27
marzo

ALBANO A LE INVASIONI BARBARICHE: “PUTIN HA SEMINATO DEMOCRAZIA IN RUSSIA”. E LA BIGNARDI DIVENTA POP

Albano - Le Invasioni Barbariche

Albano - Le Invasioni Barbariche

Alla fine, Daria Bignardi non ha resistito: i vocalizzi agli ultrasuoni di Albano Carrisi hanno fatto cantare pure lei, che solitamente si scompone poco. Ieri sera, il popolare artista di Cellino San Marco ha conquistato per la prima volta lo studio de Le Invasioni Barbariche, spezzando così la nomea di salottino chic spesso attribuita al programma. Uno come lui, del resto, fa subito pop. Su La7, il cantautore pugliese ha raccontato con spontaneità gli episodi salienti della sua vita e della sua carriera, senza tralasciare alcuni aneddoti condivisi con Romina Power.

Albano a Le Invasioni: l’intervista

Di recente, proprio assieme l’ex moglie, Albano si è esibito in Russia in un grande concerto, rinnovando il solido (e redditizio) rapporto che lo lega a quella terra. “L’esclusione di Putin dal G8? Non la vedo una cosa giusta. Putin ha seminato democrazia in Russia” ha detto l’artista, riferendosi ad alcuni fatti di stringente attualità. Allo stesso modo, il cantante ha criticato la provocazione inscenata in una cattedrale russa dalle femministe Pussy Riot. “Ok spogliarsi, ma non in chiesa. Due anni di carcere ci stanno” ha commentato. Poi, un lungo excursus sulla sua carriera, decollata negli anni ‘60 con l’ingresso nel Clan Celentano, che cercava nuove voci.

Per me è stata una rivelazione” ha ricordato Albano, che in quegli anni strinse uno stretto legame artistico con l’entourage del Molleggiato. Capitolo Romina Power (immancabile in ogni intervista, dunque pure su La7): “prima di conoscermi Romina non cantava. Io ho visto in lei la musicalità, era molto più moderna di me“. Di fronte all’usignolo di Cellino San Marco, la Bignardi pareva sinceramente affascinata; bastava osservarne lo sguardo vispo per scorgere nella Nostra un’inedita vena nazional popolare. Nostalgia, nostalgia canaglia (degli anni di gioventù)?

Albano a Le Invasioni: Licio Gelli mi propose di entrare nella P2

Imperdibili gli aneddoti – in perfetto stile Albano – sullo Scià di Persia, la cui moglie conosceva e cantava tutte le canzone di Carrisi, e su Licio Gelli, che ad un ricevimento offrì al cantante di entrare in un certo club che vedeva tra gli iscritti anche altri artisti. Un invito ad iscriversi alla loggia P2, pare, di fronte al quale Albano temporeggiò e poi si sottrasse. “Io la massoneria non sapevo nemmeno cosa fosse. Ero e sono un uomo libero” ha raccontato l’artista.

Effetto Albano: per l’occasione la Bignardi ha fatto pure stappare una bottiglia pregiata di Barolo, snobbando l’ormai inflazionata birretta. Prosit! Del resto – ha chiosato la conduttrice tutta compiaciuta – felicità è “un bicchiere di vino con un panino“. E così, per una volta, a Le Invasioni Barbariche si è citato il vate contemporaneo Albano e non Umberto Eco o Baricco, come ti saresti aspettato. Felicità.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Al Bano
Al Bano annuncia il ritiro dalle scene il 31 dicembre 2018 – Video


POWER TOFFANIN
Romina Power a Verissimo: «Al Bano mi ama ancora. E anch’io lo amo»


Al Bano e Mamma Iolanda
Madre Mia: su Rete4 la docufiction dedicata alla mamma di Al Bano


Al Bano nella televendita
Al Bano in poltrona non sa starci. E allora le (tele)vende

5 Commenti dei lettori »

1. marcko ha scritto:

27 marzo 2014 alle 11:56

l’ennesimo rinc****o a cui aver avuto successo fa credere di essere dio (con in dotazione poteri esorcistici….)



2. *anna* ha scritto:

27 marzo 2014 alle 12:31

L’intervista ad albano è stata interessante anche se lui lo trovo troppo sicuro di sé e troppo felice di esserlo.
Ieri è stata proprio una puntata piacevole mi è piaciuto molto seguire l’intervista a Floris (floris rideva come durante le copertine di crozza) ma soprattutto a Veronica Pivetti che è troppo simpatica!



3. MisterGrr ha scritto:

27 marzo 2014 alle 13:53

Certo, finché la Grande Madre Russia lo paga fior fior di rubli perché è ancora una superstar acclamata insieme a Pupo e Ricchi & Poveri, è ovvio che deve parlarne bene, che domande.



4. colorcloe ha scritto:

27 marzo 2014 alle 14:39

Io mentre intervistava lui ho dirottato su The Voice, è sempre troppo arrogante per i miei gusti.
Davvero divertenti le inteviste a Floris e Pivetti.
Non male pure il ministro del lavoro.
Peccato che restino solo altre due puntate:(



5. vanna ha scritto:

8 aprile 2014 alle 19:00

Chi giudica Al Bano arrogante è perché non l’ha conosciuto personalmente. Io ,che ho avuto questa fortuna, posso dire che la sua semplicità fa di lui un grande, non solo come cantante ma anche come uomo.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.