Maurizio Crozza



22
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2014: GLI OSPITI DELLA SERATA FINALE

Ligabue

Ligabue

E Sanremo 2014 è finalmente arrivato al capolinea. C’è già, si fa per dire, trepidante attesa per la classifica finale tra i 13 big in gara che, complice il voto della Giuria di Qualità, rischia di essere completamente stravolta rispetto al voto del pubblico da casa. Voto che stasera influirà solo per il 25%, mentre il restante 25% proviene dalla votazione di giovedì e il 50% sarà appannaggio della Giuria presieduta da Paolo Virzì. Stasera, oltre ai 13 Big, si esibiranno anche gli 8 Giovani con una versione ridotta del proprio pezzo, e non mancherà ovviamente spazio per alcuni ospiti, non proprio di gran peso ma tant’è.

Sanremo 2014: ospiti serata finale

Stasera farà una capatina all’Ariston Terence Hill ovvero, dopo Claudio Santamaria e Luca Zingaretti, un altro ospite in promozione per Rai1 con il suo Don Matteo. Non che il prete in bicicletta abbia bisogno di chissà quale pubblicità, visto che ogni giovedì fa ascolti quasi superiori a quelli del Festival. Probabilmente Fazio ha intenzione di celebrare in qualche modo la sua carriera, a partire dai film con Bud Spencer, fino ai successi sul piccolo schermo, tra Don Matteo e Un passo dal cielo.

E poi ancora Maurizio Crozza, nella speranza che stavolta il comico genovese non venga fischiato come lo scorso anno. Si tratta, a dire il vero, di mero gioco di squadra ad opera dell’agente comune con il conduttore Beppe Caschetto: Crozza – già ben pagato per la copertina di Ballarò – era prontissimo a sbarcare in Rai con un contratto monstre, finché non decise di rinunciare viste le polemiche attorno alla nuova produzione (venduta a scatola chiusa alla Rai). Tornare a Sanremo ha un duplice scopo: promuovere il ritorno del programma su La7, e cancellare la performance dello scorso anno. Arrivato al successo come imitatore grazie a Mai dire Gol e Quelli che il calcio, è diventato volto di punta di La7, per la quale lavora ormai dal 2006 (qui altre info sulla sua partecipazione di stasera).




22
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2014: ATTESA PER MAURIZIO CROZZA. IMITERA’ RENZI E NAPOLITANO?

Maurizio Crozza, Festival di Sanremo

Per rottamare la Casta (Laetitia) ed accendere gli animi, ora ci vuole lui. Matteo Renzi al Festival di Sanremo 2014 se lo aspettano in molti. E, salvo ripensamenti, stasera il nuovo premier incaricato ci sarà. Ad interpretarlo sul palco dell’Ariston sarà Maurizio Crozza, in una delle sue imitazioni più celebri. Il comico genovese è atteso nella Città dei fiori come ospite dell’ultima puntata della kermesse, con le sue battute ed i suoi monologhi di satira politica. L’attualità, peraltro, gli offrirà spunti ghiottissimi in tal senso: proprio ieri, infatti, il segretario del Pd ha annunciato i nomi dei sedici ministri che comporranno la sua squadra di governo.

Potrà Maurizio Crozza esimersi dall’imitare il nuovo premier? I contenuti della sua esibizione sono tenuti top secret, ma c’è chi è pronto a scommettere che il popolare comico dedicherà ampio spazio proprio a Renzi. Del resto, il rottamatore fiorentino è l’uomo del momento, e l’occasione offerta da un palco prestigioso come quello dell’Ariston è troppo allettante per essere sprecata. Prendendo spunto dall’attualità, Crozza potrebbe imitare anche Giorgio Napolitano, ma anche Beppe Grillo, che martedì scorso è approdato al Festival sollevando un clamore mediatico a suon di invettive. Come spesso accade nei suoi sketch televisivi, il comico potrebbe inserire nella sua esibizione anche alcuni momenti musicali.

Crozza? “Non mi dispiace averlo su Rai1 almeno una volta all’anno” ha commentato il direttore di Rai1 Giancarlo Leone, che in tempi non sospetti aveva cercato di portare il comico sulla propria rete. Il curatore della copertina di Ballarò era stato ospite della scorsa edizione del Festival, e la sua esibizione – iniziata con un lungo sberleffo a Silvio Berlusconi  e proseguita con alcune battute già note – subì qualche contestazione. Lì per lì, Crozza non la prese bene e rimase come spiazzato di fronte alla reazione imprevista della platea.


21
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2014: QUESTA SERA RICCARDO SINIGALLIA CI SARA’. DOMANI CROZZA IMITERA’ RENZI?

Riccardo Sinigallia nel backstage di Sanremo

Finalmente qualcosa si muove in quel di Sanremo, peccato che non siano buone nuove. Come vi abbiamo appena raccontato, Riccardo Sinigallia rischia la squalifica per aver già eseguito al Festival “Le corde dell’anima” di Cremona, il 31 maggio 2013, il brano con cui gareggia.

Festival di Sanremo 2014: Riccardo Sinigallia prenderà parte a Sanremo Club

Come ha appena dichiarato il direttore di Rai 1 Giancarlo Leone nel corso de La Vita in diretta, però, “questa sera Sinigallia ci sarà sicuramente, la sua presenza sarà assolutamente legittima perché non c’è la gara”. Pertanto Riccardo Sinigallia sarà all’Ariston per prendere parte a Sanremo Club e, come stabilito, si esibirà con Paola Turci e Marina Rei per interpretare il brano Ho visto anche degli zingari felici di Claudio Lolli.

La commissione del Festival si riunirà a momenti per decidere come procedere, Leoni crede che “dovremo contestare questo fatto inequivocabile al cantante e alla casa discografica che avrà poi ventiquattro ore di tempo per fare le controdeduzioni“. Un vero colpo di scena che va a smuovere le acque finora troppo piatte della 64° edizione del Festival di Sanremo, una delle meno riuscite degli ultimi anni quantomeno in termini di ascolti. Qualcosa che Fabio Fazio e i suoi autori non potevano prevedere né immaginare. Loro.

Festival di Sanremo 2014: Crozza imiterà Renzi?





31
dicembre

PAGELLE TV DEL 2013: I PERSONAGGI

pagelle 2013 luciana littizzetto

Luciana Littizzetto

Promossi del 2013

10 a Luciana Littizzetto. Non c’è Crozza che tenga, sono i suoi i monologhi comici più seguiti del tubo catodico ma soprattutto è la vulcanica torinese il “fattore x” per il successo del Festival di Sanremo 2013. Sarà insignita della lode solo quando, però, riuscirà ad estendere il successo televisivo oltre l’intervento settimanale a Che Tempo che Fa e le cinque serate evento festivaliere. Centravanti di sfondamento.

9 a Fabio Fazio. Dopo anni di dominio targato Lucio Presta, il conduttore savonese è riuscito a confezionare un Festival di successo capace di strizzare l’occhio al salotto buono che tanto gradisce il suo allure radical chic. A rendere meno perfetto un anno da ricordare, i non brillantissimi (ma nemmeno pessimi) esperimenti di Che Tempo Che Fa. Paraguru.

8 a Flavio Insinna. Archiviata con il sonoro flop de Il Braccio e la Mente l’esperienza a Mediaset, l’attore e conduttore capitolino si riprende Affari Tuoi e – complice altresì la stanchezza del tg satirico – si concede il lusso di battere con regolarità Striscia la notizia, impresa compiuta soltanto dai pacchi “scavicchiati” da Paolo Bonolis. Figliol prodigo.

7 a Raffaella Carrà. Non è il varietà che meriterebbe ma è stato inconfutabilmente un ritorno sul piccolo schermo in grande stile per la regina del Tuca Tuca che riesce a padroneggiare pure nel contemporaneo genere televisivo dei talent. Possiamo dire senza il timore di essere smentiti che The Voice non avrebbe catalizzato la stessa attenzione senza il suo caschetto d’oro. Highlander.

7 a Maria De Filippi. Con Mediaset stretta tra crisi economica e frammentazione degli ascolti, la signora di Canale 5 non rischia (almeno come conduttrice): il serale di Amici si snatura ma vince nuovamente la battaglia del sabato sera, Italia’s got talent comincia a mostrare segni di stanchezza ma pur sempre con numeri di altri tempi e preserva C’è posta, Uomini e Donne è la solita macchina da guerra. Nel 2013 ha dovuto digerire il boom de Il Segreto che ha creato le condizioni affinchè Mediaset si sbarazzasse clamorosamente dell’oneroso daytime di Amici. Lungimirante.

6 a Barbara D’Urso. Un 2013 in salita per la Maria Carmela di Canale 5, caratterizzato, nella seconda parte della stagione, dal sorpasso di Pomeriggio Cinque su La Vita in Diretta e sul testa a testa con la Domenica In di Mara Venier. Risultati inaspettati ma, per quanto sia innegabile la sua bravura nel fare quello che fa (ah se solo imparasse a calcare meno la mano…), l’impressione è che il rinnovato successo della matrona dei TeleRatti 2013 sia attribuibile a meriti (Il Segreto) e demeriti (i cambiamenti avvenuti a Rai1) altrui. Non sorprende che la prima parte di Domenica Live, contrapposta a L’Arena, era ed è ancora un insuccesso. Baciata dalla fortuna.

6 a Maurizio Crozza. Il tanto vagheggiato grande salto su Rai1 non c’è stato. Rimanendo ancorato al “porto sicuro” de La7, il mattatore genovese si tiene lontano dall’ “insidiosa” platea nazionalpopolare di Raiuno ma anche dal grande successo che solo una rete ammiraglia può regalare. Da dimenticare l’esibizione interrotta a Sanremo. Pavido.

Bocciati


15
dicembre

LA7: NATALE 2013 CON ANNICCHIARICO, GASSMAN E IL MEGLIO DI CROZZA

la7 natale 2013

Alessandro Gassmann

Il 2013 di La7 si chiude con un’offerta all’insegna dell’intrattenimento e del cinema, con una serie di fiction e film tv in prima visione e di grandi classici per tutta la famiglia, ma anche in compagnia della satira di Maurizio Crozza e del suo caleidoscopico mondo di personaggi, musica, monologhi ispirati all’attualità del Belpaese.

La7: stasera Faccia d’Angelo introdotto da Salvo Sottile

Nella settimana di Natale e Capodanno i telespettatori di La7 ritroveranno i tanti personaggi di Maurizio Crozza nell’access prime time, con il meglio dei suoi show. Oggi – 15 dicembre – e il 22 dicembre appuntamento con la miniserie in due puntate in prima tv in chiaro, coprodotta con Sky Cinema, Faccia d’angelo, con Elio Germano e Katia Ricciarelli. Le sanguinose vicende del boss Felice Maniero e della Mala del Brenta – una delle più feroci bande del crimine organizzato – saranno introdotte da due speciali di Le Storie di Linea Gialla, con Salvo Sottile, incentrate sulle vicende di cronaca criminale che hanno insanguinato il nordest negli anni ‘70.

La7: la Vigilia di Natale 2013 omaggio a Frank Capra

La sera della Vigilia, La7 renderà omaggio al grande regista Frank Capra. Alle 21:10 il film Angeli con la Pistola, cui seguirà una puntata speciale de La Valigia dei Sogni condotta da Simone Annicchiarico dal paese natale di Capra, Bisacquino, in provincia di Palermo, dove il regista ha vissuto i primi sei anni di vita. La grande musica classica e natalizia sarà protagonista il 25 dicembre alle ore 14:40 con il Concerto per la Vita e per la Pace di Betlemme, uno dei principali eventi culturali di solidarietà per la Terra Santa. La sera di Natale sarà dedicata ai bambini con il film Il piccolo Nicolas e i suoi genitori, la divertente commedia francese basata sul personaggio della collana per ragazzi Le petit Nicolas di Goscinny & Sempé.

La7: Santo Stefano con i fiocchi





30
novembre

MAURIZIO CROZZA A FRANCESCA PASCALE: MA MANGIATI UN CALIPPO, ERI BRAVISSIMA A FARLO (VIDEO)

Maurizio Crozza, Francesca Pascale

La concomitanza politica era troppo ghiotta, ed era scontato che Maurizio Crozza la cogliesse al volo. Ieri sera, in diretta su La7, il comico genovese ha commentato a modo suo la decadenza di Silvio Berlusconi dalla carica di senatore. “Ma a lui di entrare in Senato che cosa gliene frega? Non ci è mai andato (…) E’ come se a me avessero impedito di entrare in una cisterna etrusca” ha ironizzato Crozza, che era entrato in scena vestendo i panni dell’ex premier. Tra un’imitazione e una gag, il guitto ha fatto a lungo satira sul Cav, poi ha bersagliato Francesca Pascale.

Ed è proprio all’attuale fidanzata di Berlusconi che Crozza ha riservato un paio di battute al vetriolo. “Ha ventotto anni, mettetevi nei suoi panni. E’ disoccupata, il suo ragazzo ha perso il lavoro, gli hanno pure tolto i documenti e lo Stato non li sta aiutando. Cosa deve fare?” ha scherzato il comico, riferendosi poi all’intenzione della giovane di chiedere la grazia a Napolitano, ed immaginandosi quest’ultimo alle prese con le scottanti carte del processo Ruby.

Crozza ha anche dileggiato il desiderio della Pascale di appellarsi a Papa Francesco. “Vabbè che lui è buono ma lascialo stare, Pascale. Ma mangiati un Calippo. Eri bravissima a mangiare i calippi” ha commentato Crozza, accompagnato dalle risate del pubblico. Per chi non avesse colto, il comico si riferiva all’ormai celebre video d’antan in cui una giovanissima Francesca si esibiva come soubrette del programma trash Telecafone, mangiando proprio un Calippo.


28
ottobre

ITALIANI COSI’: SU RAI PREMIUM TORNA IL PROGRAMMA DI SORGI… E RISPUNTA IL FILM TV CENSURATO CON MAURIZIO CROZZA

Maurizio Crozza in Ci sarà un giorno - Il Giovane Pertini (1992)

Sandro Pertini, Antonio Gramsci, Don Luigi Sturzo, Amedeo Modigliani, Giuseppe Verdi, e i ragazzi di via Panisperna, saranno i protagonisti della seconda edizione di Italiani, così, il programma di Marcello Sorgi e Giuseppe Gentili, che da questa sera alle 22.55 torna su Rai Premium. Anche in questa nuova edizione la trasmissione racconterà i personaggi che hanno fatto la storia del nostro Paese attraverso la fiction, interviste e documenti storici.

In ciascuna delle sei puntate della durata di 50 minuti, l’ex direttore del Tg1 compirà dunque, con l’aiuto di storici, editorialisti, scienziati e personalità religiose, un viaggio biografico alla scoperta degli aspetti più curiosi ed interessanti dei personaggi omaggiati. Italiani, così…, prodotto da Rai Premium e curato da Alessandro Bucossi, per la regia di Antonio Fugazzotto, tenterà di offrire un’occasione per riflettere sul nostro recente passato comparandolo con il nostro attuale presente.

Nella prima puntata si ripercorrerà la storia di Sandro Pertini attraverso le interviste a Rino Formica, già ministro delle Finanze, e Giovanni Sabbatucci, storico ed editorialista de Il Messaggero. Vi saranno inoltre degli approfondimenti sui momenti salienti che hanno caratterizzato la vita di Pertini: dalla condanna a morte sotto il fascismo nel 1943 alla Presidenza della Repubblica. Nel corso della serata vedremo la testimonianza diretta di Sandro Pertini, resa a Gianni Bisiach nel 1969, sulla Liberazione di Milano e le trattative per salvare la vita a Mussolini, e alcuni estratti di un’intervista di Carlo Lizzani a Pertini Presidente della Repubblica nel programma “Sandro Pertini – Ritratto di un Presidente”, del 1984.


24
ottobre

GUBITOSI SU CROZZA: TRATTATIVA SFUMATA PER POLEMICHE SUI COMPENSI. LASCIATECI COMPETERE SENZA INTERFERENZE

Luigi Gubitosi

“C’è stata una intromissione nelle normali regole della concorrenza che rappresenta un’anomalia italiana”. Fulmini e saette in Commissione di Vigilanza Rai. Durante la seduta di ieri, il Direttore Generale di Viale Mazzini Luigi Gubitosi è intervenuto con parole di fuoco sul mancato ingaggio di Maurizio Crozza da parte della tv pubblica. Il comico genovese – lo ricordiamo – aveva abbandonato le trattative dopo le polemiche sul suo contratto milionario innescate da Renato Brunetta e dal centrodestra. Il top manager Rai ha stigmatizzato quelle controversie, rivendicando il diritto a tenere riservate le cifre previste per i compensi degli artisti.

Gubitosi: no all’obbligo di divulgare i compensi

Gubitosi, in particolare, ha esordito citando le parole dell’ex Presidente Antitrust Antonio Catricalà, secondo il quale “un’eventuale imposizione alla Rai dell’obbligo di rendere noti i compensi non sarebbe priva di implicazioni di carattere concorrenziale. La pubblicazione dei cachet, infatti, “potrebbe ridurre la capacità della Rai di trattenere risorse”. Poi, leggendo un breve discorso, il DG di Viale Mazzini è entrato a gamba tesa sulla vicenda Crozza.

Gubitosi su Crozza: sarebbe stato ripagato da pubblicità

“Il caso Crozza è emblematico, non siamo riusciti a chiudere la trattative per le polemiche sui compensi che hanno creato forte tensione. Un paese che ha paura della satira è un paese in difficoltà morale. Non mi risulta che in altri paesi dove esiste il servizio pubblico sia successo quello che è successo nel caso Crozza, è un peccato che sia successo in Italia. Si sono sentite molte cifre, ma io posso dirvi che il costo di una serata di Crozza sarebbe stato completamente ripagato da pubblicitàha affermato Gubitosi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,