11
luglio

ROMA FICTION FEST, IN UN ECCESSO DI PREMIAZIONI LA FICTION ITALIANA RIMANE A BOCCA ASCIUTTA: FAVINO RIFIUTA IL PREMIO, PREMIATA SOLO “NON PENSARCI”. ALESSANDRA MASTRONARDI E GABRIEL GARKO I MIGLIORI ATTORI (PER I LETTORI DI SORRISI. E PER FORTUNA)

Roma Ficton Fest 2009 - Eric Dane e Justin Chambers

Si chiude stasera la terza edizione del Roma Fiction Fest, un’edizione segnata dal successo di pubblico (battuto ogni record di presenza con più di quarantamila spettatori) e dal trionfo, in qualità di miglior miniserie e prodotto in assoluto, di Burn up, thriller ambientalista della BBC. A tenere banco, però, a poche ore della cerimonia di chiusura, è il clamoroso gesto di Pierfrancesco Favino che, premiato nel corso della serata di ieri come migliore attore in una miniserie, per la fiction Pane e Libertà, nell’ambito del concorso Fiction italiana edita (qui tutti i vincitori), ha ringraziato ma ha rifiutato il premio, in segno di protesta per la scomparsa del Fondo Unico per lo Spettacolo. Un gesto forte, questo, ma compreso persino da Gesualdi, presidente della fondazione Lazio per lo Sviluppo dell’audiovisivo, vista la validità della motivazione addotta, e che siamo sicuri non mancherà di far discutere.

Ma Roma Fiction Fest è soprattutto sinonimo di premi e premiazioni, davvero un’infinità: più di cinquanta i riconoscimenti assegnati che, purtroppo, finiscono solo per nuocere, svilendo la manifestazione. Per quanta riguarda il Concorso Internazionale, quello più prestigioso, i cui premi saranno consegnati stasera, oltre a Burn up, a farla da padrone, con quattro premi, Buddenbrooks, coproduzione austriaca, tedesca e francese. Tre premi, invece, per Burn Up, e per il francese La Journee de la Jupe. A bocca asciutta o quasi la fiction italiana premiata solo con Non Pensarci, vincitore di un premio speciale.

Oltre ai suddetti riconoscimenti, stasera saranno assegnati i premi dei lettori di Tv Sorrisi e Canzoni che hanno scelto, udite udite, Alessandra Mastronardi e Gabriel Garko come migliori attori, I Cesaroni come miglior serie lunga, Belli Dentro e Un posto al sole, rispettivamente, come miglior sitcom e soap operas.

Vediamo, di seguito, nel dettaglio i premi, delle categorie più importanti, del Concorso Internazionale:

Sezione Factual (Giuria: Wilma Labate – presidente – Alessia Ratzenberger, Mateusz Werner):

  • Migliore opera Factual: TRZECH KUMPLI – THREE BUDDIES (Polonia, 2008)
  • Menzione Speciale a: STEAL THIS FILM II

Sezione Tv Movie (Giuria: Italo Moscati – presidente- Chiara Gamberale, Ralph Palka):

  • Miglior prodotto televisivo: BUDDENBROOKS (Germania/Austria/Francia, 2008)
  • Menzione Speciale a: C.C.Д. (S.S.D) (Russia, 2008)
  • Miglior attrice protagonista:  Isabelle Adjani (nel ruolo di Sonia Bergerac) per LA JOURNEE DE LA JUPE
  • Miglior attore protagonista: Mark Waschke (nel ruolo di Thomas Buddenbrook) per BUDDENBROOKS

Sezione Miniserie (Giuria Elena Stancanelli – presidente- Alfredo Moroni, Tommaso Tessarolo):

  • Miglior prodotto televisivo: BURN UP (UK, 2008)
  • Miglior attrice protagonista: Wunmi Mosaku (nel ruolo di Joy) per MOSES JONES
  • Miglior attore protagonista: David Fox (nel ruolo di Benjamin Ford) per ACROSS THE RIVER TO MOTOR CITY – November Conspiracy

Sezione Lunga Serie (Giuria Hill Harper – presidente- Enrico Della Rosa, Davide Dileo):

  • Miglior prodotto televisivo: LONDYNCZYZY (Polonia, 2008)
  • Miglior attrice protagonista: Klariza Claiton per SKINS III
  • Miglior attore protagonista: David Threlfall per SHAMELESS VI
  • Premio Speciale a:  NON PENSARCI (Italia, 2009)

 Premi Trasversali (Giuria: i presidenti delle tre giurie):

  • Premio unico RomaFictionFest al produttore e al broadcaster del miglior prodotto in assoluto: BURN UP (UK, 2008)
  • Miglior attrice non protagonista: Natalia Ryicka per LONDYNCZYCY
  • Miglior attore non protagonista: Marc Warren per BURN UP
  • Migliore regia: Heinrich Breloer per BUDDENBROOKS


Articoli che potrebbero interessarti


Lallieva
L’Allieva 3 ci sarà. Le novità


PIERFRANCESCO FAVINO
QUALUNQUE COSA SUCCEDA: FAVINO SARA’ GIORGIO AMBROSOLI PER RAI1


rOMA FICTION FEST TerraNova
ROMA FICTION FEST 2011: NELLA TERZA GIORNATA L’ATTESA ANTEPRIMA DI TERRA NOVA DI SPIELBERG E IL CAST DI CENTOVETRINE


Roma Fiction Fest 2011
ROMA FICTION FEST 2011: GRANDE ATTESA PER TUTTI PAZZI PER AMORE 3, AREA PARADISO E UN NATALE PER DUE

5 Commenti dei lettori »

1. andy ha scritto:

12 luglio 2009 alle 01:45

cosa ne pensi di chi ti copia i file per farsi indicizzare su google?



2. Andrea80 ha scritto:

12 luglio 2009 alle 17:00

Ecco svelato il mistero….
Soltanto degli incompetenti potevano votare Garko e Mastronardi come migliori attori di fiction!! MAI un esperto avrebbe commesso una tale eresia….ed io che avevo in precedenza ipotizzato casi di ubriachezza durante il voto……pensa te!!!!!



3. Mattia Buonocore ha scritto:

12 luglio 2009 alle 19:09

@ Andrea 80 :-)



4. Danilo ha scritto:

13 luglio 2009 alle 10:11

Sono d’accordo con Andrea80 sul fatto che premiare Garko come miglior attore è veramente vergognoso, se recita lui posso recità anch’io… Sulla Mastronardi invece sono contento perchè se lo merita, è una bravissima attrice e sopratutto giovanissima, può imparare ancora tanto!!



5. Mattia Buonocore ha scritto:

13 luglio 2009 alle 11:35

@ Danilo 80 be ci sarà in Italia qualche attrice di fiction( anche giovane) più brava della Mastronardi… Concordo sul fatto che Garko non sia il migliore ma in alcune occasioni (le fate ignoranti) ha dimostrato di non essere” vergognoso”.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.