Stipendio



14
giugno

Corrado Augias, super stipendio: l’intellettuale di Rai 3 guadagna più del Direttore Generale

Corrado Augias

Chi ha detto che la cultura non paga? In Rai, dove le bizzarrie sono all’ordine del giorno, accade l’esatto opposto. E si tocca pure l’esagerazione. E’ il caso di Corrado Augias, l’ottantenne giornalista conduttore di Quante Storie: per il suo programmino intellettual-chic in onda su Rai3, infatti, il canuto scrittore si porta a casa uno stipendio da star. La cifra – rigorosamente a tre zeri – sta scatenando mormorii a Viale Mazzini.




7
luglio

Fabio Fazio, contratto milionario: la Corte dei Conti si muove

Fabio Fazio

Il nuovo contratto milionario di Fabio Fazio non passa inosservato alla Corte dei Conti. La segreteria del procuratore generale Claudio Galtieri ha infatti inoltrato alla Procura regionale del Lazio, retta da Andrea Lupi, la documentazione contenuta nella lettera-esposto che il deputato Pd Michele Anzaldi aveva inviato alla magistratura contabile e all’Anac proprio in merito al rinnovo contrattuale del presentatore Rai. Nella serata di ieri, 6 luglio, lo stesso esponente dem ha fatto sapere di aver fornito ulteriore materiale alla Corte dei Conti.


11
ottobre

DARIA BIGNARDI: POLITICS DIVENTA TRIBUNA POLITICS, MA NON CHIUDE. STASERA RENZI VS BERLINGUER. IL MIO STIPENDIO? NON POSSO TAGLIARLO IO.

Daria Bignardi

Daria Bignardi

La volontà di mantenere il pubblico classico di RAI3, ma anche di allargarlo e ringiovanirlo. Questo uno dei princìpi guida che a otto mesi dal suo arrivo a Rai 3 come direttrice di rete, Daria Bignardi – in un’intervista a Repubblica – dice di voler continuare a seguire. Nel corso dell’intervista fa un primo bilancio della sua esperienza che, ci tiene a sottolineare, per lei rappresenta “una parentesi, seppure appassionante” (siamo già alla parentesi!).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





2
ottobre

ENRICO MENTANA: IL MIO VERO STIPENDIO E’ DI 500 MILA EURO LORDI ANNUI PIU’ I PREMI DI RISULTATO

Enrico Mentana

Enrico Mentana paperone dell’informazione italiana, così come era emerso nei giorni scorsi con i vari rimbalzi per il web di cifre astronomiche? Niente affatto, almeno secondo quanto scrive il direttore del Tg di La 7 a Dagospia, principale molla di quelle indiscrezioni che stavano facendo storcere il naso a investitori e telespettatori.

Era già scoppiata l’indignazione per quella strana equazione in voga in Italia, e da cui è auspicabile che ci si liberi presto, secondo cui si può essere di sinistra solo se non si partecipa a feste con bevande non da hard discount o se non si fa shopping nelle vie più glamour delle città, come se sposare la causa del proletariato significhi necessariamente mantenere il tenore di vita delle classi sociali che si difendono.

Portafogli a destra e cuore da tutt’altra parte, con questo leit motif si stava cominciando a insistere sulla storia che si era alla solita e che è facile pettinare le bambole col pettine degli altri (perdonate la parafrasi del detto decisamente più colorito). Necessaria la smentita del Mitraglietta allora, in prima linea anche nella campagna acquisti che si muove attorno al destino de network che lo ospita:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


25
luglio

RAI, ANNA MARIA TARANTOLA SI RIDUCE LO STIPENDIO. PERCEPIRA’ 366MILA EURO LORDI ALL’ANNO

Anna Maria Tarantola

Anna Maria Tarantola è stata di parola. Con il voto unanime espresso oggi dal CdA Rai, il Presidente della tv pubblica si è ridotta lo stipendio, come aveva annunciato all’inizio della seduta. A quanto si apprende, la top manager di Viale Mazzini percepirà un compenso di 366mila euro lordi annui, dunque una cifra inferiore rispetto a quella del suo predecessore Paolo Garimberti che invece incassava 448mila euro l’anno, di cui 350mila per l’indennità di Presidente e 98mila come Consigliere d’Amministrazione.

In linea con gli interventi di razionalizzazione promessi e con il profilo di sobrietà economica prospettato per l’azienda, Tarantola ha messo mano alle forbici ed operato un significativo taglio al suo cachet. In particolare, il neoeletto Presidente Rai ha rinunciato al compenso per le nuove deleghe assegnatele dal Cda per ampliarne i poteri ed ha ridotto la propria indennità. Ora guadagnerà 300mila euro come Presidente e 66mila come Consigliere.

La decisione è stata presa nello stesso giorno in cui il Direttore Generale Luigi Gubitosi ha chiesto un contratto a tempo determinato, modificando così le condizioni che erano state fissate al momento del suo ingaggio. Stando a quanto riporta Reuters, però, il suo stipendio da 650mila euro – che già aveva innescato polemiche e levate di scudi da parte di alcuni Consiglieri – dovrebbe restare invariato.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





29
luglio

LORENZA LEI HA RICHIESTO UN AUMENTO DI STIPENDIO!

Lorenza Lei

Lorenza Lei

Si parla di crisi, di tagli, di sacrifici, anche per le star in forze all’azienda. E intanto il Direttore Generale della Rai Lorenza Lei, nonostante il rosso perenne di Viale Mazzini, spiazza tutti e chiede… l’aumento di stipendio. Le cose, però, stanno in maniera sensibilmente diversa da quanto pubblicato da alcuni organi di informazione nella giornata di oggi.

Risponde, sicuramente, a verità la richiesta di un aumento congruo dello stipendio da parte di Lorenza Lei: l’attuale DG della tv pubblica, infatti, percepisce una retribuzione inferiore a quella dei suoi Vicedirettori Generali, frutto di contrattazioni ad personam. Oltre a questo, però, il DG ha richiesto un’indennità di carica che, però, verrebbe meno una volta smessi i panni di Direttore Generale.

Il Consiglio di Amministrazione dell’azienda pare si sia opposto alla richiesta azzardata della Lady di Ferro. D’altronde in tempi di crisi tutti sono chiamati a fare i sacrifici, a partire proprio dalla Direzione Generale, che dovrebbe dare il buon esempio a tutti i dipendenti.


5
settembre

DM LIVE24: 5/9/2010. GENTILI INTERROMPE, SPOSINI GUADAGNA (1700€/PUNTATA), A REAZIONE A CATENA SI FANNO FIGURA DI M…

Diario della Televisione Italiana del 5 Settembre 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Autogol!

lauretta ha scritto alle 09:18

Durante la telecronaca della partita Italia- Estonia trasmessa da Raiuno, mentre Cassano segnava, il telecronista, Bruno Gentili, lanciava uno spot pubblicitario, riuscendo a far perdere ai telespettatori il gol del pareggio della Nazionale. Mamma mia che tempismo…

  • Sposini come la Clerici

lauretta ha scritto alle 15:21

Lamberto Sposini dal settimanale Dipiù: ”Per condurre la Vita indiretta quest’anno prendo esattamente 1700 euro a puntata. Ammetto che sono una bella cifra, ma tenendo conto che la trasmissione fa gli ascolti più alti della sua fascia oraria, proprio tanti tanti non sono. In questo senso, facendo le dovute proporzioni, con i risultati che porto a casa, in Rai, sono quello che guadagna meno. [...] Mi è stato proposto di fare il concorrente di Ballando con le stelle. Ho rifiutato: non avrei potuto farlo, sia perchè non so ballare, sia perchè non la sento una cosa totalmente mia. Invece, se mi venisse chiesto di fare un programma di cucina, giuro, avrei accettato subito”.

  • Figure di M

MetaMorph ha scritto alle 22:06

È successo un paio di giorni fa, ma merita il post: a “Reazione a catena”, nel gioco delle catene musicali bisognava affiancare alla parola “FIGURA” un’altra parola che inizia con “M”. Quale sarà mai la parola misteriosa? (… segue evidente imbarazzo da parte dei concorrenti…) La risposta (data pure dal concorrente, alla fine) è… “MAGRA”! A che stavate pensando?