Seconda Stagione



27
febbraio

TUTTA LA MUSICA DEL CUORE MERITA UNA SECONDA STAGIONE?

Francesca Cavallin in Tutta la musica del cuore

Nessuno avrebbe scommesso sulla sua riuscita, a partire dalla Rai che per oltre due anni ha voluto tenerla nel cassetto, ed invece con una media di oltre 5.500.000 spettatori e il 20% di share, Tutta la musica del cuore, la fiction con Francesca CavallinJohannes Brandrup, ha conquistato il pubblico di Rai1. Un pubblico affascinato dalla magia della musica classica e che allo stesso tempo si è appassionato alla lotta, nell’immaginaria cittadina di Montorso, tra gli allievi del piccolo conservatorio e la criminalità organizzata.

Sogni e speranze di tanti giovani uniti contro la corruzione grazie alla tenacia dell’ispettrice del Ministero dell’istruzione Angela Braschi, interpretata dalla Cavallin, e del professore Mattia Stefani, cui da’ il volto il tenebroso Johannes Brandrup. L’attore tedesco, già visto in fiction come La Ladra, Maria di Nazareth e L’Olimpiade nascosta, intervistato dal settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, non nasconde il suo entusiasmo per i riscontri ottenuti.

“Sono orgoglioso del successo di questa fiction. Tutta la musica del cuore ha convinto per la bellissima colonna sonora e per il messaggio positivo della vicenda, che mostra come attraverso una passione ci si può riscattare e non sentirsi mai soli. Oggi viviamo in un mondo desolante, tra scandali, illegalità e demagogia, in una società basata solo su consumismo e materialismo. Occorre un grande cambiamento. Questa fiction non parla di mafia pugliese, insegna piuttosto come si fa a trasformare i sogni in realtà, ad ascoltare il proprio cuore, a prendere in mano la nostra vita per essere felici. Perché il mondo lo facciamo noi”.




29
gennaio

NEW GIRL: LA SECONDA STAGIONE DEBUTTA STASERA SU FOX

New Girl - Seconda stagione

Dopo il ripasso della prima stagione grazie alle repliche andate in onda su Fox e la prima tv in chiaro trasmessa da Mtv debutta stasera alle 21.50 sul canale 111 della piattaforma Sky il secondo ciclo di episodi di New Girl, la divertente sit com incentrata sulle avventure della sbadatissima e spumeggiante Jess, interpretata dall’attrice Zooey Deschanel e dei suoi coinquilini Schmidt, Nick e Winston.

Rispetto alla prima stagione assisteremo a una protagonista un po’ più disinibita che, dopo tanto tempo trascorso da single, si mostrerà più spregiudicata e alla ricerca di avventure. In particolare, faremo conoscenza di Sam, un nuovo personaggio che ricorrerà ciclicamente nella vita della protagonista. Il suo ingresso è previsto dal secondo episodio la cui messa in onda avverrà già stasera: Fox infatti ha deciso di lanciare la serie con una doppia puntata mentre, a partire da martedì prossimo, verrà trasmesso un solo appuntamento ogni settimana.

Le complicate avventure erotico-sentimentali dei protagonisti, ovviamente, terranno banco anche in questa seconda stagione e diventeranno il preludio delle numerose situazioni esilaranti che verranno raccontate. In New Girl 2 assisteremo altresì alla partecipazione di numerose guest star come l’attrice Jamie Lee Curtis che interpreterà la mamma di Jess nella puntata dedicata al Giorno del Ringraziamento in cui sarà presenta anche Rob Reiner nei panni del padre della protagonista. Altro ospite speciale sarà la top model-attrice Brooklyn Decker che reciterà nel quindicesimo episodio intitolato The Cooler: Nick, Schmidt e Winston entreranno in competizione per conquistare le attenzioni del suo personaggio, Holly, una ragazza che ha un debole per i cuori infranti.

Dopo il salto, la trama del primo e del secondo dei 24 episodi previsti:


23
gennaio

L’ISOLA: DOPO L’INASPETTATO SUCCESSO SI PENSA AD UNA SECONDA STAGIONE

L'Isola

I risultati in termini d’ascolto e di qualità non sono certo paragonabili a quelli a cui ci ha abituati Il Commissario Montalbano, ma, con una media di oltre 5.200.000 spettatori ed uno share assestatosi intorno al 20%, anche L’Isola può entrare di diritto tra le fiction di successo a marchio Palomar. La serie con protagonisti Blanca Romero e Simone Montedoro – nata inizialmente come spin off della fiction Gente di Mare ed in seguito completamente rivisitata per dare vita ad un nuovo progetto – ha conquistato di puntata in puntata uno zoccolo duro di pubblico, cresciuto nell’appuntamento finale a ben 5.987.000 spettatori e il 20,49% di share.

Risultati importanti che riscattano la fiction diretta da Alberto Negrin dal trattamento non certo di riguardo riservatole dalla Rai. Pronta da tempo, la serie è, infatti, rimasta inspiegabilmente ferma per un lungo periodo nei magazzini della tv di Stato, salvo poi essere programmata con un doppio appuntamento settimanale in un periodo di non garanzia. Un comportamento che tradisce in qualche modo una mancanza di fiducia nel prodotto, rivelatosi al contrario apprezzato dal pubblico, al punto da poter probabilmente tornare in tv con una seconda stagione. Ad annunciarlo è il produttore Carlo Degli Esposti che, sulle pagine del quotidiano Il Tirreno, ha dichiarato:

“Questo de L’isola è stato un esperimento molto coraggioso per la prima volta abbiamo prodotto in Italia una fiction catastrofico-sentimentale. Finita la serie aspettiamo con curiosità di vedere se il turismo elbano ne avrà giovamento. Dopo che l’Elba è stata illuminata per tante settimane vediamo quale sarà la risposta. Intanto stiamo valutando la possibilità di girare anche una seconda serie. Ma se ne riparla almeno tra un anno o un anno e mezzo”.

I fan della bella Tenente di vascello Tara Riva dovranno dunque aspettare un bel po’ prima di rivedere all’opera la loro beniamina e riammirare gli incantevoli scenari dell’arcipelago toscano.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





14
gennaio

REVENGE: LA VENDETTA DEI CATTIVI SENTIMENTI

Revenge

E’ ispirato al Conte di Montecristo di Alexandre Dumas. E, non sappiamo a voi, ma a noi quando pensiamo al romanzo viene inevitabilmente in mente Gerard Depardieu che in un’atmosfera cupa e scura medita la sua vendetta. Quindi, va bene per l’ispirazione, ma adesso entriamo nell’atmosfera di Revenge, di cui comincerà stasera, 14 gennaio, la seconda stagione su Fox Life, immediatamente dopo Grey’s Anatomy.

Siamo negli Hamptons, cielo azzurro, ville viste oceano, vestiti griffati, scarpe tacco 12 e feste da finger food e champagne. E’ qui, dove tutto anni prima è cominciato, che arriva Emily Thorne (Emily VanCamp, Brothers&Sisters), il cui vero nome però è Amanda Clarke, d’altronde una mica può progettare un piano di vendetta che così dettagliato nemmeno quello Marshall e poi usare il proprio nome di battesimo.

Abbiamo contattato Carlo Lucarelli per ricostruire qui lo sviluppo della trama della prima stagione, ma aveva un impegno, quindi dovrete accontentarvi di una ricostruzione sommaria e schematica. Emily, aiutata dal suo amico Nolan Ross (Gabriel Mann), per colpire Victoria e Conrad Grayson (Madeleine Stowe e Henry Czemy), responsabili della morte del padre, si fidanza con il loro figlio maggiore Daniel (Joshua Bowman), fratello di Charlotte che sta con Declan, fratello di Jack compagno di giochi di Emily quando ancora si chiamava Amanda. I due vorrebbero “giocare” ancora da adulti. Poi però arriva la falsa Amanda Clarke, quella con cui Emily ha scambiato la sua identità, e Jack la mette incinta, in ricordo del passato che però lui in realtà ha vissuto con Emily. Insomma alla fine, l’unico che ha capito che Emily non è quella che dice di essere è il labrador di Jack. Lo state rimpiangendo Lucarelli, vero?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


8
gennaio

ITALIANS LOVE SCANDAL

Kerry Washington

La seconda stagione di Scandal e il passaggio dalle iniziali 13 puntate commissionate alle 22 finali è prova del successo che la serie ha avuto negli Stati Uniti. Anche in Italia, però, l’ultima intuizione di Shonda Rhimes (Grey’s Anatomy) ha trovato terreno facile per conquistare il pubblico che stasera, martedi 8 gennaio, alle 21:55 sarà sintonizzato su Fox Life per riprendere da dove l’ultima puntata della prima stagione ci aveva lasciati.

Chi è in realtà la collaboratrice di Olivia Pope? Chi ha davvero commissionato l’omicidio della giovane donna che tutti quelli che hanno un rapporto intenso con le serie tv ricordano come la Paris di Una mamma per amica? E soprattutto come si evolverà l’ambiguo e appassionato rapporto tra Olivia e il Presidente degli Stati Uniti? Il cast della prima brevissima stagione (solo sette puntate) è stato confermato con la sola esclusione di Henry Ian Cusick, il controverso Desmond Hume di Lost, che abbandona  la Pope&Associates favorendo l’ingresso di nuovi personaggi.

Vista la tendenza degli autori italiani a prendere spunto con una certa disinvoltura dalle serie americane, sarebbe divertente ipotizzare una trasposizione italiana di Scandal. Facciamo un gioco, senza fare nomi. Chiudete gli occhi e immaginate. Uomo convinto di avere il potere del fascino e non il fascino del potere, donne, ricatti per farsi pagare l’IMU, collaboratori che tentano di convincerci che se noi vediamo rosso e non nero è perchè qualcuno ha usato il daltonismo come arma di confusione di massa, alberi genealogici che diventano foreste in cui non si capisce più chi è nipote di chi, dichiarazioni da rettificare, giornalisti a caccia di scoop, il plastico del luogo dello scandalo e la donna chiamata a risolvere i problemi che prima di risolverli passa a comprare una borsa in Via Montenapoleone, perchè ogni scandalo vuole un outfit appropriato.





2
gennaio

SPOSAMI NON AVRA’ UNA SECONDA STAGIONE. IDA DI BENEDETTO: “HO PERSO PER L’INCOMPETENZA DI PERSONE TERZE”

Sposami

Sposami, la commedia sentimentale con protagonisti Daniele Pecci e Francesca Chillemi, andata in onda su Rai1 lo scorso mese di ottobre, non avrà una seconda stagione. La serie prodotta dalla Titania Produzioni di Ida Di Benedetto, alternando comicità a momenti di romanticismo, aveva tentato di proporre sul piccolo schermo lo schema della grande commedia sentimentale americana senza però riuscire a convincere il pubblico. E, a quanto pare, neppure i vertici Rai.

Ad annunciare il mancato rinnovo della serie è la stessa produttrice che, sulle pagine del mensile Tivù, tiene a prendere le distanze dal mancato successo, attribuendo le colpe alla Rai:

“Questo insuccesso mi ha sorpresa: non avevo mai perso prima d’ora. Tanto più con una serie di qualità, scritta da due veterane della Rai: Paola Pascolini e Giovanna Caico. Se ho perso, è stato per l’incompetenza di persone terze. Non per il contenuto della fiction.”

La Di Benedetto attribuisce il basso riscontro di pubblico ai responsabili del palinsesto della prima rete della tv pubblica:

“Le persone che sono subentrate all’ottimo Chicco Agnese non hanno saputo strutturare. E vale anche per i prodotti dei colleghi: Terra Ribelle 2, per esempio, è partito di domenica, poi si è ritrovato al lunedì, in mezzo a Questo nostro amore, programmato alla domenica e al martedì. Come può il pubblico affezionarsi se il giorno di messa in onda cambia continuamente?”.


25
dicembre

C’ERA UNA VOLTA UNA FAVOLA. ORA UNA SERIE TV

C'era una volta

Se pensate alle favole non vi viene voglia di assestare un destro ben piazzato sulla faccia della strega cattiva, chiedere alla fata madrina di trasformare le pantofole in un paio di Jimmy Choo, scagliare un sortilegio malefico contro un ex, far venire la tonsillite al grillo parlante. E non vi siete mai chiesti se a Pinocchio vengono i reumatismi, se Biancaneve fa il regalo a Natale ai sette nani o una volta baciata dal principe “chi si è visto si è visto”, se Cappuccetto Rosso e il cacciatore hanno iniziato una tresca e se, alla fine, Cenerentola e il principe azzurro vivono davvero vissuto felici e contenti o litigano perchè lui sta sempre a guardare il calcio in tv?

Ok, magari voi non avete tempo per farvi queste domande. Voi no, ma gli autori di Lost sì. Sono curiosi, loro, e fissati pure con gli universi paralleli. Deve essere nata così “Once upon a time“, la serie tv che su Fox va in onda con il titolo “C’era una voltae che, tra favola e realtà, fa tornare un po’ bambini, non deludendo però le aspettative di esigenti e appassionati spettatori di serie televisive, che non credono più alle favole, figuriamoci alle favolette.

La prima stagione ha riscosso meritatamente un buon successo di pubblico e di critica e perciò Fox ha deciso di regalare ai suoi telespettatori la prima puntata della seconda stagione in anteprima la sera di Natale alle 21:00, come già accaduto lo scorso anno per il debutto. Cosa succederà a Storybrooke adesso che gli abitanti hanno ricordato chi sono davvero e che la magia è entrata di prepotenza nella realtà? Riusciranno Emma e il piccolo Henry, rispettivamente figlia e nipote di Biancaneve e il principe,  a contrastare la cattiveria di Regina, la strega cattiva? E Biancaneve riuscirà a superare il trauma di essersi ritrovata nonna?


20
dicembre

AMERICAN HORROR STORY 2 IN PRIMA TV DAL 6 FEBBRAIO SU FOX

American Horror Story Asylum

Ne abbiamo parlato tanto e, finalmente, l’attesa della seconda stagione di American Horror Story ha la sua scadenza: il 6 febbraio 2013 sempre su Fox. Per chi è ancora memore della terribile Casa degli Omicidi e delle sue presenze infestanti, AHS Asylum è pronto a immergerci in una location completamente diversa, dove la vera mostruosità non risiede più nei non-vivi, ma nei caliginosi meandri della psiche umana.

L’Istituto Briarcliff, l’ospedale teatro delle urla e delle paure custodite in questa seconda stagione, si pone l’obiettivo di correggere le turbe psichiche che affliggono molti dei suoi pazienti aiutandoli a trovare la serenità interiore grazie all’ascetico potere della fede propinato dalla Responsabile Suor Jude (Jessica Lange) e agli insulsi esperimenti scientifici brevettati dal Dottor Arthur Arden (James Crowell). Peccato che il maniero del 1964 racchiuda, fra le sue mura, segreti e sorprese ben più impensabili e terribili dell’apparente missione salvifica.

La serie, che è riuscita a imporsi come vero e proprio cult soprattutto fra i giovani, riesce lì dove molti hanno fallito trasponendo sul piccolo schermo una storia dell’orrore in grado di imporsi come immancabile appuntamento settimanale per una masnada di appassionati del genere ansiosi di mettere alla prova il proprio coraggio e il proprio ingegno investigativo.