Michele Misseri


Ultimi aggiornamenti su Michele Misseri, zio della piccola Sarah Scazzi uccisa ad Avetrana in circostanze da chiarire.


27
aprile

UN GIORNO IN PRETURA: DA STASERA SI RIPERCORRE IL PROCESSO SCAZZI

Michele Misseri al Processo Scazzi

Prende il nome da un film del 1953 con Alberto Sordi, ma non racconta affatto di finzione e di teleromanzi. Stiamo parlando di Un Giorno in Pretura, ogni sabato su Rai3 in seconda serata, dalle 23.50. Per un ciclo di sei incontri, uno alla settimana,  l’attenta Roberta Petrelluzzi ripercorrerà le tappe fondamentali di uno dei processi che ha attirato l’interesse mediatico degli ultimi anni: l’omicidio di Sarah Scazzi, la condanna in primo grado a Sabrina Misseri e Cosima Serrano e l’epilogo di Michele Misseri.

Tra innocentisti e colpevolisti, il programma trascurerà – come è nella sua natura – i punti di vista, puntando maggiormente sulle deposizioni e sui fatti confessati in aula, ponendo l’accento sulle incongruenze e sulle scelte giudiziarie, come degli imputati. Nel corso delle sei puntate spazio, dunque, al processo di Avetrana chiusosi lo scorso 20 aprile presso la Corte di Assise di Taranto, con la sentenza di condanna per tutti gli imputati.

Secondo quanto diffonde il programma, sarebbero stati 120 i testi, 52 le udienze, quasi 400 le ore di dibattimento, requisitorie e arringhe. Da stasera, vedremo una sintesi di tutto quello che è accaduto: dalla scomparsa di Sarah Scazzi, lo scorso 26 agosto del 2010, alle confessioni contraddittorie di Michele Misseri e ai possibili moventi che avrebbero portato all’omicidio.




17
dicembre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (10-16/12/2012). PROMOSSI AVANTI UN ALTRO E TELETHON, BOCCIATA DOMENICA LIVE

Michele Misseri

10 a Avanti un altro. Se la prima edizione del game show aveva rappresentato la rivelazione della scorsa stagione televisiva, la seconda è una piacevole conferma soprattutto per Canale 5 che riesce sempre più spesso ad insidiare la concorrenza con ascolti ben al di sopra della media di rete.

9 a Pretty Woman. Al ventiduesimo passaggio l’intramontabile commedia con Julia Roberts e Richard Gere riesce a vincere la serata. Ben vengano allora le repliche quando queste sono gradite dal pubblico e hanno ad oggetto prodotti ben confezionati.

8 a Homeland. Ancora riconoscimenti per la serie con Claire Danes che si aggiudica 4 nomination ai Golden Globe e tre statuette ai Satellite Awards 2012.

7 a Telethon che anche in tempi di crisi riesce a raccogliere oltre 30 milioni di euro. Peccato per l’appeal televisivo della maratona sul quale c’è ancora da lavorare. Tanto.

6 al cast del Festival di Sanremo 2013. Fabio Fazio e la sua commissione non snobbano i talent, come in molti temevano, ma si dimenticano dei ‘classic’ – non che sia un male in se’ – stilando un elenco di artisti che poco hanno a che vedere con il tradizionale pubblico di Rai 1. Per il resto poche le “star”, troppe le scommesse. Per un giudizio di merito attendiamo chiaramente di ascoltare le canzoni.


17
dicembre

CHE TEMPO CHE FA E LA CADUTA DI STILE CONTRO LA DOMENICA (LIVE) DI “ASSASSINI, PORNOSTAR E ADESCATORI DI MINORENNI”

Che Tempo Che Fa

Update del 17 dicembre 2012 – Tweet cancellato. Bravi.

Il tweet di Che tempo che fa è stato frutto di un errore che la redazione ha provveduto immediatamente a rimuovere. Ce ne scusiamo con il pubblico.

___________

Post del 16 dicembre 2012

Che brutta caduta di stile caro Fabio Fazio! E’ vero che non sei il gestore diretto dell’account twitter di Che Tempo Che Fa ed è altrettanto vero che la tua dimestichezza col mondo dei cinguettii online è da affinare considerato che il tuo debutto sul social network del 2012 risale ad appena quattro giorni fa. Però un tweet come quello apparso pochi minuti sulla pagina ufficiale del programma di Rai3 risulta essere offensivo oltre a “cozzare” prepotentemente con quell’idea di televisione alta e di qualità che la trasmissione aspira ad essere.

A conclusione di una domenica televisiva obiettivamente poco edificante, con Domenica Live a farla da padrone per l’intervista a Michele Misseri e per il monologo dialogato che Silvio Berlusconi ha offerto al pubblico di Barbara D’Urso, infatti sul profilo twitter del programma condotto dal futuro padrone di casa del Festival di Sanremo è apparso un poco elegante:

Non abbiamo assassini, pornostar o adescatori di minorenni ma sarà comunque una gran puntata #chetempochefa





14
dicembre

MICHELE MISSERI PIANGE IN AULA E MOSTRA UNA CORDA. LA VERITA’ PROCESSUALE STRANGOLATA IN TV

Michele Misseri

La verità processuale messa “alle corde” da Michele Misseri. Dagli studi tv alle aule di tribunale, lo zio di Sarah Scazzi continua a far parlare di sé, tra ammissioni di colpa e testimonianze contraddittorie pronunciate sempre a favore di telecamera. Mercoledì 12 dicembre scorso, il contadino di Avetrana si è presentato alla trentaduesima udienza del processo per la morte della nipote, e davanti ai giudici ha provato ad inscenare le fasi della sua uccisione, nel tentativo di scagionare dalle accuse di omicidio la moglie Cosima Serrano e la figlia Sabrina.

Ho utilizzato la corda perché era appoggiata sul trattore” ha raccontato ‘zio Miché’. Poi ha estratto dalla giacca una funicella e si è alzato per mimare il presunto strangolamento della vittima. A bloccarlo, la presidente Rina Trunfio, la quale gli ha impedito di rilasciare dichiarazioni spontanee nell’ambito del controesame. Ormai, però, la ‘messinscena’ era stata data in pasto ai cronisti.

Tra le lacrime, Misseri ha inoltre dichiarato di provare sensi di colpa nei confronti di Sarah e davanti agli avvocati dell’accusa ha aggiunto: “voi non volete la verità, la verità la voglio solo io per quella poveretta. Io l’ho ammazzata una volta ma voi chissà quante volte la state ammazzando“. Parole che in tv hanno innescato dibattiti, approfondimenti, e perizie approssimative per capire il grado di (dis)onestà riscontrabile nelle testimonianze dell’«orco» di Avetrana. Il solito processo mediatico, che ormai prosegue di pari passo con quello celebrato in tribunale.


10
gennaio

PROCESSO SCAZZI: SABRINA DIMAGRITA PIANGE IN AULA, ZIO MICHELE CAMBIA LOOK. LA CORTE DICE SI’ ALLA TV

Processo Scazzi, Michele Misseri in aula

E via, che lo spettacolo è ricominciato. Tutti a guardare, mi raccomando. Nel carcere di Taranto si sta celebrando la prima udienza del processo per l’omicidio di Sarah Scazzi, e il circo mediatico dei teleguardoni è tornato ad accendere i suoi riflettori. Fuori dall’aula c’è il solito esercito di operatori con gli zoom spianati; dentro invece, sfilano i protagonisti della tragedia: Michele Misseri con la moglie Cosima Serrano e la figlia Sabrina, accusate di omicidio. Sono presenti anche i familiari della vittima, sul cui dolore si è troppo spesso speculato.

Ora che siedono davanti al giudice, Sabrina e Cosima non vogliono le telecamere. La Corte, tuttavia, ha deciso che il dibattimento sarà ripreso dalla tv visto “l’eccessivo interesse della società alla rilevanza del processo“. Bisogna capire se questo sia un bene: la cronaca nera in tv è un’arma a doppio taglio. Dunque, in aula saranno ammesse solo le telecamere (3 per il momento) della trasmissione Rai ‘Un giorno in pretura’, che poi passeranno le immagini alle emittenti che ne faranno richiesta. Non si potranno invece fare foto né immortalare gli imputati che negheranno il loro assenso.

Non mancherà dunque il materiale per imbastire un nuovo capitolo del tragico Avetrana show. Ora ci si mette anche Twitter, dove impazzano i trend #avetrana, #sabrinamisseri, #sarascazzi. Fate voi. All’attenzione dei tele-sciacalli ci saranno soprattutto le deposizioni di Sabrina; la ragazza, che stamane è apparsa molto dimagrita e coi capelli lunghi, entrata in aula è scoppiata più volte in lacrime e si è sistemata in un angolo, alle spalle della madre. A pochi metri di distanza si è accomodato Michele Misseri, reduce da un tour di interviste televisivo che lo ha tenuto impegnato nei mesi scorsi.





29
novembre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (21-27/11/2011). PROMOSSI MARCUZZI E ELIO, BOCCIATI ARISA E I COLDPLAY

Michele Misseri

10 a I Simpson. Le irriverenti avventure di Homer & Co. non conoscono stanchezza. In onda a ripetizione su Fox con successo, ad un’Italia1 sbiadita regalano, dopo anni e con episodi già visti, picchi del 14% di share. Lunga vita ai Simpson.

9 ad Alessia Marcuzzi. Vieni Via Con Me, Il Commissario Montalbano, e ora Il Più Grande Spettacolo dopo il weekend; alla neo mamma è toccato fronteggiare i programmi più visti della tv italiana e il colpo l’avrà certamente accusato. A differenza di molti colleghi, però, non si lagna e porta avanti il suo compito con una dignità encomiabile. A questa dignità diamo un bel 9.

8 a Elio, il più competente e anche simpatico giudice di X Factor 5.

7 a Marco Baldini, diligente e simpatica spalla di Fiorello ne Il più Grande Spettacolo dopo il weekend. Qualcosa in più in tv (che non sia La Fattoria) l’avrebbe meritata.

6 al ritorno di Per Tutta la Vita. Rispolverare il vecchio show di Fabrizio Frizzi potrebbe essere un azzardo, visti gli anni di letargo, ma rimane preferibile ai vari Ciak si Canta e I Raccomandati proposti nella scorsa stagione da Rai1.


29
novembre

DM LIVE24: 29 NOVEMBRE 2011. I CONSIGLI NATALIZI DI RITA, LA FURBIZIA DI MISSERI, IL PRIME TIME MANCATO DE LA PROVA DEL CUOCO, IL DEBUTTO DI LAURA BERLINGUER

Diario della Televisione Italiana del 29 Novembre 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Prima porta sfiga!

lauretta ha scritto alle 11:04

A Forum Rita Dalla Chiesa ci informa che preparare il presepe e l’albero di Natale prima dell’8 dicembre “porta sfiga”.

  • La furbizia di Michele Misseri

lauretta ha scritto alle 12:43

Doveva registrare la puntata di Matrix che lo ha visto protagonista e si è presentato in anticipo all’obbligo di firma, adducendo come scusa un ipotetico impegno a Taranto. Michele Misseri, accusato dell’occultamento del cadavere della nipote Sarah Scazzi, uccisa il 26 agosto 2010 ad Avetrana, è stato quindi raggiunto da nuove misure cautelari. Lo riporta il Tgcom. L’uomo, venerdì scorso, si è presentato dai carabinieri con 40 minuti di anticipo rispetto all’orario prestabilito per espletare l’obbligo di firma, ma il suo impegno a Taranto era solo una bugia. La Procura ha perciò chiesto al Giudice per le indagini preliminari gli arresti domiciliari che, però, non sono stati convalidati. In ogni caso Misseri, da adesso in poi, dovrà firmare anche in mattinata. Gli è stato imposto, inoltre, il divieto di uscire di casa dalle 19 alle 7 e non potrà lasciare Avetrana.( fonte Leggo)

  • Salta il prime time de La Prova del Cuoco

pippo ha scritto alle 13:03

Due speciali in diretta, sabato 10 e sabato 17 dicembre, in cui “La prova del Cuoco” regalerà, grazie alla Lotteria Italia, un milione di euro a puntata. Salta, invece, così come vi avevamo annunciato, il prime time del 16 dicembre. Confermatissima è la tradizionale estrazione del 6 gennaio durante la quale il programma sarà trasmesso in prima serata. (clerici forum)

  • Debutta Laura Berlinguer a TgCom 24

lauretta ha scritto alle 18:56

Finora non aveva voluto condurre perché chissà, temeva il confronto. Ma stavolta Mario Giordano, suo direttore già a Studio aperto, l’ha convinta. Dopo tanti anni di gavetta, da domani Laura Berlinguer, sorella di Bianca nonché moglie di Luca Telese, sarà sulla plancia di TgCom24, la nuova rete all news di Mediaset, al via da stasera (canale 51).( fonte Il Giornale)


26
novembre

QUARTO GRADO, IN UNA LETTERA CONCETTA SCAZZI GRIDA DI DOLORE: MISSERI ABOMINEVOLE, FA IL DIVO IN TV

Michele Misseri in tv

Ogni volta è uno schiaffo in pieno viso, una pugnalata al cuore. Mentre Michele Misseri piagnucola in tv, Concetta Serrano soffre in silenzio: non ha più lacrime da versare. Il dolore per la brutale scomparsa di sua figlia si rinnova ogni giorno, davanti al piccolo schermo che trasmette lo show della cronaca nera in diretta. Così, per la mamma della piccola Sarah Scazzi, le apparizioni televisive di “zio Michele” diventano una tortura all’anima, una profanazione dei sentimenti. E’ come se la sua bambina venisse gettata di nuovo in un pozzo, per sempre.

Questo insopportabile tormento si legge nitido tra le righe della lettera che la signora Serrano ha indirizzato all’inviata di Quarto Grado Filomena Rorro. Dalla missiva emergono la rabbia e lo sdegno di mamma Concetta nei confronti di suo cognato Michele Misseri, il quale sta compiendo un grand tour televisivo per dichiarare la sua colpevolezza.

Sono arrabbiata ed indignata da quest’uomo: manca di dignità – prima verso se stesso -  e le lacrime che versa, quando menziona anche solo il nome di Sarah, sono piene di falsità… come quelle che è stato abituato a vedere nella propria famiglia…” scrive la signora Scazzi.