Arisa



1
giugno

X FACTOR 6 CONFERMA TUTTA LA GIURIA E ANTICIPA A SETTEMBRE. A GIUGNO LE AUDIZIONI IN TEATRO

X Factor 6

Per quest’anno non si cambia, stessa musica, stesse facce. Per la prima volta dopo anni di disfacimenti, rivoluzioni e un via vai di volti che non sembrava avere fine, X Factor sembra aver trovato la giusta formula: la sesta stagione del talent show prodotto da Magnolia e FremantleMedia vedrà – come anticipato da Davide Maggio su Tv Sorrisi e Canzoni - confermata tutta la squadra che ha fatto grande la scorsa edizione. Oltre al conduttore Alessandro Cattelan, anche la giuria al completo formata da Morgan, Arisa, Elio e dalla campionessa in carica Simona Ventura, tornerà a cantarsela sugli schermi di Sky Uno.

Con la novità, però, che si gioca d’anticipo: la partenza è fissata per settembre, con le puntate dedicate alle audizioni, per poi arrivare alla diretta e alla finale che a questo punto – al contrario dello scorso anno - si dovrebbe tenere prima di Natale. Con la giuria già al completo e pronta a scendere in campo, la selezione dei concorrenti stanno già per entrare nella fase più viva: a giugno X Factor apre le porte al pubblico, chiamato a fare da quinto giudice nelle audizioni live.

Dopo il bagno di folla di Bari, Roma e Milano, le aspiranti popstar di X Factor arrivano a Rimini (105 Stadium, 9 e 10 giugno), Andria (Palazzetto dello Sport, 16 e 17 giugno) e Milano (teatro Nazionale, dal 22 al 24 giugno). I talenti promossi nella fase di casting si troveranno per la prima volta faccia a faccia con i “fantastici quattro” della giuria e con il pubblico: per passare alla fase successiva, quella dei Bootcamp, dovranno conquistare almeno tre sì. Tra i concorrenti che vedremo sul palco potrebbe esserci anche Fiocco di neve che, non convinta della bocciatura ricevuta lo scorso anno, si è ripresentata ai casting, ovviamente con il suo inconfondibile look.




13
aprile

X FACTOR 6: CONFERMATO CATTELAN. E LA GIURIA?

X Factor in the Sky

Squadra che vince non si cambia. O almeno non del tutto. A partire dal suo allenatore: Alessandro Cattelan sarà il conduttore di X Factor 6. Una scelta scontata ma giusta, che premia quanto di buono è stato fatto nella scorsa edizione dall’ex volto di Mtv, capace di ricoprire il doppio ruolo di arbitro e amico dei concorrenti in gara. Uno stile, il suo, definito british, un pò distaccato dalla massa ma non per questo impopolare; assolutamente credibile, proprio quello che ci voleva per la rinascita dell’X Factor in the Sky.

“Ho affrontato la mia prima edizione inizialmente come un lavoro – dichiara il neo-confermato Cattelan – e non avrei mai immaginato potesse trasformarsi in un’avventura così coinvolgente. Una settimana dopo la fine della scorsa edizione iniziavo già a sentirne la mancanza! Girare l’Italia per scovare talenti e accompagnarli fino al successo è una sensazione elettrizzante. Caparezza diceva ‘il secondo album è sempre il più difficile nella carriera di un artista’, anche bissare il successo dell’anno scorso non sarà semplice, ma siamo qui apposta per riuscirci. Avanti!”.

La squadra, dunque, inizia a formarsi. O è già formata? Confermato l’allenatore, ora l’attesa è tutta per i quattro capitani, anche se il toto-giudici quest’anno non dovrebbe regalare particolari sorprese. Ci sarà ovviamente Simona Ventura, “carica a pallettoni” per una sesta edizione che la vede giocare con lo “scudetto sul petto”; scontata anche la partecipazione di Elio e Morgan, che insieme in giuria valgono il prezzo del biglietto. Gli unici dubbi riguardano Arisa: verrà confermata?


25
febbraio

ARISA ALLE INVASIONI BARBARICHE: BELEN HA FATTO BENE, SE AVESSI IL SUO FISICO SVENTOLEREI TUTTO QUELLO CHE HO (VIDEO)

Arisa

Questa non è una nuova Arisa, è un Arisa che già c’era ma per tanto tempo ha preferito nascondersi”. Così, ospite di Daria Bignardi nella puntata di ieri de Le Invasioni Barbariche, Rosalba Pippa ha commentato il suo cambiamento d’immagine iniziato con XFactor e portato a compimento con l’ultima edizione del Festival di Sanremo che l’ha vista classificarsi seconda.

Arisa ora è più sicura e decisa, è una donna che non si vergogna di rivendicare la sua femminilità anche attraverso il suo look. L’interprete de La Notte con fierezza indossa un anello e un ciondolo, simboli di vita e dell’orgoglio di esser donna che sono a forma – sue testuali parole – di ”patata” (che noi di DM avevamo già notato a Sanremo).

“Siccome non ho ancora il fisico preferisco portarla al collo”, rivela ad una divertita Daria Bignardi. E a proposito di femminilità esposta, la cantante lucana non può sottrarsi dal dire la sua sull’ormai famigerata farfallina di Belen Rodriguez. A differenza della collega Nina Zilli, Arisa approva la spregiudicatezza dell’ex ragazza immagine argentina:

“Belen che ha mostrato la coscia l’ho vista e mi è piaciuta. Se avessi il suo gran bel fisico sventolerei anch’io tutto quello che ho. Io sono dimagrita, mi è costata fatica [...]  e penso che una donna per avere quel fisico faccia dei sacrifici, se lo merita e se vuole farlo vedere che lo faccia vedere [...] C’è molto altro di volgare nella nostra televisione. Già quando non era tanto famosa nelle interviste, notavo in Belen una simpatia strana per una che era tanto bella. Tra tutte le ragazze che lavorano con la loro bellezza lei è quella che ha qualcosa in più.”

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





22
febbraio

LE INVASIONI BARBARICHE RIPARTONO DA ARISA

Daria Bignardi

Avrebbe clamorosamente vinto il Festival di Sanremo, se solo non ci fosse stato il televoto finale, ma ad Arisa il secondo posto, complici gli apprezzamenti ricevuti, forse può bastare. La sua esperienza sanremese sarà al centro del prossimo appuntamento de Le Invasioni Barbariche. Possiamo anticiparvi, infatti, che il programma di Daria Bignardi ospiterà la giurata di XFactor nel primo appuntamento dopo la pausa sanremese, venerdi prossimo, 24 febbraio.

Le Invasioni Barbariche tornano in onda dopo le polemiche per i tiepidi ascolti che, però, dati alla mano, non sono dissimili dalle edizioni precedenti (eccezion fatta per la seconda puntata quando si è scivolati ad un “pericoloso” 3.43%). Nelle prime quattro puntate la media è pari al 4.20% di share (picco positivo del 4.53% alla terza puntata) con 989.000 spettatori, che in valori assoluti peraltro rappresenta il migliore risultato di sempre del programma. Rapportandoci alle ultime edizioni vediamo che Le Invasioni Barbariche hanno registrato, nel 2011, uno share complessivo del 4.22% (903.000 spettatori) e nel 2010 il 4.23% (905.0000 spettatori).

Certo, il programma ha dovuto abdicare al ruolo di faro della rete, in seguito all’arrivo di Mentana. E se era lecito ipotizzare che anche il programma della Bignardi potesse beneficiare dell’effetto-Chicco, è anche vero che si tratta di un format del 2004 che, nel frattempo, è stato ”vampirizzato” ed è nelle mani di una conduttrice stanca.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


21
febbraio

IL SUCCESSO PASSA NECESSARIAMENTE DAI TALENT? RISPONDONO EMMA, ARISA E NOEMI





21
febbraio

LE IMITAZIONI DI EMMA, ARISA E NOEMI AL FESTIVAL DI SANREMO 2012 DOPO LA VITTORIA


20
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2012: EMMA VINCE COL 49.63%. CARONE-DALLA SECONDI AL TELEVOTO PENULTIMI PER L’ORCHESTRA CHE PREMIA ARISA E D’ALESSIO-BERTE’ IN PLAYBACK (!). CASILLO METTE D’ACCORDO TUTTI

Noemi, Emma, Arisa

Vi sarete chiesti, guardando la classifica finale dell’ultimo Festival di Sanremo 2012, come mai il “Big dei Big” di quest’edizione, Lucio Dalla, e un idolo del talent, come Pierdavide Carone, con un bel pezzo fossero finiti solo quinti. Ebbene la loro Nanì non è piaciuta alla Sanremo Festival Orchestra. Sono state rese note le classifiche finali della kermesse festivaliera dalle quali emerge che il duo Dalla-Carone era beniamino del pubblico a casa (meglio di loro solo Emma che nella quarta serata stavano per superare) ma non dell’orchestra che l’ha penalizzato con un ultimo posto nella quarta serata e il penultimo nella quinta. L’assortita coppia si prende il lusso di battere nelle preferenze popolari anche Gigi D’Alessio e Loredana Bertè, giunti terzi al televoto. Notevole la forbice nel ripescaggio dove Dalla-Carone raccolgono il 49.39% (cifra enorme per un televoto a quattro) contro il 30.82% dei cantanti di Respirare.

D’Alessio e Bertè, però, hanno convinto l’orchestra che ha assegnato loro un secondo posto, il venerdi (malgrado cantassero in playback) e un terzo posto nella finale. Ma la preferita dell’Orchestra è stata Arisa che col brano La Notte si è classificata prima sia venerdi che sabato mentre al televoto ha ottenuto la quarta posizione, situazione uguale ma opposta per la trionfatrice Emma Marrone, prima al televoto e quarta per l’orchestra. La cantante salentina, poi, ha vinto con il 49.63% dei voti mentre Rosalba Pippa si è dovuta accontentare del 35.53% e Noemi di appena il 14.84%.

Arisa mette d’accordo anche la giuria demoscopia che nella seconda serata l’ha premiata con un secondo posto, alle spalle di Nina Zilli, e per un soffio davanti ad Emma e Noemi. Quest’ultima convince la Sanremo Festival Orchestra, le testate che hanno assegnato la golden share (si aggiudica 50 voti surclassando Arisa e Carone-Dalla, secondi ex-aequo, con nove voti) ma non il voto popolare che la confina al settimo posto nella finale. Curioso è notare che, confrontando i voti di venerdi e sabato, la serata dei duetti sembra non aver influito in maniera significativa sul televoto.


19
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2012: ARISA VINCE IL PREMIO SALA STAMPA RADIO TV

Arisa (via Ansa)

Dopo essersi posizionata prima nella classifica combinata tra televoto e voto espresso dalla Sanremo Orchestra Arisa porta a casa anche il premio Sala Stampa Radiotv sezione artisti al Festival di Sanremo 2012. La notte si è aggiudicata undici voti, ad un passo Nina Zilli che con la sua Per Sempre ha conquistato dieci preferenze.

Segue Eugenio Finardi, con E tu lo chiami Dio (nove voti), che si è aggiudicato un voto in più della coppia Lucio Dalla-Pierdavide Carone.  La preferita dalla sala stampa dell’Ariston, Noemi, con Sono sole parole, ha ottenuto sette voti come Dolcenera. Tre preferenze per Loredana Bertè e Gigi d’Alessio, Marlene Kuntz e Samuele Bersani mentre Francesco Renga ed Emma Marrone si devono accontentare di due voti.

Per quanto riguarda la sezione giovani è stata la seconda classificata Erica Mou, con Nella vasca da bagno del tempo,  ad aggiudicarsi il premio.