signora Fletcher, Veronica Maya col suo Verdetto finale nell’inedita collocazione delle 12.30 che, dunque, per mezz’ora si sfiderà direttamente con Rita dalla Chiesa e le repliche di Forum in onda su Canale 5.

Unomattina Estate sarà condotta da Georgia Luzi e Gerardo Greco, mentre nei week end il testimone passerà a Ingrid Muccitelli (il sabato) e a Elisa Isoardi (la domenica). Nel pomeriggio fiction e tv movie, fino alla fascia preserale che vedrà il ritorno di Pino Insegno al timone del gioco Reazione a catena (dal 6/6). Massimo Giletti, dopo la chiusura di Domenica In (ultima puntata l’8 maggio), rimarrà in onda con alcuni speciali della sua Arena dedicati ai 150 anni dell’Unità d’Italia. In prima serata da segnalare Rex (martedì), Miss Italia nel mondo (sabato 25/6) e le ultime puntate del programma di Vittorio Sgarbi Il mio canto libero (mercoledì).

Rai2 si conferma house of series con una vasta proposta di telefilm alla mattina (Robbie, Il nostro amico Charlie), al pomeriggio (Ghost Whisperer, Las vegas e Sea patrol), nel preserale (Senza traccia, Il Clown) e in prima serata con le prime visioni di Count down, Lasko, Privacte practice e Brothers & Sisters. Per quanto riguarda l’intrattenimento prevista una nuova produzione dal titolo Inside al lunedì sera e due puntate di Masters of magic, il programma di magia già sperimentato la scorsa stagione.


28
aprile

IL MIO CANTO LIBERO: SGARBI PENSA AGLI OSPITI E ALLO STUDIO IN VISTA DEL DEBUTTO (IL 18 MAGGIO?). FORSE LO AFFIANCHERA’ ANCHE MADALINA GHENEA

Vittorio Sgarbi

Allora si comincia il 18 maggio (disdetta: non più il 2), con tre o quattro co-conduttrici e una tripletta di monologhi a sera. Ci sarà un solo mattatore, arruolato per 1 milione di euro, con l’ambizione di arrivare al 23-24% di share. Auguri. A furia di dare numeri – eccone un esempio – di anticipare e insistere, forse Vittorio Sgarbi ce l’ha fatta: a breve il critico d’arte potrà iniziare il suo nuovo programma su Rai1, dal titolo “Il mio canto libero“. Lo show era stato annunciato e posticipato da tempo ed ora, se tutto andrà bene, partirà il giorno 18 del mese prossimo. “La data è decisa. Avrei preferito il lunedì, ma ci saremmo imbattuti nei risultati elettorali“: lo ha confermato il conduttore stesso in un’intervista pubblicata oggi da Il Giornale.

Gli scettici sono comunque pronti a scommettere che qualche imprevisto farà slittare la trasmissione per l’ennesima volta, ma sono voci che Sgarbi non ascolta. Anzi, il professore col ciuffo continua a lavorare sul progetto come nulla fosse, rivelando ad esempio che le sue co-conduttrici “probabilmente saranno tre o quattro“. “Per la conduzione c’erano due ipotesi: un volto di Raiuno che mediasse le mia presenza per il pubblico della rete; oppure la ’soluzione Celentano’, con una figura femminile che accompagna il protagonista. Ho scelto la seconda strada“ ha detto al giornalista Maurizio Caverzan, confermando di aver arruolato Monica Marangoni e di aver preso in considerazione anche la promettente ‘ballerina con le stelle’ Madalina Ghenea (“ma ancora non posso confermarla“).

Nella squadra di Sgarbi ci saranno anche Irene Ghergo e Tatti Sanguineti, e forse il direttore di Sette Giuseppe Di Piazza. “Il mio canto libero” (il più quotato tra i titoli proposti per il programma) ricalcherà il modello di Vieni via con me con Fazio e Saviano, soprattutto per la presenza di alcuni monologhi. “Saranno tre a serata, pronunciati dal critico d’arte. Nello show di Rai1 si parlerà di arte, religione, cultura, musica, letteratura, con ospiti che nelle intenzioni del conduttore sono prestigiosi e degni di una prestigiosa prima serata. A riguardo, il professore pensa al vescovo di Noto, Antonio Staglianò, a Nannini o Patty Pravo che canteranno Il Paradiso, ma anche ad Anna Bonaiuto e Margherita Hack per la seconda puntata sulle donne.





25
aprile

DM LIVE24: 25 APRILE 2011. DISAVVENTURE PER LA GREGORACI, AUTOCANDIDATURE PER LA ANNUNZIATA, GIOCATTOLINO PER LA TITOVA, ONNIPRESENZA PER LA IMPACCIATORE.

Diario della Televisione Italiana del 25 Aprile 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Disavventure

lauretta ha scritto alle 12:58

A Studio Aperto danno la notizia di una brutta disavventura capitata alla Gregoraci che, durante una seduta di massaggi in un albergo, ha smarrito una collana del valore di 300 mila euro. Dopo attimi di panico,però, la collana è stata ritrovata nello scarico di una lavatrice dove era finita per sbaglio assieme agli asciugamani. Tutto è bene quel che finisce bene..

  • Autocandidature

lauretta ha scritto alle 15:05

Nella trasmissione In mezz’ora, Sgarbi racconta di aver ricevuto diversi ‘no’ da alcune ragazze per la conduzione del suo programma. A quel punto la Annunziata: “Se nessuna vuole fare il suo programma lo vengo a fare io… o forse non sono della sua taglia?”.

  • Giocattolino

lauretta ha scritto alle 17:00

Da ‘Domenica in…onda’ scopriamo che la coppia Rosolino Titova, durante l’intimità, ama chiamarsi giocattolino e giocattolina.


14
aprile

VITTORIO SGARBI PRONTO A CONDURRE ‘IL MIO CANTO LIBERO’ DAL 2 MAGGIO. E PER EVITARE LA PAR CONDICIO:”MI DIMETTO DA SINDACO DI SALEMI”

Vittorio Sgarbi

Un solista senza spartito come Vittorio Sgarbi non poteva scegliersi un titolo migliore. Ha detto che si chiamerà “Il mio canto libero“, come la canzone di Lucio Battisti, il programma televisivo che lui stesso condurrà su Rai1. Il critico d’arte più famoso d’Italia lo ha annunciato ieri durante l’intervista rilasciata alla trasmissione di Radio2 Un giorno da pecora, nella quale si è dichiarato pronto a cominciare già dal prossimo 2 maggio, par condicio permettendo. Sull’avvio dello show, infatti, penderebbero ancora alcune riserve legate principalmente alla concomitanza con il periodo elettorale. Ma niente paura: il vulcanico sindaco di Salemi avrebbe pronta una soluzione per aggirare l’ostacolo.

Mi dimetto il primo maggio” ha affermato Sgarbi, con l’intenzione di andare in diretta il giorno successivo. “Ma lo sa Masi?” chiedono i conduttori di Radio2, e lui: “certo, ci ho parlato ieri sera e ho detto che prima chiediamo a Calabrò (Corrado, presidente Agcom, ndDM) se il sindaco di Salemi è in par condicio e se la risposta è sì mi dimetto subito, con effetto immediato“. Nella speranza di riuscire ad attuare il piano, l’impetuoso Vittorio ha già pensato a tutto il resto, a cominciare dall’argomento della prima puntata. “Sarà su Dio, e ci saranno come ospiti Lech Walesa, il Vescovo di Noto e Matthew Fox, il teologo delle 95 tesi” ha anticipato ieri, proseguendo: “la seconda sarà dedicata alle donne, la terza al tema ‘Liberta e Giustizia’, la quarta ‘Il Vero e i Falso’, la quinta ‘Follia e Bellezza’, la sesta alla Biennale di Venezia“.

Poi ha smentito le anticipazioni diffuse dal Fatto Quotidiano sugli altri suoi possibili ospiti. Patty Pravo, Ligabue, Baricco, Ferilli e Roberto Baggio? “Mai invitati. C’è una lista di nomi che delle spie dentro la Rai passano al Fatto” ha detto. Il quotidiano diretto da Antonio Padellaro aveva scritto che tra gli autori dello show di Sgarbi ci sarebbe stata anche la sua compagna Sabrina Colle, la quale avrebbe percepito 40mila euroNon è vero, il Fatto dovrebbe chiamarsi La Menzogna” ha sbottato il critico d’arte, spiegando: “ieri sera ho chiamato la mia ragazza e lei per l’ennesima volta ha detto no, perchè non le piace la televisione e perchè vuole metterla in c…o al Fatto“.





7
aprile

RAI1, ESTATE 2011: INGRID MUCCITELLI O ELISA ISOARDI A UNO MATTINA WEEKEND. 3 PILOT IN PROGRAMMA PER IL PRIME TIME, ECCO QUALI…

Mauro Masi e Ingrid Muccitelli

Mauro Masi e Ingrid Muccitelli

Il periodo di garanzia primaverile, che vede in testa per il momento Rai1 sul competitor del Biscione, sta sparando le sue ultime cartucce. Il settimo piano di Viale Mazzini, però, è già impegnatissimo nella stesura dei palinsesti estivi, bloccato in Consiglio di Amministrazione per alcune scelte che non convincono affatto i piani alti.

Il risveglio mattutino dei telespettatori sarà accompagnato come sempre dalla versione estiva di Uno Mattina che vedrà quest’anno alla conduzione la coppia inedita formata da Lorena Bianchetti e Gerardo Greco (info qui), preferita a Georgia Luzi e Pierluigi Diaco, impegnati (separatamente) in altre produzioni. La versione weekend, stando a quanto rivelato da Laura Rio su Il Giornale, potrebbe invece essere affidata a Ingrid Muccitelli. Meglio nota come la compagna del Direttore Generale Mauro Masi, la scelta di Ingrid, in pole anche nel nuovo programma di economia di Rai2 e nel talk di Costanzo su Rai2 (entrambe le collaborazioni sono poi sfumate), ha fatto storcere il naso a molti in quel di Viale Mazzini. Per evitare quindi le solite polemiche, Mauro Mazza potrebbe puntare per il fine settimana estivo della sua rete su Elisa Isoardi, che ha già avuto l’onore di occupare quello slot nel lontano 2008. Staremo a vedere su chi ricadrà la scelta.

Intanto in mancanza di programmi per il prossimo autunno, Rai1 ha “ordinato” per il periodo estivo le puntate pilota di tre nuove produzioni che nel caso in cui riuscissero ad ottenere consensi dal punto di vista degli ascolti, potrebbero essere riproposte nel periodo di garanzia autunnale. Tra i test spicca La vita è una cosa meravigliosa, prodotto dalla Casanova Entertainment di Luca Barbareschi. L’ex parlamentare di Alleanza Nazionale, quindi del Popolo delle Libertà, poi fuggito in FLI ed ora nel gruppo misto in sostegno del Premier Berlusconi, produrrà per Rai1 una puntata zero di uno show a metà tra La corrida e i musical. Il programma doveva essere già proposto lo scorso inverno ma venne a quanto pare bloccato anche a causa dell’aspro scontro politico tra PdL e FLI.


19
marzo

SGARBI PREPARA LA ‘CONQUISTA’ DEL PRIME TIME: INVIDIO FERRARA MA IN TV MI ISPIRERO’ A ROBERTO SAVIANO

Vittorio Sgarbi

Piaccia o no, lo ‘tsunami’ col ciuffo sta arrivando: manca poco più di un mese al ritorno in tv di Vittorio Sgarbi. Intanto lui mette a punto, analizza, fa polemica, scalpita come un purosangue in attesa di galoppare nelle vaste praterie del prime time. Dal prossimo 27 aprile il critico d’arte più “indomabile” d’Italia presenterà su Rai1 un nuovo programma in cui si parlerà “di arte, religione, cultura, valori e dee…“. Forse lo show si intitolerà “Al di qua del bene e del male” (o qualcosa di simile) e certamente farà discutere. Tra genio e sregolatezza, il sindaco di Salemi ha raccontato della sua futura trasmissione anche ieri sera, nel corso di un’intervista a tutto campo rilasciata alle Invasioni Barbariche di Daria Bignardi.

Parlerò di tante cose, di principi alti. La prima puntata sarà su Dio” ha anticipato Sgarbi, rivelando anche un retroscena sul suo ritorno nella tv pubblica. Il critico d’arte ha infatti spiegato di essere stato tra coloro che, qualche tempo fa, suggerirono al DG Rai Mauro Masi di affidare uno spazio a Giuliano Ferrara. Da quella iniziale ispirazione, le trattative e i progetti dei piani alti di Viale Mazzini presero forma (“però Masi ha scelto in piena autonomia“) e infine all’Elefantino è stata offerta una trasmissione che forse sarebbe stata adatta anche alle corde del ‘retore Vittorio‘. Sgarbi, infatti, ha ammesso che avrebbe indossato con piacere i panni del pungente commentatore serale, in stile Qui Radio Londra. “Vado, colpisco e torno: sarebbe stato sublime, adatto a me” ha spiegato alla Bignardi, dichiarando un pizzico di invidia nei confronti del direttore del Foglio.

Tornando a parlare del suo programma, il sindaco di Salemi ha poi confermato di volersi ispirare alla formula rivoluzionaria di Vieni via con me, meritevole di aver fatto affezionare il pubblico anche ai tempi non-televisivi del monologo. “Per questo ho ammirato Saviano” ha detto Sgarbi,  riferendosi anche all’importante ruolo di presentatore svolto da Fabio Fazio. E a proposito dell’efficacia di una conduzione a due, secondo indiscrezioni trapelate nei giorni scorsi, i capistruttura Rai ora vorrebbero affiancare al critico d’arte una spalla che lo aiuti a gestire adeguatamente la scaletta e gli snodi del suo nuovo programma. Il Giornale ha fatto i nomi di Lamberto Sposini e Massimo Giletti, ma pare che Vittorio ghe pensi mi Sgarbi non ne voglia sapere: la sua prima serata dovrà infatti sparigliare le consuete liturgie della tv generalista, almeno nelle intenzioni.


15
marzo

DM LIVE24: 15 MARZO 2011. BAUDO E LA PANCHINA, LA ROSATI E LA VOCAZIONE, SGARBI E IL BRACCIO DI FERRO.

Diario della Televisione Italiana del 15 Marzo 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Baudo e la panchina

lauretta ha scritto alle 09:48

Pippo Baudo, all’Alfonso Signorini Show, parlando del suo ritorno in tv con Centocinquanta: “Io in panchina non ci so stare. Appena sono entrato al Delle Vittorie, ho perso vent’anni”.

  • Predolin… lumacone!

mats ha scritto alle 10:30

A Mattino 5 si parla di fine del mondo e Marco Predolin alla Panicucci: Federica, visto che si avvicina la fine del mondo, vieni di là con me!

  • La Rosati si fa suora

lauretta ha scritto alle 15:14

A Se…a casa di Paola, Daniela Rosati: “pregate per me perchè tra qualche giorno, precisamente il 17, diventerò suora”.

  • Il Bene, il Male e il Braccio di ferro

AnTo ha scritto alle 17:36

Dovrebbe andare in onda il 19 aprile la prima delle cinque serate di Al di qua del bene e del male, l’atteso programma di Vittorio Sgarbi. Ma il critico d’arte e sindaco di Salemi non ha ancora firmato il contratto, soprattutto perché tra lui e la Rai è in atto un estenuante braccio di ferro. I capistruttura della prima rete vorrebbero affiancargli un conduttore classico, Lamberto Sposini o Massimo Giletti, che possa garantire la scaletta, la tempistica e gli snodi del programma. Sgarbi e i suoi autori non ne vogliono sapere perché Al di qua del bene e del male è pensato proprio come una rottura delle solite liturgie da tv generalista. Sgarbi, che sa di non essere un presentatore, preferirebbe un accompagnatore (nomi fatti: Morgan, Nicole Minetti, Veronica Pivetti, Margaret Madia) che facesse da cerniera tra i suoi monologhi, gli ingressi degli ospiti eccetera. Intanto, da martedì scorso due filmaker lo seguono all time con telecamerina: durante lo show verranno trasmesse delle pillole dello Sgarbi quotidiano, anche quello più nevrotico. (Dagospia)

  • La matematica non è un’opinione