2
marzo

RAI PREMIUM DI NUOVO A TUTTA FICTION (O QUASI)

Rai Premium

Per andare avanti qualche volta bisogna tornare indietro, si dice così. E, se dovessimo trovare un canale che incarni questo motto nel panorama televisivo italiano, quel canale sarebbe senz’altro Rai Premium, che negli ultimi tempi sta effettuando un ritorno alle origini, perse nei meandri di una sperimentazione senza capo né coda che negli scorsi anni lo ha penalizzato.

Rai Premium: nuovamente tante fiction italiane in palinsesto

Il canale 25 dtt aveva abbandonato passo dopo passo la programmazione per veri affictionati che ne aveva definito l’identità per trasmettere tante serie straniere, anche crime, che delusero non poco e non pagarono neanche da un punto di vista auditel. Un po’ alla volta, però, e dopo numerosi e fallimentari esperimenti, Rai Premium ha ritrovato la vecchia via, inserendo in palinsesto antichi sceneggiati che di sicuro gli amanti della serialità nostrana avranno avuto modo di apprezzare.

Oggi le fiction “moderne” sono finalmente tornate protagoniste della programmazione, che vanta un’offerta molto eterogenea e variegata, sicuramente più del trapassato in cui alcuni titoli avevano trovato un posto quasi a tempo indeterminato. Certo, neanche adesso manca la messa in onda di Un Medico in Famiglia al pomeriggio, ma si spazia dalle soap in replica quali Un posto al sole, Ricominciare e Cuori Rubati, agli evergreen come I ragazzi del muretto, Vento di Ponente e Il maresciallo Rocca, alle miniserie e perfino alle opere contemporanee, tipo Una Grande Famiglia, Tutto può succedere e, fino alla scorsa settimana, Il Paradiso delle Signore.

Rai Premium: un canale diviso tra fiction ed intrattenimento

Rai Premium, però, conserva saldamente la sua funzione d’appoggio per i varietà ed i principali programmi di intrattenimento delle reti generaliste Rai, di cui trasmette sovente le repliche in prime time come avvenuto per esempio quotidianamente con l’ultimo Festival di Sanremo. E, insieme alle produzioni originali come Mr Premium, continua a fidarsi di alcuni titoli stranieri che, però, si inseriscono molto meglio nel contesto generale, basti pensare alle telenovele Pasion Prohibida e Terra Nostra 2. L’unico titolo fuori dal coro resta ad oggi Squadra Speciale Vienna.

Di lavoro da fare ce n’è comunque ancora tanto, e la questione non riguarda solo Rai Premium ma in generale il coordinamento di tutta l’offerta delle reti generaliste e specializzate Rai per quanto riguarda le repliche.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Intelligence - Doc West
CANALE5 E I PRIMI CAMBIAMENTI DI PALINSESTO: DOC WEST ANTICIPATO PER “SALVARE” LA FICTION EVENTO INTELLIGENCE, SLITTATA AL 21 SETTEMBRE


Federica Citarella ieri
Come sono diventati i bambini della fiction italiana – Foto


Professione Vacanze
10 Serie d’Estate mai dimenticate


Strage di Ustica
Strage di Ustica: la Rai ricorda il disastro aereo con una programmazione speciale

3 Commenti dei lettori »

1. Francesco Amico ha scritto:

2 marzo 2016 alle 14:25

Premium e’ un bel canale che spesso seguo, ma personalmente devo dire che rimpiango molto Raisat Album, che ritengo potrebbe essere recuperato al posto di Rai 5 che nessuno vede.. Considerato il ritorno di programmi come il Rischiatutto, sarebbe ideale ne trasmettessero le edizioni condotte da Mike, per spiegare meglio cosa è stato..



2. grilloparlante ha scritto:

2 marzo 2016 alle 16:55

Anche io rivorrei Raisat Album, c’è un mare di programmi Rai degli anni 60-70-80 che tanti vedrebbero o rivedrebbero volentieri, praticamente un bacino inesauribile. Certo non farebbero gli ascolti di Montalbano, ma il canone si paga pur per qualcosa.
Non sacrificherei però Rai5 che a me piace ed è l’unica a trasmettere ogni tanto vecchi programmi Rai, insieme a RaiScuola e RaiStoria. Quando sono a casa non me ne perdo uno.



3. Giovanni ha scritto:

2 marzo 2016 alle 20:35

Vorrei sapere perché su Rai 1 e stata interrotta la fiction il paradiso delle signore.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.