Vittorio Sgarbi



17
dicembre

VITTORIO SGARBI DALL’OSPEDALE: “VICINO A MORIRE. CAPRE, SONO ANCORA QUI”

Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi l’ha scampata. Colpito nella notte da un malore e operato d’urgenza, il critico d’arte ha rischiato la morte. “Se non mi fossi fermato a Modena sarei morto” ha affermato Vittorio, che è apparso in un video registrato dal letto d’ospedale e pubblicato sui social. “Capre, sono ancora qui” ha anche scherzato.




4
dicembre

VIRUS, SGARBI BACCHETTA CROZZA SUL NATALE: “STUDIA!”

Virus, Vittorio Sgarbi

Opinionisti, comici, politici: negli ultimi giorni si sono tutti accalcati attorno al presepe. Più che la capanna, han fatto un capannello. Tra le tante voci intervenute sul tema del Natale si è distinta quella di Vittorio Sgarbi, che ieri sera abbiamo ascoltato a Virus. Su Rai2, il critico d’arte ha arringato il pubblico con argomentazioni appassionate e ha sbertucciato Maurizio Crozza per alcune battute pronunciate a diMartedì.


28
aprile

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (20-26/04/2015). PROMOSSI IL SEGRETO E FAZIO, BOCCIATI AMBRA BANIJAI E ABOUT LOVE

Federico Moccia e Anna Tatangelo

Promossi

9 a Il Segreto. La “telenovela da 5.000 euro” ha inanellato l’ennesimo record. In un sol colpo, sfiorando i 5 milioni di spettatori, lo scorso giovedì ha portato a casa più ascolti di Rai1, Rai2 e Rai3 messe insieme. Come se non bastasse, poi, oltre ad uno share in daytime sempre più spesso superiore al 34%, domenica ha battuto la fiction di Rai1 con la Fuoriclasse Luciana Littizzetto.

8 a Fabio Fazio. Al timone di Viva il 25 aprile, il conduttore e la sua compagnia di ospiti riescono a portare memoria e riflessione nel sabato sera di Rai1 senza fare scappare il pubblico.

7 ad Armando Sommajuolo. Dopo anni di onorato servizio, il “vice Mentana” lascia il TgLa7 per andare in pensione.

6 ad X Factor che finalmente dà la possibilità alle band di partecipare nella categoria gruppi.

Bocciati





27
aprile

SGARBI SHOW DA MAURIZIO COSTANZO – RIVOLTO AL FIGLIO: “NON DEVI ROMPERE I CO***ONI”. IL CONDUTTORE LO RIMPROVERA E LASCIA LO STUDIO

Maurizio Costanzo Show

Non solo Maurizio Costanzo Show. Quello in onda da due settimane a questa parte, su Rete4, si potrebbe chiamare anche “Vittorio Sgarbi Show”. Dopo la polemica della scorsa settimana con Fiorello, il critico d’arte è stato discusso protagonista anche della terza puntata del talk in ben due momenti: prima per la sfuriata contro il figlio, Carlo Brenner Sgarbi, e poi per aver abbandonato lo studio, perché rimproverato dallo stesso Costanzo.

Il figlio di Sgarbi rimarca l’assenza del padre che risponde: “io davo 11 milioni al mese”

Ma procediamo con ordine nel racconto di quanto è successo. La puntata di ieri sera del talk più longevo della tv italiana ha trattato tematiche legate alla sfera familiare e tra i vari ospiti in studio c’erano, appunto, Vittorio Sgarbi e suo figlio Carlo Brenner Sgarbi. Il ragazzo ha avuto parole d’elogio per la madre, rimarcando l’assenza del padre e sottolineando come il cognome importante, in alcune occasioni, paradossalmente potrebbe rivelarsi uno svantaggio. Se in un primo momento Sgarbi si è “trattenuto”, dopo ha finito per rispondergli per le rime (qui il video):

Oggi sono rimasto abbastanza mortificato. Io non ho mai avuto molta simpatia per mio figlio, oggi mi è stato particolarmente antipatico. Cioè, la quantità di str**zate che ha detto una dietro l’altra… Secondo te, se lui avrà un lavoro in questo ambito, dipende dal fatto che è figlio mio o no? Qua come c’è? Come figlio mio oppure sono l’ultimo str**zo a cui deve buttare tutta la m**da che mi ha buttato in testa perché io non conto un ca**o? Non conto un ca**o ma sono Vittorio Sgarbi e tu sei mio figlio e non devi rompere i co***oni, chiaro o no?”.

E ancora:


20
aprile

FIORELLO VS MAURIZIO COSTANZO E SGARBI. IL CRITICO D’ARTE: E’ UNA CAPRA, SBAGLIA A OFFENDERSI

Fiorello al Maruzio Costanzo Show

E’ finta con una polemica su Twitter l’ospitata di Fiorello al Maurizio Costanzo Show. Dopo la sua esibizione in collegamento su Rete4, l’artista ha cinguettato contro il conduttore del popolare programma Mediaset e se l’è presa con Vittorio Sgarbi, che poco prima aveva regalato alle telecamere una sfuriatina delle sue.

ha twittato Fiorello, che era collegato da Ferrara durante le prove del suo spettacolo L’ora del Rosario. Da Maurizio Costanzo, lo showman siciliano ha cantato “Se telefonando” di Mina mixata a ”With or without you” degli U2 ma il ritorno audio non era dei migliori. “Io ti sento benissimo, basta che andiamo avanti col programma” ha commentato ad un tratto Costanzo, invitando l’ospite a proseguire e terminare il suo intervento. Poco più tardi, su Twitter, è arrivata questa considerazione di Fiorello:





2
maggio

BERLUSCONI STASERA A VIRUS. VITTORIO SGARBI ESTROMESSO PER PAR CONDICIO

Vittorio Sgarbi, Virus

La par condicio non ammette sgarri, né Sgarbi. Secondo le norme di garanzia nel periodo elettorale, infatti, stasera il noto critico d’arte non potrà partecipare a Virus, il talk show di Rai2 condotto da Nicola Porro, in quanto candidato a sindaco di Salemi. Così, Vittorio non potrà tenere la sua consueta rubrica settimanale, che prevede il commento di un’opera d’arte. Il provvedimento è scattato in vista della serata in cui il programma d’approfondimento ospiterà Silvio Berlusconi, per un’intervista a tutto campo sui principali temi d’attualità.

Dura la reazione di Vittorio Sgarbi, che in una nota ha definito “del tutto inaccettabile” il diniego posto alla sua partecipazione. “La mia candidatura a Salemi non può essere presa a pretesto per applicare in maniera distorta la par condicio” ha proseguito il critico d’arte, che tramite il suo avvocato ha indirizzato una lettera di diffida alla Commissione di vigilanza Rai. Sgarbi, si legge, “diffida a consentirgli di rendere la propria prestazione su Rai Due attraverso l’ospitata, in qualità di critico d’arte, alla trasmissione Virus – Il Contagio delle Idee, in onda il 2 maggio 2014“.

“Il mio assistito – specifica il legale di Sgarbi nella missiva inoltrata alla Vigilanzanon partecipa come soggetto politico ma solo quale critico d’arte, professione da cui riceve sostentamento per sé e per la propria famiglia (…) Ne discende che tale legge non risulta applicabile alla fattispecie in esame e che, quindi, la mancata partecipazione del Prof. Sgarbi alla citata trasmissione televisiva violerebbe il suo diritto al lavoro, bene costituzionalmente garantito”.


18
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2014: VITTORIO SGARBI DIFENDE LAETIZIA CASTA E ATTACCA POLITICI E GIORNALISTI RAI

Pippo Baudo a Sanremo

Si sentiva la mancanza delle colorite esternazioni di Vittorio Sgarbi per intensificare l’attesa per la prima serata del Festival di Sanremo 2014. Ed invece è arrivato, inserendosi nel salotto de La Vita in diretta per difendere una delle ospiti al teatro Ariston questa sera, Laetitia Casta, attaccata da molti opinionisti per il suo snobismo nei confronti dei giornalisti Rai.

..:: Tutto su Sanremo 2014 ::..

.

Festival di Sanremo 2014: per Sgarbi i politici sono pagati per non fare un caxxo

La bella francese aveva infatti rifiutato di fare un saluto ai microfoni degli inviati del programma condotto da Paola Perego e Franco Di Mare, atteggiamento già avuto ieri e che le ha procurato l’appellativo di cafona. Ebbene Sgarbi ha preso le sue difese, dicendo che i maleducati sono i giornalisti che aggrediscono le persone mentre camminano ed ha concluso con un “se mi stai sulle palle non ti saluto. E poi i politici, che vengono pagati per non fare un caxxo, intervistati col gelato (un tipo di microfono, nota diDM) non rispondono mai“.

Festival di Sanremo 2014: Baudo e la non-bellezza della Littizzetto

A parlare invece con i giornalisti “d’assalto”, benché con grande fretta, è stata Raffaella Carrà, l’altra grande ospite della prima serata, che ha minimizzato il clamore nato attorno alla sua presenza. La coach di The Voice, informata del fatto che Luciana Littizzetto si è dichiarata emozionata all’idea di esibirsi con lei, ha detto che la signora di questo Festival in realtà “la sa lunga“. Parole un po’ infelici sulla Littizzetto le ha usate poi Pippo Baudo, affermando che “parlare di festival della bellezza quando c’è la Littizzetto mi sembra una bestemmia“.


11
ottobre

DMLIVE24: 11 OTTOBRE 2013. SGARBI: LE COSE CHE FACCIO IN TV RIMANGONO NELLA MEMORIA. ALICE TV DIVENTA INTERNAZIONALE CON ALICE KOCHEN

Vittorio Sgarbi a Reputescion

Vittorio Sgarbi a Reputescion

Il DM Live 24 è un post pubblicato ogni giorno (a mezzanotte circa) nel quale, tramite i commenti, vengono raccolte in tempo reale le segnalazioni degli utenti su qualunque programma in onda e, più in generale, in relazione a qualsivoglia notizia televisivamente rilevante. I più interessanti verranno pubblicati nel DM Live 24 del giorno successivo.

Sgarbi: le cose che faccio in tv rimangono nella memoria

“L’unica cosa che io ho fatto rispetto ad altri è una televisione che rimane nella memoria. Cosa ha fatto Carlo Conti? Cosa ha fatto Frizzi? Una serie abbastanza vasta di cose che ho fatto rimangono nella mente perché c’è una verità anche i nemici mi riconoscono”. Così è intervenuto Vittorio Sgarbi, ospite della sesta puntata di Reputescion, il programma condotto da Andrea Scanzi in onda ieri sera alle 22.30 su La3 (Sky 143 – DTT 134). “Mi dicono “l’hai fatto apposta”. Macchè apposta – spiega Vittorio Sgarbi – se non mi disturbano io finisco (il mio concetto, ndr). Non è che sono nato con l’intento di polemizzare, io polemizzo se uno mi rompe i c….. . Io posso benissimo dire “arrabbiato” piuttosto che “incazzato”, ma so che la parolaccia ha una capacità espressiva che non ha il bon-ton.  In questo potrei essere identico a Stefano Rodotà ma son felice di aver detto molte più parolacce perchè quello che io ho detto rimane.

Alice Kochen sul satellite

SES (Euronext di Parigi e Luxembourg Stock Exchange: SESG), annuncia di aver siglato un accordo pluriennale con LT Televisioni per la trasmissione dalla posizione orbitale a 19.2° Est di un nuovo canale di forte identità italiana per il mercato europeo con focus sulla Germania. Il canale Alice Kochen rappresenta l’Italia del gusto, del piacere della tavola e della ricca tradizione culinaria del territorio, con particolare attenzione alle eccellenze eno-gastronomiche e al loro legame con i territori di produzione.

La programmazione del canale che verrà avviata entro dicembre offrirà un’ampia rosa di conduttori e di grandi chef, programmi ricchi di spunti, di ricette e di proposte adatte alle esigenze di ogni tipo di pubblico così come già accade per ALICE, lo storico canale del Gruppo LT Multimedia trasmesso in Italia da 14 anni. Grazie a questo accordo Alice Kochen sarà visibile via satellite per tutti i telespettatori europei (oltre 100 milioni di case servite in Europa con una parabola puntata a 19.2°E di cui oltre 20 milioni nel mercato diretto di lingua tedesca: Germania, Austria, Svizzera).