24
luglio

SKY COMPIE DIECI ANNI E SI AUTOCELEBRA CON I SUOI 4 MLN E 780 MILA ABBONATI

Sky 10 anni

Era il 31 luglio 2003 quando Sky, la pay tv italiana nata dalla fusione tra Stream TV e TELE+, iniziò la sua avventura diventando in poco tempo una realtà importante nell’ambito televisivo nostrano, con l’introduzione di cento nuovi canali che oggi sono cresciuti e arrivano ad ottenere punte di share del 9%.

A distanza di dieci anni l’azienda festeggia il compleanno tracciando un bilancio positivo che comprende oltre ottomila film trasmessi, l’introduzione del 3D e l’aumento costante di produzioni, e si autocelebra con la messa in onda di numerosi speciali per ripercorrere i dieci anni passati e i successi più grandi. Per l’undicesima annata che sta per iniziare sono previste alcune novità nonché qualche regalino per i fedelissimi, come la possibilità per i quattro milioni e settecentoottantamila abbonati di vedere il canale Classico in HD da ottobre senza pagare un canone a parte e accedere gratuitamente per tutto il mese di agosto a History HD.

Il pubblico pagante potrà poi godere della Premier League inglese sul nuovo canale Fox Sports HD, dei Mondiali 2014, delle Olimpiadi Invernali Sochi 2014 e del Motomondiale 2014 in semi esclusiva; ci sarà l’introduzione del Mosaico Bambini (clicca qui per maggiori info) per permettere ai genitori di controllare meglio la fruizione da parte dei più piccoli; Sky Tg24 passerà all’alta definizione (clicca qui per maggiori info), ci sarà l’introduzione del nuovo canale tematico Crime&Investigation (clicca qui per maggiori info) e ancora, ma forse soprattutto, l’arrivo di X Factor 7, MasterChef Italia 3, The Apprentice 2, Junior MasterChef Italia, Hell’s Kitchen Italia, I delitti del BarLume, 1992, Gomorra e Diabolik.

Aldilà delle varie innovazioni tecnologiche e della necessaria attenzione per i social network, che hanno segnato la crescita di questa realtà italiana, va riconosciuto a Sky l’aver contribuito a cambiare qualcosa di ormai radicato nel pubblico, ovvero il modo stesso di concepire la televisione ed il suo utilizzo. Grazie all’introduzione di My Sky (55% degli abbonati), Sky On Demand (che però non va oltre i 700 mila abbonati) e Sky Go (1,6 mln di abbonati abilitati) lo spettatore che lo desidera può gestire il tempo e lo spazio di visione in totale autonomia.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


The Walking Dead 8
The Walking Dead 8: è l’ora dello scontro – Anticipazioni


Sky
Sky, carcere e multa per chi evade il canone col «card sharing». Come funziona la truffa


Masterchef (2)
Intrattenimento Sky 2017/2018: i programmi in palinsesto su SkyUno, FoxLife e SkyArte


Gomorra 3
Palinsesti Sky 2017/2018: le serie e i film

6 Commenti dei lettori »

1. griser ha scritto:

24 luglio 2013 alle 16:08

La malizia sta negli occhi di chi vuol trovarla. Non vorrei essere scortese ma il titolo rimarcando il numero di abbonati sembra essere scritto con un tono negativo cone se 4 milioni e 780 mila fossero una cosa brutta. Ovvio mi scuso se l’impressione che ho avuoto è quella sbagliata



2. tonist ha scritto:

24 luglio 2013 alle 16:58

Con tutto il rispetto per Sky, gli obiettivi di News Corp non erano certo 4.780.000 abbonati (in flessione)…. ma 7-9 milioni.



3. Gvvd ha scritto:

24 luglio 2013 alle 21:25

Tonist e la fonte sarebbe? Pure io posso uscirmene col dire che la newscorp si aspettava 10-12 milioni di abbonati. Per il resto non si può non considerare cje in 10 anni gli abbonati sky sono sempre saliti e la flessione è arrivata nell’anno della più grande flessione economica degli ultimi 30 anni, pensare che l’economia sia in flessione e gli italiani hanno raggiunto il picco di povertà da decenni e sky contro queste logiche sarebbe cresciuta mi pare un calcolo un po’ fuori dalla realtà



4. Mattia Buonocore ha scritto:

24 luglio 2013 alle 21:30

@gvvd da qui a perdere il 5% dei proprio clienti però ce ne passa (considerando pure che dici che era sempre cresciuta anche in periodi economicamente poco floridi)



5. tonist ha scritto:

25 luglio 2013 alle 10:22

Gvvd

E’ sufficiente andare a rileggere le cronache e i retroscena ante e post nascita di Sky, all’epoca, per sapere quali erano i veri obiettivi di News Corp. Basta solo leggere e informarsi, per sapere le cose.



6. schumacherPRO ha scritto:

26 luglio 2013 alle 10:57

Attenzione che il MotoMondiale sarà esclusiva SKY dal 2014.

Invece nell’articolo è messo che è in semi esclusiva.

Non è vero. MEdiaset infatti punterà tutto sulla Superbike!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.