Raiuno



25
febbraio

BUTTA LA LUNA 2: TORNA, A GRANDE RICHIESTA, UNO STRAORDINARIO INNO ALLA MULTIRAZZIALITA’ (ANTICIPAZIONI 2^SERIE)

Butta la luna 2, cast

Dopo lo straordinario successo di pubblico e critica ottenuto lo scorso anno torna, domani sera in prime time su Raiuno, la fiction rivelazione del 2007: Butta la luna.

La seconda serie riprende, attraverso 13 episodi,  a narrare il coraggio, l’altruismo e la determinazione di una donna, Alyssa, (Fiona May) alle prese con la proibitiva missione, (oggi più che mai), di favorire l’integrazione dei migranti nella nostra società. Il regista Vittorio Sindoniin conferenza stampa,  si è mostrato orgoglioso dell’affetto tributato a quella commedia sentimentale intrisa di pressante attualità, accettando, altresì di buon grado, l’etichetta di prodotto “buonista”, rivendicando l’importanza di un valore, la bontà, oggi assai spesso misconosciuto. La fiction, ispirata all’omonimo bestseller di Maria Venturi, nacque appunto, ha rivelato Sindoni, anche per rispondere all’appello lanciato tre anni fa, dall’allora Ministro degli Interni Giuliano Amato, che sollecitava un impegno più convinto dei mezzi di comunicazione di massa in favore del processo di convivenza multirazziale.

Intelligentemente privo di presuntuose finalità moralistiche e didascaliche, Butta la luna 2 si presenta come un racconto equilibrato, mai partigiano, che, in un periodo in cui il tema dell’immigrazione clandestina è oggetto di incandescenti diatribe, consapevolmente, sceglie di assumere come privilegiata prospettiva di narrazione gli occhi e il cuore della sua effervescente protagonista. La sceneggiatrice Patrizia Carrano ha precisato, poi, che, nonostante le riprese della fiction siano ancora in corso, correttamente, non sono state apportate modifiche al racconto alla luce dei drammatici fatti di cronaca degli ultimi mesi. Dopo il salto, attenzione, anticipazioni sulla nuova serie!




30
gennaio

YES, WEEK END: 1500 AUGURI A PORTA A PORTA

Porta a Porta (Bruno Vespa e Silvio Berlusconi) @ Davide Maggio .it

Torna yes week end e lo fa per festeggiare la trasmissione che, giunta al traguardo della puntata n. 1500, più di ogni altra, da anni, incarna e assolve al difficile compito di raccontare la politica in tv. Era il 22 gennaio 1996, quando un Bruno Vespa dal viso ancora deturpato da innumerevoli nei, oggi, inspiegabilmente, scomparsi, (roba che i segreti di Fatima appaiono, al confronto, come innocenti barzellette), teneva a battesimo la sua creatura. Padrino d’eccezione il professor Romano Prodi. Il buon Vespa, incredibilmente sopravvissuto al feroce ostracismo di un’ingrata mamma Rai, inaugurava, così, una serie di approfondimenti di natura politica, ma anche di costume, cronaca e spettacolo, destinati a imprimere una svolta epocale alla tradizionalmente noiosa e povera seconda serata di Rai Uno.

Sin dal primo appuntamento fu evidente l’originalità di un prodotto televisivo che avrebbe rivoluzionato l’ormai stantio metodo di fare politica in tv, sostituendo a seriose, e spesso incomprensibili, tribune politiche, apprezzate e seguite solo da una ristretta elite di addetti ai lavori, accesi confronti e godibili conversazioni, finalmente, alla portata di tutti. Non a caso, infatti, nella puntata inaugurale, accanto a Romano Prodi, sedevano personaggi, dalla storia personale e dal curriculum professionale profondamente lontani e diversi, quali Milly Carlucci e Francesco Moser. Un’ardita mescolanza di generi che, se allora fece arricciare il naso a numerosi critici, con il tempo, avrebbe, invece, dimostrato tutta la sua straordinaria forza, dando ragione all’intuizione dello scaltro Vespa.

Quel candido salotto diverrà, così, nel corso di questi 13 anni, luogo deputato ad accordi politici di portata storica, ma anche teatro di insanabili crisi governative, tanto da meritare il nobile e lusinghiero appellativo di Terza Camera della Repubblica Italiana. Come dimenticare, d’altra parte, che Silvio Berlusconi scelse proprio quella ribalta televisiva per firmare il suo celeberrimo “contratto con gli italiani”, o che il tradizionalmente schivo Massimo D’Alema aprì, alle telecamere della trasmissione, le porte della sua casa per dare prova delle sue straordinarie abilità culinarie? Un bagaglio stracolmo di ricordi e di momenti che hanno segnato, nel bene e nel male, la storia della televisione italiana: dalla spassosa rissa fra Alessandra Mussolini e Katia Belillo (che ha segnato il record di ascolti della trasmissione registrando uno share di oltre il 60% – QUI IL VIDEO), al macabro plastico della villetta di Cogne, dall’intervista esclusiva a Saddam Hussein, in occasione dell’ultima guerra del golfo, all’annuncio, in diretta tv, dell’ uccisione di Fabrizio Quattrocchi.


13
gennaio

DIMMI LA VERITA’… E LA BALIVO SPARA A ZERO CONTRO LA CARRA’

Dimmi la Verità @ Davide Maggio .itCaterina Balivo si riconferma una delle “Quattro Grazie” preferite di Del Noce e ritorna al timone del game show Endemol Dimmi la verità, una sorta di “Tra moglie e marito” in salsa vip in onda stasera su Rai uno.

Ospiti della prima puntata saranno quattro coppie del mondo dello spettacolo e dello sport: Simona Izzo e Ricky Tognazzi; Pamela Camassa e l’ex concorrente del Grande Fratello Filippo Bisciglia (noti al pubblico per ben altre vicende sentimentali), il pilota Giancarlo Fisichella e la compagna Luna Castellani; Monica Scattini e Roberto Brunetti, meglio conosciuto come “Er patata”.

I concorrenti dovranno dimostrare al pubblico (sia in studio che a casa) di essere la coppia più affiatata e sincera, attraverso prove di compatibilità con il partner e racconti di vita di coppia, che dovranno avere come fattore comune la verità. Il tutto con intermezzi di canto e ballo fino ad arrivare al momento topico finale, la tanto temuta macchina della verità, i cui risultati verranno interpretati dal professor Josè Fernandez De Landa, che garantisce un’attendibilità del 99%.

Scopri, nella seconda parte del pezzo, le dichiarazioni della Balivo: 





12
gennaio

IL BENE E IL MALE: DA STASERA SU RAIUNO, LA FICTION DAL RISVOLTO ETICO

Il Bene e il Male - Bianca Guaccero @ Davide Maggio .it

Non di soli reality e talent show vivrà da stasera il palinsesto tv del primo giorno della settimana. Se siete fra coloro i quali sono stati catturati, e magari spaventati, dalla massiccia attenzione mediatica prestata alla partenza di X Factor e Grande Fratello, sappiate che per voi c’è un’alternativa tutta nuova made in Rai. Debutta infatti stasera alle 21:10 su RaiUno la fiction Il Bene e il Male, inaugurando un appuntamento crime che farà felici molti appassionati del genere.

Gli internauti più incalliti si saranno certamente accorti di quanto la Rai abbia puntato sulla rete per pubblicizzare questo prodotto. Per lanciare Il Bene e il Male infatti, è stata messa in piedi una macchina pubblicitaria delle più moderne, che puntando ad affascinare il pubblico giovane di esperti navigatori, ha messo in campo, oltre ad un sito internet molto aggiornato, anche i maggiori social network, da youtube a myspace passando per facebook.

Attraverso l’interazione con i protagonisti della fiction, parte degli utenti di queste community ha già avuto modo di visionare filmati di backstage e confrontarsi con una trama che è più complessa di quello che sembra. Come dichiarato dal direttore di RaiUno Fabrizio Del Noce, l’idea di portare anticipatamente la serie sul web è nata dall’esigenza di ringiovanire l’immagine della prima rete Rai, puntando su un target d’età leggermente più basso.


8
gennaio

BELLO E DANNATO ARRIVA, QUESTA SERA SU RAIUNO, IL COMMISSARIO MANARA

Il Commissario Manara @ Davide Maggio .it

Meno “fiction alla calabrese”: così Fabrizio Del Noce, neodirettore di Raifiction, alludeva ieri, durante la conferenza stampa di presentazione de Il commissario Manara, alla sua intenzione di prendere le distanze dalla precedente gestione, affidata al calabrese Agostino Saccà, puntando su prodotti originali, freschi e in grado di garantire un sostanziale svecchiamento del tradizionale pubblico dell’ammiraglia di casa Rai. Perfettamente in linea con la svolta giovanilistica annunciata da Del Noce che sembra, oggi, per fortuna, accorgersi anche dell’esistenza di telespettatori non afflitti da canizie incipiente, si colloca “Il commissario Manara” fiction dalle tinte giallo-rosa, in onda, a partire da stasera, tutti i giovedì su Raiuno.

Lo spin-off di “Una famiglia in giallo” si presenta, infatti, come una serie in cui gli elementi della suspence e della detection si combinano a quelli della commedia sentimentale all’italiana, regalandoci un prodotto ben confezionato, godibile, e di piacevole visione. Dopo tanti, troppi, direi, uomini della legge, saccenti, boriosi e un pizzico arroganti, roba che al confronto il buon vecchio Hercule Poirot sembrava un campione di modestia, finalmente, un poliziotto “umano”, che non si prende troppo sul serio, e che grazie anche al suo fare sopra le righe e decisamente anticonformista, alla sua innata insofferenza per ordine e disciplina, riesce a risolvere fitti misteri e a stanare perfidi criminali.

Stralunato, distratto e un po’ bohemien, Manara, (Guido Caprino), con la sua moto old-style, al posto dell’auto di servizio, con la sua riccioluta e folta capigliatura, che non conosce né pettine, né phon, è un uomo affascinante e tenebroso, condannato a far perdere la testa a donne di ogni età, sesso e cultura. Non potrà, certo, rimanere indifferente al suo appeal, la bella ispettrice Lara Rubino, (Roberta Giarrusso) la quale, seria, scrupolosa e terribilmente ligia al dovere, non saprà resistere a un uomo dall’indole e dal modus operandi diametralmente opposti ai suoi. In realtà, i due si conoscono da tempo ed è per questo che la fascinosa poliziotta accoglierà Manara al suo primo giorno in commissariato con un sonoro ceffone.





5
gennaio

MIACARABEFANA.IT: VERONICA PIVETTI MODERNA BEFANA IL 5 GENNAIO SU RAIUNO

Miacarabefana.it @ Davide Maggio .it

Si chiama Beniamina Volò, è ultracentenaria e ha il volto di Veronica Pivetti. E’ la moderna befana per il film tv di Raiuno, in onda lunedì 5 gennaio, dal titolo Miacarabefana.it.

Beniamina Volò è una maldestra aspirante befana che la notte del 30 dicembre partecipa al concorso per diventare la “Befana dell’anno”. Riesce a vincere il concorso ed entro l’alba l’alba del 6 gennaio dovrà quindi aver consegnato i regali ai bambini di tutto il mondo, ma il suo temperamento altruistico la distoglie dall’incarico e, con l’aiuto di Giacomo (Yari Gugliucci), cerca di aiutare due bambini a ritrovare il loro cane rapito.

Miacarabefana.it può essere considerato il primo vero fantasy italiano per la televisione. Effetti speciali, trucchi e un connubio tra tecnologia e cinema hanno dato vita a un film per la tv originale (se si considera il pubblico tradizionalista di Raiuno) che si muove appunto tra fantasy e commedia. Se l’esperimento dovesse funzionare, con dati auditel alla mano, si potrebbe continuare su questo filone, regalando ai telespettatori dei film spensierati adatti per questi giorni di feste.


31
dicembre

GUIDA AL CAPODANNO 2009: TUTTI I PROGRAMMI CHE VEDREMO TRA IL 31 E L’1

Fuochi d’Artificio @ Davide Maggio .it

Se gli italiani sono quasi pronti a stappare migliaia di bottiglie per salutare il nuovo anno, anche le reti generaliste sperano in un inizio col botto. Di share, ovviamente. L’ultima impennata di share è toccata, lo scorso anno, a Raiuno con il varietà in diretta di Carlo Conti, seguito da più di 6 milioni e mezzo di telespettatori e addirittura un 54% di share nella seconda parte.

Canale 5, invece, dopo i trenini della Buona Domenica di Costanzo, non è più riuscita a trovare uno show adatto alla fine dell’anno. Dopo aver sperimentato uno speciale almanacco di Sposini, uno show sul ghiaccio con la Capua e uno speciale Paperissima, l’ammiraglia del Biscione ci riprova tornando alle origini; cosa può esserci di più interessante di uno speciale Questa Domenica Capodanno 2009’? Come sanno bene i lettori di DM, si susseguiranno alla corte di Paola Perego i reduci de La Talpa capitanati dalla vincitrice Karina Cascella, l’ospite d’onore Valeria Marini con la sua tanto acclamata linea di moda, Edoardo Vianello, i Centocelle Nightmare, il comico Maurizio Battista, la ‘resuscitata’ Carmen Russo e tutta l’ormai nota combriccola del contenitore domenicale di Canale5 (tutti i dettagli qui).

Rai Uno ovviamente non poteva non riproporre l’ormai tradizionale e vincente (fino ad ora) ‘Anno che verrà’ condotto da Carlo Conti in diretta da Rimini con ospiti del calibro di Gloria Gaynor, i Pooh, Tony Hadley degli Spandau Ballett, i Sonhora, Paola e Chiara, Simona Bencini dei Dirotta su Cuba, Cristina D’Avena e Rosalia Misseri. A seguire lo show del benamato Conti, ci sarà all’1.15 ‘Navigando sulle note di Capodanno’, condotto da Barbara Chiappini con ospiti Franco Califano, Amedeo Minghi, Tony Esposito, Povia e gli Audio2.


19
dicembre

MILLY CARLUCCI CI RIPROVA CON BALLANDO CON LE STELLE 5. ECCO IL CAST

Milly Carlucci e Paolo Belli - Ballando con le Stelle @ Davide Maggio .it

Patrizia Camilla Carlucci  è pronta a ricominciare dopo il flop Uomo e Gentiluomo. Ballando con le stelle, dopo un breve riposo, torna su Raiuno a partire da sabato 10 gennaio con la quinta edizione (ve lo avevamo anticipato noi in questo post).

E tornerà con una comprensibile voglia di riscatto da parte della conduttrice e soprattutto con la necessità, da parte della rete, di testare l’affidabilità di un format che, in passato, ha dato molte soddisfazioni e riscontri elevati, in termini di popolarità, ai concorrenti che vi hanno preso parte.

Come anticipato da Tv Sorrisi e Canzoni, il cast sarà molto variegato. Il vero “colpo grosso” è stato l’ingaggio di un personaggio dal sangue blu che, a quanto pare, negli ultimi tempi, strizza l’occhio ai reality show: non il solito conte o marchese, ma nientepopodimeno che il principe ereditario Emanuele Filiberto di Savoia. Un vero sovrano, dunque, costretto ad un esilio forzato e entrato in Italia per la prima volta solo grazie ad una legge costituzionale del 2002, anche se già di fatto presente nelle case degli italiani come opinionista di Quelli che il calcio di Fabio Fazio.