Miriam Leone



3
settembre

DM LIVE24: 3/9/2010. LA CLERICI EPURA, GARKO GODE, LA LEONE PASSA.

Diario della Televisione Italiana del 3 Settembre 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Dicono

Davide ha scritto alle 12:31

L’epurata dalla Clerici ora avrebbe un nome: l’autrice Manuela Covatta (non Anna Moroni come si sospettava tempo fa).

  • Al di là di ogni aspettativa

lauretta ha scritto alle 15:50

(Adnkronos) – Un successo che va “al di là di ogni aspettativa”. Gabriel Garko commenta così ‘il boom di ascolti’ di ieri sera per l’esordio della fiction che apre la stagione di Canale 5, ‘Il peccato e la vergogna’, che lo vede protagonista assieme a Manuela Arcuri. “Non amo farmi illusioni perchè ho sempre paura di rimanere deluso – dice Garko all’ Adnkronos – il successo di questa fiction conferma quello che dico da sempre e cioè che la gente ha voglia di distrarsi e questo è un prodotto che permette di farlo”.

  • La Leone in famiglia

lauretta ha scritto alle 16:41

Miriam Leone intervistata da Tv Oggi parla di Mattina in famiglia: “Si passa su Rai uno. Si lavora il sabato e la domenica. Ma il mio compito non si esaurisce con la conduzione. Amo interagire con la redazione, lavorare in settimana, mettere mano agli argomenti”. Parlando del suo patner televisivo dice: “Lo stimo tanto perchè mi insegna tante cose. Tiberio ti fa crescere e io sono felice di ascoltarlo”. Infine commenta la vicenda che in un primo momento la vedeva conduttrice assieme a Pino Insegno di Ciak si canta: “L’ho presa bene e mi sono divertita ugualmente imparando i ritmi della prima serata. Con i ‘maschi’ mi sono fatta un sacco di risate. A microfoni spenti si rideva come matti”.




16
giugno

RAI1, PALINSESTO AUTUNNO 2010: TANTE CONFERME E POCHE NOVITA’

A sentire il Direttore Generale della Rai Mauro Masi sembrava in arrivo una rivoluzione apocalittica che avrebbe cambiato in maniera radicale il nostro modo di concepire la televisione pubblica italiana. Il tutto, come facilmente ipotizzabile a dire il vero, si è invece rivelato una bella bolla di sapone. Rai1, la rete dei “grandi eventi”, si prepara alla sfida autunnale confermando gran parte del daytime primaverile e  i due varietà diamante prodotti da Endemol e Ballandi, proponendo solo qualche piccola novità nelle conduzioni.

Conclusa l’estate, Pierluigi Diaco e Georgia Luzi cederanno lo slot mattutino  di Uno Mattina a Michele Cucuzza e Eleonora Daniele (dal 13 settembre) che cercheranno, per quanto possibile, di risvegliarci nel migliore dei modi. Sempre dal 13 settembre, la palla passerà poi a Veronica Maya e il suo Verdetto Finale e quindi ad Alessandro Di Pietro e il suo Occhio alla spesa. Alle 12 tutto pronto per il gran ritorno di Antonella Clerici che con la sua verve e simpatia ci accompagnerà tra i fornelli di un’edizione “rivoluzionata” de La prova del cuoco.

Raddoppia Maurizio Costanzo, ora impegnato a Notti Mondiali, e il suo Bontà Sua diventerà Bontà Loro. Con lo spostamento di Caterina Balivo a Pomeriggio 2, Festa Italiana vedrà l’arrivo di un nuovo conduttore ma pare ormai certo che sia pronta Paola Perego. Lamberto Sposini e Mara Venier cureranno invece la nuova Vita in Diretta, suddivisa in due parti (eque) affinchè non vengano mescolati argomenti di gossip e di attualità (d’altronde, anche Simona Ventura durante L’Isola dei Famosi 7 aveva lamentato la sbagliata impostazione del programma). Confermatissimi  (dal 5 settembre) l’Eredità, ovviamente con Carlo Conti, e I Soliti Ignoti, con il rinato Fabrizio Frizzi.


4
giugno

DM LIVE24: 4 GIUGNO 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • La Pupa e il ricchione

lauretta ha scritto alle 13:05

Colpo di scena a ‘La Pupa e il Secchione’. Ci pensa Paola Barale con un’intervista a Diva e Donna ad agitare le acque . “Tre concorrenti sono gay: intendiamoci non ho prove, ma secondo me è così. In ogni caso i secchioni sono i miei preferiti: sono come adolescenti alle loro prime esperienze amorose”. Dunque è caccia ai tre nomi proibiti.

  • Barocco Amoroso

mcooo ha scritto alle 14:17

Alessandra Amoroso vince (anche) il Premio Barocco. La cantante salentina sara’ premiata durante la 41esima edizione del Premio Barocco, che andrà in onda su Rai Uno lunedì 7 giugno, presentato da Fabrizio Frizzi. Il Premio Barocco viene conferito per i meriti conseguiti in campi quali la comunicazione, la solidarietà, l’arte.

  • Guardìngo

stesc86 ha scritto alle 19:16

da Dagospia: Michele Guardì dovrebbe invece sbarcare sull’emittente ammiraglia della Rai con Mezzogiorno in famiglia in compagnia di Miriam Leone e Tiberio Timperi.





26
aprile

DM LIVE24: 26 APRILE 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Dramma In Famiglia

lauretta ha scritto alle 09:53

Mattina in Famiglia si discuteva di talent show e ad un certo punto mandano in onda un filmato tratto da Italia’s Got Talent in cui una ragazza bionda, che si proponeva come la nuova Cuccarini, cantava e ballava in modo molto amatoriale. Terminato il filmato e tornati in studio…sorpresa: la ragazza in questione era lì. Pare infatti che la ragazza lavori per il programma Mattina in Famiglia. Immediatamente Timperi un pò dispiaciuto: “ma perché non c’avevi detto niente?”. Mentre la Falcetti (anche lei tra gli ospiti) assistendo a questo ‘dramma (mattina) in famiglia’ se la rideva sotto i baffi!

  • Scollature

lauretta ha scritto alle 10:02

Sempre a Mattina in Famiglia ad inizio puntata Timperi fa presente a Miriam Leone che la sua camicetta è un pò troppo scollata. La ragazza, visibilmente irritata, si allontana… e subito dopo, quando viene ripresa, la scollatura è visibilmente meno audace! Come si dice… che si deve fà pe’ campà!

  • Pippe

lauretta ha scritto alle 14:18

Domenica Cinque si discute sui matrimoni tra gay e Meluzzi dice: “non si può chiamare matrimonio una unione tra due omosessuali! Il matrimonio deriva da mater munus! (E più tardi) Chiamiamolo in un altro modo allora, non so Pippo. O Pippa!”.

  • Cretine

Marinella ha scritto alle 16:00

Poletti riferendosi all’ex-pupa Amile e alla signorina con la settima (Cipriani): “sono due cretine”. Boralevi: “ma dai, bisogna avere un po’ di umana pietà”. Poletti: “peggio!”

  • Apritela

Nedda ha scritto alle 18:03

A Quelli che il Calcio a fine trasmissione la Ventura – pensando forse alle imminenti prove per l’isola – congeda il pubblico dicendo: “a tra poco!”. Dopo qualche secondo si accorge dell’errore e durante il filmato lanciato sui titoli di coda si sente: “apritemi! apritemi! a domani seraaa!”.


13
marzo

CIAK SI CANTA? TERRIFICANTE

C’era una volta un Principe che, in esilio forzato e costretto suo malgrado al duro lavoro bancario, decise di cantare al mondo e a Dio Rai, amore mio. C’era una volta un cantante che, con il suo gelato al cioccolato, gli porse amorevolmente la guancia e affermò “Ma dove vuoi andare… Ti annoi, va bene, balliamo!”. Mai proposta fu più fulminante per gli ignari telespettatori, rimasti chiaramente shockati dalla bravura danzante del ragazzo casa&chiesa, ora in grado di poter gridare al mondo e a Dio Fiorello, ci sono anch’io.

Emanuele Filiberto ha un grande merito: il coraggio di spacciarsi per ciò che non è, ossia un grande artista. Una bella faccia tosta che, grazie ad abili operazioni di marketing svolte (ovviamente) da altri, impazza immeritatamente sugli schermi Rai. E dopo la dura “gavetta a I Raccomandati” (gavetta?) il prode principino ha ottenuto la promozione a “conduttore” in quel di Ciak si Canta, roba che Corrado e Mike Bongiorno si sono rivoltati nella tomba al solo pensiero. Non ce ne vogliano il re e la regina, ma Filiberto risulta semplicemente imbarazzante: presenza scenica pari a zero, incapacità di gestirsi, di gestire il palcoscenico e i “tempi scenici” (con tutti gli annessi e connessi di uno studio televisivo) e, per giunta, manca di spontaneità (salverebbe capra e cavoli pur di leggere il gobbo), di simpatia e di autoironia. Da farci rimpiangere Eleonora Daniele – anche lei simpatica quanto un pelo incarnito – ed è tutto dire.

Ad aiutarlo in questa difficile missione che potrebbe culminare, poi ci spiegheranno per quali meriti, in un programma “tutto suo” a settembre, non poteva che esserci Pupo. All’anagrafe Enzo Ghinazzi, del “famoso” cantante non possiamo non sottolineare la solita delicatezza nel trattare gli ospiti e l’abilità nel trasformare qualsiasi programma nella puntata meno riuscita di Cantando Ballando. E come se non bastasse, a  fare da contorno a questa brodaglia insaporita la scenografia riciclata di Marco Calzavara.





12
marzo

CIAK SI CANTA: AL VIA QUESTA SERA CON PUPO ED EMANUELE FILIBERTO. PER MAURO MAZZA LA SCELTA DEI CONDUTTORI E’ A TUTELA DI PINO INSEGNO

“La programmazione di Raiuno viene immaginata e decisa in base a nostre scelte, in base all’armonizzazione con il palinsesto Rai, in base a quello che presumiamo possa incontrare i favori del pubblico. Non viene mai condizionata dalla programmazione altrui. E questo è in premessa, vi risultano altrove spostamenti all’ultima ora? Cambi di giorno?”

Quale modo migliore per inaugurare la conferenza stampa di Ciak si Canta se non con una frecciatina alla concorrenza e, in particolar modo, al competitor targato Bonolis-Laurenti spostato dal sabato al venerdì? E’ un Mauro Mazza convinto quello che abbiamo visto alla presentazione della seconda edizione del varietà nostalgia targato LDM. Un Mauro Mazza che rivendica fortemente la scelta, “non dell’ultima ora ma delle ultime settimane”, della “coppia del momento” Pupo ed Emanuele Filiberto, il cui duplice successo non poteva non essere considerato dalla direzione di rete. Come non poteva non essere considerato il clamoroso flop di Pino Insegno, “professionista eccellente, persona adorabile e mio amico”, che Mazza intende tutelare in tutti i modi, essendo “d’ora in avanti nella squadra di RaiUno”, proponendolo nei prossimi mesi in altre trasmissioni (tra cui lo stesso Insegnami a sognare, “la cui idea originaria è assolutamente da preservare”, e – aggiungiamo noi – il quiz Reazione a Catena).

Non c’è due senza tre: al settimo piano di Viale Mazzini (a parte le perplessità di alcuni consiglieri) la speranza è che Pupo ed Emanuele Filiberto riescano nell’impresa di bissare il successo di Sanremo e de I Raccomandati portando a casa l’ennesimo “bottino” degli ascolti. Non sarà comunque una “sfida” semplice dal momento che, oltre alla forte concorrenza (“Questo non fa altro che motivare ancora di più la nostra conduzione e il nostro impegno. Io ormai sono abituato, ho sempre avuto delle gatte da pelare: dalla De Filippi a I Cesaroni” Pupo dixit), la coppia dovrà vedersela con il rischio sovraesposizione. Un rischio che comunque non preoccupa al momento gli “Stanlio e Ollio” del 2010, convinti che il pubblico sia ormai affezionato al “sincero rapporto d’amicizia instauratosi”.


11
marzo

IL RITMO DELLA VITA: BALLANDO CON LE STELLE IN SALSA TALENT-FICTION

Come sfruttare il successo di Ballando creando un prodotto simile e, allo stesso tempo, alternativo? Chissà se Giancarlo Scheri, direttore Fiction Mediaset, si sia posto proprio questa domanda. A dare una risposta ci ha comunque pensato Rossella Izzo che, assieme a RTI e Ellemme Group, ha dato vita a Il Ritmo della vita, tv movie in onda questa sera su Canale5, che al pari di altri “colleghi” potrebbe evolversi in una miniserie in 6 parti, qualora raggiungesse gli obiettivi sperati.

“Una storia dolce, intensa e piena di colpi di scena” così la presenta Rossella Izzo sulle pagine di Mediaset.it. Ma il vero colpo di scena è rappresentato dal cast artistico che ricalca in gran parte il cast del famoso talent di RaiUno. Ed ecco che accanto ad Anna Safroncik – nel ruolo di Giulia, proprietaria di una scuola di danza alle prese con la crisi economica – e Antonio Cupo – a cui spetta il compito di risollevare il morale della fragile Giulia – vedremo Corinne Clery (madre di Giulia), Andrea Montovoli (figlio di Giulia e convinto sostenitore dell’hip hop), Alessio Di Clemente (rivale di Cupo), Samuel Peron, Natalia Titova e Roberto Flemack mentre direttamente da Amici di Maria De Filippi Alice Bellagamba e Fioretta Mari. E per non farci mancare nulla appariranno anche Miriam Leone, Miss Italia 2008 e neovolto della tv di Stato,  Katia Ricciarelli e Susanna Smit (compagna del Direttore Generale della Rai Mauro Masi).

Insomma, una vera e propria talent-fiction in cui amori, gelosie, desideri e invidie faranno da contorno alle uniche, vere protagoniste: la musica e la danza. Perchè la danza, per riprendere una frase della stessa Izzo, può cambiare positivamente la vita delle persone.

Dopo il salto la trama della puntata pilota in onda stasera su Canale5.


5
marzo

CIAK, SI CANTA: SILURATO PINO INSEGNO, ARRIVANO VERGOGNOSAMENTE PUPO ED EMANUELE FILIBERTO

Pino Insegno non condurrà più Ciak si Canta. A pochi giorni dalla partenza, prevista per il 12 marzo, la dirigenza di RaiUno ha incredibilmente cambiato rotta optando per la chiacchieratissima coppia Pupo ed Emanuele Filiberto, relegando Miriam Leone al ruolo di giurata dello show.

Lungi dall’esser noti, i motivi di tale scelta sono semplicemente ipotizzabili e pare abbiano influito i bassi ascolti di Insegnami a sognare, varietà nostalgia condotto da Insegno che, a differenza de I migliori anni e dello stesso Ciak si Canta, non ha convinto il pubblico televisivo, letteralmente fuggito sulle altre reti. Nulla ha potuto, quindi, l’amicizia che lega Pino Insegno al direttore di RaiUno Mauro Mazza: l’ex comico de La Premiata Ditta, collezionato un nuovo flop, parte con il piede sbagliato in Rai. E pensare che Mazza sembrava avere piena fiducia nella coppia Pino Insegno-Miriam Leone, prontissima per entrare nei cuori degli italiani strizzando l’occhio alla ben più celebre accoppiata Raimondo Vianello-Sandra Mondaini.

Ma si sa, la concorrenza è dietro l’angolo e gli ascolti vanno sempre salvaguardati. Viene da chiedersi però quanto venga salvaguardata, con questa discutibile operazione, l’immagine della rete: non era mai successo infatti che un conduttore partisse con un nuova produzione ad una settimana dalla conclusione di un’altra da lui stessa condotta. E, a dir la verità, viene anche da chiedersi quali meriti abbia il duo (a parte l’abile operazione di marketing targata Sanremo) per vedersi affidata un’altra importante prima serata, considerando che I Raccomandati funziona più per demeriti altrui che per l’attualità del format o la freschezza della conduzione (al limite dell’imbarazzante).