8
settembre

Linea Verde e Linea Verde…va in città: su Rai1 tornano le rubriche «green» del week end

Conduttori di Linea Verde e Linea Verde...va in città

Conduttori di Linea Verde e Linea Verde...va in città

Con l’arrivo della nuova stagione ritornano su Rai1 gli appuntamenti itineranti del weekend dedicati all’agricoltura, all’enogastronomia e al territorio. Si parte sabato alle 12.20 su Rai1 con Linea Verde… va in città, rubrica incentrata sul racconto delle nuove frontiere dell’agricoltura nelle città italiane e nei loro dintorni, e si prosegue la domenica alle 12.20 su Rai1 con il tradizionale Linea Verde, appuntamento dedicato alla scoperta del territorio, della biodiversità e delle eccellenze agroalimentari del nostro Paese, in onda sin dal lontano 1981. 

Linea Verde… va in città

Linea Verde… va in città, che dallo scorso anno (con il titolo Linea Verde Sabato) ha preso con successo il posto della puntata del sabato de La Prova del Cuoco, sarà condotta ancora una volta da Chiara Giallonardo e Marcello Masi (impegnato anche nel pomeriggio del sabato su Rai2 con la rubrica Signori del Vino), con la partecipazione di Federica De Denaro, ed avrà come missione quella di seguire e promuovere la vocazione green, urbana e metropolitana, che sta sempre più prendendo piede nel nostro Paese. Innovazione, marketing del territorio, promozione di nuove culture del vivere saranno i punti di riferimento più importanti di questa nuova edizione che riparte il 9 settembre da Bolzano, città dall’anima medievale ma proiettata nel futuro, dove molti rivendicano con orgoglio origini contadine.

A settembre Bolzano diventa un enorme campo di vendemmia perché la terra entra nella città, con vere e proprie enclave agricole, soprattutto vitivinicole. Chiara Giallonardo e Marcello Masi si lasceranno trasportare in questo mondo antico e moderno, per incontrare sapori, linguaggi, volti, tradizioni e soprattutto persone custodi dell’ambiente. Città di confine tra tradizione tedesca e creatività italiana, Bolzano si rivela vero e proprio melting pot di ricerca, buon uso del territorio, ricerca della sostenibilità, ma anche di sapori e fragranze di ogni tipo.

Linea Verde

Per il quarto anno consecutivo Patrizio Roversi e Daniela Ferolla tornano a viaggiare per l’Italia per raccontare l’agricoltura e il territorio nello storico appuntamento domenicale di Linea Verde, al via il 10 settembre. Il loro viaggio -  anticipato come di consueto dalla sigla, l’inconfondibile Il viaggio a Reims di Gioacchino Rossini – inizierà dalla Puglia, dalla terra delle Gravine che si trovano tra Laterza, Ginosa, Massafra, Castellaneta e la costa ionica. Queste fratture della terra hanno dato rifugio sin dal neolitico all’uomo dando vita alle prime comunità agricole. Daniela Ferolla andrà dalla gravina di Laterza, che è il canyon più grande d’Europa, a Ginosa e il suo quartiere della Rivolta, nelle cui grotte-case si è abitato fino alla fine degli anni ’50. Patrizio Roversi racconterà le gravine dall’alto, la coltivazione dell’uva da tavola di cui la Puglia è una delle maggiori produttrici e tenterà di entrare nella leggendaria grotta del mago Greguro.

Meteo Verde

All’interno di entrambe le edizioni di Linea Verde, e al mercoledì dopo l’edizione del Tg1 Flash delle 9.30, tornerà inoltre il consueto spazio con le previsioni del tempo Meteo Verde.



Articoli che potrebbero interessarti


linea-verde-patrizio roversi
Patrizio Roversi, fatto fuori da Linea Verde: «Non ho ricevuto spiegazioni. Mi sento un esodato»


Daniela Ferolla
Daniela Ferolla a DM: «Sono l’unica donna ad esser resistita così tanto a Linea Verde. Al mio fianco arrivano Federico Quaranta e Peppone»


Daniela Ferolla
Daniela Ferolla a DM: «Il vero lusso è il ritorno alla terra. Basta ridicolizzare le Miss, ci vuole rispetto per il talento della bellezza»


Conduttori Linea Verde 2016-2017
LINEA VERDE: IL VIAGGIO DI FEROLLA E ROVERSI RIPARTE ALLA SCOPERTA DELLA MELA DEL FUTURO

1 Commento dei lettori »

1. Ugo Bertolami ha scritto:

30 settembre 2017 alle 14:17

Linea Verde 30/09/2017
Sabato 30 novembre, sto a tavola con una decina di amici. Accendo la televisione e vi è la vostra trasmissione che parla del territorio di Amatrice. La vostra inviata sta intervistando un ragazzo ( ex alpino e cuoco ) intento a preparare la “matriciana”. Tutto bene: siamo interessati in quanto qualche mio amico è di quelle parti. Ad un certo punto la giornalista si intromette e dice che vuole aiutare il cuoco!?
Aiutare un cuoco per una matriciana!?
Il povero ragazzo, che aveva solo messo il guanciale nella padella, viene estromesso dal proprio ruolo preso dalla giornalista che prende la padella e con una specie di innaturale moncherino della mano sinistra gira con un cucchiaio di legno il guanciale nella padella!
Ma che senso ha? Perché la giornalista non si è limitata al suo ruolo di intervistatrice?
Tutti sono stati d’accordo a definire la cosa “ invadente e presuntuosa”. Un mio amico mi ha detto che tale comportamento è comune a tutte le puntate: la giornalista si sostituisce sempre ai vari cuochi, sempre messi da parte, nel mostrare le varie ricette.
Insomma una trasmissione rovinata da troppa presupponenza veramente antipatica.
B.U.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.