Morte



20
ottobre

E’ MORTO GHEDDAFI. AL JAZEERA LO MOSTRA SENZA VITA: UCCISO IN UNA SPARATORIA

Al Jazeera, Gheddafi morto

In Libia è di nuovo primavera. Araba. E’ di queste ora la notizia della morte di Muammar Gheddafi, il dittatore che per quarant’anni ha tenuto il Paese sotto il gioco del suo regime. Il Colonnello coi baffoni sarebbe deceduto in ambulanza, a seguito delle ferite riportate durante lo scontro a fuoco che ha preceduto la sua cattura. Questa la ricostruzione divulgata per prima dall’emittente Al Jazeera e confermata poi dal Cnt, il governo transitorio libico. Secondo Libya Tv, Gheddafi sarebbe stato ucciso con un colpo alla testa e assieme a lui sarebbero stati catturati il figlio Mutassim e l’ex capo dei servizi segreti. Una cosa è certa: il Raìs è crepato

La morte di Gheddafi ha immediatamente trovato massimo risalto sulle tv mediorientali e in queste ore anche l’Occidente segue l’evolversi della situazione con un occhio al piccolo schermo. Cnn e Bbc, in particolare, stanno trasmettendo edizioni straordinare e aggiornamenti in diretta (anche sul web). Finistre aperte sulla Libia anche per le emittenti italiane SkyTg24 e Rainews24. Le generaliste, invece, tratteranno la notizia nelle edizioni pomeridiane dei loro tv e negli approfondimenti serali. Gli argomenti di discussione non mancheranno, a cominciare dai futuri equilibri geopolitici del Medio Oriente dopo la morte del Colonnello e le rivolte popolari degli scorsi mesi.

Intanto, in diretta su Al Jazeera, vediamo che da Tripoli a Sirte (luogo dell’uccisione di Gheddafi) la Libia sta festeggiando il definitivo tramonto di un’intera epoca caratterizzata dalla dittarura. I ‘ribelli’ hanno invaso le strade e le piazze, sventolano bandiere e si sentono spari in aria in segno di vittoria. Le tv, nel frattempo, mandano a tutto schemo una foto in cui si vede il corpo del colonnello Muammar Gheddafi con il volto insanguinato e con la bocca aperta, riverso a terra su un telo bianco. L’ultima istantanea di 40 anni di storia.




12
ottobre

SQUADRA ANTIMAFIA 4: CLAUDIA MARES ESCE DI SCENA MORENDO? (FOTO DEL FUNERALE)

Squadra Antimafia 4 - Claudia Mares sorridente accanto alla sua bara

Prepariamo i fazzoletti e iniziamo a prepararci al duro colpo. Già, perché la morte di un eroe delle fiction – a maggior ragione se si tratta di un personaggio positivo  e ormai nel cuore del pubblico – è sempre un brutto colpo per gli appassionati di una saga televisiva. A “passare a miglior vita” in questo caso sembra proprio essere Claudia Mares, protagonista di Squadra Antimafia, fiore all’occhiello delle serie tv di Canale5.

Avevamo lasciato il personaggio interpretato da Simona Cavallari alle prese con il figlio di Rosy Abate da crescere (causa carcerazione del boss in gonnella) con il nuovo amore Domenico Calcaterra. In realtà, come si evince dalle foto che vi proponiamo, e pubblicate da questo blog, la “nuova” Mares tutta amore e maternità non sembra destinata a durare a lungo.

Come potete vedere dalla fotogallery tratta dal cimitero dei Rotoli a Palermo le immagini lasciano poco spazio all’immaginazione: vediamo dunque la celebrazione di un funerale di Stato con massiccia presenza di Forze dell’ordine e soprattutto la presenza di una bara con la foto del vice questore e la lapide di quest’ultima con data di nascita e di morte. Tutto sembra portare alla più banale delle considerazioni: Claudia Mares potrebbe abbandonare nel modo più tragico il set di Squadra Antimafia.


9
ottobre

DM LIVE24: 9 OTTOBRE 2011. GIACOBAZZI RISCHIA UNA CONDANNA PER SPACCIO

Diario della Televisione Italiana del 9 Ottobre 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • La Clerici e la cerniera

AnTo ha scritto alle 22:21

La Clerici, dopo la sigla iniziale, apre la trasmissione raccontando che, poco prima dell’inizio della diretta, mentre stava alzando la zip del vestito da indossare stasera, le si è rotta e le sarte hanno dovuto ricucire tutto in fretta. “A causa della mia magrezza” ha detto, aggiungendo: “Le sarte mi hanno anche detto di fare piano sul Gira e va…Gira e va. Come sapete, io vi dico sempre tutto”. Beh, va beh.

  • Giacobazzi rischia una condanna per spaccio

lauretta ha scritto alle 12:03

Il comico di Zelig, Andrea Sasdelli di Ravenna, meglio noto col nome d’arte di Giuseppe Giacobazzi, rischia una condanna ad un anno e quattro mesi per spaccio di droga. Nel novembre scorso, Sasdelli venne trovato in posseso di alcuni grammi di cocaina nel corso delle indagini che portarono allo smantellamento di un’organizzazione dedita allo spaccio di stupefacenti nella provincia di Modena. I legali del comico ne sostengono l’innocenza e hanno richiesto il rito abbreviato. (fonte Leggo)

  • Tg5 in lutto: Pesciarelli non c’e’ più

lauretta ha scritto alle 11:53





26
settembre

ENZO MIRIGLIANI E’ MORTO

Enzo Mirigliani

Enzo Mirigliani è morto. Ad annunciare il decesso ‘con grande dolore’ è la stessa organizzazione di Miss Italia, il concorso che proprio una settimana fa ha archiviato l’ultima edizione. Enzo Mirigliani era nato il  22 aprile del 1917 a Santa Caterina sullo Jonio (Catanzaro). Al momento della morte di Mirigliani, che era ricoverato da alcuni giorni al Policlinico Gemelli di Roma, erano presenti la moglie Rosy, le figlie Rosaria e Patrizia e il nipote Nicola.

Penultimo di sei fratelli, Mirigliani lascia la Calabria a diciassette anni per arruolarsi nell’esercito, dove rimane sino al 1952. L’anno successivo comincia ad occuparsi di concorsi di bellezza e nel 1957 è diventato responsabile del concorso che elegge la più bella d’Italia. Il patron comincia la sua instancabile ed appassionata opera da Ischia. Miss Italia cresce con lui, affermandosi sempre più come uno tra gli eventi più attesi e seguiti dal pubblico televisivo. La manifestazione è anche un modo per raccontare la storia del costume italiano, proponendo costantemente un sano e pulito modello di bellezza.

La ragazza della porta accanto, questo lo slogan con cui Mirigliani definisce Miss Italia. Una ragazza comune, semplice che, finito il gioco, deve pensare alla propria vita. Avendo vissuto personalmente l’esperienza dell’emigrazione, lancia nel 1991 anche Miss Italia nel Mondo, con lo scopo di rendere omaggio, attraverso la bellezza delle loro figlie, proprio ai nostri connazionali che vivono e lavorano oltre frontiera. Un’idea che incontra subito grandi favori e successo, contribuendo ad avvicinare coloro che risiedono all’estero al nostro Paese.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


8
agosto

DM LIVE24: 8 AGOSTO 2011. LIGABUE? UN BICCHIERE DI TALENTO IN UN MARE DI PRESUNZIONE (VASCO DIXIT)

Diario della Televisione Italiana dell'8 Agosto 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Mengoni e la Cleptomania

griser ha scritto alle 01:40

Nella trasmissione “Queen Size” di La Pina su DeeJay TV Marco Mengoni ha dichiarato che quando va in tournee riesce a diventare cleptomane e nelle stanze d’albergo riesce a rubare di tutto da i tappeti fino all’argenteria dei servizi da te nei bar. (Scherzava, vero?)

  • E’ morto Francesco Quinn

Fuce70 ha scritto alle 05:15

E’ morto oggi (ieri, ndDM) a Los Angeles stroncato da un infarto, l’attore Francesco Quinn, terzo figlio del premio Oscar Anthony Quinn. Lo hanno comunicato questa sera all’ANSA amici della famiglia. “Francesco stava giocando insieme al figlio di 10 anni nella sua casa a Malibu’ in California quando e’ stato colto da un forte attacco cardiaco – hanno riferito – i medici sono arrivati subito a casa sua ma non sono riusciti a rianimarlo e lui e’ morto”. Francesco Quinn era nato a Roma il 22 Marzo del 1962 e aveva lavorato nel film Platoon accanto a Tom Berenger e Willem Dafoe. E’ stato anche uno dei protagonisti della serie Tv ‘Jag – Avvocati in divisa’.

  • Ligabue? Un bicchiere di talento in un mare di presunzione

lauretta ha scritto alle 14:55





23
luglio

DM LIVE24: 24 LUGLIO 2011. LA VENIER RAPINATA, LA STRADA PER LA FELICITA’ RIMANDATA, LINDA CHRISTIAN TRAPASSATA

Diario della Televisione Italiana del 23 Luglio 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • La strada per la felicità rimandata!

Metius91 ha scritto alle 02:45

Nella settimana che va dal 25 al 29 Luglio, la soap tedesca “La strada per la felicità” non andrà in onda per lasciare spazio alle dirette dei campionati mondiali di nuoto. Le vicende ambientate a Falkental torneranno sui teleschermi italiani a partire da Lunedì 1° Agosto, sempre su Rai3, sempre alle 13.15.

  • Linda Christian è morta

lauretta ha scritto alle 13:20

All’età di 87 anni è morta Linda Christian, attrice e madre di Romina Power.

  • Venier rapinata

lauretta ha scritto alle 15:02

Mara Venier, che si trovava in vacanza ai Caraibi assieme al marito Nicola Carraro, è stata derubata dai famosi pirati dei Caraibi. Gli individui non hanno esitato a derubare la coppia di tutti i loro averi, soldi e alcuni gioielli.


23
luglio

AMY WINEHOUSE E’ MORTA

Amy Winehouse (1983 - 2011)

La cantante Amy Winehouse è morta, il suo cadavere è stato ritrovato verso le 17 di oggi pomeriggio (le 18 in Italia) nel suo appartamento a Camden Square, nel nord di Londra. Solo un’ora prima, alle 15.54, una chiamata dalla stessa abitazione aveva richiesto l’intervento del pronto soccorso. A dare notizia del ritrovamento del corpo -  anche se il portavoce della rockstar al momento non ha ancora confermato la morte - è l’emittente britannica Sky News che però non precisa le cause della morte.

Intanto il pensiero sul web va all’overdose. La cantante infatti era famosa per abusare di sostanze stupefacenti e alcool: per questo motivo lo scorso giugno ha dovuto annullare il tour estivo dopo l’ultima tappa a Belgadro, il 16 Giugno. In quell’occasione, davanti ad un pubblico di 20 mila persone, la Winehouse si è presentata ubriaca sul palco, riuscendo a stento ad intonare alcuni stralci dei suoi brani. Dopo ben due interruzioni, la cantante ha abbandonato il palco tra i fischi del pubblico.

Amy Winehouse, 27 anni, sarebbe dovuta approdare a Lucca nell’unica data italiana del suo tour, inizialmente prevista per il 16 Luglio al Summer Festival della città toscana. Nel 2007 era stata ospite di Simona Ventura a Quelli che il calcio (video dopo il salto). Dopo il primo album Frank pubblicato nel 2004, è con Back to Black che il suo nome inizia a comparire nel classifiche di vendita di tutto il mondo. In questo secondo lavoro è contenuta Rehab, il brano in cui parla del suo rifiuto di disintossicarsi dalla droga e dall’alcool.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


25
giugno

E’ MORTO PETER FALK, ADDIO AL CELEBRE TENENTE COLOMBO

Peter Falk (Il Tenente Colombo)

E’ morto la scorsa notte a Los Angeles Peter Falk. L’attore, celebre al pubblico televisivo per aver interpretato il Tenente Colombo, soffriva da tempo di alzheimer. Nato a New York nel 1927, Falk aveva iniziato la sua carriera d’attore recitando nei teatri di Broadway,  approdando in seguito in serie tv di successo come Ai confini della realtà e Alfred Hitchcock presenta, e in film cult come Angeli con la pistola e Sindacato assassini.

La grande popolarità a livello internazionale arrivò qualche anno dopo grazie allo stralunato Tenente Colombo, ruolo per il quale vinse 4 Emmy e un Golden Globe. A contribuire al successo e alla caratterizzazione del personaggio fu indubbiamente il particolare sguardo dell’attore, dovuto ad una protesi oculare che Falk portava dall’età di tre anni, in seguito all’asportazione dell’occhio destro a causa di un tumore.

La storica serie tv debuttò negli Usa nel 1968, proseguendo ininterrottamente sino al 1978, per poi essere ripresa dal 1989 al 2003. In Italia lo spiegazzato impermeabile e il sigaro del simpatico Tenente, fecero la loro prima apparizione nel 1974 su Telecapodistria per poi approdare nel 1977 su Rai 2 e, a partire dai primi anni 80, su Rete4. Ancora oggi le indagini di Colombo, all’ennesimo passaggio televisivo, rappresentano uno degli appuntamenti più apprezzati della rete.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,