24
settembre

Don Matteo: il Don Massimo di Raoul Bova va in moto ed è senza tonaca

Raoul Bova, il regista Riccardo Donna e Nino Frassica

Raoul Bova, il regista Riccardo Donna e Nino Frassica

Fuori uno, dentro l’altro, senza soluzione di continuità. E, soprattutto, senza sovrapposizioni: se qualche giorno fa Terence Hill ha salutato per sempre il set di Don Matteo, nelle scorse ore il suo successore Raoul Bova ha girato le sue prime scene, in una staffetta che di fatto esclude l’incontro in scena e un passaggio di testimone “fisico” tra i due. Che in comune, almeno all’apparenza, sembrerebbero avere poco.

L’uscita di scena del prete più famoso sarà improvvisa e il nuovo protagonista della fiction Lux Vide, Don Massimo, arriverà proprio per indagare e capire cosa gli è successo. Le prime foto dal set confermano ciò che era trapelato in questi ultimi giorni: nessun abito talare per il personaggio di Raoul Bova che, colletto bianco e croce di legno al collo a parte, con il suo look sportivo total black in scena somiglia più ad un poliziotto in borghese, mentre discute con il maresciallo Cecchini (Nino Frassica). Inoltre, l’iconica bicicletta sparirà per lasciar spazio ad una ben più moderna motocicletta, con la quale il nuovo venuto si sposterà in città e stare un po’ più al passo coi tempi (qui tutto ciò che già sappiamo sul suo passato).

L’attore romano si è preparato a questo nuovo ed importante impegno insieme ad una guida spirituale, Don Carlo, che lo ha aiutato ad entrare nel personaggio. Ad onor del vero, Bova non è nuovo ai ruoli religiosi, basti pensare che uno dei titoli più importanti che ha in curriculum è (San) Francesco, ma sentiva “l’esigenza di fare un passo verso un ascolto, verso un personaggio che mi desse la possibilità di cambiare“, come ha avuto modo di dichiarare ai microfoni di Rtl 102.5.

Bova ha anche ammesso di non aver partecipato ai festeggiamenti per il commiato di Terence Hill, lasciando al collega tutta l’intimità e lo spazio necessari, pur essendo già a Spoleto da qualche tempo, per “respirare l’aria del set e fare prove trucco e costumi”. Intanto, la sua entrata nella grande famiglia Lux Vide, iniziata a Mediaset con Buongiorno, Mamma! e entrata nel vivo in Rai con Don Matteo, sembra riservare altre sorprese: l’attore, infatti, dovrebbe anche essere nel cast del Sandokan di Can Yaman, per interpretare il colonnello William Fitzgerald.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Terence Hill - Don Matteo
Via Don Matteo, dentro Don Massimo. Terence Hill: «Raoul Bova sarà il mio successore e poi si svelerà perché io scompaio»


Raoul Bova in Ultima gara
Don Matteo 13, Raoul Bova pronto alla staffetta con Terence Hill: «Sto cercando il modo più rispettoso per entrare nella serie»


Raoul Bova
Raoul Bova sarà il “nuovo Don Matteo”


Giancarlo Magalli
Giancarlo Magalli diventa vescovo in Don Matteo 13. Sarà il consigliere di Raoul Bova

1 Commento dei lettori »

1. stefano72 ha scritto:

24 settembre 2021 alle 14:22

quindi hanno copiato Grantchester!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.