22
settembre

MAGALLI RIFIUTA TALE E QUALE E SBERTUCCIA CIRILLI: DOPO LA VASCA A PECHINO EXPRESS NON E’ CHE SI PUO’ FARE TUTTO!

Giancarlo Magalli a Pechino Express 2015

C’è chi dice no. E oggi a dirlo è Giancarlo Magalli, che ha annunciato attraverso il suo profilo Facebook di aver rifiutato una partecipazione “straordinaria” a Tale e Quale Show 2015.

Giancarlo Magalli annuncia su Facebook di aver detto no a Tale e Quale Show 2015

Il conduttore è stato contattato per esibirsi insieme a Gabriele Cirilli in una delle sue prossime mission impossible: dopo averci mostrato in diretta l’ascella depilata ed aver sgambettato con la povera Matilde Brandi per dar vita alle gemelle Kessler, Cirilli avrebbe dunque dovuto dar vita al duo Paolo e Chiara insieme al volto de I fatti vostri, che ha risposto però con un sonoro due di picche in webvisione.

“Rifiutare il duetto con Cirilli a ‘Tale e Quale’ nell’imitazione di Paola e Chiara. Fatto. (Tanto per dire che non è che dopo la vasca da bagno si può fare proprio tutto…)”, scrive Magalli sulla sua pagine Facebook.

Il messaggio di Giancarlo Magalli su Tale e Quale Show 2015

E menomale. Perchè il rischio, talvolta, è di far confusione tra l’ironia e il grottesco, ma Magalli è persona troppo sottile ed intelligente per cadere nel ‘tranello’. Lui è uno che si mette in gioco e sa giocare, sa prendersi in giro ed ha affrontato con grande spirito di adattamento l’avventura a Pechino Express quando, giunto in sud America per penalizzare una coppia di viaggiatori, si è ritrovato a fare ’scambio di ruolo’ con Costantino della Gherardesca e condurre lui la puntata. Visibilmente emozionato Magalli ha accettato la sfida, ha fatto perfino suo lo stile dandy di Costantino facendosi riprendere comodamente steso in una vasca piena di schiuma, e alla fine ha pure ringraziato per l’opportunità.

Ma una cosa è questo, un’altra è farsi prendere in giro scimmiottando una bella ragazza, ballando in maniera scomposta magari coperto da vestiti succinti e con in testa un parruccone. E qualcuno pur di apparire (e guadagnare) avrebbe magari detto di sì buttandola sul ridere, ma il buon Giancarlo ha preferito esimersi e ritirarsi in buon ordine, non senza aver condiviso con il pubblico la sua decisione.

Una cosa, però, non è chiara: ma Endemol e Rai, piuttosto che proporre ad un professionista del genere di prendere parte ad una pagliacciata, perchè non gli hanno proposto – come abbiamo suggerito – un ruolo nella giuria di Tale e Quale? Visti i limiti da essa mostrati, la prontezza di spirito e la capacità di Magalli di confrontarsi con la modernità avrebbero solo che giovato.



Articoli che potrebbero interessarti


Un Medico in Famiglia 7, il cast
UN MEDICO IN FAMIGLIA 7 AL VIA DOMANI SERA SU RAI 1. GRANDI ASSENTI LINO BANFI E PIETRO SERMONTI


Volpe e mazzaro
Volpe vs Nazzaro, prosegue la faida. Adriana: «Non ti hanno dato la conduzione de I Fatti Vostri come credevi ma non prendertela con me»


I Fatti Vostri - il cast
I Fatti Vostri: Demo Morselli torna in piazza con Magalli


Laura Forgia - Giancarlo Magalli
Laura Forgia a I Fatti Vostri: «Posso fargliela vedere?» e Magalli cavalca l’ambiguità

2 Commenti dei lettori »

1. kalinda ha scritto:

22 settembre 2015 alle 11:32

Ha ragione e condivido in pieno anche se l’uscita mi sa un po’ di vendetta contro Tale e quale che non l’ha voluto in giuria non ascoltando il pubblico che sul web l’aveva eletto sostituto ideale di De Sica.



2. Giovanni ha scritto:

22 settembre 2015 alle 14:42

Secondo me ha fatto bene, e inoltre in questo modo dimostra sempre più la sua intelligenza. Certo il suo “wit” sarebbe molto gradito a Tale e Quale Show, però il problema non sarebbe ancora risolto del tutto, perchè bisognerebbe rinnovare completamente la giuria. Con tutto il rispetto e l’amore di questo mondo, ma in uno show che mira a un pubblico ampio e che presenta anche riferimenti culturali vicini ai giovani (vedi l’imitazione di Fedez e dalla Michielin), l’età media dei giurati, che devono quindi giudicare tali imitazioni, non può essere così elevata. Capiscano che abbiano più esperienza, ma ne basta uno. Quindi ok Magalli, ma sostituiamo anche gli altri giurati con persone più giovani, non penso siano così difficili da reperire.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.