Flop



4
aprile

PAOLO BONOLIS: NUMERI ECCELLENTI PER IL SENSO DELLA VITA DATA LA TIPOLOGIA DEL PROGRAMMA. (BEH VA BEH!)

Paolo Bonolis

“Giudico positivo l’obiettivo raggiunto da ‘Il senso della vita’ che, in accordo con l’Azienda, vuole proporre argomenti e linguaggi nuovi rispetto all’offerta abituale di Canale 5. A chi volesse parlare di numeri aggiungo che sono eccellenti data la tipologia del programma”. Così Paolo Bonolis commenta lo scarso 11.9% di share (a.m 2.486.000) raggranellato ieri da Il senso della Vita, cavalcando prima e seconda serata. Ebbene sì proprio colui che solo un anno fa si faceva beffa della frammentazione degli ascolti con picchi del 30% di share con Ciao Darwin, ora si accontenta del 12% in nome della qualità del programma.

In una televisione dominata dai numeri, un ragionamento con tali presupposti potrebbe quasi apparire “nobile” se non fosse che Rai 3 con Report, un programma d’inchiesta che costa pochi euro, abbia fatto meglio di Canale 5. Un risultato così, infatti, non può non significare l’esistenza di difetti insiti nella costruzione del programma che hanno determinato la débacle proprio come la serata altamente competitiva o la poca ricettività del pubblico di Canale 5 a quel tipo di televisione.

Il vero problema de Il senso della Vita risiede nelle fondamenta, però. Il passaggio in prime time di un programma di quel genere doveva essere concepito dalla rete come una specie di evento: quattro puntate, non dieci, e grandi ospiti. Ma così non è stato. Per gli annales si ricorda che l’ultima conduttrice a dichiararsi soddisfatta per un 12% è stata Barbara d’Urso con Stasera che sera. In quel caso, le affermazioni della signora dei pomeriggi di Canale 5 furono letteralmente “sbugiardate” da Mediaset che procedette alla soppressione immediata del programma.




7
dicembre

SETTIMANA NERA PER IL PRIME TIME DI CANALE5. ANCHE LA7 NON SPLENDE E VA SOTTO IL 3%

Massimo Donelli, Direttore di Canale5

C’erano un tempo le ammiraglie, con milioni e milioni di spettatori e cifre bulgare di share. Ora con cinque milioni e un 20% di share si stappa lo champagne. Cambiano le generazioni, cambiano i programmi, cambia l’offerta televisiva. Ma, dati alla mano, se un calo interessa più o meno tutte le reti generaliste, non si può far finta di vedere la settimana nera di Canale5 che ha chiuso con una media attorno al 16,6% di share. L’ammiraglia del Biscione non ha mai superato il 19% in prime time, e ad andare meglio, ovvero superare il 18%, sono state le serate in cui in onda c’erano il Gf, I Cesaroni, il meglio di Peter Pan e Io Canto.

Risultati mediocri, quindi, per un Grande Fratello che si è dovuto scontrare con l’evento autunnale Vieni via con me, e per I Cesaroni che hanno perso gran parte del loro pubblico (ma raddoppieranno da questa settimana dopo il flop di Due mamme di troppo). Aggiungete l’esperimento fallito di Let’s dance e Canale5 ha siglato il peggiore risultato da settembre a questa parte. Per evitare l’ennesimo flop in materia di fiction, si è deciso di posticipare la partenza di Angeli e Diamanti, serie ispirata alle celebri Charle’s Angels, il cui debutto era previsto per domenica sera.

Per salvaguardare la fiction, Canale5 ha ottenuto un misero 12.33% in prime time proponendo l’ennesima replica di Ghost (preceduto da Striscia la domenica che galleggia tra il 14-15% di share). Numeri che non si addicono certo a una rete ammiraglia. L’arrivo di Paperissima e una ripresa del Gf (ieri però non si è schiodato dal 20,5%), potrebbero far respirare i vertici Mediaset. Ma c’è un’altra rete che nelle ultime settimane sta perdendo pubblico.


1
dicembre

RISIKO 5: MEDIASET RINVIA ANGELI E DIAMANTI (FLOP ANNUNCIATO?) E RADDOPPIA I CESARONI.

Il cast di Angeli e Diamanti

Questo lo rinvio, quest’altro lo sposto, questo invece lo raddoppio. Chi si occupa della fiction Mediaset è alle prese con importanti decisioni di programmazione nel tentativo di raddrizzare gli esiti di una stagione non esaltante. La soppressione di Due mamme di troppo (per maggiori info clicca qui) ha innescato una serie di reazioni a catena che hanno coinvolto altri prodotti di Canale5.

Così, nel tentativo di non collezionare il poco ambito record di due flop in pochi giorni, è stato deciso di rinviare Angeli e Diamanti, miniserie in tre puntate che sarebbe dovuta iniziare questa domenica ma che sarà sostituita dall’ennesima riproposizione del sempreverde Ghost. D’altronde il ”Charlie’s Angels in salsa italicanon partiva sotto i migliori auspici: un titolo poco intrigante, una collocazione difficile come quella della domenica sera per il network, un’idea in apparenza debole, e attrici come Vittoria Belvedere, Martina Stella e l’ex tronista Camilla Ferranti non facevano presagire nulla di buono per la fiction.

Il risiko dei palinsesti coinvolge anche l’ormai ex punta di diamante dell’ammiraglia Mediaset. Stiamo parlando, ovviamente, de I Cesaroni che – oltre alla consueta collocazione del martedì- si accaparrano la difficile serata del venerdì. Voglia di far finire al più presto un prodotto che da gioello si sta trasformando in zavorra o necessità di non soccombere di fronte alla concorrenza?





30
novembre

DUE MAMME DI TROPPO E’ STATA SOSPESA. COSA RISERVERA’ LA SORTE ALL’ ENNESIMA FICTION FLOP DEL BISCIONE?

Due mamme di troppo

Come avevano previsto i nostri attenti lettori, dopo i magrissimi risultati ottenuti dalla prima puntata andata in onda venerdì scorso (3.094.000 spettatori con uno share dell’11.65%), la fiction Due mamme di troppo è stata sospesa. La notizia è confermata da un promo appena passato all’interno di Pomeriggio cinque, nel quale veniva annunciata la messa in onda  – per la serata di venerdì 3 dicembre -  del film “Ti va di ballare?” con Antonio Banderas.

Possiamo dunque affermare che la fiction con Angela Finocchiaro, Lunetta Savino, Sabrina Impacciatore e Giorgio Pasotti – prendendo in prestito un termine calcistico - “non mangerà il panettone”. Resta da interrogarsi sui motivi del basso riscontro di audience: sceneggiatura debole? Collocazione inadeguata? Trama più adatta ad un film tv che ad una serie a puntate?

La notizia assume i contorni del giallo se si pensa che nel sito ufficiale di Mediaset non c’è più alcuna notizia relativa a Due mamme di troppo. Non è ancora chiaro se la sospensione sia solo momentanea (con eventuale ricollocazione in altro periodo o in altra fascia oraria) o si sia optato per un declassamento tout court con annesso spostamento su La5 (più probabile) o Rete4.


21
ottobre

SOLITI IGNOTI: CHIUDE LO SPECIALE DEL SABATO SERA (COME DM ANTICIPATO). IN SOSTITUZIONE LE REPLICHE DI DON MATTEO 7

Sospeso Soliti Ignoti Speciale...e confermo

Il commissariato di Rai1 chiude i battenti, almeno nella versione del sabato sera. Come vi abbiamo svelato in anteprima, il 12% di share totalizzato nell’ultima puntata di Soliti Ignoti Speciale…e confermo era davvero imbarazzante per tenere in vita il programma in versione “allungata” e poter competere con un avversario invincibile ormai da anni. Ora arriva la conferma della sospesione del programma.

Mentre Soliti Ignoti prosegue la sua corsa in access, dove ottiene ottimi risultati, la sfida contro Maria De Filippi è stata persa nettamente (una sfida dall’epilogo scritto fin dalla partenza?), così come era successo un anno fa con Affari tuoi, anche se il programma condotto da Max Giusti, visto l’abbinamento con la Lotteria, era proseguito fino alla befana.

Fabrizio Frizzi, perfetto nelle vesti di padrone di casa del commissariato, perde il sabato sera, che da questa settimana ospiterà il prete detective più famoso del piccolo schermo. Saranno infatti le repliche di Don Matteo 7 a colmare il vuoto di palinsesto della rete ammiraglia Rai.





15
ottobre

LE DUE FACCE DELL’AMORE DOPO IL FLOP SU CANALE 5 PASSA SU LA 5

Le Due facce dell'amore su La5

La decisione era nell’aria. Quel 12.66% di share era davvero troppo basso per la prima serata di Canale 5. E così Le Due Facce dell’Amore, dopo solo due appuntamenti, abbandona la rete ammiraglia. Le quattro puntate rimanenti andranno in onda sempre il mercoledi in prima serata, alle 21, ma su La5.

Ebbene sì la rete all digital in rosa si arricchirà di un prodotto che ha circa tre milioni di appassionati, numeri di gran lunga superiori a quelli registrati dal canale nella fascia oraria più prestigiosa. Una collocazione che, dunque, aiuta La5 ma svilisce ancora di più la miniserie, che, almeno su una rete analogica come Italia 1, avrebbe potuto esser rivalutata dal pubblico.

E invece nessun appello per la versione italiana di una serie, Sin Tetas No Hay Paraiso, che ha avuto successo in tutto il mondo. I motivi del flop, d’altronde, ve li abbiamo già segnalati più volte (per maggiori info clicca qui), ma ciò non lenisce il nostro rammarico nei confronti di un’occasione sprecata da Mediaset per migliorare lo stato della fiction italiana. 

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


12
ottobre

RAI2: CANCELLATO IL PROGRAMMA TV MANIA

Il cast di Tv Mania, appena cancellato dal palinsesto di Rai2

E’ il primo vero flop della stagione. Dopo solo due puntate, la Rai ha deciso di cancellare il programma di Rai2 Tv Mania. Simone Annichiarico, Gabriella Germani e Angela Melillo, non ce l’hanno fatta a migliorare i già disatrosi risultati della prima puntata (499.000 a.m. con il 4.37%), scendendo ieri sera a quota 280.000 spettatori con il 2.80% di share.

Il programma ha ottenuto in questi giorni critiche negative e un sostanziale rifiuto da parte del pubblico. Un’occasione sprecata per parlare del mondo della televisione, proprio in televisione. E ancora una volta, è Rai2 a collezionare il primo flop dell’autunno, come un anno fa con Scalo 76 Talent. Non solo. Anche la casa di produzione Triangle di Silvio Testi subisce una nuova cancellazione, dopo una Tribù più volte rinviata e, alla fine, mai partita.

Neppure la seconda serata, da sempre terreno di sperimentazione, è servita a tenere in vita il programma. Questo il comunicato diffuso dalla Rai: “Dopo i risultati non in linea con le attese della Rete, la Rai ha deciso di cancellare dal palinsesto il programma “TV MANIA”. Il programma verrà sostituito da una serie di film per la tv“.


21
luglio

CANALE5 SOSPENDE LE REPLICHE DI 1 CONTRO 100: I CESARONI IN PRESERALE AL POSTO DEL QUIZ. MARATONA PER IL FINALE DI WOMEN’S MURDER CLUB

I Cesaroni nel preserale di Canale5 al posto di 1 contro 100

UPDATENuovo aggiornamento al palinsesto di Canale5: da lunedì prossimo, la soap opera Alisa raddoppia la sua programmazione (due episodi dalle 14.45), mentre la fiction I Cesaroni andrà in onda con un solo episodio a partire dalle 18.50.

E’ inutile negarlo, in quest’estate 2010 Canale5 è in difficoltà per quanto riguarda l’andamento degli ascolti. Non solo in prima serata, ma anche in alcune fasce strategiche del day time. Nel mese di giugno Canale5 ha totalizzato il 15.3% in prime time, staccata da oltre 10 punti da Rai1 che poteva contare sui Mondiali di Calcio, ma non sulla Nazionale italiana nelle fasi finali. Ecco perchè i vertici del Biscione sono corsi ai ripari e hanno preparato alcuni accorgimenti per le prossime settimane.

Amadeus non ha fatto in tempo a rivelarci il suo dispiacere nel vedere in onda le repliche di 1 contro 100, che il quiz dopo solo due settimane di programmazione verrà sospeso a causa di ascolti che non hanno dato i frutti sperati (10-11% di share medio). In sostituzione corrono in aiuto, da lunedì prossimo, I Cesaroni, replicati dalla prima stagione con un doppio episodio dalle 17.50 (eliminato quindi anche il telefilm Insieme appassionatamente). La fiction dei record (la quarta serie in autunno), che nelle repliche in prime time non sta entusiasmando quanto si pensava, verrà mandata in onda  al pomeriggio per far crescere di qualche punto la fascia preserale.

Se in access le cose non vanno meglio con Velone, anche in prima serata Canale5 deve fare i conti con il flop della serie tv Women’s murder club (12,58%, la media dei primi quattro episodi). Con una maratona senza precedenti, il telefilm si concluderà domani sera e giovedì 29 luglio con 9 episodi spalmati in due sere. Un record assoluto che consentirà almeno ai pochi appassionati di godersi senza fiato il finale della serie americana, evitando rinvii o sospensioni definitive.