Netflix



22
aprile

Ficarra e Picone approdano su Netflix

Ficarra e Picone

Ficarra e Picone approdano su Netflix. I due comici siciliani, che nei mesi scorsi avevano lasciato la conduzione di Striscia la Notizia proprio per dedicarsi a nuovi progetti, saranno i protagonisti di una nuova fiction per la piattaforma streaming, intitolata – secondo le indiscrezioni – “Incastrati“. Le riprese inizieranno nei prossimi giorni nella loro città natale, Palermo.




20
aprile

Zero: l’invisibile diventa visibile nella nuova serie italiana di Netflix

Zero

Zero: Giuseppe Dave Seke

Un ragazzo timido e introverso con un “superpotere”: diventare invisibile. Su questa premessa si sviluppa Zero, la nuova serie italiana di Netflix al debutto mercoledì 21 aprile 2021. Liberamente ispirata al romanzo Non ho mai avuto la mia età di Antonio Dikele Distefano, la produzione ha come protagonista assoluto il giovane attore di colore Giuseppe Dave Seke ed è suddivisa in 8 episodi, che racconteranno, con giovani talenti italiani di seconda generazione, un mondo ricco e variegato di culture sotto rappresentate.


16
aprile

Il Serpente colpisce, striscia via e lascia il segno

The Serpent - Tahar Rahim

The Serpent - Tahar Rahim

Un racconto oscuro, articolato, sorprendente, troppo incredibile anche per l’universo filmico e, invece, in gran parte reale. Questa è The Serpent, la miniserie realizzata da Mammoth Screen per BBC One e Netflix, che la piattaforma streaming ha reso disponibile in Italia dal 2 aprile. Otto episodi che raccontano, con dialoghi inventati e nomi modificati, la storia dell’assassino seriale Charles Sobhraj, attualmente detenuto in Nepal, che nella Thailandia degli anni ‘70 derubava e uccideva giovani hippie occidentali, usando tante false identità e in particolare quella del commerciante di gemme Alain Gautier.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





16
aprile

Netflix: ecco le nuove produzioni spagnole. Dal reality con Georgina Rodriguez alla serie con Megan Montaner

Georgina Rodriguez

Georgina Rodriguez

Non saranno soltanto la quarta stagione di Elite, che debutterà il 18 giugno 2021, o l’attesissima conclusione de La Casa di Carta a tenere banco su Netflix nei prossimi mesi. La Spagna produrrà infatti per la piattaforma streaming diverse serie tv e reality destinati ad intrattenere i numerosi abbonati appassionati delle storie iberiche. Progetti ambiziosi, di diverso genere, che puntano a diventare dei veri e propri successi mainstream.


14
aprile

Bridgerton si fa in quattro (e saluta il Duca)

bridgerton

Bridgerton

I signori Bridgerton hanno avuto otto figli, tanti quanti sono i romanzi che Julia Quinn ha dedicato loro, uno ciascuno. Altrettante, a rigor di logica, potrebbero essere le stagioni dell’omonima serie Netflix, ma per il momento c’è certezza solo della metà: sono stati, infatti, già confermati il terzo e il quarto capitolo, mentre il secondo è in produzione.





14
aprile

Elite 4 su Netflix dal 18 giugno (Foto e trailer dei nuovi episodi)

I nuovi personaggi di Elite

I nuovi personaggi di Elite

Save the date. Netflix ha svelato la data di uscita di una delle produzioni europee più chiacchierate: Elite. Il quarto capitolo della serie spagnola, che mischia dramma adolescenziale e thriller, sarà disponibile a partire da venerdì 18 giugno.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


7
aprile

SanPa, i figli di Vincenzo Muccioli querelano Netflix

SanPa

SanPa

I figli di Vincenzo Muccioli, il fondatore della comunità terapeutica di recupero per tossicodipendenti di San Patrignano, hanno querelato per diffamazione aggravata Netflix per la docu-serie SanPa sulla figura del padre.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


6
aprile

L’era del binge watching appena nata è già finita?

la casa di carta

La Casa di Carta

Il nostro amore appena nato è già finito“. Quando si parla di binge watching ci viene in mente una vecchia canzone di Mina. Sì, perchè il tanto osannato modello di distribuzione (rilascio completo di serie tv e programmi) che sembrava destinato a imporre le regole del gioco, appassionando da subito milioni di persone in mezzo mondo, sembra assopirsi prima di consacrarsi definitivamente.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,