7
novembre

IL NUOVO PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI E’ BARACK OBAMA

Barack Obama

Update ore 5.15: Barack Obama è stato rieletto Presidente degli Stati Uniti d’America. Resterà in carica per i prossimi quattro anni. La sua prima dichiarazione dopo la vittoria è avvenuta via Twitter: “è successo per merito vostro. Grazie”. A dare l’annuncio del risultato, l’emittente Msnbc seguita da Cnn, Nbc e Fox.

Giovane, bello, e anche abbronzato. Barack Obama ci riprova, allunga il passo verso la Casa Bianca. Ma oggi il suo «yes, we can» più che un sogno è una speranza. Lo sfidante Mitt Romney, infatti, lo incalza a stretto giro. La lunga notte a stelle e strisce è iniziata con la consapevolezza che le elezioni Presidenziali negli Usa saranno un testa a testa agguerritissimo, destinato a sbloccarsi solo con passare delle ore. D’un tratto, ci siamo scoperti mezzi americani, tutti incollati al televisore per seguire in diretta lo spoglio delle schede che decreteranno chi sarà il nuovo Mr. President.

Ad aprire la lunga maratona elettorale è stato Bruno Vespa, con una puntata speciale di Porta a Porta protrattasi fino all’alba. Il conduttore ha allestito una curiosa trasposizione in salsa italica degli schieramenti repubblicano e democratico: da una parte Angelino Alfano, dall’altra l’Obama in fieri Matteo Renzi, apparso in collegamento con un poster di Barack alle spalle. That’s Italia. Punto di forza per il Vespone, gli interventi di Monica Maggioni da Washington, capaci di sprovincializzare un po’ il dibattito. Nel corso della nottata, su Rai1 si susseguono vari ospiti.

Intanto, su La7, Enrico Mentana presiede un approfondimento dei suoi, con ospiti del calibro di Corrado Formigli, Alberto Alesina, Carlo Rossella e dell’obamiano de Roma Walter Veltroni. La trasmissione, come di consueto, è improntata soprattutto sul dibattito e l’effetto narcotico è dietro l’angolo. D’un tratto l’atmosfera si scalda, volano scintille tra Giuliano Ferrara e Lucia Annunziata, mentre si apprende che il Kentucky e l’Indiana vedono Romney in vantaggio, l’Ohio invece è in bilico. A notte inoltrata, Obama sembra ormai ad un passo dalla vittoria, così l’Elefantino (filo- repubblicano) sgancia 100 euro a Mentana, come pegno di una scommessa persa.

Sul fronte dei canali all news, SkyTg24 antepone il flusso delle notizie live ai commenti e si collega con Emilio Carelli. All’1 di notte, su Tgcom24 è scattato uno speciale condotto da Annalisa Spiezie: la testata diretta da Mario Giordano, in particolare, ha utilizzato una grafica esplicativa (con percentuali di voto e colori diversi per gli sfidanti), in uno stile più vicino a quello delle emittenti d’oltreoceano.

In generale, il panorama offerto dallo zapping elettorale è stato quello di una serie di trasmissioni che hanno ingannato il tempo con analisi di politica internazionale e considerazioni generiche. In attesa delle percentuali, qualcuno ha ripiegato su servizi di cronaca, altri invece hanno dato voce alle opinioni di “americanisti” più o meno improvvisati. Così, accanto all’apprezzabile sforzo giornalistico dei nostri media, ogni trasmissione ha avuto suoi tuttologi a stelle e strisce. Quanti bastavano a riempire la notte lunga del nuovo Presidente americano: ancora lui, Barack Obama.

..:: Il meccanismo di voto:

Obama qui, Romney là… In tv ciascuno dice la sua, ma è raro ascoltare qualcuno che spieghi al pubblico il meccanismo elettorale statunitense, cioè il principale ‘responsabile’ del ping pong di dati che si articolerà sino a domattina (e forse pure oltre). L’elezione del Presidente Americano, infatti, non è diretta: in ogni stato i cittadini votano per un ticket (Presidente+vice) ma la loro preferenza va al collegio dei Grandi Elettori ad esso associato. Vince chi conquista 270 voti elettorali. Poi scatta la seconda fase: il lunedì dopo il secondo mercoledì di dicembre, i Grandi elettori si riuniscono per esprimere la preferenza ed eleggere effettivamente il nuovo Presidente.



Articoli che potrebbero interessarti


Barack Obama vs Mitt Romney
BARACK OBAMA VS MITT ROMNEY: RISULTATI DELLE ELEZIONI AMERICANE IN DIRETTA TV. ECCO GLI APPUNTAMENTI


Game Change
GAME CHANGE: SU RAI3 IL RITRATTO NON AUTORIZZATO DI SARAH PALIN


Al Bano
Al Bano annuncia il ritiro dalle scene il 31 dicembre 2018 – Video


Luigi Di Maio
Di Maio vs Renzi: su Twitter si accordano per un confronto in TV il 7 novembre. Il pentastellato vorrebbe sfidarsi a DiMartedì:«È la trasmissione più vista in prima serata»

18 Commenti dei lettori »

1. Giuseppe ha scritto:

7 novembre 2012 alle 03:58

Per il bene di tutti spero prevalga Obama. A metà dello spoglio elettorale c’è un leggero vantaggio di Romney che si va riducendo.



2. Giuseppe ha scritto:

7 novembre 2012 alle 05:34

Beh, Obama l’ha spuntata di nuovo: rieletto con 274 voti elettorali contro i 201 di Mitt Romney. Mi pare di indovinare di cosa si parlerà in televisione anche nelle prossime ore…



3. Terenzio ha scritto:

7 novembre 2012 alle 05:35

SONO SODDISFATTISSIMO CHE è RIMASTO ” OBAMA ! UNO di NOI ! UNO CHE VIVE TRA LA GENTE X LA GENTE ! Grazie ………….



4. Giuseppe ha scritto:

7 novembre 2012 alle 05:48

Però Romney ha ottenuto il 51% del voto popolare rispetto al 48% di Obama.



5. Marco Leardi ha scritto:

7 novembre 2012 alle 05:53

Romney temporeggia nell’ammettere la sconfitta. Il voto popolare è una delle contraddizioni americane (o forse no, tutto coerente..).



6. isolano ha scritto:

7 novembre 2012 alle 05:55

Obama sia.. ora però non c’è più il sogno americano.. dovrà affrontare problemi concreti.



7. Anoni ha scritto:

7 novembre 2012 alle 08:09

Tutti a inneggiare Obama. Ma cosa ha fatto di concreto negli anni passati? Poco…

Ormai l’America, così come l’Italia, è un paese ingovernabile: troppi problemi e troppe persone da mettere d’accordo.



8. Nina ha scritto:

7 novembre 2012 alle 10:38

Anoni: ti stupisci? Ma figurati è un mondo di conformisti. Poi se pensi che tanti si informano su Radio Deejay.



9. libus ha scritto:

7 novembre 2012 alle 11:11

nonostante la spiegazione, non ho ancora ben capito come funzionano queste elezioni o.O



10. Vince ha scritto:

7 novembre 2012 alle 14:43

Obama ha vinto e alla fine ha preso anche più voti in assoluto.
Senza rimarcare le importanti riforme che ha portato negli Usa (cito a caso: Obamacare sulla sanità, riforma dei mercati finanziari, diritti civili per i gay, salvataggio industria auto, nuovo piano energetico nazionale), a noi europei dovrebbe interessare soprattutto il suo appoggio alla Ue nella lotta alla crisi.

Ecco perché qui da noi molti hanno tirato un sospiro di sollievo.



11. mugnezz ha scritto:

7 novembre 2012 alle 15:46

ha vinto obama , adesso l’america è spacciata !!!



12. giaco ha scritto:

7 novembre 2012 alle 17:59

Auguri Obama! Ho tifato x te! Se è stato riconfermato vuol dire ke merita!



13. Valerio ha scritto:

7 novembre 2012 alle 19:02

A fare la maratona elettorale c’erano anche la Berlinguer con Linea Notte su Raitre e Corradino Mineo su RaiNews. Nonostante tutta questa pubblicità a TgCom da parte del blog va menzionato che sia RaiNews che Raitre hanno dato maggiore copertura alla notte elettorale e sia Berlinguer, Mineo e Mentana ma anche Vespa sono partiti con la diretta molto prima di Mediaset.



14. Marco Leardi ha scritto:

7 novembre 2012 alle 19:13

@Valerio. Quella della pubblicità è una cretinata, e lo sai bene. In ogni caso, in un precedente articolo (che trovi pure suggerito sotto post) abbiamo parlato di tutti i principali appuntamenti… Linea Notte e Rainews compresi! Che Mediaset abbia cominciato all’una è stato detto nel pezzo.



15. Nina ha scritto:

7 novembre 2012 alle 19:25

Valerio: fatti un blog in cui segnali tutte le cose giuste tu.



16. mugnezz ha scritto:

8 novembre 2012 alle 01:02

parliamone tra 4 anni !!!



17. Valerio ha scritto:

8 novembre 2012 alle 04:30

@ Nina: fattelo tu il blog così smetti di tediare chi non la pensa come te cioè almeno un 70 % dei lettori di questo blog con cui periodicamente entri in discussione.

@ Leardi: L’ho letto ma che c’entra con questo altro post dove si ricitano tutti tranne Raitre e RaiNews? Per questo parlavo di «pubblicità» per la maratona Mediaset, in senso promozionale. Precisando che da una all news come quella Mediaset mi sarei aspettato che cominciasse presto come le competitor.



18. Nina ha scritto:

8 novembre 2012 alle 10:47

Valerio: non ci penso proprio! Adoro questo blog, la redazione è gentilissima, mi tratta benissimo, pubblica quello che scrivo che ragione avrei? Io non tedio proprio nessuno anzi, facciamo sempre delle discussioni creative. A differenza delle tue in cui continui sempre ad accusare le persone di cose fantasiose e di complotti vari.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.