Nomine Rai



25
luglio

Rai, Pd all’attacco sulle nuove nomine. Di Maio: «Noi facciamo i casting, quelli di prima mettevano i loro compari»

Luigi Di Maio

La nomina dei nuovi vertici Rai diventa materia di scontro politico. Dopo l’incontro tenutosi ieri sera a Palazzo Chigi e conclusosi con un provvisorio nulla di fatto, il Pd è passato all’attacco accusando il governo di “spartizione selvaggia” sul servizio pubblico e invitando la Commissione di Vigilanza a monitorare la situazione. La replica del vicepremier non si è fatta attendere.




10
luglio

In Onda, Di Maio: «In Rai metteremo vertici al di sopra di ogni sospetto politico. Renzi a Mediaset? Oltre ogni immaginazione»

Di Maio, In Onda

In Rai “metteremo persone al di sopra di ogni sospetto di appartenenza politica“. L’accordo di governo tra e Matteo Salvini riguarda anche il rinnovo dei vertici del servizio pubblico. Uno snodo delicato e strategico su cui i partiti, anche in un recentissimo passato, non hanno mai rinunciato a spartirsi le poltrone. Ora, stando alle promesse, i due maggiori azionisti del nuovo esecutivo intendono cambiare strategia, come ha assicurato lo stesso vicepremier ieri sera a La7.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


9
luglio

Rai1, nuove nomine: Andrea Vianello e Claudio Fasulo vicedirettori

Andrea Vianello

Lavori in corso a Viale Mazzini. Dopo aver presentato i prossimi palinsesti autunnali, e prima della pausa estiva, il DG di Viale Mazzini Mario Orfeo ha messo mano ad alcune nuove nomine che interesseranno in particolare la prima rete del servizio pubblico. Tra gli obiettivi primari del top manager c’era infatti quello di rilanciare il daytime della rete ammiraglia, che nella fascia pomeridiana sarà ora affidato alla responsabilità di Andrea Vianello.





6
ottobre

RAI: PRESENTATO IL PIANO EDITORIALE DEI TG, INFORNATA DI VICEDIRETTORI. DAL CDA CRITICHE AGLI ASCOLTI DI POLITICS

Cda Rai

Nuova infornata di vicedirettori a Viale Mazzini e nuove linee sul fronte dell’informazione. In una seduta accompagnata da polemiche, il Cda Rai ha recepito i piani editoriali dei nuovi direttori di Tg2, Tg3, Giornale Radio Rai e Rai Parlamento. I responsabili delle testate hanno definito le proprie squadre di lavoro che verranno presentate alle redazioni. Per il Tg1 sono stati indicati nella carica di vicedirettore Maria Luisa Busi, Costanza Crescimbeni, Filippo Gaudenzi, Raffaele Genah, Francesco Primozich e Gennaro Sangiuliano.


10
agosto

RAI, MATTEO RENZI: NON HO MESSO BOCCA SULLE NOMINE. DIRETTORI DEI TG NON INTERESSANO AI CITTADINI

Matteo Renzi

Non sono cattivo, è che mi disegnano così. Matteo Renzi non ci sta a passare come il grande manovratore dei vertici e dei palinsesti Rai. “Non ho messo bocca sulle nomine” ha precisato il premier intervenendo ieri alla festa del Pd di Villalunga di Casalgrande. Intervistato da Enrico Mentana, l’inquilino di Palazzo Chigi ha ribadito di essere estraneo alle decisioni prese in quel di Viale Mazzini, e poco importa se i nuovi arrivati non sembrano affatto sgraditi al governo. Sarà una fortunata casualità.





5
agosto

NOMINE RAI: QUALCUNO È PIÙ RENZIANO DI RENZI?

Matteo Renzi

In Rai c’è qualcuno più renziano di Renzi? La domanda sorge spontanea e provocatoria, anche e soprattutto dopo il recente giro di nomine varato a Viale Mazzini. Ma non solo: sin dall’insediamento dei nuovi vertici aziendali, avvenuto giusto un anno fa, c’è chi denuncia una graduale e allarmante virata filo-governativa del servizio pubblico, sebbene il premier in persona abbia negato di voler mettere le mani sulla Rai.


3
agosto

DIRETTORI TG RAI, PROPOSTE LE NOMINE: COLUCCI AL TG2, MAZZÀ AL TG3. DOMANI IL VOTO DEL CDA

Mario Orfeo

Le indiscrezioni della vigilia hanno trovato conferma. Nel CdA Rai di stamane – mercoledì 3 agosto – il Direttore Generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto ha formalizzato le proposte di nomina per i nuovi direttori delle principali testate del servizio pubblico. Ida Colucci alla guida del Tg2, Luca Mazzà al Tg3, Andrea Montanari al Gr e Nicoletta Manzione a Rai Parlamento: sono queste le candidature avanzate dal top manager di Viale Mazzini. Le proposte verranno votate domattina dal CdA nella seduta convocata alle 10.30.


3
agosto

NOMINE TG RAI, ENRICO MENTANA: L’OBIETTIVO È RIMUOVERE BIANCA BERLINGUER. ORDINE ARRIVATO DA FUORI

Enrico Mentana

Alle polemiche sulla nomina dei nuovi direttori dei tg Rai si è aggiunta nelle ultime ore una voce mediaticamente autorevole: quella di Enrico Mentana. In una nota pubblicata su Facebook, il direttore del TgLa7 ha criticato la mossa che i vertici di Viale Mazzini si apprestano a compiere, parlando di storia”tristissima e pacchiana insieme“. Secondo il giornalista, infatti, l’obiettivo della manovra sarebbe stato quello di rimuovere Bianca Berlinguer dal Tg3 a seguito di un ordine arrivato improvviso e da fuori. Forse proprio in vista del referendum costituzionale che tanto sta a cuore al governo.