Paolo Ruffini



28
aprile

PAOLO RUFFINI E’ IL NUOVO DIRETTORE DI TV2000. LASCIA LA7

Paolo Ruffini

E’ Paolo Ruffini il nuovo direttore di Tv2000. Il giornalista, attualmente alla guida di La7, lascerà l’emittente terzopolista per ricoprire l’incarico rimasto vacante dopo il licenziamento di Dino Boffo, ex direttore del canale televisivo della Conferenza Episcopale Italiana. Il vaticanista del Tg2 Lucio Brunelli, sincero estimatore ed amico di Papa Francesco, sostituirà invece l’attuale direttore delle news Stefano De Martis. A comunicarlo ufficialmente è stata la stessa emittente in un nota:

“Nell’ambito di un processo di generale rivisitazione della propria linea editoriale, Rete Blu S.p.A., emittente del canale televisivo Tv2000 e di Radio InBlu, è lieta di comunicare la nomina del Dr. Paolo Ruffini come Direttore di rete e del Dr. Lucio Brunelli come Direttore delle testate giornalistiche i quali dal 5 maggio inizieranno la loro attività. Certa del più che qualificato contributo che con le riconosciute capacità ed esperienza gli stessi potranno dare, la Società formula a entrambi i Direttori i migliori auguri di buon lavoro”.

Trova così compimento il nuovo corso di Tv2000, avviato lo scorso febbraio con l’improvvisa risoluzione del contratto di Dino Boffo. Qualcuno parlò di rimozione forzata, e lo stesso giornalista – dopo un iniziale silenzio – deprecò tramite i suoi avvocati “il carattere ingiurioso del licenziamento intimato“, minacciando un ricorso. Secondo indiscrezioni, tale provvedimento venne adottato non senza l’indiretto placet delle alte sfere vaticane. Ed ora, ecco Paolo Ruffini.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




7
aprile

VECCHI BASTARDI: PAOLO RUFFINI INAUGURA IL NUOVO POMERIGGIO DI ITALIA1

Vecchi Bastardi

Vecchi Bastardi

Cosa succede se i vecchietti si mettono di traverso? L’idea alla base del nuovo show di Italia1 è sostanzialmente questa: cambiamo i ruoli e facciamo tornare giovani le persone più avanti con l’età. E visto che anche i più anzianotti sono stati, nei bei tempi andati, dei mascalzoni, avranno sicuramente delle idee per mettere in crisi i giovani d’oggi.

Parte oggi, 7 aprile 2014 dalle 15.20, sulla rete giovane del Biscione Vecchi Bastardi, che vedrà alla conduzione Paolo Ruffini, orfano di Colorado ma pur sempre volto Mediaset, nonostante qualche toccata e fuga in casa Rai. Abbandonati i panni del capocomico, a Ruffini spetterà stavolta il compito di tenere a bada una banda di 7 vecchietti pronti a combinarne di ogni in giro per la città, ma soprattutto pronti a non farla passare liscia ai ragazzi, con degli scherzi che, almeno così annunciano, saranno imprevedibili.

L’idea di inserire i più anziani in un contesto che di fatto non gli appartiene potrebbe portare i suoi frutti, considerando anche gli ascolti, a tratti inaspettati, della versione Over di Uomini e Donne. E, ironia della sorte, proprio il programma di Maria De Filippi, che ha lanciato l’idea, si ritroverà adesso la concorrenza interna dei vecchietti di Paolo Ruffini.

Vecchi Bastardi: il cast

Il conduttore comunque non sarà solo ma verrà accompagnato da Ilvea Benatti, una valletta d’eccezione della veneranda età di 92 anni, e Scintilla, alias Gianluca Fubelli. Ma anche la combriccola potrebbe fare qualche “incursione” e disturbare il conduttore. A proposito della “banda”, questi sono i componenti: Maria Claudia Provvedi di Roma (70 anni), Gabriella Orsolini di Lucca (70 anni), Rosanna Gregorini di Roma (77 anni), Gloria Coco di Teramo (75 anni), Tonino Anzaldi di Roma (71 anni), Giuseppe Fiorillo di Fondi (82 anni) e Gioacchino Mazzoli di Roma (64 anni).


16
dicembre

UN ANNO DA PAURA: PAOLO RUFFINI SU RAI2 CON D’AGOSTINO E FRECCERO

Freccero, D'Agostino, Giusti (da Dagospia)

Un anno da paura

Un tempo si faceva l’oroscopo di Guardì per i 12 mesi che verranno, ora invece si esamina l’anno che è stato. In occasione delle festività natalizie Rai2 non va in vacanza, ma anzi decide di regalare agli spettatori un nuovo talk show. Niente di politico, sia ben chiaro, ma una seconda serata leggera in compagnia di un parterre d’ospiti d’eccezione, pronti a vivisezionare l’anno quasi giunto al termine per rispondere alla fatidica domanda: “Che anno è stato il 2013?”.

Dopo il film di Una mamma imperfetta, il 27 dicembre alle 23.15 tenetevi pronti e preparatevi a sforzare la memoria, perché direttamente da Colorado e ironia della sorte in onda dall’Auditorium Rai di Napoli, a casa del “nemico” Made in Sud, Paolo Ruffini cercherà di raccontarci il 2013, Un anno da paura. Nella serata speciale scritta tra gli altri da Marco Giusti e Alberto Piccinini si ripercorreranno gli eventi clou di quest’anno: film, personaggi, programmi televisivi e le hit musical. Nessuno verrà escluso dal “calderone”: dal matrimonio di Belen al successo de La grande bellezza, senza dimenticare il boom di Miley Cyrus e i 51 milioni incassati da Checco Zalone al botteghino.

Un Anno da Paura: la giuria che voterà il 2013

E non mancherà ovviamente una giuria d’eccezione: a votare gli eventi “da paura” del 2013 non potranno che essere due personaggi “da paura”, Roberto D’Agostino di Dagospia e Carlo Freccero, ex Direttore di Rai 4. Cinque le sezioni previste, e per ognuna di esse la giuria dovrà dichiarare vincitore e vinti: cinema, tv, musica, fenomeni e personaggi dell’anno.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





22
ottobre

MISS ITALIA OPZIONATA DA LA7 PER I PROSSIMI TRE ANNI. MASSIMO GHINI: MIA FIGLIA POTREBBE FARE LA MISS MA MI VERGOGNEREI SE MIA MADRE ANDASSE A UOMINI E DONNE

Miss Italia 2013 Massimo Ghini

Francesca Chillemi e Massimo Ghini (© Daniele la Malfa)

La7 è una tv generalista e la tv generalista ha bisogno di eventi“. Intervenuto nel corso della conferenza stampa di presentazione, Paolo Ruffini risponde così a chi ritiene che Miss Italia non risponda alla linea editoriale di La7. Il direttore dell’emittente terzopolista si augura che questo cambiamento sia solo l’inizio per la kermesse che potrebbe rimanere sul tasto 7 del telecomando per i prossimi tre anni in virtù di un contratto d’opzione già stipulato. Non è da escludere nemmeno che eventuali nuove edizioni targate Cairo possano prevedere il “moltiplicarsi” delle serate. Patrizia Mirigliani ha spiegato, infatti, che la messa in onda ‘one shot’ dell’annata 2013 è stata unicamente dettata da “ragioni di tempo”.

Miss Italia 2013: Massimo Ghini porta leggerezza e ironia

Ingolosito dal cambio di rete di Miss Italia anche l’attore che interpreterà il conduttore, come egli stesso ci tiene a precisare: Massimo Ghini, colui che annuncerà la più bella d’Italia 2013 difende a spada tratta il concorso che ha il merito di fornire una bella immagine del Paese e di rappresentare per le ragazze il “sogno di Cenerentola”.

“Sono disposto a fare il ‘valletto’ delle miss pur di creare il clima giusto, che penso sia quello dell’ironia, della leggerezza. Ma lo spettacolo sarà vero. Miss Italia è il concorso della tradizione, se vogliamo anche da strapaese, è una fiaba pagana che è nel nostro Dna – ha spiegato – e ho deciso di metterci la faccia per il gusto della sfida. Vogliamo giocare, con la consapevolezza però di dover descrivere il racconto di un sogno, quello delle ragazze, delle Cenerentole, persone, comunque, non numeri”.

Massimo Ghini: si protesta per Miss Italia e non per Uomini e Donne


16
settembre

COLORADO: PAOLO RUFFINI RITORNA CON LORELLA BOCCIA E OLGA KENT

Colorado

Olga Kent, Paolo Ruffini, Lorella Boccia

Amanti della risata e fan incalliti del cabaret, l’attesa, per voi, è finalmente finita. Stasera, infatti, debutterà alle 21.10 su Italia1 la 14esima edizione di Colorado, il programma comico della rete giovane Mediaset, con l’ormai veterano Paolo Ruffini e con le sue nuove compagne di viaggio Lorella Boccia, talentuosa ballerina di origine partenopea, e Olga Kent, modella nordica mozzafiato.

Una nuova sigla aprirà il sipario delle dodici puntate del programma prodotto da Colorado Film e 3zero2tv: la versione della hit “Tieni il tempo” di Max Pezzali arrangiata e “rappata” da Moreno, vincitore dell’ultimo Amici e in cima alle classifiche dei dischi più venduti per buona parte dell’estate. E abbiamo detto tutto. Fra le new entry, scovate durante i laboratori di “Colorado”, si esibiranno nella prima puntata: i Fratelli lo Tumolo, secondi classificati della scorsa edizione di Italia’s Got Talent, e Michele La Ginestra, attore romano nel ruolo di un prete alle prese con strambe prediche.

Inoltre, aspettando il suo grande compagno di avventura Bruno Arena, Max Cavallari propone l’amatissimo Orfeo, l’uomo dei surgelati, mentre Raffaele D’Ambrosio, con i suoi scambi di persona e iperboliche reazioni di stupore ed Enrique Balbontin, sono un gradito ritorno per il programma.





21
agosto

COLORADO TORNA IL 16 SETTEMBRE E FA IL PIENO DI AMICI (DI MARIA). ARRIVANO LORELLA BOCCIA, MORENO E I FRATELLI LO TUMOLO

Olga Kent

Olga Kent

Colorado torna in onda lunedì 16 settembre, in prima serata su Italia 1, per 12 puntate… all’insegna dell’amicizia. E gli Amici, manco a dirlo, sono quelli di Maria!

MORENO E LORELLA BOCCIA DI AMICI, NEW ENTRY DI COLORADO

Accanto a Paolo Ruffini e alla new entry Olga Kent, protagonista del film Fuga di Cervelli che ha segnato il debutto alla regia proprio di Ruffini, troveremo la ballerina napoletana Lorella Boccia, concorrente dell’ultima edizione del talent show di Canale 5 e persino il rapper Moreno che interpreterà la nuova sigla del programma: una versione di Tieni il tempo di Max Pezzali reinterpretata in versione rap dal vincitore della scorsa edizione di Amici.

TUTTI I COMICI DI COLORADO: I NUOVI ARRIVI. CI SONO ANCHE I FRATELLI LO TUMOLO DI ITALIA’S GOT TALENT

Per questa 14esima edizione saranno più di 40 i comici che si susseguiranno sul palco. Insieme agli storici, tante nuove proposte scovate durante i laboratori estivi di “Colorado”. Tra le new entry, i Fratelli lo Tumolo con il loro funereo umorismo, Leonardo Fiaschi che vestirà i panni dello chef Gordon Ramsay. E poi l’attore romano Michele La Ginestra (un esilarante parroco alle prese con strambe prediche); ritorneranno Raffaele D’Ambrosio (interpreterà un giovane del pubblico che si ritrova a passare sul palco e, riconoscendo ogni volta personaggi famosi, ha delle reazioni di stupore esilaranti), Enrique Balbontin che racconta con arguzia e sarcasmo il mondo e le manie dei liguri.


20
febbraio

DM LIVE24: 20 FEBBRAIO 2013. MENGONI A CHE TEMPO CHE FA, RUFFINI A LOVE BUGS?, INDAGINI AD ALTA QUOTA SU DMAX

Indagini ad Alta Quota - DMax

Indagini ad Alta Quota - DMax

>>> Dal Diario di ieri…

  • Mengoni a Che tempo che Fa

WHITE-difensore-di-vieniviaconme ha scritto alle 21:54

Fazio ha twittato che sabato verrà ospitato a che tempo che fa Mengoni.

  • Ruffini a Love Bugs?
Principessa_Vespa ha scritto alle 22:20

Colpaccio di Paolo Ruffini. Il comico e conduttore di Colorado, oltre a preparare la regia del suo prossimo film, è stato scelto come protagonista della nuova serie di Love Bugs, in onda su Comedy Central. Ancora da decidere il nome della partner femminile che lo affiancherà. (Chi)

  • Indagini ad alta quota con DMax

Dal 20 febbraio, ogni mercoledì alle ore 22:55, su DMAX (Canale 52 digitale terrestre e Canale 28 di TivùSat) approfondiamo i più importanti incidenti nella storia dell’aviazione civile con una nuova stagione di “INDAGINI AD ALTA QUOTA”.


17
gennaio

MICHELE SANTORO REPLICA A STELLA: NON SONO PAGATO DA LA7. OLTRE IL 12% DI SHARE NON CAMBIA IL COMPENSO

Michele Santoro

Michele Santoro si infervora e replica alle affermazioni rilasciate a Corriere.it da Giovanni Stella. L’ex Amministratore Delegato di TiMedia aveva parlato del compenso percepito a La7 dal conduttore di Servizio Pubblico, dichiarando che il giornalista “viene pagato in funzione dello share che fa“. Il «Canaro», però, non aveva aggiunto dettagli in merito, ed è proprio su questo aspetto che Santoro ha voluto esprimere alcune precisazioni.

Quando il programma fa il 12% di share della Rete le fasce si bloccano e La7 paga il massimo. Se facciamo anche il 20% o l’80% non cambia nulla. Servizio Pubblico guadagna comunque la stessa cifra (…) E’ come una scala; Berlusconi in questa storia non c’entra niente. In tutte le puntate abbiamo sempre raggiunto il 12% di ascolti. Tra l’11 e il 12 ci sono solo 20mila euro di differenza che vanno al programma, non a Michele Santoro. Questo sia chiaro. Santoro non è pagato da La7” ha detto il giornalista al Corriere.

Dichiarazioni destinate a spegnere le insinuazioni di chi, commentando la scorsa puntata di Servizio Pubblico, aveva teorizzato che Santoro avesse abdicato al ruolo di giornalista integerrimo per favorire uno spettacolo mediatico a tutto share. La puntata con Berlusconi ospite, del resto, aveva totalizzato il 33.58% di share. Un record.