Mediaset



1
giugno

TG5: Mediaset ha stoppato il progetto di trasferimento a Milano?

Tg5

Tg5 - Clemente Mimun

Disfate gli scatoloni. Complice la tre giorni di sciopero indetta dai giornalisti la scorsa settimana, negli uffici di Cologno Monzese pare siano stati messi da parte -almeno per il momento- i progetti di trasferimento della redazione del notiziario di Canale 5, dalla Capitale a Milano.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,




29
maggio

Papa Francesco, appello per i dipendenti Mediaset di Roma: «Auspico soluzione, non c’è solo il profitto» – Video

Papa Francesco

Che un Pontefice si occupi delle vicende lavorative di un’azienda privata fa un certo effetto. Ormai, infatti, è già tanto se lo fanno i sindacati. Ma con Papa Francesco succede anche questo: e non è la prima volta. Ieri – 28 maggio – al termine della preghiera del Regina Coeli, il Santo Padre ha salutato i lavoratori Mediaset di Roma, che nei giorni scorsi avevano scioperato contro il possibile trasferimento del Tg5 dalla Capitale a Milano

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


2
maggio

Mediaset: ecco gli stipendi 2016 dei top manager. Berlusconi guadagna 1,4 milioni, Confalonieri 3,5

Mediaset - Piersilvio Berlusconi, Fedele Confalonieri, Giuliano Andreani

Le buste paga più sostanziose sono quelle di Fedele Confalonieri e Piersilvio Berlusconi. Nel 2016, il Presidente di Mediaset ed il suo vice hanno guadagnato rispettivamente 3,5 ed 1,4 milioni di euro, cifre in linea con quelle dell’anno precedente. I due vertici del Biscione, però, non sono stati i soli ad aver ottenuto un compenso a sei zeri tra i top manager del gruppo. Dal DG dell’informazione Mauro Crippa, alla responsabile degli affari istituzionali Gina Nieri, ecco quanto hanno guadagnato i dirigenti dell’azienda di Cologno nell’ultimo anno.





20
aprile

Mediaset: perdita di 294,5 milioni nel 2016. Berlusconi: «Senza il caso Vivendi saremmo in pareggio»

Piersilvio Berlusconi

Profondo rosso. Il mancato accordo con Vivendi per la cessione di Premium è stato una batosta per i bilanci di Mediaset. Nel 2016, infatti, il Biscione ha registrato una perdita di 294,5 milioni di euro, la peggiore di sempre nella storia del gruppo. Un dato in netta controtendenza rispetto al rendiconto del 2015, quando la società aveva segnato un utile di 4 milioni. “Senza la vicenda Vivendi avremmo chiuso il 2016 in pareggio” ha detto l’AD di Mediaset Pier Silvio Berlusconi


13
aprile

Mediaset denuncia Morgan

Morgan

Morgan

Il caso Morgan/Amici non può che finire in tribunale. Le dure affermazioni del cantante non sono ovviamente passate inosservate, così Mediaset fa sapere di aver dato mandato ai propri legali di agire contro l’ormai ex coach del programma di Maria De Filippi.





23
marzo

Piersilvio Berlusconi: “A Mediaset le fiction Rai non funzionerebbero. I canali hanno una loro anima, sull’8 Fiorello fa l’1.5%. Il 20 sarà una mini generalista”

piersilvio berlusconi

Piersilvio Berlusconi

Con il rinnovo contrattuale di Paolo Bonolis, Mediaset punta di prepotenza sull’intrattenimento. Per la fiction, invece, si aprirà un nuovo ciclo. Piersilvio Berlusconi appare consapevole del delicato momento in cui versa la serialità del Biscione e per tali ragioni il cambiamento è già in atto. L’occasione per parlarne è proprio l’incontro per l’ufficializzazione del rinnovo con Bonolis.


23
marzo

Paolo Bonolis rinnova con Mediaset. Ecco cosa farà nei prossimi due anni

La conferenza stampa di Paolo Bonolis a Mediaset

Mesi di trattative finalmente sembrano giunti ad una fumata bianca: Paolo Bonolis rimarrà a Mediaset. Il matrimonio artistico tra l’azienda di Cologno e il noto conduttore è destinato a durare. Questo, tuttavia, ve l’avevamo ampiamente anticipato. Ora che, però, viene sancita l’ufficialità, le domande sono essenzialmente due: quali saranno i progetti del conduttore e quali sono le motivazioni alla base del rinnovo contrattuale? Lo sapremo nel corso della conferenza stampa dallo stesso conduttore, dal direttore di Canale 5 Giancarlo Scheri, dal direttore generale dei contenuti RTI Alessandro Salem e da Piersilvio Berlusconi.


21
marzo

Mediaset vs Vivendi, parte il processo civile su Premium. I francesi chiedono i danni, il Biscione contrattacca

Mediaset

Vivendi attacca, chiede i danni. E Mediaset risponde. L’ennesimo scambio di colpi tra il colosso francese ed il Biscione si consuma nel giorno della prima udienza per il processo civile che vede contrapposte le due società sul caso Premium. Stavolta a fare il primo passo sono stati i transalpini, che hanno depositato in Tribunale una domanda riconvenzionale di risarcimento danni per diffamazione in merito alla “campagna mediatica” che avrebbero subito dopo il mancato accordo sulla pay tv di Cologno.