David Di Donatello



18
aprile

DAVID DI DONATELLO 2016: ATTESA E CURIOSITA’ PER LA PREMIAZIONE DI QUESTA SERA TARGATA SKY

David di Donatello 2016

Sky e Tv8 devono affrontare oggi una sfida importante, che la Rai negli ultimi anni ha sistematicamente perso (o forse ha proprio scelto di non combattere): attirare e trattenere il pubblico offrendogli una godibile premiazione dei David di Donatello. Dopo le ultime annate gestite dall’azienda pubblica, delle quali si ricordano perlopiù le gaffes di alcuni conduttori e i momenti di impasse, la manifestazione si presenta in gran spolvero, e grandi sono le aspettative generali di pubblico ed addetti ai lavori nei confronti di quella che Sky definisce “una produzione di livello internazionale“.




10
giugno

DAVID DI DONATELLO 2015: LA CERIMONIA IN DIRETTA VENERDÌ SU RAI MOVIE E IN DIFFERITA SU RAI1. ECCO TUTTE LE NOMINATION

David di Donatello 2015

Venerdì 12 giugno si terrà la cerimonia di premiazione della 59ª edizione dei David di Donatello. L’evento sarà trasmesso in diretta su Rai Movie alle 18:30 dal Teatro Olimpico di Roma e in differita su Rai1, in seconda serata. La conduzione dell’edizione 2015 sarà affidata a Tullio Solenghi, già in passato e in più occasioni padrone di casa del premio. Per gli “Oscar italiani” si tratta di un ritorno alle origini, dopo i maldestri tentativi degli scorsi anni. L’edizione del 2013 in prima serata su Rai1 con la conduzione del duo Lillo e Greg, a cui spettava rilanciare l’evento proponendo uno stile meno ingessato e più umoristico, che ricalcasse a grandi linee la cerimonia dei Grammy americani, venne, infatti, sonoramente bocciata da pubblico (1.950.000 spettatori e il 10,25% di share) e critica.

Che dire poi della passata edizione che, in onda su RaiMovie al pomeriggio (e in seconda serata su Rai1), vide come improbabile cerimoniere Paolo Ruffini?! Il comico inanellò numerose gaffe, studiate o involontarie, arrivando a definire Sophia Loren – presente tra i premiati della serata – “una bella topa”. Battuta che creò momenti di serio imbarazzo sia per l’attrice che tra i presenti in sala. Meglio dunque tornare a Solenghi che, nel corso della presentazione della cerimonia, avvenuta lo scorso 11 maggio, ha spiegato le difficoltà che condurre il premio comporta:

“Torno a condurre i David. Credo presuntuosamente di rappresentare un usato sicuro, ironizza Tullio Solenghi. Ogni anno la sfida è quella di coniugare l’ortodossia della cerimonia con alcune mie facezie garbate. La platea dei David è molto difficile, perché non viene per godersi uno spettacolo ma per capire chi ha vinto o no. E’ difficile riuscire a mantenere l’attenzione durante la stesura narrativa della cerimonia. Cercheremo di divertire dal vivo e chi ci seguirà da casa”.

Il direttore di Rai1 Giancarlo Leone sembra aver definitivamente archiviato l’idea del premio in prima serata, ma ha dichiarato di voler dare importanti segnali d’apertura verso il cinema italiano, raddoppiando su Rai1 le serate dedicate ai film.


10
giugno

DAVID DI DONATELLO 2014: I VINCITORI IN DIRETTA SU RAIMOVIE. OCCHI PUNTATI SU SORRENTINO E VIRZI’

David di Donatello 2014

Sono diciassette i film candidati che si contenderanno i David di Donatello 2014. Le statuette per il miglior cinema italiano verranno consegnate nella serata di oggi, martedì 10 giugno, durante la cerimonia di premiazione che si terrà alle 19.00 negli Studi Nomentano 5 e in diretta su RaiMovie. Presentata da Paolo Ruffini e Anna Foglietta, che avranno il compito di introdurre gli ospiti ed annunciare i vincitori della 58ª edizione della kermesse, la premiazione verrà trasmessa anche in differita su Rai1, a partire dalle alle 23.00.

David di Donatello 2014: occhi puntati su Sorrentino e Virzì

Tra i diciassette i film che stasera si contenderanno i David nelle ventitré categorie stabilite, a destare più attenzione sono certamente La grande bellezza di Paolo Sorrentino e Il capitale umano di Paolo Virzi, che con ogni probabilità si giocheranno la vittoria nelle sezioni riservate al miglior film e al migliore regista. Altre due pellicole sono già state insignite del premio conferito dall’Accademia del Cinema Italiano. Si tratta dei riconoscimenti per il Miglior documentario di lungometraggio, attribuito a Stop The Pounding Heart – Trilogia del Texas, atto III di Roberto Minervini e per il Miglior documentario di cortometraggio, assegnato a 37°4 S di Adriano Valerio.

David di Donatello 2014: Premi speciali

In questa edizione, il Consiglio Direttivo dell’Accademia del Cinema Italiano ha inoltre deciso di assegnare quattro Premi Speciali: a Sophia Loren per la sua interpretazione de La Voce umana diretta da suo figlio Edoardo Ponti; a Carlo Mazzacurati, per la sua poetica rilettura di quel Veneto che lo aveva visto nascere ed operare; a Marco Bellocchio, per la sua carriera di regista e di scrittore di cinema; ad Andrea Occhipinti che con la sua Lucky Red ha scritto felicissime pagine per la distribuzione del cinema nel rispetto delle migliori istanze culturali.

Premio David Giovani a Pif





9
giugno

GRAFFITI: SETTIMANA DAL 2 AL 9 GIUGNO. GIRO A SEGNO, LO SPACCAQUINDICI, INCANTESIMO, LA VIGNA DI UVE NERE, LE NOZZE DI COSTANZO E FLAVI

Incantesimo

Lo storico Giro a Segno di Raimondo Vianello e Ugo Tognazzi del 1956, il debutto di Incantesimo nella calda estate del 1998, Baudo alle prese con il quiz SpaccaQuindici nel 1975, il pruriginoso sceneggiato La vigna di uve nere del 1984, sono solo alcune delle curiosità del nuovo appuntamento con Graffiti, il nostro appuntamento settimanale con l’amarcord. Vediamo insieme cosa è accaduto sul piccolo schermo nella settimana dal 2 al 9 giugno.

2 giugno 1987: Serata da Campioni per D’Urso e Massarini

Martedì 2 giugno 1987 dal Teatro Verdi di Montecatini Terme, Barbara D’Urso e Carlo Massarini, con la partecipazione di Gianni Rivera e Mabel Bocchi, conducono su Rai1 la quinta ed ultima puntata di Serata da Campioni. Il varietà, a firma di Gino Castaldo e Fabrizio Zampa, prevede in ogni puntata momenti di spettacolo e performance sportive. Ampio spazio è dato alla musica, con la realizzazione di una gara canora nella quale i cantanti, sottoposti al voto di una giuria, gareggiano per poter accedere alla manifestazione Saint Vincent Estate.

3 giugno 1989: David di Donatello su Rai1

Sabato 3 giugno 1989 alle 20,30 su Rai1 va in onda lo spettacolo Viva il Cinema – David di Donatello 1989. La cerimonia è realizzata in diretta dal Teatro delle Vittorie  ed è condotta da Enrico Montesano e Gabriella Carlucci. Tra gli ospiti del prestigioso premio cinematografico anche Jodie Foster e Gregory Peck.

4 giugno 1955: Giro a Segno con Tognazzi e Vianello

Ogni sera alle 21.00 sul Canale Nazionale (Rai1) Ugo Tognazzi e Raimondo Vianello propongono Giro a Segno, un appuntamento in cui commentare e scherzare a seguito del Giro d’Italia 1956. I testi sono di Vianello, Tognazzi e Italo Terzoli, le musiche di Cosimo Di Ceglie. Negli archivi Rai non vi è purtroppo nessuna traccia della trasmissione. Curiosità: il Giro d’Italia del 56 fu quello della bufera di neve sul Bondone, con corridori semiassiderati, e con Vianello e Tognazzi che, seguendo la tappa in moto, fecero la spola per prestare soccorso a chi aveva problemi. Di seguito in ricordo di Raimondo Vianello legato a Giro a Segno.

“Partimmo da piazza Duomo a Milano su questo pulmino, e tutti ci dissero: «Come parte la carovana, voi scattate subito avanti, sennò vi trovate in mezzo al plotone, i ciclisti si mettono dietro di voi per farsi tirare, e vi trovate in un impiccio che non finisce più». Facemmo come ci era stato detto, ma partimmo male. Il pulmino era in rodaggio, e per quanto l’autista ci desse dentro dopo un po’ avevamo i corridori in fuga che ci succhiavano le ruote, con i direttori di corsa che s’infuriavano: «Levatevi di mezzo!» gridavano, fischiavano… Così, arrivavamo che non avevamo visto niente. Dovevamo trasmettere entro un dato raggio dal traguardo, perché il ponte radio copriva un’area molto più limitata di quelli in uso oggi… per cui, se l’arrivo era lungo un vialone, facevamo la trasmissione dal distributore più vicino.”(da ugotognazzi.com)

5 giugno 1975: SpaccaQuindici con Pippo Baudo


21
maggio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (12-18/05/2014): PROMOSSI MADE IN SUD E THE UNDATEABLES, BOCCIATI FAZIO CON LENO E PETTINELLI

Made in Sud

Promossi

9 a Made in Sud. Plauso a Rai2 per aver creduto in un programma della tv satellitare e averlo fatto crescere in seconda serata, prima dello sbarco nella fascia oraria più prestigiosa. Poco a poco il cabaret meridionale è diventato un cult aggiudicandosi in questa stagione la sfida a distanza della comicità con Colorado e Zelig Off. Bravi i conduttori Gigi e Ross, la poco patinata Fatima Trotta e la signora Briatore, Elisabetta Gregoraci.

8 a The Undateables. Il docureality inglese, trasmesso su Real Time, ha raccontato le vicende sentimentali di persone con disabilità con estremo tatto, facendo pensare e emozionare. E’ innegabile che questo genere di programmi racchiuda un aspetto morboso, ma in questo caso il rischio è assolutamente percorribile per sensibilizzare la platea e raccontare una realtà.

7 a Paolo Vasile. In un’intervista rilasciata a una rivista spagnola, l’amministratore delegato di Mediaset España parla a ruota libera con una lucidità e una schiettezza difficilmente riscontrabili nei top manager della capogruppo italiana. Interessante la parte della chiacchierata in cui definisce la tv spazzatura: “un insulto alle persone fatto dagli snob“. L’uomo, la cui “unica pensione sarà la morte”, cita la teoria antropologica che divide la società in cultura egemonica e subalterna e spiega: “per me è irritante che qualcuno sia della Lazio, per esempio, però non lo insulterei mai… Non giudico la gente che vede la nostra tv, cerco di fare la tv che vuole vedere il pubblico. Se dici ai telespettatori che questa è tv spazzatura, stai dicendo loro che sono coprofili e mangiano mer*a“.

6 alla moda imperante del “brand entertainment“. Se da un lato quello di realizzare un programma a braccetto con gli sponsor è un’ottima mossa – specie in tempi di crisi – per produrre a basso costo, dall’altro si rischia – com’è tipico della tv italiana – di farsi prendere la mano.

Bocciati





17
giugno

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (10-16/06/2013). PROMOSSI EDICOLA FIORE E MENGONI, BOCCIATI PUPETTA E DAVID DI DONATELLO

Belen Rodriguez (da fb)

9 a Edicola Fiore. Solo la forza mediatica e il talento di Fiorello potevano riuscire a trasformare in un evento, con grandi ospiti e tanta comicità, una trasmissione web. Peccato per la qualità dello streaming, non all’altezza degli ambiziosi obiettivi.

8 ai 3 anni di Mara Venier a La Vita in Diretta. Quando si parla di salotto televisivo, non esiste forse conduttrice più capace della bionda veneta della tv. Eppure i vertici della tv pubblica hanno scelto di imprimere un nuovo impulso al già fortunatissimo talk show quotidiano che dal prossimo anno dovrà fare a meno degli attuali conduttori.

7 a Marco Mengoni. L’anno d’oro del cantate di Ronciglione prosegue con la vittoria di due premi di spicco alla prima edizione degli Mtv Awards Italia.

6 a Simona Ventura che dà l’addio al calcio in tv. Decisione tanto saggia quanto inevitabile dopo il sonoro fallimento di Cielo che Gol.


8
maggio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (30/04-6/05/2012). PROMOSSI RANIERI E UNA GRANDE FAMIGLIA, BOCCIATI SOLENGHI E SIFFREDI

Antonella Clerici e Rocco Siffredi

9 a Massimo Ranieri. D’accordo, il teatro si gode in teatro e non in televisione, resta però lodevole l’operazione del celebre cantante così come rende lieti sapere che il pubblico l’abbia apprezzato.

8 a Una grande Famiglia. La fiction con Stefania Sandrelli convince, merito di un cast di livello e soprattutto del pregio di portare su Rai1 una storia un tantino meno convenzionale del solito.

7 al promo autoironico di Cucina con Buddy che ironizza sul fatto che le ricette del “Boss delle torte” siano frutto di una tradizione italiana molto ma molto “americanizzata”.

6 a The Money Drop. Penalizzato per la sua natura da format di prima serata - caratterizzato dall’assenza di un gioco finale e da un meccanismo per forza di cose ripetitivo - il game show di Gerry Scotti, senza strafare, ha raggiunto i suoi obiettivi.


19
aprile

DAVID DI DONATELLO 2012: LA CERIMONIA IN DIRETTA SU RAI MOVIE IL 4 MAGGIO

David di Donatello 2012

Puntuale come ogni anno, al termine della stagione cinematografica, torna l’appuntamento con i David di Donatello, gli ambiti e prestigiosi riconoscimenti destinati a premiare le migliori produzioni e i più amati protagonisti del grande schermo. Per tutti gli appassionati di cinema, l’appuntamento è fissato per venerdì 4 maggio all’Auditorium Conciliazione di Roma. La cerimonia, giunta alla sua 56^ edizione, sarà trasmessa in diretta, dalle 17.30, su Rai Movie, e in differita alle 23.20 su Rai1 e Rai Internazionale.

La sfida in questa edizione è tra Marco Tullio Giordana con Romanzo di una strage (16 candidature), Nanni Moretti con Habemus papam (15 candidature) e Paolo Sorrentino con This Must Be the Place (14 candidature). Tutti e tre si contendono il premio per il miglior film insieme ai fratelli Taviani con Cesare deve morire (8 nomination) e Terraferma di Emanuele Crialese (3 candidature).

I cinque registi gareggiano anche per la miglior regia insieme a Ferzan Ozpetek, con Magnifica presenza (8 nomination). Moretti, Taviani, Giordana e Sorrentino si sfidano anche per la miglior sceneggiatura insieme a Francesco Bruni con Scialla! e, per il miglior produttore, con il film Io sono lì di Andrea Segre, candidato anche come miglior regista esordiente insieme a Stefano Sollima per ACAB, Alice Rohrwacher per Corpo celeste, Guido Lombardi per La-bas e lo stesso Francesco Bruni. 


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »