Raitre



17
ottobre

TORNA GLOB, LA DOMENICA DEL VILLAGGIO GLOBALE

Glob @ Davide Maggio .it

Dal venerdì alla domenica: il programma di Enrico Bertolino sulla comunicazione cambia giorno e si rinnova. E irrompe l’attore comico e imitatore Ubaldo Pantani.

Da quest’anno, la domenica in tv non è solo calcio: ci pensa Glob, l’Osceno del Villaggio, il programma di Raitre condotto da Enrico Bertolino che esordisce domenica 26 ottobre alle 23.30 per la sua settima edizione. Giorno nuovo di messa in onda, la domenica, appunto, e un formato più ampio: un’ora per riflettere sui meccanismi della comunicazione in tutte le sue declinazioni, per sorridere e non solo di tv e dintorni.

Ci pensa Enrico Bertolino con i suoi ospiti, il suo sguardo disincantato e ironico, le rubriche, gli appuntamenti con il pubblico (anche sul web). E, da questa edizione, ci pensa anche Ubaldo Pantani, ospite fisso, che propone un’imitazione del tutto inedita, quella di Gianfranco Fini: un interlocutore con il quale approfondire, sul confine tra realtà e parodia, i temi più caldi dell’attualità.

[via Rai.it]




2
ottobre

NON SOLO ISOLE E TALPE, VELINE E CARRAMBE, FLOP E BOOM

Rubriche TGR - Raitre @ Davide Maggio .it

La tv che c’è… e non si dice… (o si dice sottovoce) 

Lo so, non ne parliamo mai. O quasi mai. Ma mi accorgo che nell’universo della tv generalista ci sfuggono a volte programmi che passano sotto silenzio, pur con ascolti che farebbero gola a molti – e più celebrati, o discussi – compagni d’etere. Programmi difficili? Forse. O forse no.

Parliamo di programmi di informazione, ma senza intendere i grandi Tg Nazionali. Pensavo, per una volta, a quel “piccolo” territorio (ma, sugli ascolti, mica tanto piccolo) che sono i Tg Regionali della Rai, ma soprattutto le loro rubriche. Ciascuna con il proprio tema e il proprio linguaggio. Può piacere o non piacere, ma registro che esistono. E stanno anche per riprendere.

Così, in attesa di vedere che cosa saranno, dal 20 ottobre, queste nuove Morning News regionali su Raitre, segnalo rapidamente che da lunedì prossimo torna “Leonardo”, in diretta da Torino alle 14.50 sulla terza rete: dieci minuti di scienza declinata dalla medicina alla fisica (a proposito, nella prima puntata si parlerà anche del grande flop del Cern di Ginevra. Avete presente l’acceleratore di particelle che si è rotto?). Un programma che – zitto zitto – va avanti da 17 anni. A seguire, alle 15.00, tocca a “Neapolis” (anno nono), titolo che ammicca alla sede dove viene realizzato, Napoli, e alla “città nuova” del web e delle nuove tecnologie. Vale la pena di tenerlo d’occhio. Così come, per gli appassionati di montagna e alpinismo, riprende il 10 ottobre, la più “giovane” di queste rubriche “Montagne”.


10
settembre

AGRODOLCE, IL NUOVO ROMANZO POPOLARE DI RAITRE

Agrodolce @ davidemaggio.it

Non chiamatela soap opera ma romanzo popolare, altrimenti si arrabbiano. È con questa premessa che lunedì ha debuttato sul piccolo schermo Agrodolce, la nuova fiction di RaiTre ambientata in Sicilia. Si tratta di un format tutto italiano, voluto fortemente da Giovanni Minoli, qui in veste di responsabile editoriale.

La storia sembra ripetersi. Come avvenne per Un posto al sole, che debuttò nel lontano 1996, anche per Agrodolce troviamo Minoli a metterci lo zampino. Chissà se anche stavolta l’esperimento si trasformerà in un successo.

Certo l’esordio di lunedì non è stato dei migliori (un milione circa di telespettatori e il 5.41% di share) anche e soprattutto a causa di un competitor non trascurabile (la più rodata Tempesta d’amore, in onda su Rete 4) ma la qualità del prodotto è innegabile: bravi attori, belle scenografie, ottime le ambientazioni in esterna e piacevolissime le musiche di Andrea Guerra.





21
giugno

IL RITORNO DI ALESSANDRO GRECO. CONDURRA’ “MA CHE MUSICA MAESTRO”

Alessandro Greco (Ma che Musica Maestro) @ Davide Maggio .it

Mentre il resto dei media si affannava a caccia di indiscrezioni e dettagli relativi all’annunciato ritorno di un pilastro della televisione italiana come Raffaella Carrà, all’interno di questo sito si andava ben oltre, offrendone addirittura un inatteso prologo. In assoluta esclusiva, infatti, veniva annunciato che “Miss Tuca Tuca”, ancora prima di tornare in video tra lustrini, intrattenimento e Lotteria Italia, rispolverava una sua vecchia passione, quel ruolo di autrice poco sfruttato e, tutto sommato, a suo tempo svolto senza grandi pretese ma con risultati soddisfacenti. E, pure questa volta, Raffa non sembra smentirsi firmando un lavoro autorale in collaborazione con l’orchestra sinfonica della Rai di Torino per una trasmissione incentrata sulla musica classica e la cui messa in onda, prossimamente, troverà spazio nella domenica mattina di Rai Tre. Nome previsto? “Ma che musica Maestro!”, titolo di un’intramontabile sigla-cult della soubrette, tanto per calcarne ulteriormente quel filo d’appartenenza che, in fin dei conti, resta il principale punto di forza su cui i vertici di viale Mazzini puntano per decretarne un successo.

Ma a chi andrà il compito di dirigere l’orchestra?

Stando al conduttore in pole position per la firma del contratto è facilmente ipotizzabile che la Pelloni abbia accuratamente rovistato tra gli scheletri del suo armadio, ripescando la “promessa mancata” Alessandro Greco. Al conduttore tarantino, persosi per strada dopo il travolgente successo di “Furore” (firmato appunto dalla premiata ditta Carrà-Japino) seguito da una repentina serie di flop per ‘Mamma Rai’, un’infinità di imbarazzanti televendite sulle emittenti locali, un’occasione mancata a livello contrattuale con Mediaset (ridottasi alla sola, e non certo indimenticabile, partecipazione al reality show “La Talpa”) ed una collaborazione radiofonica con RTL 102.5, dovrebbe ora spettare il ruolo di divulgare il fascino del ‘bel canto’ ai bambini. Un ruolo inedito, per certi versi non facile che potrebbe tuttavia ridare lustro ad un personaggio che, negli ultimi anni, ha oscillato vorticosamente tra gli status di “meteora” ed “eterno emergente”.

Due i quesiti. “Raffa-autrice” riuscirà nuovamente a convincere ancor prima della “Raffa-show girl”? Ma, soprattutto, riuscirà a miracolare per la seconda volta Alessandro Greco? Premettendo che quest’ultimo avrà ben poco da perdere e tanto da sperare, è più che mai evidente che per la prossima stagione la Carrà auspica di non dover ripreparare le valigie per la Spagna.


15
maggio

MA CHE MUSICA MAESTRO! LA CARRA’ TORNA IN RAI CON UN PROGRAMMA MUSICALE.

Raffaella Carrà (RaiTre) @ Davide Maggio .it

Pensavate di dover aspettare il sabato sera di RaiUno per avere notizie del ritorno in Rai di Raffaella Carrà?

Bene! Vi sbagliavate.

Si dice, infatti, che la nota showgirl si stia dedicando ad un nuovo progetto di RaiTre che si propone l’ambizioso obiettivo di avvicinare i ragazzi alla musica classica.

Un obiettivo che da una parte conferma l’attenzione della terza rete di Viale Mazzini nei confronti dei più giovani e dall’altra avrà l’onore di riportare sulla tv di Stato una delle icone del varietà nostrano.

Non in video, però.

Se in veste autorale, di consulente o di curatrice non è dato sapere ma l’unica certezza sembrerebbe riguardare la “non visibilità” dell’artista destinata a ricoprire, per l’occasione, vesti insolite.

Le registrazioni del programma dovrebbero prendere il via quest’estate presso il CPTV RAI di Torino.

A far da cornice la prestigiosa Orchestra Sinfonica Nazionale della Radio Televisione Italiana.





21
marzo

ANTEPRIMA DM : SU RAITRE ARRIVA “GARGANTUA”. PER DIGERIRE LA FRETTA DI CONSUMARE… ANCHE LA CULTURA.

Giovanna Zucconi @ Davide Maggio .itLa novità? Niente auto promozioni, niente ammiccamenti al “leggi questo, ascolta quello.. che è appena uscito”.

Non male per essere un programma Tv. Un programma che parla di Cultura, o forse in cui parla la Cultura, intesa nel senso più ampio : film, mostre, concerti, opera, balletto, teatro, e ciò che di culturale accade su giornali, riviste, web. Ma, per assurdo, niente televisione.
Dovrebbe succedere a partire dalll’8 aprile a “Gargantua”, il nuovo programma nella seconda serata di Raitre condotto, stando ad indiscrezioni, da Giovanna Zucconi. Ma – a dispetto del titolo – nessuna abbuffata : anzi, il tentativo di “digerire” le migliaia di informazioni quotidiane, di “leggerle” da punti di vista inconsueti, senza essere snob. Con ospiti (scrittori, registi, attori, musicisti, artisti a 360 gradi) che parlano tra loro, che raccontano le proprie passioni anche al di là della propria quotidianità (o etichetta) più nota, che spiegano la propria chiave di lettura della vita. Quella che poi diventa cultura senza doversi dichiarare per tale.
C di cultura, ma soprattutto C di curiosità, insomma. Quella della conduttrice, Giovanna Zucconi, curiosa per natura (forse per questo dimentica gli occhiali qua e là), capace di non spaventarsi a fare le domande che farebbe il pubblico, capace soprattutto… di ascoltare.

E poi ci sono altri personaggi: un cast fisso di giovani, che partecipa alla creazione delle puntate, facce nuove (incredibile, ma esistono anche quelle…) con le proprie passioni dai libri alla visual art.

Che c’entra tutto questo con la Tv di oggi? Niente. Almeno fino all’8 aprile…


9
giugno

MOMENTI DA (NON) DIMENTICARE : L’AFFANNO DI ALESSANDRA CANALE

Alessandra Canale @ Davide Maggio .it 

Cari Lettori,

perdonate la mia assenza durante la settimana appena trascorsa ma, come sapete, alcuni impegni mi stanno trattenendo a Milano.

Spero, tra l’altro, che siano forieri di piacevoli novità anche per voi. Ne parleremo a tempo debito.

Fatta questa doverosa premessa, passiamo al consueto appuntamento settimanale con i Momenti da (NON) Dimenticare della TV Italiana.

Protagonista del video che sto per riproporVi è Alessandra Canale.

Dovete sapere, infatti, che all’ex annunciatrice di Mamma Rai è accaduto anche questo…

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


21
febbraio

GOVERNO SOTTO : SPECIALE BALLARO’ ALLE 21.05

Oggi è accaduto questo…

Per quanto avete visto, questa sera ci sarà una puntata speciale di Ballarò su RaiTre alle 21.05.

Mentre Vi scrivo (h. 19.48) il Presidente del Consiglio Prodi ha appena lasciato il Quirinale.

Secondo un’agenzia, Antonio Di Pietro ha annunciato : Prodi ha deciso di rimettere il mandato nelle mani del presidente Napolitano.

Aggiornamento delle 20.00 : Prodi si è dimesso (TG1)

Ci sarà da ballare!