La5



11
novembre

FASHION STYLE: SU LA5 IL NUOVO SHOW CHE RICORDA IL FASHION STAR DI REAL TIME

Fashion Style

Che Real Time sia il principale competitor di La5, o meglio l’esempio che la rete sta provando a seguire (finora con scarsi risultati in termini di audience), lo sappiamo. Ma il canale Discovery è soprattutto una fonte di ispirazione per chiunque voglia offrire al pubblico femminile qualcosa di appetibile e divertente e, difatti, anche l’ultima proposta di La5 ci ricorda il canale 31 del digitale terrestre.

Fashion Style: da questa sera alle 21:10 su La5

Dopo la falsa partenza della scorsa settimana, questa sera – lunedì 11 novembre 2013 – parte finalmente l’attesissimo talent show modaiolo di La5 Fashion Style, condotto dalla giovane e brillante attrice Chiara Francini, con tre giudici presenti nel programma: il giornalista di moda e costume Cesare Cunaccia, l’ex Nonsolomoda Silvia Toffanin e la “Pinella” fashion blogger Alessia Marcuzzi.

Protagonisti dello show saranno sedici concorrenti provenienti da importanti scuole di moda che, suddivisi in quattro squadre, si metteranno in gioco tra prove di abilità e creatività. Saranno uno stilista, una modella, un make-up artist e un hair stylist che insieme lotteranno per raggiungere la vittoria e soprattutto il premio finale, ovvero una collaborazione professionale con un importante marchio di moda. Un prodotto interessante ma non proprio innovativo: ricordate Fashion Star?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




7
novembre

SOLO FLOP PER LA5

Fashion style

Il cast di Fashion Style con Giancarlo Scheri

Non vogliamo fare solo ascolto ma tendenza”. Non manca l’ottimismo a Giancarlo Scheri nel presentare alla stampa gli obiettivi di Fashion Style, il nuovo talent modaiolo de La5. E, del resto, verrebbe da dire che in casi estremi l’unica cosa a cui appigliarsi è proprio la speranza.

I flop de La5

E’ vero che parliamo della produzione più ambiziosa mai realizzata dal canale ma è altrettanto assodato che la recente storia di La5 è costellata da flop e “mancati successi”. Il nuovo corso della rete, che predilige i programmi homemade, è al momento un sonoro fallimento. Nessun programma è riuscito ad ottenere ascolti all’altezza, nè tanto meno è riuscito a far parlare o creare brand awareness. Non ha pagato, insomma, la strategia di inseguimento e imitazione attuata nei confronti dei rivali del digitale terrestre. Sulla scia di celebri successi della concorrenza sono nati programmi come Non aprite quell’armadio, Vite in Apnea, The Chef, Torte d’autore; show che sin da subito il pubblico ha percepito male proprio per il tentativo di emulare l’altrui palinsesto. E’ bene ricordare, infatti, che i nanospettatori hanno un forte attaccamento verso le produzioni delle reti all digital. Come se non bastasse, tutte (o quasi) le produzioni – vuoi per contenuti, vuoi per realizzazione, vuoi per promozione e collocazione – hanno lasciato a desiderare (anzi diciamo che alcune di queste sono proprio inguardabili).

La5: sta fallendo la strategia di “affrancamento” da Canale 5

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


24
ottobre

SWEET SARDINIA: 10 COPPIE DI INNAMORATI E TRE GIUDICI PER UN MODERNO UOMINI E DONNE SULLA VECCHIA LOVE BOAT

Sweet Sardinia - I giudici

Mare profumo di mare, con l’amore io voglio giocare. Così cantava Little Tony nella storica sigla di Love Boat, telefilm anni ‘80 che raccontava la vita dell’equipaggio di una nave da crociera e dei suoi passeggeri, impegnati a rilassarsi ed innamorarsi dando vita ogni volta a nuove e vecchie storie. Oggi, la nave è diventata un galeone e il mare che lo accoglie è quello che bagna la nostra Sardegna.

Sweet Sardinia: la vita privata delle coppie alla “berlina” dei giudici

Sweet Sardinia, docu-reality nonché love game di La5 partito il 19 settembre 2013 e arrivato – con la puntata in onda questa sera 24 ottobre 2013 – al sesto appuntamento, non è un telefilm ma poco ci manca. Gli ingredienti, infatti, ci sono tutti: i personaggi ben delineati e molto differenti l’uno dall’altro, gli antagonisti (in questo caso talvolta i giudici, talvolta gli altri concorrenti) e una trama che magari non è già scritta ma di cui possiamo facilmente immaginare il seguito.

Le nove coppie in gara, a cui ne è stata aggiunta in corso d’opera un’altra prontamente fatta fuori alla prima occasione, hanno deciso di mettere in gioco, e alla berlina, la propria storia. E la novità del programma, se vogliamo, è tutta qui. Indagare l’amore con l’occhio attento di una telecamera, infatti, era già venuto in mente ad altri, in particolar modo a Maria De Filippi che con il suo Uomini e Donne crea tuttora in tv nuove coppie e nel fu Vero amore del 2005 separava quelle già esistenti, mettendo alla prova gli innamorati con tentazioni varie. Su La5, invece, coppie sia nate da poco che sposate e con una lunga storia alle spalle si espongono al giudizio di qualcuno che, con una parola, può demolire la loro convintissima sintonia.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





30
settembre

TORTE D’AUTORE: LA SECONDA STAGIONE ALLE 14.25 SU LA5

Torte d'autore - Paola Azzolina

Finita l’estate, siete decisi a perdere peso dopo le abbuffate in spiaggia? Ebbene, se questa è la vostra intenzione, state pur certi che l’impresa sarà ardua visto che le torte più fantasiose e zuccherose realizzate da Paola Azzolina tornano, oggi alle 14.25 su La5, con Torte d’autore.

Se l’anno scorso ci avevano stupito “il pomodorone”, “l’orsetto Billy”, “la maglia del Brasile”  “la borsa mare”, “colazione da Tiffany” “ciak si gira” e tante altre torte realizzate dalla Azzolina, questa nuova edizione promette ancora più sorprese e golosità. Ogni giorno la cake designer mostrerà tutti i trucchi per realizzare questi giganti di farina e latte guarniti con zucchero, crema, cioccolato e ispirate ai temi più disparati. Da quella per i bambini a quella creativa, dal dolce per le ricorrenze a quello glamour per finire con i regali. E, per la prima puntata, preparatevi a gustare un bel sacchetto di pop corn, proprio come se foste al cinema.

Certo, l’idea non è delle più originali visto che, esattamente come al suo debutto, la formula del programma ci ricorda tanto quella di Torte in corso con Renato su Realtime, ma poco importa (o quasi). Evidentemente gli italiani sono un popolo di golosi, tanto di primi e secondi quanto di dolci. Sarà per questo che i programmi e i talent culinari non siano ancora passati di moda nel Belpaese?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


19
settembre

SWEET SARDINIA: NOVE COPPIE, UN GALEONE E LA SARDEGNA DA ESPLORARE NEL NUOVO REALITY DI LA5

Sweet Sardinia

Sweet Sardinia

Nuova produzione in partenza per La5, canale del digitale terrestre Mediaset che quest’anno si mostra agguerrito offrendo ai telespettatori molte novità. Oltre al talent modaiolo e quello culinario arriva adesso un reality factual i cui protagonisti sono l’amore e la Sardegna. Ma in che modo entreranno in comunione?

Sweet Sardinia dal 19 settembre 2013 alle 21:10 su La5

In Sweet Sardinia, in partenza oggi – 19 settembre 2913 – alle 21:10 su La5, nove coppie di innamorati metteranno alla prova il loro amore circumnavigando per otto settimane l’isola a bordo di un romantico galeone, raccontandoci la loro storia e mostrandoci così le bellezze sconosciute della Sardegna, la cui Regione ha collaborato con la casa di produzione ShowLab per la realizzazione del programma.

Sweet Sardinia: tra i giudici Alessandra Barzaghi

Ad osservare e commentare la vita dei sedici concorrenti a bordo del galeone El Pirata, che salperà da Cagliari e toccherà poi i porti di Torre delle Stelle, Villasimius, Arbatax, Olbia e Alghero, ci saranno tre giudici che decideranno a chi assegnare la vittoria delle sfide e i diversi benefit previsti nelle missioni settimanali. Una di loro è Alessandra Barzaghi che presto vedremo anche a Ballando con le stelle. L’attrice e conduttrice affiancherà lo psicologo Luca Mazzucchelli e la scrittrice rosa Federica Bosco.





17
settembre

THE CHEF: UN ALTRO TALENT DI CUCINA, DA STASERA SU LA5

The Chef

Pensavamo di averne abbastanza, ma delle sfide catodiche ai fornelli non si vede ancora la fine. Così anche La5 decide di lanciare un nuovo talent culinario dal titolo The Chef – Scelgo e Creo in cucina che, per undici settimane, intratterrà il pubblico della rete ogni martedì alle 21.10. La formula è semplice e vagamente familiare: 14 concorrenti si contenderanno il titolo di ”The Chef” sotto la guida degli chef Davide Oldani Filippo La Mantia, con la collaborazione di due coach: la food blogger Chiara Maci e lo chef Alessio Algherini.

La selezione dei concorrenti si è svolta tra giugno e luglio sul sito del programma, dove gli aspiranti chef hanno inviato la propria candidatura attraverso una video-ricetta in cui hanno dimostrato la propria abilità ai fornelli, con portate originali e di qualità. Tra tutti i contributi ricevuti, la produzione e i due chef-conduttori hanno selezionato i migliori 50 che nelle preselezioni verranno messi alla prova dai due coach. Dalla prima sfida accederanno alla seconda puntata i 14 sfidanti, veri protagonisti di The Chef. Saranno loro infatti a entrare nel vivo del programma con un meccanismo a squadre, per poi arrivare in 6 alle semifinali e in 4 alla finalissima. Ma solo uno dei partecipanti verrà eletto vincitore, aggiudicandosi il titolo del primo “The Chef” italiano e l’opportunità di entrare nello staff del nuovo ristorante di Filippo La Mantia (che ha da poco lasciato il Majestic di Roma).

The Chef: il meccanismo

Ai coach sarà affidato il compito di formare la squadra bianca e quella nera per dare vita al tema della sfida, ossia la rivisitazione di una ricetta del mensile Sale&Pepe. I coach saranno anche responsabili della spesa con un budget assegnato e qui potranno dare spazio alla loro fantasia nel trovare nuovi ingredienti per realizzare la ricetta. Una volta esaurita la spesa, gli chef daranno il via al “cooking time” e i concorrenti  si troveranno a preparare portate tra prove in studio e sfide in esterna. I due chef  non si limiteranno a giudicare i piatti, ma si metteranno in gioco con consigli pratici e piccoli segreti e, in ogni puntata, eleggeranno:

- la squadra vincente che riceverà un premio in soldi da aggiungere al budget settimanale

- il migliore, che potrà anche non appartenere alla squadra vincente

- i due peggiori (uno per squadra) a rischio eliminazione. A loro toccherà affrontare una seconda prova che partirà da una video-ricetta inviata da casa, il cui autore sarà anche ospite in studio. Quello che realizzerà il piatto peggiore sarà eliminato dal programma. Ma non ci sembra una formula già ampiamente rodata?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


25
luglio

FASHION STYLE: IL TALENT MODAIOLO DI LA5 CON CHIARA FRANCINI, ALESSIA MARCUZZI E SILVIA TOFFANIN

Fashion Style

Siamo consapevoli che i format made in Italy dovrebbero essere tutelati a prescindere, perchè dimostrano che c’è ancora un minimo di creatività ad aleggiare nelle case di produzione e apprezziamo il tentativo di Colorado Film di aver finalmente deciso di investire idee sulla moda, uno dei settori per cui l’Italia è famosa nel mondo e che però trova pochissimo spazio in televisione. Dicevamo, lo apprezziamo, ma aspettiamo la prima puntata per esprimerci in maniera definitiva.

Parliamo di Fashion Style, che partirà a fine ottobre in prima serata su La 5. La giuria che voterà i talenti in gara sarà composta da tre personaggi fissi: Alessia Marcuzzi, Silvia Toffanin e il giornalista Cesare Cunaccia, la parte più tecnica della giuria. La Marcuzzi, ormai lanciatissima nel mondo dei fashion blog e creatrice di una sua linea di moda, e la Toffanin, sette anni di Nosolomoda alle spalle, dovranno dare prova di grande professionalità nel giudicare talenti in un settore, quello della moda, di cui non sono dei tecnici. La conduzione è invece affidata a Chiara Francini, una bravissima attrice con suo stile personale e riconoscibile, ma che ci viene difficile immaginare alla conduzione di un talent sulla moda. A meno che non ci sia voglia di ironizzare.

In Fashion Style  ci saranno 16 concorrenti provenienti dalle migliori scuole del settore. E questo è sicuramente un punto a favore del format. Si parte da un livello di qualità alto, che taglia fuori “gli improvvisati”, quelli che aprono un fashion blog, scrivono una frase su una maglietta e si definiscono stilisti o esperti di moda. I concorrenti non avranno però tutti le stesse competenze. Infatti, verranno divisi in squadre da 4, composte da uno stilista, una modella, un hair styilist e make up artist, che insieme dovranno affrontare prove ed esibizioni, per arrivare alla vittoria.


18
luglio

BELLA PIU’ DI PRIMA: APERTI I CASTING PER LE DONNE CHE SI SENTONO BRUTTE PIU’ DI PRIMA

La 5

Secondo la televisione italiana, ma non solo, le donne non sanno cucinare, non sanno vestirsi, non sanno truccarsi, non sanno come far crescere una pianta di basilico rigogliosa e profumata, non sanno scegliere l’abito da sposa, non sanno di che colore tingere i capelli. Delle imbranate, praticamente. Che poi, quando iniziano a invecchiare, diventano pure depresse.

E così per evitare che a una donna venga voglia di scappare ogni volta che si guarda allo specchio arriva “Bella più di prima“, il nuovo programma de La5, prodotto dalla DueB Produzioni di Luna Berlusconi. E’ sempre la stessa storia. Roba di autostima che deve essere recuperata. Il look, il trucco, il dentista per sistemare il sorriso ed eventualmente qualche piccolo ritocco poco invasivo.

Un gruppo di donne super esperte curerà il percorso di miglioramento di altre donne super paranoiche a causa del proprio aspetto fisico e le farà tornare più belle di prima. O meno brutte. Dipende dalla base di partenza. I casting sono aperti a donne di età compresa tra i 35  e i 50 anni. Che poi le donne a 35, ma anche a 36 anni, non è che devono essere più belle di prima, visto che ancora non sono arrivate alla fase del “dopo”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,