7
febbraio

LE INVASIONI BARBARICHE E L’”EMPATICO” MONTI

Mario Monti con Daria Bignardi alle Invasioni Barbariche

Mario Monti con Daria Bignardi alle Invasioni Barbariche

Era dall’uscita de “Il nome della rosa” di Umberto Eco che Daria Bignardi non si sentiva tanto ringalluzzita come di fronte al Presidente del Consiglio Mario Monti, ospite della terza puntata de Le Invasioni Barbariche. Dopo l’invito in apertura di Geppi Cucciari a distribuire termocoperte e assumere un San Bernardo in soccorso al pubblico presente in studio, il Senatore fa il suo ingresso al cospetto della “barbarica” Daria, ansiosa di sottoporre il Premier alla sua consueta e contundente intervista.

La tensione è palpabile, i toni sono seriosi ed eticamente impegnati: si parla di tasse, di sacrifici, della legittimazione delle coppie di fatto e, dulcis in fundo, di “empatia”. E’ questo l’epiteto preferito da Monti e sfoggiato, nel corso della serata, con la stessa sicurezza che mostrano i giocatori di Ruzzle nel rintracciare il termine prescelto e indispensabile per aggiudicarsi la partita. Finalmente l’atmosfera si distende, la Bignardi si diverte e offre al Senatore un piccolo e batuffoloso dono di pace: si tratta di Trozzi, il cucciolo di cane che la conduttrice vorrebbe far adottare al Premier che, da parte sua, si mostra lieto dell’iniziativa rimarcando la morbidezza e il manto soffice del cane che manco un rotolone Regina.

Il feeling è dietro l’angolo: con Trozzi, la Daria nazionale si è conquistata la fiducia di Mario Monti e, ora, può finalmente inaugurare un’intervista più lieta e briosa che ci porta a due sconcertanti certezze: entrambi vantano lo stesso numero di followers su Twitter ed entrambi ignorano le date del Festival di Sanremo. L’interrogazione prosegue con il nome della valletta che affiancherà Fabio Fazio all’Ariston, l’identità dei giudici di Masterchef, la squadra di serie A al primo posso in classifica, domanda, tra l’altro, elusa dal Professore chissà per quale motivo: a completare l’opera ci mancavano solo il nome della figlia di Balotelli e il numero esatto di chili persi da Geppi Cucciari.

Arriva la birra, i sorrisi si fanno sempre più sprezzanti e la Bignardi lancia l’ennesima sfida: riuscirà il Senatore Monti a scrivere un tweet in diretta tv? Dopo un’estenuante attesa, il tweet più lento del mondo debutta sul social network in attesa dell’entrata in studio di Geppi Cucciari e di una serie di quesiti ironici che, malgrado abbiano un certo mordente, non potrebbero mai superare “la strana coppia” Bignardi-Monti che ha dimostrato, nel corso della serata, un’“empatia” e un’assonanza di personalità e idee da veri complici in affari. La Bignardi è riuscita, oltre ad assicurarsi per la terza settimana consecutiva il podio ai Nuovi Mostri, a svelare un Mario Monti inedito, sensibile e a tratti autoironico abbattendo, finalmente, la staticità e il banale turpiloquio sgorgante in ogni talk show politico in periodo di par condicio. Talmente esaltante da sembrare studiato.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Mario Monti 1
MARIO MONTI CONTRO DARIA BIGNARDI: FU SCORRETTA A METTERMI IN BRACCIO UN CANE


le invasioni barbariche, pagelle
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (16-22/01/2012). PROMOSSI ITALIA’S GOT TALENT E ATTENTI A QUEI DUE, BOCCIATI ITALIA SUL 2 E CHIAMBRETTI


Mario Monti, In Onda
IN ONDA, PARENZO E LABATE SI CUCINANO MONTI


urbano-cairo-daria-bignardi
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (23-29/03/2015). PROMOSSI GEO E CASAROTTO, BOCCIATI ALTA INFEDELTA’ E LE INVASIONI

30 Commenti dei lettori »

1. Andrea ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 01:02

Posso dire che io invece ho visto tutto l’opposto?
Monti mi è parso più volte infastidito. Ha detto chiaramente alla Bignardi di averla trovata “fredda”, “algida”, e ha infine definito l’intervista “futile”.
Daria era un po’ tesa secondo me, saltava troppo spesso di palo in frasca senza curarsi particolarmente della risposta dell’intervistato. Subito dopo la consegna del cane si è persa una delle cose più interessanti e vere che stessero uscendo dalla bocca di Monti, a proposito dei cani che aveva avuto e del suo rapporto con loro…
Anche durante la fase Tweet lei è stata un po’ frettolosa, insistente… quasi antipatica quando ha sottolineato l’uso della parola “gasato”. Mario M. non mi sembrava molto entusiasta (“ma non è che mi sta prendendo in giro?” pronunciato, va detto, tra il serio ed il faceto).
La parola “empatia” mi pare sia stata sfoggiata più da lei che da Monti (dalla cui parola ripeto, mi sembrava un po’ infastidito).

Credo che Geppi abbia fatto un lavoro migliore.



2. Davide Maggio ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 01:29

D’accordissimo con te



3. osservatore ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 01:30

Intervista “surreale”
Monti a suo agio come un elefante in una cristalleria ( poi magari dopo un po’ di birra aveva anche incominciato a prenderci gusto)



4. Markos ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 08:23

Secondo me avete un po’ frainteso il comportamento di Monti: io l’ho visto divertito (eccetto forse nella parte delle domande) e a suo agio al 70%; mi è piaciuta l’adozione della cucciola Trozzi e in particolare sorprendenti i lunghi sorsi di birra ahah (della serie anche il Pres. Del Consiglio beve qualcosa di alcolico).



5. simonevarese ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 08:40

Sì certo, quindi la Bignardi non sa che settimana prossima non va in onda per il festival di Sanremo…



6. MisterGrr ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 10:02

mo’ tutti col cane si fan vedere. Che amarezza.



7. Nina ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 10:08

Non l’ho visto ma non riesco ad immaginarmi un Monti empatico.



8. aleb ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 11:09

Vedo che i consulenti di Obama stanno facendo un “buon lavoro” di propaganda pro-Monti da oltre due mesi: signori, questa intervista è stata solo un esercizio di propaganda che nemmeno l’Istituto Luce ai tempi del fascismo… insomma, siamo alla pornografia politica.



9. Nina ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 11:22

aleb: wow! Perfettamente d’accordo.



10. lara ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 12:00

mah insomma non esageriamo..pornografia politica, abbiamo visto di peggio in questi anni dai servizi sandwich dei telegiornali, a quelli subdoli dei talk show pomeridiani …etcetcetc
Io mi sono divertita nei momenti alla Stanlio e Ollio, deliziosamente impacciati e salvi grazie all’autoironia.
Dai, un’intervista che sicuramente non cambierà le scelte elettorali.
Detto ciò: Evviva il cane.



11. osservatore ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 12:04

Mi domando come si faccia a concordare con quanto dice mike/aleb non avendo neanche visto l’intervista?
Misteri italiani.
ps non credo che la Bignardi sia una persona manovrabile e non ho visto una cosa “preparata” a tavolino. E’ studiata ovviamente la svolta umana del Professore ma io a livello di propaganda e pornografia politica vedo altre cose..



12. Davide Maggio ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 12:11

osservatore: e chi ha detto che è preparata?



13. Nina ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 12:18

osservatore: dicevo in generale. Ma tu certe cose non le cogli. In questo blog siete sei uno dei due che trovo sempre privo di fantasia e privo di empatia. Eh sì mi tocca usare quel termine.



14. osservatore ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 12:20

un tu commentatore ha scritto
“questa intervista è stata solo un esercizio di propaganda che nemmeno l’Istituto Luce ai tempi del fascismo”
—-
Per fare propaganda fascista (frase molto forte) vuol dire che la Bignardi ha concordato un certo tipo di intervista con Monti ( preparata anche la mossa del cane)
Basta leggere i commenti precedenti…



15. aleb ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 12:23

x 10. lara
Fede, Brachino e Minzolini (tanto per citarne tre a caso) erano solamente tre poverini dilettanti (e chiedo scusa a Minzolini – l’ex Re degli scoop politici – per averlo messo nella stessa categoria del povero Fede e soprattutto di Brachino) se paragonati ai consulenti di Obama che adesso lavorano per Monti: a proposito, chi li paga questi consulenti? E chi paga la campagna elettorale di Monti? Vi ricordo che lo Stato italiano da i soldi ai partiti DOPO le elezioni, e non prima: quindi chi sta pagando la campagna, piuttosto costosa, di Monti?



16. Benettonese ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 12:26

D’accordissimo con l’articolo, finalmente un Monti sorridente (basti vedere Ballarò) e divertito dalle trovate della conduttrice che, malgrado abbia cercato di metterlo in difficoltà, si è mostrata più affabile e spontanea di quanto non fosse nelle precedenti puntate!!



17. MisterGrr ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 12:27

certo che possono evitare di dare la birra della LIDL, va beh che non è male, però una doppio malto sarebbe l’ideale.



18. aleb ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 12:27

x 11. osservatore
Eri in casa con me? Mi stavi spiando? Lo sai che sarebbe stalking? Ovviamente tu parli solo per dire cavolate… io ho visto quell’intervista e a me è sembrata una “cavolata studiata a tavolino”. Bignardi non manovrabile? Sei consapevole che alcuni degli azionisti “grossi” di Telecom Italia – azienda che paga lo stipendio alla Bignardi – pagano la campagna elettorale di Monti? Pensaci sopra…

Ah, ti avviso: ti querelo :D sei mi darai del “fan di Brachino” perchè se c’è uno che io caccerei a pedate da Mediaset… è proprio lui! Mi spiego: lui è il primo sulla lista (con Barbara e Federica subito dopo di lui) per vari motivi (legati alla gestione di Videonews che io non ho condiviso), ma non credo sia la sede adatta per parlarne.



19. osservatore ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 12:31

Come volevasi dimostrare avevo capito bene cosa voleva dire aleb…
( commento 17 inizio)
Ognuno si assume le responsabilità di quello che dice poi



20. aleb ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 13:39

x 19. osservatore
Mi stai minacciando, forse? DM, è forse falso che la Bignardi prende lo stipendio da Telecom Italia Media (l’azienda che gestisce La7) e che, quindi, esiste un conflitto d’interesse tra gli azionisti che finanziano Monti e le interviste che Monti ottiene in quel canale? Per anni la sinistra ha “rotto il cazzo” (cit.) a Berlusconi con la storia di Fede e del conflitto d’interesse… ora è il turno di La7 e Monti ;) !



21. elodie ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 13:42

Seguo Le Invasioni da sempre e apprezzo la Bignardi. L’intervista a Monti mi ha inizialmente “scioccata”, essendo stata inaspettatamente caratterizzata da poca politica e tanta “futile empatia”. Ho inizialmente pensato fosse un’occasione sprecata… Poi ho capito, però, che l’idea della Bignardi di impostare così l’intervista al Senatore aveva un suo perché: Monti, come gli altri candidati, è praticamente onnipresente in tv, in questo ultimo periodo, e si ritrova sempre a dare le stesse risposte alle stesse domande. Daria ha preferito evitare l’effetto replica, lasciando spazio ad un’intervista – forse sì – futile (complessivamente futile: alcune domande vere ci sono state, per esempio sui diritti civili e sulla tassazione), ma nuova. Le idee politiche di Monti già le sappiamo e il Senatore ce le ricorderà ancora in mille altre occasioni prima delle elezioni, quindi perché non dare un po’ di spazio al Monti finora inesplorato e incompreso (quello empatico, appunto)?



22. aleb ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 14:27

x 21. elodie
Molto più semplicemente, la Bignardi e La7 hanno adottato il “format Obama” per le interviste… tutto qui: insomma, i consulenti di Obama che seguono la campagna elettorale di Monti stanno facendo un buon lavaggio del cervello agli italiani… mia domanda: se lo stesso tipo – proprio uguale, uguale… – di intervista la facesse Brachino a Berlusconi, voi direste che è una buona intervista – esattamente come avete detto in questo caso – oppure direste che è una porcata? Devo rispondere io al tuo posto o ci arrivi da sola? Mi pare di sentire l’eco di “servo, venduto e corrotto” contro Brachino…



23. lara ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 14:31

aleb: sicuramente hai ragione nel domandarti/mi chi ci sia dietro alla candidatura Monti e quindi capire gli interessi economici in gioco, elemento che oltretutto riguarda l’insieme dei candidati in corsa e che pone un ragionamento approfondito.
Nel caso specifico di quest’intervista però concordo con elodie, un blocco televisivo che va preso per quello che è, forse meno seriamente di come si è fatto finora rispetto ai commenti dati.



24. WHITE-difensore-di-vieniviaconme ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 16:07

fantastico quando Monti preoccupato ha detto ” ma questa intervista vale per la parconidicio?”. hahahahah.



25. Nina ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 16:21

Quello che non riesco a capire è tutta questa indulgenza nei confronti di Monti. Accidenti è passato solo 1 giorno che Berlusconi si è fatto fotografare con una cagnetta che Monti fa lo stesso, anzi fa di peggio, e tutto viene liquidato come “simpatico”. Boh pare quasi che se non siete imboccati da qualche giornale le cose non vi facciano nessun effetto.



26. lara ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 17:02

Nina hai colto perfettamente il senso della discussione.
Il cane.



27. Andrea ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 17:39

Preciso per chi non avesse visto: la storia del cane è stata introdotta da “dato che Berlusconi ha posato col cane perché non lo fa anche lei?”, non è stata presentata come l’idea geniale del secolo.

Io non ci ho visto un’intervista fascista/asservita o quant’altro. Solo un’intervista venuta un po’ malino.



28. elodie ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 18:00

aleb, commento 22: che atteggiamento aggressivo! Comunque cercherò di risponderti. Nel mio commento, ho spiegato d’aver apprezzato l’elemento di novità, non Monti; ho commentato un’intervista televisiva, particolare e inaspettata, non il politico. Pertanto non capisco il tuo attacco politico. Per quanto riguarda B., le interviste futili lui le ha già fatte: prima fra tutte quella della D’Urso, poi tutte le altre (Santoro, Floris, ecc.). Sì, anche queste ultime sono state “interviste futili”, perché B. ha puntato sullo show (ora “empatia”), oltre che sul suo proverbiale populismo, piuttosto che sul tentativo di dimostrare “consistenza politica”. Monti mi sorprende se si cimenta con l’empatia; B. invece mi avrebbe sorpresa se avesse saputo rispondere alle domande di Floris, che – numeri alla mano – gli chiedeva dove prenderà i soldi per restituire l’IMU.
Nina: concordi con aleb (commento 9), nonostante tu non abbia visto il programma (lo ammetti nel commento 7). Poi, nel commento 25, ti stupisci per il fatto che Monti abbia preso in braccio un cane, secondo te, per imitare B., senza sapere che la scenetta del cane alle Invasioni è stata pensata proprio per mettere Monti alla “prova dell’empatia”, con un evidente (e dichiarato!) riferimento a B. e al suo cane. Scusa, ma l’impressione è che tu stia parlando un po’ a vanvera e i tuoi commenti lasciano davvero il tempo che trovano.



29. CriCri ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 18:04

Secondo me, Monti e la Bignardi sono fatti l’uno per l’altra!! Malgrado alcune forzature, l’intervista è risultata piacevole e ironica: finalmente un leader politico che si concede ad un confronto lontano dalla serietà e dall’eccesso di retorica dei salotti TV. Articolo bellissimo, complimenti a DM!



30. Nina ha scritto:

7 febbraio 2013 alle 18:41

elodie: ma cosa vuoi da me? Sono mesi che ti sopporto mentre mi stai addosso come una piattola. Ti prego di piantarla qui che il mio tempo è troppo prezioso per sprecarlo con te. Grazie.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.