11
novembre

Caso Tony Colombo, Giletti ancora contro la D’Urso: «E’ un dato di fatto che chiamasse Tina ‘principessa’. Mi chiedo come si faccia»

Non è L'Arena, Massimo Giletti

Massimo Giletti non ci è girato attorno. Non più. E, ieri sera, il nome di lo ha fatto esplicitamente. Approfondendo gli sviluppi dell’inchiesta giornalistica sul matrimonio di Tony Colombo e Tina Rispoli, il conduttore di La7 è tornato a fare la ramanzina alla collega di Mediaset, che aveva dato spazio ai due sposi nelle sue trasmissioni senza soffermarsi sugli aspetti più controversi della loro storia (Tina è infatti vedova del boss Gaetano Marino). A Non è L’Arena è stato anche trasmesso un audio, reperito da Fanpage.it, in cui Colombo sostiene di aver ricevuto dei soldi per le riprese tv del proprio matrimonio. 

Nel documento inserito nell’inchiesta giornalistica ‘Camorra Entertainment‘, proposto ieri sera da Giletti, il cantante neomelodico afferma:

A me quello che interessa in questo momento è Mediaset, perché per l’esclusiva di Barbara mi hanno dato un botto di soldi per venire al matrimonio e questa è una delle cose più importanti che facciamo al matrimonio (…) Ogni cosa che io faccio con loro, mi pagano“.

Parole che il conduttore di La7 ha subito commentato così:

Tra gli ospiti e i programmi televisivi c’è spesso un rapporto di connivenza e convenienza. ‘Tu vieni da me, mi garantisci degli ascolti, io ti do dei soldi, eccetera…’. Poi in questo passaggio abbiamo sentito Tony Colombo che dice di aver ricevuto un botto di soldi. Noi non possiamo sapere se è vero o se è millantato, perché quello lo dice lui. Però certamente che fosse tante volte lì, che il suo matrimonio sia stato ripreso in diretta televisiva, che Barbara D’Urso avesse la coroncina e la chiamasse ‘principessa’ (Tina Rispoli, ndDM), è un dato di fatto“.

In passato, occupandosi del medesimo argomento, Giletti non aveva esplicitamente nominato la collega di Canale5, pur riferendosi con ogni evidenza a lei; ieri, invece, l’ha chiamata in causa in maniera diretta. Sui rapporti televisivi di “connivenza e convenienza”, tuttavia, proprio su queste pagine avevamo evidenziato come nemmeno il conduttore di La7 potesse ergersi a dispensatore di lezioni (maggiori info qui).

Anche in un altro passaggio, il conduttore ha infilzato la D’Urso:

Io mi chiedo come si faccia a fare certe cose, perché poi ognuno di noi si deve assumere delle responsabilità, soprattutto quando ribadisci: ‘lavoro sotto testata giornalistica’. Se fai il varietà, per me fai tutti gli sbagli che vuoi, ma quando continui a dire ‘Siamo sotto testata giornalistica’, non è che lo si dice per caso. Non c’è il rischio in questo modo di normalizzare una realtà che andrebbe messa non sotto una lente d’ingrandimento, ma molto di più?“.

Sia chiaro: non stiamo affatto negando che, con il filone ‘Camorra e showbiz’, Giletti stia facendo un buon servizio informativo. Al netto delle ragioni di fondo, però, avremmo evitato l’atteggiamento supponente da primo della classe.



Articoli che potrebbero interessarti


https://www.davidemaggio.it/archives/178916/caso-prati-giletti-durso
Caso Tony Colombo, Giletti bacchetta (ancora) la D’Urso: «A che gioco gioca questa televisione?»


Giletti Corona
Massimo Giletti bacchetta la D’urso ma forse dimentica qualcosa…


Massimo Giletti
Massimo Giletti, nuovo attacco alla D’Urso: «Ma siamo sicuri che sia sotto testata giornalistica? Essere giornalisti è tutt’altra cosa»


Massimo Giletti, Non è L'Arena
Caso Prati, Giletti (quoque tu!) contro la D’urso: «Perché programmi sotto testata sfruttano queste cose?»

4 Commenti dei lettori »

1. controcorrente ha scritto:

11 novembre 2019 alle 18:23

Giletti non e’ uno stinco di santo.. anche lui i suoi Corona e le sue Malene ..le ha avute… ma sula D’Urso ha ragione da vendere.. e apprezzo la sua presa di posizione… una condanna cosi’ dura da un collega.. se davvero sincera.. perche’ no.. in tropi si trincerano dietro la scusa “non parlo male dei colleghi”.. bravo Giletti



2. Marco Urli ha scritto:

11 novembre 2019 alle 19:58

Giletti avrà anche ragione ma rimane il fatto che entrambi si rincorrono sugli stessi argomenti, e che argomenti!



3. Patrick ha scritto:

12 novembre 2019 alle 02:07

Lui continua a dimostrare del coraggio da vendere. Proprio lui parla di giornalismo con quello che fa lì. Che personaggio patetico, la D’Urso al maschile che cerca di dare lezioni a quella originale. RIDICOLO.



4. Gio77 ha scritto:

12 novembre 2019 alle 14:17

Apprezzo che Giletti si scagli contro la tv della D’Urso, visto che si spinge sempre più il limite della decenza. Tuttavia, anche lui non disdegna a volta di invitare certi personaggi, a cui non dovrebbe essere dato neanche il microfono. Comunque, apprezzo il gesto, è ora di darsi una calmata prima che sia troppo tardi…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.