22
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2014: ATTESA PER MAURIZIO CROZZA. IMITERA’ RENZI E NAPOLITANO?

Maurizio Crozza, Festival di Sanremo

Per rottamare la Casta (Laetitia) ed accendere gli animi, ora ci vuole lui. Matteo Renzi al Festival di Sanremo 2014 se lo aspettano in molti. E, salvo ripensamenti, stasera il nuovo premier incaricato ci sarà. Ad interpretarlo sul palco dell’Ariston sarà Maurizio Crozza, in una delle sue imitazioni più celebri. Il comico genovese è atteso nella Città dei fiori come ospite dell’ultima puntata della kermesse, con le sue battute ed i suoi monologhi di satira politica. L’attualità, peraltro, gli offrirà spunti ghiottissimi in tal senso: proprio ieri, infatti, il segretario del Pd ha annunciato i nomi dei sedici ministri che comporranno la sua squadra di governo.

Potrà Maurizio Crozza esimersi dall’imitare il nuovo premier? I contenuti della sua esibizione sono tenuti top secret, ma c’è chi è pronto a scommettere che il popolare comico dedicherà ampio spazio proprio a Renzi. Del resto, il rottamatore fiorentino è l’uomo del momento, e l’occasione offerta da un palco prestigioso come quello dell’Ariston è troppo allettante per essere sprecata. Prendendo spunto dall’attualità, Crozza potrebbe imitare anche Giorgio Napolitano, ma anche Beppe Grillo, che martedì scorso è approdato al Festival sollevando un clamore mediatico a suon di invettive. Come spesso accade nei suoi sketch televisivi, il comico potrebbe inserire nella sua esibizione anche alcuni momenti musicali.

Crozza? “Non mi dispiace averlo su Rai1 almeno una volta all’anno” ha commentato il direttore di Rai1 Giancarlo Leone, che in tempi non sospetti aveva cercato di portare il comico sulla propria rete. Il curatore della copertina di Ballarò era stato ospite della scorsa edizione del Festival, e la sua esibizione – iniziata con un lungo sberleffo a Silvio Berlusconi  e proseguita con alcune battute già note – subì qualche contestazione. Lì per lì, Crozza non la prese bene e rimase come spiazzato di fronte alla reazione imprevista della platea.

Stasera il comico concerà il bis e c’è attesa per le sue battute, che con ogni probabilità attingeranno a piene mani dall’attuale situazione politica. Del resto si sa, certi temi al Festival vanno trattati con cautela. Al momento, sembra che i contenuti dell’esibizione li conoscano in pochissimi: Crozza, infatti, ha collaudato il suo intervento a Genova e all’Ariston ci sarà tempo solo per qualche prova veloce. Rigorosamente a porte chiuse.



Articoli che potrebbero interessarti


Vittorio Feltri e l'imitazione di Crozza
Vittorio Feltri: «L’imitazione di Crozza? Me ne sbatto il caz*o!»


Maurizio Crozza imita Donald Trump
CROZZA IMITA DONALD TRUMP. SPUNTA UNA BANDIERA NAZISTA, LA GAG FINISCE MALE


Crozza imita Freccero
MAURIZIO CROZZA IMITA FRECCERO: “VOGLIO DIRE UNA COSA FORTE…” (VIDEO)


Crozza nel Paese delle Meraviglie
BANCA ETRURIA, CROZZA STRIGLIA RENZI E LA BOSCHI: MARIA ELENA, DOV’ERI? NON FAI UN CAZ*O! (VIDEO)

2 Commenti dei lettori »

1. MissSugar02 ha scritto:

22 febbraio 2014 alle 18:19

Ma Fabio Fazio è capace di rinnovarsi ogni tanto??? O invita sempre i soliti ospiti o i suoi amici! Dov’è il suo valore aggiunto??



2. Alberto ha scritto:

22 febbraio 2014 alle 19:15

I soliti ospiti? Quest’anno ha invitato Ligabue, Claudio Baglioni, Laetitia Casta, Raffaella Carrà, Renzo Arbore, Cat Stevens, Paolo Jannacci, Franca Valeri, le gemelle Kessler, Luca Parmitano, Gino Paoli, il mago Silvan, Enrico Brignano e Terence Hill, che l’anno scorso non aveva invitato, l’unico ri – invitato è Crozza, che è MOLTO ATTESO questa sera. Quasi tutti sono suoi amici, ma non è che sono gli amici con cui esce la sera e va al cinema, non sono gente “qualunque”… sono tutti artisti bravi, famosi e sono stati tutti applauditi e apprezzati dal pubblico. Fabio Fazio è capacissimo di rinnovarsi, lo sta facendo, da quattro sere, se non te ne fossi ancora accorta.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.