Chiusura



11
aprile

GLEE CHIUDE?

Glee

C’era una volta il McKinley High School, un professore di spagnolo desideroso di realizzare un sogno e un gruppo di ragazzi dalla voce portentosa e dalle personalità spiccate desideroso di esibirsi sul palcoscenico e aggiudicarsi un Campionato Nazionale. Iniziava così l’avventura di Glee, il teen drama di Ryan Murphy distintosi, nel corso degli anni, per originalità e ironia. Si sa, il tempo è traditore e Glee, con lo scorrere delle stagioni e delle puntate, inizia a perdere mordente e appeal, schiavo di stereotipi e cliché sempre più rigidi e banali, al punto da spingere i suoi “papà” Ryan Murphy, Brad Falchuck e Ian Brennan a pensare di non rinnovare la serie per una quinta stagione.

Stando a quanto rivela Perez Hilton, malgrado alcuni membri del cast, Lea Michele in primis, abbiano già firmato il contratto e, malgrado le nuovissime idee annunciate da Murphy in merito al prosieguo dell’avventura dei suoi ragazzi, la Fox attende ancora la conferma dei deus ex machina della serie sulla messa a punto della quinta stagione di Glee; conferma che, se non dovesse arrivare, metterebbe a rischio la realizzazione stessa delle avventure del glee club più famoso del piccolo schermo. E così, mentre la Fox aspetta e i creatori tentennano, il The Glee Project, il talent show atto a rintracciare nuovi membri da inserire nel cast, è stato momentaneamente cancellato. Che fare?

Quei personaggi e quelle dinamiche così originali e intriganti all’inizio della serie sono finite per amareggiare e deludere i suoi seguaci: si passa dalla versione abominevole e spassosa di Sue Sylvester a una più blanda e tediosa; da un Will Schuester propositivo e umile a un vanaglorioso e arrivista “politico in ascesa”; da un Blaine Anderson devoto e innamoratissimo del suo Kurt a un ragazzo infedele e insicuro e, soprattutto, da un’affascinante quanto egoista Quinn Fabray a un’ex cheerleader amante del sesso…con le donne.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,




2
marzo

90210 CHIUDE I BATTENTI

90210

Dopo Private Practice, Los Angeles dice addio ad un’altra serie tv. A lasciarci oggi è infatti 90210. Ne dà l’annuncio Mark Pedowitz, presidente di The CW, che ha deciso di salutare definitivamente il “codice postale più amato d’America” a causa dei bassi ascolti registrati.

L’ultima puntata andrà in onda sugli schermi d’Oltreoceano il 13 maggio. In seguito a tale decisione la sceneggiatura è stata in parte modificata per eliminare quelle che erano state pensate come aperture alla sesta stagione e per dare una giusta conclusione alla serie.  Nelle ultime puntate della quinta stagione comparirà nella serie Prince, figlio di Michael Jackson. I protagonisti hanno twittato il loro dispiacere con i fan che ovviamente appena appresa la notizia della chiusura hanno invaso blog e social network per mandare messaggi di cordoglio.

In Italia, 90210 non ha mai riscosso grandi consensi. Rai 2, confidando di ripetere il successo che su Italia 1 aveva ottenuto la serie madre, Beverly Hills 90210, aveva tentato il posizionamento in prima serata, ma con scarsi risultati. La serie è poi passata nel palinsesto pomeridiano estivo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


11
febbraio

BOOM! CENTOVETRINE CONTINUA. IL SET RIAPRE IL 3 APRILE

Daniela Fazzolari e Alex Belli

E c’è una storia che non avrà fine. Parafrasiamo la sigla di CentoVetrine per dare ai fan della soap la notizia più lieta: la fiction in rosa di Canale 5 non chiude ma proseguirà per (almeno) un’altra stagione. Ebbene sì, dopo l’interruzione delle riprese che durava da mesi e che lasciava presagire il peggio, Mediaset ha deciso di riaprire il centro commerciale più famoso d’Italia.

A partire dal 3 aprile (la notizia sarà ufficializzata a breve), la troupe, i registi e tutti gli attori si ritroveranno a San Giusto Canavese per regalare al pubblico di Canale 5 una nuova stagione di CentoVetrine ricca di amore e intrighi. La decisione di interrompere la soap – dovuta a questione economiche – sembrava una scelta paradossale in base al successo d’ascolti (ogni giorno uno share intorno al 20% con oltre 3 milioni di spettatori) ma anche per i risvolti in termini occupazionali.

Tutto è bene quel che finisce bene.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





4
gennaio

GEPPI CUCCIARI: IL PUBBLICO DI G’DAY A QUELL’ORA ERA DISTRATTO DA ALTRI AFFANNI

Geppi Cucciari

Anno nuovo, vita nuova. Il 2013 porterà a Geppi Cucciari tante novità rispetto al passato. Dall’inizio della vita matrimoniale al debutto in prima serata con un one woman show previsto per il mese di marzo passando per l’editoriale-copertina del quale sarà responsabile nella nuova edizione de Le Invasioni Barbariche. La comica sarda si racconta in un’intervista rilasciata a L’Espresso partendo proprio dall’ultima vicenda relativa all’anno appena trascorso e cioè la chiusura del suo G’Day:

“Un esperimento coraggioso, quello de La7, occupare una fascia oraria dove le due reti principali propongono quiz condotti da grandi professionisti e altrove si vedono telefilm molto rodati da Rex a Tempesta d’amore. I nostri spettatori non bastavano. Il genere di pubblico per cui era stato pensato, lavorando in diretta, forse a quell’ora è distratto da altri affanni.”

Un problema di fascia oraria secondo Geppi. E chissà che la sua analisi – anche se è impossibile stabilirlo a posteriori – non sia corretta. Difficile infatti non essere d’accordo con la conduttrice dal momento che anche noi, in tempi non sospetti, avevamo suggerito a La7 di provare la striscia nel più congeniale slot della seconda serata.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


23
novembre

BOOM! G’DAY SOPPRESSO. PARODI SOSTITUISCE CUCCIARI

Geppi Cucciari

Geppi Cucciari

Tenetevi forte. Anche a La7 iniziano a farsi sentire, com’è giusto che sia, quelle logiche commerciali in base alle quali se un programma va male… si chiude. Senza troppo accanimento terapeutico e speranze di sorta.

Il prossimo dicembre sembra destinato a chiudere i battenti G’ Day, lo show di Geppi Cucciari in onda nel preserale della rete del gruppo Telecom. Nonostante alcuni tentativi che hanno coinvolto sia la struttura che la durata del programma, i risultati non lasciano spazio a dubbi: circa il 2% di share con quasi 500 mila spettatori a fronte di costi di produzione decisamente alti.

A sostituire la Cucciari sembrerebbe esserci in pole position Benedetta Parodi con i suoi Menù che verrebbero così promossi nello slot che precede il telegiornale di Enrico Mentana.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





14
ottobre

LA SCIMMIA CHIUDE (PER VOLERE DI VALSECCHI) MA TIRABOSCHI RILANCIA: SAREMMO ANDATI AVANTI ALMENO ALTRE DUE SETTIMANE

Luca Tiraboschi

Luca Tiraboschi: La decisione di Pietro Valsecchi ha sorpreso anche a me. Noi saremmo andati avanti ancora per almeno altre due settimane. Ho parlato a lungo con Valsecchi per cercare di dissuaderlo, ma la sua posizione è stata irremovibile. Il progetto è suo e altrettanto sono le decisioni. Rimane comunque per noi la soddisfazione di aver partecipato a questo nuovo esperimento. Speriamo di ritrovarci presto con qualche altro nuovo progetto.”

Che poi viene da chiedersi… da quando in qua a decidere la chiusura di uno show è il produttore e non il direttore di rete (o i suoi superiori)?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


27
settembre

GIULIANO FERRARA CHIUDE QUI RADIO LONDRA: SONO OGGETTO DI MOBBING DA PARTE DI UN FUNZIONARIO RAI

Giuliano Ferrara, Qui Radio Londra

Fine delle trasmissioni. Giuliano Ferrara spegne Qui Radio Londra, la rubrica d’approfondimento che conduceva dal 2011 sulla prima rete. Un addio, quello deciso dall’Elefantino, che era nell’aria, soprattutto a seguito di alcune frizioni con il direttore di Rai1 Mauro Mazza, che avevano impedito al programma di tornare in onda. Dopo un tiramolla durato tre giorni, oggi il direttore del Foglio ha sciolto gli indugi ed ha annunciato:

“Sono oggetto di un grottesco e prolungato mobbing da parte di un funzionario Rai. Tutti lo sanno. E’ un problema piccolo piccolo, una perdita di tempo. Ho sempre detto che non voglio lavorare per un editore che non è dalla parte del mio lavoro. Mi sembra normale. Ho molte altre cose da fare che mi interessano. Non recrimino e non ho nulla da pretendere. Ringrazio i collaboratori e saluto cortesemente il pubblico della mia rubrica. Non chiedo altro che questo: essere lasciato in pace. Mi infastidisce anche solo l’idea di essere trascinato in una rissa a sfondo televisivo. Fine delle trasmissioni. Punto”

Parole che chiudono una querelle scoppiata mesi fa in Rai con una discussione sugli ascolti deludenti di Qui Radio Londra, e sfociata lunedì scorso nella mancata trasmissione della puntata d’esordio della rubrica. Un episodio, questo, che aveva fatto infuriare lo stesso Ferrara, il quale stamattina aveva chiosato: “Perché non vado in onda? Perché non ne ho voglia“. A poche ore di distanza, la decisione di mollare tutto, in aperta polemica con la direzione di Rai1.


1
settembre

DM LIVE24: 1 SETTEMBRE 2012. LA PROVA DEL CUOCO ABBINATA ALLA LOTTERIA, INSEGNO RIVENDICA GLI ASCOLTI, CHIUDE JERSEY SHORE

La Prova del Cuoco - Lotteria Italia

>>> Dal Diario di ieri…

  • La Prova del Cuoco abbinata alla lotteria Italia

Sarà nuovamente La Prova del Cuoco il programma Rai abbinato alla Lotteria Italia.

  • Insegno rivendica gli ascolti

nokiatony ha scritto alle 12:10

Reazione a catena, Pino Insegno: “Share del 25-27% e 4 milioni ma dalla Rai neanche un ‘grazie”. Il conduttore, in un’intervista a Vero, rivendica gli ascolti! (Fonte pagina facebook del programma)

  • Chiude Jersey Shore

nokiatony ha scritto alle 13:08