NCIS



31
luglio

NCIS 11: USCITA DI SCENA AD ‘ALTO TASSO EMOTIVO’ PER ZIVA

Cote de Pablo

Doccia fredda in arrivo per i tanti telespettatori di NCIS che dal 2005 seguono con passione le avventure di Leroy Jethro Gibbs (Mark Harmon) e della sua squadra di agenti federali. L’undicesima stagione segnerà l’addio di Ziva David, personaggio interpretato dalla cilena Cote de Pablo, che sarà presente solo nel primo episodio per un’uscita di scena che, secondo quanto annunciato dalla Cbs, si prospetta ad alto tasso emotivo.

Al termine della decima stagione, di cui gli spettatori italiani devono ancora vedere metà degli episodi (su Rai 2 in autunno), il contratto dell’attrice è infatti terminato. La stessa De Pablo ha deciso di non rinnovarlo – malgrado una lauta offerta economica – e dunque non prestare più il volto all’ex agente del Mossad esperto di torture che arrivò nella squadra di Gibbs per prendere il posto di Kate Todd (Sasha Alexander), morta in servizio ed uccisa proprio dal fratello di Ziva.

Un personaggio ricco di sfaccettature e di non facile interpretazione che, se da una parte ha raccontato molti drammi e scelte difficili quali proprio l’omicidio del fratello per difendere Gibbs oppure la tortura subita nella sesta serie, dall’altra ha regalato al pubblico anche momenti di comicità e leggerezza che sono risultati chiave per il successo della serie più vista d’America. Merito soprattutto del legame speciale instaurato da Ziva con i colleghi McGee (Sean Murray) e DiNozzo (Michael Weatherly), che l’ha da sempre presa in giro per la sua tendenza ad usare impropriamente i modi di dire americani.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,




24
febbraio

NCIS: LA DECIMA STAGIONE IN PRIMA VISIONE SU RAI 2

NCIS

E’ arrivata alla decima stagione, quella che Rai 2 manderà in onda da stasera alle 21:00, quindi che sia una serie di successo non dobbiamo essere noi a dirvelo. NCIS, acronimo che sta per Naval Criminal Investigative Service, è un action drama che, anche per assonanza di titolo con CSI, si pone in quella categoria di serie tv in cui crimini e omicidi ad alto tasso di creatività vengono risolti attraverso le intuizioni dei protagonisti e analisi scientifiche tecnologicamente avanzate. Nel caso dell’ NCIS, agenzia realmente esistente, siamo nell’ambito della Marina Militare. Praticamente, se un morto è uno qualsiasi arriva CSI, se ha invece qualche connessione con la Marina arriva NCIS.

La differenza di NCIS rispetto alle altre serie di genere sta tutta nella scrittura creativa e in un’attenzione particolare al carattere dei personaggi. Ironia ed empatia sono il risultato di questo connubio, che permette di affrontare anche temi drammatici e importanti, primo tra tutti, il terrorismo, senza cadere nella banalità. La serie ruota attorno alle vicende della squadra guidata dal burbero e cinico Leroy Jethro Gibbs (Mark Harmon) che, a modo suo, riesce comunque a risultare simpatico al telespettatore e amato dai suoi collaboratori. La sua battuta, spiazzante, può arrivare in qualsiasi momento, davanti a un cadavere o al capo della Cia. E fa sempre ridere.

La squadra dopo dieci stagioni, al netto di qualche uscita di scena drammatica, che nella lunga serialità è quasi fisiologica, è piuttosto stabile. Anthony DiNozzo (Michael Weatherly) è quello bello. Un pò farfallone, all’apparenza superficiale dimostra invece, quando deve, grande intuito e competenza. Il simpatico, tanto genio con i computer quanto imbranato sul campo, è Timothy (Tim)McGee (Sean Murray). Ziva David (Cote De Pablo) è la donna operativa della squadra. Ex agente del Mossad, poche parole e molti fatti, apparentemente non lascia spazio ai sentimenti. Abby Sciuto (Pauley Perrette) è la donna del laboratorio. Aspetto gotico e personalità accentuata, è l’unica che riesce a far uscire l’umanità di Gibbs. E infine il dottor Ducky Mallard, che parla con i morti del suo obitorio ed è la memoria storica della squadra. Antagonista di Gibbs è il direttore dell’NCIS, Leon Vance (Rocky Carroll), i due non concordano mai. Su nulla.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


28
novembre

LA RAI PREPARA GLI SPECIALI PER IL BALLOTTAGGIO BERSANI-RENZI. SALTANO NCIS E HAWAII FIVE-O

Matteo Renzi e sullo sfondo Pierluigi Bersani

Le primarie del Partito Democratico non solo stanno portando aria nuova nella politica italiana ma stanno catalizzando fortemente l’attenzione dell’opinione pubblica. La tv, ovviamente, non sta a guardare e la Rai, che si è lasciata scappare il primo confronto tra i 5 candidati, è corsa ai ripari accapparrandosi il confronto finale tra Bersani e Renzi, in onda stasera su Rai1. L’appuntamento è alle 21.10 per 105 minuti di faccia a faccia condotto da Monica Maggioni.

In vista del ballottaggio di domenica, si stanno preparando degli speciali che comporteranno modifiche ai palinsesti. Dopo lo spostamento di Un minuto per vincere, anticipato a stasera, è ancora Rai2 a mettere mano alla sua programmazione: domenica sera, infatti, dalle 21.00 alle 22.30, andrà in onda uno Speciale Tg2 Primarie Centrosinistra. Salteranno così un appuntamento le serie NCIS e Hawaii Five-O, rimandate a domenica 9 dicembre.

Su Rai3 lo Speciale Tg3 Ballottaggi Centrosinistra andrà in onda in seconda serata a partire dalle 23.30 all’1.00. Inoltre Rai News seguirà in diretta le operazioni di spoglio del voto nel corso della serata.





27
maggio

ASCOLTI TV USA, I PIU’ VISTI DELLA STAGIONE 2011/12: AMERICAN IDOL PERDE LA LEADERSHIP. VOLANO LE COMEDY, TRA I CRIME TIENE SOLO NCIS. FORTE CALO PER GLEE

Gli ultimi episodi di Glee, House e American Idol

Cala il sipario sulla stagione della tv a stelle e strisce: nell’ultima settimana (dal 20 al 26 maggio 2012), in 8.72 milioni di americani hanno seguito lunedì sera l’ultimo episodio di Dr. House (8% di share) mentre martedì il finale di stagione di Glee ha radunato 7.46 milioni di telespettatori (8%). La finale di Dancing with the Stars ha raccolto 16.84 milioni (8%) nella puntata di lunedì e 17.75 milioni (9%) con lo speciale di martedì che ha decretato la vittoria del giocatore di football Donald Driver. La finale di American Idol 11 ha incollato alla tv 14.85 milioni di americani (14% di share) con l’esibizione dei tre finalisti e 21.49 milioni (18% di share) con l’incoronazione del vincitore Philip Phillips. Sempre nella serata di mercoledì, il finale di stagione di Modern Family ha incassato ben l’11% di share con 10.07 milioni di telespettatori.

Deposte le armi, è tempo di bilanci per i network statunitensi. Nelle classifiche della stagione 2011/2012, grosse novità ai primi posti dove American Idol perde la sua leadership nel totale individui: non accadeva dalla stagione 2002/03. Anche nel target commerciale 18-49 anni il talent show della Fox cede la prima posizione alla Sunday Night Football che diventa il programma più seguito d’America. Nel totale individui, NCIS è in terza posizione con una media di telespettatori praticamente invariata rispetto alla scorsa stagione. Tra i programmi più visti c’è ancora Dancing with stars anche se con una media in calo di 3 milioni nel totale individui e un rating nel commerciale praticamente crollato (da 4.8 a 3.44). Molto bene anche The Voice che conquista il gradino più basso del podio nel target commerciale e la nona posizione nel totale individui, e buon esordio per The X Factor USA.

Football e talent a parte, i più grandi successi della stagione sono le comedy. Al popolo americano piacciono, che siano al maschile o al femminile, con i nerd, con le famiglie allargate o le coppie omosessuali. Va bene tutto purché si rida. Tra gli show che registrano le migliori performance ci sono The Big Bang Theory (la media è cresciuta di quasi tre milioni di telespettatori ed è la migliore di tutte e cinque le stagioni), Due uomini e mezzo (quasi due milioni in più) e Modern Family (oltre un milione di telespettatori in più e miglior media delle tre stagioni). Crescita boom anche per How I Met Your Mother che, giunto alla settima stagione, ha segnato la sua miglior media sia nel totale individui che nel rating del commerciale (passando da 3.4 a 4.1).


3
marzo

RAI2 A TUTTO SERIAL: IN ARRIVO LE NUOVE STAGIONI DI NCIS, HAWAII FIVE-0, THE GOOD WIFE E BLUE BLOODS

Rai2 - Serie tv

Una primavera ancora una volta sotto il segno dei serial statunitensi; tra nuovi arrivi, gradite conferme e attesi ritorni, numerosi appuntamenti attendono nei prossimi giorni il pubblico di Rai2. Si parte domani sera alle 21.00 con la nona stagione di N.C.I.S. – Unità anticrimine, l’ormai celebre squadra investigativa d’agenti speciali, con sede al Washington Navy Yard di Washington, che si occupa dei reati più gravi che vedono coinvolti membri o persone legate alla marina degli Stati Uniti e al corpo dei Marines.

Nel primo episodio di questa nuova stagione il Segretario Jarvis assegna a Tony il compito di investigare sulla morte di un capitano della Marina, trovato con un’incisione sul braccio. Dopo che Ducky scopre dalle riprese della sicurezza EJ Barrett rimuovere un microchip dal cadavere dell’Agente Speciale Gayne Levin, i sospetti cadono su di lei.

Sempre domani sera, dalle 21.45, andrà in onda la seconda stagione di Hawaii Five-O, fortunato remake della famosa serie anni ‘70 che segue le vicende di un gruppo d’élite della polizia Hawaiana, impegnato a risolvere i crimini più sensazionali nel 50º stato degli Stati Uniti. In questa nuova stagione per il team Five-0, a causa dell’arrivo alle Hawaii del nuovo Governatore, ci saranno maggiori responsabilità.





17
gennaio

ASCOLTI TV USA (8-14 GEN): RECORD STAGIONALE PER THE GOOD WIFE E THE BIG BANG THEORY. MALE IL DEBUTTO DI THE FIRM E THE FINDER, BENE ROB

NCIS

E’ una settimana ricca di debutti e attesi ritorni per la tv a stelle e strisce: domenica sera The Good Wife, al primo appuntamento dopo la pausa di dicembre, segna il suo record stagionale con 11.65 milioni di telespettatori e il 6% di share nel target commerciale dai 18 ai 49 anni. Nello stesso slot, Desperate Housewives si accontenta di 8.84 milioni con il 7% mentre Once upon a Time riesce finalmente ad invertire il trend calante conquistando 10.35 milioni di americani e un ottimo 8%.

Sempre domenica sera c’è da segnalare il debutto disastroso di The Firm, nuova serie trasmessa da NBC che raccoglie solo 6.32 milioni di telespettatori con il 3%. Per il network si tratta del peggior esordio di sempre: la serie appena cominciata si trova così già in pole position per la cancellazione. Discreti ascolti per i cartoni Fox: il miglior risultato spetta a I Griffin (6.23 milioni, 7%). Per quanto riguarda le reti via cavo, Leverage su TNT è stato seguito da 2.31 milioni di americani mentre Hell on Wheels su AMC ne raccoglie 2.29 milioni. Su Showtime Shameless conquista 1.58 milioni mentre il debutto della nuova serie House of Lies ottiene 1.03 milioni di telespettatori.

Serata infarcita di repliche quella di lunedì con le repliche delle sitcom di CBS che riescono a tenere testa a The Bachelor, seguito da 7.31 milioni di telespettatori con il 5% di share. Sulla rete via cavo ABC Family, Pretty Little Liars è stato seguito da 2.94 milioni di telespettatori. Martedì è boom d’ascolti per NCIS che ha  tenuto ben 21.03 milioni di americani incollati alla tv con l’11% di share nel commerciale. A seguire molto bene anche NCIS Los Angeles con 16.60 milioni di telespettatori e l’8% di share. Nell’ultimo slot della serata, Unforgettable si ferma al 6% con 11.20 milioni di individui. Su MTV, Teen Mom ottiene 3.11 milioni di telespettatori nel primo episodio e 3.44 milioni nel secondo.


31
dicembre

DM CHARTS: GLEE E HOW I MET YOUR MOTHER SI DIVIDONO IL TITOLO DI MIGLIOR SERIE TV DEL 2011. SEGUE AMERICAN HORROR STORY

Glee e How I Met Your Mother sono le migliori serie tv del 2011

Per il popolo di DM sono GleeHow I Met Your Mother le due migliori serie tv del 2011. Il risultato dei voti raccolti nei due sondaggi (qui sul blog e sulla nostra pagina Facebook) decreta una secca parità nella sfida tra le dieci proposte della DM Chart. La popolare sitcom trasmessa negli Stati Uniti da CBS rimane al vertice delle preferenze nonostante le sue sette stagioni sulle spalle, affiancata dalla creatura di Ryan Murphy che conferma la sua enorme popolarità in rete più ancora che in tv. Proprio nel 2011, How I Met Your Mother ha avuto modo di conquistare il pubblico trovando spazio nel pomeriggio di Italia1 che ne ha trasmesso la quinta e sesta stagione in prima tv in chiaro.

Glee invece pur restando un pezzo forte del palinsesto di Fox Italia, è stata scelta sempre da Italia1 per riaccendere la fascia del preserale nei primi mesi del 2011, senza però sfondare negli ascolti come ci si poteva aspettare. La serie ambientata al McKinley High School, ha debuttato quest’anno al cinema e rimane un fenomeno televisivo per migliaia di appassionati anche in Italia. Resta un dato di fatto e cioè che nella classifica generale, How I Met Your Mother e Glee si portano a casa insieme il 42% delle preferenze, quasi la metà di tutti i voti pervenuti.

Terzo posto per American Horror Story: la terrificante serie creata da Ryan Murphy e Brad Falchuk conquista il 10% dei voti. Nonostante il recente debutto su Fox Italia e la collocazione in seconda serata, le vicende della famiglia Harmon hanno creato una platea di coraggiosi affezionati. Seguono a ruota tutte le altre: NCIS con l’8% supera di un solo voto The Mentalist, seguiti a breve distanza da I Pilastri della Terra (8%). Netta parità tra Game of Thrones e The Walking Dead: entrambe si accontentano del 7% nonostante il fiume di critiche positive che si sono garantite durante l’anno.

Dopo il salto la classifica completa.


30
dicembre

DM CHARTS, VOTA LA MIGLIOR SERIE TV DEL 2011

Vota la Miglior Serie Tv del 2011

Dai fasti di Friends, X-Files e ER, passando per Lost e Prison Break, fino ai più recenti successi: la storia della televisione e quella di molte generazioni passa anche per le serie tv che ancora oggi rimangono un’isola felice per chi non digerisce gli stereotipi della fiction italiana. Per premiare la miglior serie tv dell’anno, abbiamo selezionato i titoli più acclamati e quelli più popolari in rete ma soprattutto tra quelli che abbiamo ritenuto più meritevoli per senso critico, con un occhio di riguardo anche agli ascolti sia nel contesto italiano che internazionale.

Le votazioni sono aperte sia su DM che sulla nostra pagina Facebook. Per esprimere la vostra preferenza avete tempo fino alle 23.59 del 30 dicembre 2011. Ed ecco la Top 10 che abbiamo scelto per la DM Charts:

American Horror Story (FX) – Fox. Una coppia e la loro figlia adolescente si trasferiscono da Boston a Los Angeles, inconsapevoli che la loro nuova casa è stata in passato teatro di torture ed efferati omicidi. Creata da Ryan Murphy e Brad Falchuk, già autori del successo di Glee. Il pilot è colmo di urla e scene raggelanti, ma è lo stile uno dei punti di forza di questa serie coraggiosa almeno quanto i suoi intrepidi appassionati. E poi c’è Constance, la misteriosa vicina di casa interpretata da Jessica Lange. Ascolti: 229.000 spettatori per il primo episodio su Fox Italia.

Game of Thrones (Il trono di spade) (HBO) – Sky Cinema 1. Nel gioco dei troni, una guerra senza esclusione di colpi, si affrontano le dinastie dei Sette Regni di Westeros, dove le estati possono durare decenni e gli inverni un’intera vita. Nudi, sesso, violenza, tradimenti, sangue e decapitazioni: le scene crude, come i paesaggi in cui prendono vita, hanno fatto di questa serie uno degli eventi più attesi del 2011. La cura con cui sono stati realizzate le ambientazioni e l’abilità degli attori hanno garantito a Game of Thrones una pioggia di nomination e la vittoria, tra gli altri, di due Emmy Awards, tre Scream Awards e un Television Critics Association Awards come miglior nuovo programma. Ascolti: 358.000 telespettatori per i primi due episodi in onda su Sky Cinema 1.

Glee (FOX) – Fox e Italia 1. Alti e bassi per i talenti del Glee Club al McKinley High School. Un fenomeno non solo televisivo ma che è debordato nel campo musicale e ha addirittura invaso le sale cinematografiche. Lanciata da Fox, Italia 1 ha provato con evidente ritardo a farne uno dei suoi marchi di fabbrica per rilanciare la fascia del preserale, ma i risultati sono stati tutt’altro che incoraggianti. La critica è stata più tiepida nel giudicare gli episodi della seconda stagione, anche se non sono mancati nuovi riconoscimenti come le 12 nomination per i Primetime Emmy Awards 2011. Forse più all’estero che in Italia, Glee rimane una delle serie più popolari e ad alto tasso di affezione da parte del pubblico.

Qual è la migliore serie tv del 2011?

  • American Horror Story (10% con 74 Voti)
  • Game of Thrones (7% con 50 Voti)
  • Glee (21% con 145 Voti)
  • How I Met Your Mother (21% con 149 Voti)
  • I Pilastri della Terra (8% con 54 Voti)
  • Misfits (4% con 26 Voti)
  • NCIS (8% con 60 Voti)
  • The Mentalist (8% con 59 Voti)
  • The Walking Dead (7% con 50 Voti)
  • True Blood (6% con 39 Voti)

Voti Totali : 706

Loading ... Loading ...