Endemol



31
luglio

CASTING: CONCORRENTI E FIGURANTI E’ IL VOSTRO MOMENTO

Casting @ Davide Maggio .it

D’estate la televisione va in vacanza, è vero. Lo show-biz no, però. Tutte le nuove produzioni, in partenza in autunno, sono alla ricerca di concorrenti, figuranti, attori, ballerine e… chi più ne ha più ne metta. Oggi, in considerazione della quantità industriale di richieste giunte in redazione nelle ultime settimane, vogliamo fornirvi una panoramica dei casting attivi e delle relative modalità di partecipazione.

Affari Tuoi. Per il viaggio della speranza catodica, sono aperte le selezioni per il classico dell’access time di RaiUno. Chiamare il call center della RAI al numero a pagamento 199123000. Entro: il 31 luglio per Lazio, Campania, Puglia, Lombardia, Sicilia; entro il 31 agosto per Calabria, Toscana, Piemonte, Sardegna, Emilia Romagna, Veneto, Umbria, Marche, Liguria, Abruzzo; entro il 30 settembre per Valle d’Aosta, Friuli, Molise, Trentino Alto Adige, Basilicata.

Affari Tuoi – Speciale per Due. Altra chance, invece, per coppie e coppiette in vista di un matrimonio ma già con due mutui sulle spalle e le rate dell’assicurazione dell’utilitaria da pagare. Chiamare sempre il numero a pagamento 199 123000, ma nel periodo che va dal 23 luglio al 31 agosto.

America’s Got Talent. Massimo Donelli dà quasi per certo l’arrivo di questo nuovo reality per la primavera del 2010 su Canale 5: gli servono, infatti, solo 150 talentuosi. Allora, casalinghe di Voghera e pompieri di Viggiù se la vostra ambizione è quella di diventare i nuovi Susan Boyle all’amatriciana? Chiamate il numero 06 3725727.

Amici 9. Il grosso è già stato fatto: ufficialmente i casting sembrerebbero chiusi. Ma il meccanismo lo conosciamo tutti: c’è speranza fino all’ultima puntata prima del serale per buttare fuori dalla scuola il povero disgraziato di turno, farsi odiare un po’ da tutti e salire quanto basta in classifica. Contattate, allora, per mari e per monti la De Filippi (telefono: 06 37351854; fax: 06 72293685; e-mail: amicidimariadefilippi@jumpy.it).

CONTINUA DOPO IL SALTO:




19
luglio

ANTICIPATO E… CONFERMATO. EDMONDO CONTI, PRODUTTORE ESECUTIVO DI ENDEMOL ITALIA A DM TV: “A TUTTI PAZZI PER LA TELE ARRIVA BEPPE BRAIDA. IL PROSSIMO PROGRAMMA VINTAGE CHE SPERO TORNI IN ONDA? OK, IL PREZZO E’ GIUSTO”

Edmondo Conti e Marco Liorni - Catania Talenti e Dintorni

Vi abbiamo annunciato in un’esclusiva anteprima l’arrivo a Tutti Pazzi per la Tele di Beppe Braida che affiancherà Antonella Clerici nella seconda edizione dello show dal sapore amarcord.

Ebbene! Il nostro inviato Carmelo Aurite ha rintracciato, in quel di Catania, il produttore esecutivo del programma, recatosi in Sicilia per ritirare l’ambito elefantino d’argento assegnato dalla manifestazione Catania Talenti e Dintorni.

Edmondo Conti ha confermato ai nostri microfoni l’arrivo del comico al prime time di Raiuno dal prossimo 15 settembre e ha approfittato per fare quattro chiacchiere con noi sulla TV che verrà, augurandosi un ritorno nei prossimi mesi di Ok Il Prezzo è Giusto e sperando che gli “amici di DM” siano più clementi con i programmi made in Endemol.

Buona visione. Il video, dopo il salto:


18
giugno

THE MARRIAGE REF: L’ACCORDO FRA ENDEMOL E JERRY SEINFELD CHE RACCONTERA’ IL LATO COMICO DEL MATRIMONIO

Jerry Seinfeld - The Marriage Ref

Jerry Seinfeld è uno dei comici più amati degli Stati Uniti. Con la sua sit-com “Seinfield“, nella quale interpretava se stesso, un comico single a New York, ha fatto del suo personaggio e delle sue vicende dei veri e propri cult della comicità. Fino al 1998, anno in cui ha abbandonato il mondo del cabaret per dedicarsi ad altro, il suo cognome è stato sinonimo di risate, affermandosi in America come un vero e proprio colosso del buon umore. E se tale colosso incontra Endemol, leader mondiale dei programmi d’intrattenimento, il risultato non può che preannunciarsi come esplosivo.

Endemol, infatti, ha da poco annunciato di aver raggiuto un accordo esclusivo di distribuzione internazionale della nuova serie di Jerry Seinfeld, impegnato in coppia con la sua socia Ellen Rakieten (produttrice per ventitre anni anche del celebre The Oprah Winfrey Show) a raccontare gioie e dolori del matrimonio nello show “The Marriage Ref“. A metà fra una serie comica ed un reality show, il programma andrà in onda in prime time, in sei episodi da un’ora per la NBC, a partire da marzo 2010. “Vedo il matrimonio come un grande pianeta comico popolato da tantissime persone, quindi saranno in molti ad identificarsi – ha dichiarato Jerry Seinfeld descrivendo il format – Non è uno show terapeutico, è uno show comico. Dopo nove anni di matrimonio ho scoperto che il potenziale comico di questo argomento è davvero altissimo”. La serie vedrà star internazioni, personalità del mondo dello spettacolo e dello sport, impegnati a giudicare e consigliare coppie “normali” alle prese con le famigerate liti coniugali, in un susseguirsi di situazioni comiche ed irriverenti. E la fiducia di Endemol per questo progetto salva-coniugi è tanta, come osservato da Ellen Rakieten: “L’entusiasmo e la passione per lo show sono stati chiari sin dal nostro primo incontro. Siamo orgogliosi di portare avanti insieme a loro questo progetto“. “The Marriage Ref” non potrà, dunque, non beneficiare di questo fortunato “matrimonio”, che vedrà il format esportato, distribuito e adattato in versioni locali in tutto il mondo.





6
aprile

QUELLA “TALPA” DI JOHN DE MOL, PRONTO A CONQUISTARE L’ITALIA

John De Mol @ Davide Maggio .it

Johannes Hendrikus Hubert de Mol, meglio noto come John De Mol, non è soltanto l’inventore del format televisivo a cui molti attribuiscono un cambiamento epocale della televisione; oltre ad essere il padre del Grande Fratello, John de Mol è prima di tutto un uomo con un enorme senso degli affari, caratteristica che nel 2005 lo ha portato a figurare fra le 500 persone più ricche del mondo secondo la rivista americana Forbes, che ogni anno stile la classifica degli uomini più ricchi del Pianeta.

Dal 1994 il nome del signor De Mol è indissolubilmente legato alla Endemol, società nella quale, in quell’anno, è confluito con la sua “John de Mol Produkties“. I format ”made in Endemol” spopolano, da allora, in tutto il mondo, al punto da rendere il notissimo logo blu e bianco un vero e proprio simbolo di creatività e di fiuto indiscusso per i gusti del pubblico. Dopo aver ceduto le sue quote di Endemol al gruppo Telefonica, nel 2007, insieme a Mediaset, è tornato ad essere uno dei principali azionisti della realtà da egli stesso creata.

Ma non di sola Endemol vive John De Mol: dopo aver fondato nel 2005 il canale televisivo Talpa, ribattezzato Tien poco prima di essere ceduto al gruppo RTL, l’imprenditore non ha mai smesso di dedicarsi alle sperimentazioni. Nasce proprio dalla voglia di sondare e testare nuove idee la società di produzione Talpa Media, che si serve di internet per proporsi come vero e proprio laboratorio, sempre in cerca di intuizioni inedite da far diventare potenziali miniere d’oro. E la notizia che interessa l’Italia, in questo caso arriva dal MipTv di Cannes, giunto a conclusione il primo aprile: Talpa è pronta a sbarcare nel bel paese, e non solo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


25
marzo

RAI: TUTTI PAZZI PER LA FICTION. ECCO TUTTI I TITOLI IN CANTIERE NEL 2009

Fiction Rai 2009

La fiction è ed è stata, negli ultimi anni, la principale core-competence che ha consentito alla Rai, in particolare a Raiuno, di prevalere sulla concorrenza. Non stupisce, dunque, che per il 2009 si continui a puntare su di essa con ben 40 titoli in cantiere e investimenti, in crescita, pari a 292 milioni di euro. Ventisei le fiction destinate al prime time di Raiuno, contro le sei di Raidue e le quattro di Raitre.

Malgrado ciò, le fiction di mamma Rai presentano spesso endemici limiti: si va dal provincialismo delle miniserie, alla scelta di attori non adeguati, a sceneggiature spesso imbarazzanti, al target di pubblico sempre più agè, ma è soprattutto la mancanza di originalità la principale falla responsabile dell’omogeneità dell’offerta negli anni (vedi il proliferare di Papi e “uomini straordinari”). Senza contare che le tanto vituperate miniserie, insignite a emblema di qualità, anche se spesso la qualità è solo un miraggio, sono costosissime, non creano indotto e al secondo passaggio vanno quasi sempre male. Le fiction in cantiere per il 2009, che vi andremo, brevemente, di seguito a presentare, sembrano confermare queste teorie, se non aggravarle.

Cominciamo dalle fiction più attese, da pubblico e listino Sipra: la nuova stagione di Un medico in famiglia e i nuovi episodi de Il Commissario Montalbano. La prima, prodotta da Publispei, è la capostipite della lunga serialità per famiglie, la seconda è il fiore all’occhiello della Rai, capace di battere ogni record di ascolti. Come molte altre produzioni di successo di Viale Mazzini, è “prodotta da Mediaset” via Endemol, s’intende, proprietaria di Palomar. La fiction con Luca Zingaretti è anche la più costosa in proporzione al numero di episodi, l’investimento per quattro puntate è pari a 12,5  milioni di euro ossia più di 3 milioni e 100 di euro per episodio.





28
gennaio

LA FATTORIA 4: CHI MANDERESTI IN BRASILE TRA MUCCHE E MAIALI?

La Fattoria 4 (Paola Perego e Mara Venier) @ Davide Maggio .it

Ci siamo. Il conto alla rovescia verso l’inizio de La Fattoria 4 è scattato e il cast di questa nuova scoppiettante edizione inizia a delinearsi in maniera definitiva. Mancano alcuni piccoli ritocchi e il gioco è fatto. Come vi avevamo anticipato, i nomi per un’edizione che punta in alto ci sono tutti. D’altronde la scelta di confermare il reality di Endemol sulla rete ammiraglia Mediaset e di chiamare alla conduzione Paola Perego la dice tutta su quanto i vertici puntino su questo prodotto.

Una conferma in tal senso arriva dalle sempre più insistenti voci di corridoio che vorrebbero la Perego alla conduzione del Grande Fratello 10, risultati esaltanti de La Fattoria permettendo, ovviamente. Ma non solo. Occhiatacce, botta e risposta, scandali collaterali: il tutto al servizio del ritorno di questo reality. Persino Michelle Hunziker si è scomodata, criticando la Perego e la sua conduzione “chiassosa”, per usare un eufemismo. Tanto che la Perego ha risposto infastidita a queste critiche dalle pagine di un noto settimanale: “Io dico che ciascuno deve parlare dei propri programmi, io non parlo mai di quello che fanno gli altri colleghi”.

Per non parlare poi del botta e risposta tra la Casalegno e Sgarbi, di cui vi abbiamo resi partecipi in questo articolo. E che dire del flirt tra Corona e Belen, di cui noi di DM siamo stati i primi testimoni oculari? Anche questo scandalo ha finito per dare un assist a due programmi in arrivo: Scherzi a parte (per la partecipazione della Rodriguez alla conduzione) e La Fattoria, per l’appunto, che aveva puntato tutto su Nina Moric per far brillare ulteriormente il cast dei partecipanti. Usiamo l’imperfetto perché proprio in questi giorni la Moric ha declinato l’invito per stare più vicina al figlio, fortemente turbato prima dal ricovero della madre e poi dall’allontanamento del padre. “È come se avesse perso un padre, non deve perdere anche sua madre. Ha bisogno di me”, queste le parole di Nina che giustificano il suo rifiuto.

Scegli chi vorresti vedere in Brasile:


23
gennaio

IL GRANDE FRATELLO DIVENTA UN VILLAGGIO ITINERANTE

Grande Fratello @ Davide Maggio .itSi tratta di una brand extension tutta italiana che verrà messa in atto da Yam112003, la controllata del gruppo Endemol Italia che si occupa di new media.

Il Grande Fratello, infatti, è pronto a trasformarsi in un live show itinerante che avrà, di settimana in settimana (26 le tappe previste), una location diversa all’interno penisola.

Ci sarà un vero e proprio villaggio, una città nella città, nel quale troveranno spazio numerosi momenti di spettacolo e, ovviamente, una “casa on the road“  in cui le telecamere saranno sostituite da webcam.


27
novembre

SULLE RETI MEDIASET SI GIOCHERA’ D’AZZARDO

Poker @ Davide Maggio .it

Se pensate che la trasmissione di Poker1Mania, programma in onda nella seconda serata di Italia1, abbia il solo scopo di intrattenere gli appassionati di uno dei più famosi giochi di carte, beh, con molta probabilità, vi sbagliate.

Dopo aver invogliato al gioco i telespettatori con The Box Game, sembra, infatti, che il Biscione abbia tutta l’intenzione (e l’interesse) di traslare dalla rete al piccolo schermo il poker vero e proprio. Un poker online, in cui si gioca con soldi veri, autorizzato dall’Amministrazione autonoma (Aams) dei monopoli di Stato. 

Grazie ad un accordo con Microgame, infatti, Endemol Italia (già produttrice di The Box Game) realizzerà degli eventi tv sulle reti del gruppo di Cologno a partire dal prossimo febbraio.  La società di produzione del Gruppo Mediaset, con il proprio sito www.pokerplay.it, fa già parte di People’s Poker Network, community di poker online in Italia con 800mila conti di gioco attivi, basata sulla piattaforma sviluppata da Microgame.

Scopri a quanto ammonterebbe il giro d’affari e partecipa al sondaggio: