Chiusura



21
dicembre

GAZZETTA TV CHIUDE

Gazzetta Tv

A meno di un anno dall’”inizio delle trasmissioni” (era esattamente lo scorso 26 febbraio), si spegne Gazzetta Tv. La rete televisiva in chiaro dello storico quotidiano La Gazzetta dello Sport, collocata al numero 59 del digitale terrestre, chiude definitivamente la sua avventura, che ha visto fallire il tentativo di portare il fascino del “rosa gazzetta” al telespettatore.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




14
dicembre

LAEFFE VERSO LA CHIUSURA? ANCHE GAZZETTA TV A RISCHIO

Gad Lerner

‘Fischia il vento’ e infuria la bufera, su Laeffe. A soli due anni dalla sua nascita, la tv di Feltrinelli (canale 50 del digitale terrestre) potrebbe chiudere i battenti. Sull’emittente peserebbero infatti i nano-share ma anche una situazione economica poco incoraggiante, elementi che avrebbero spinto l’editore a valutare manovre risolutive. A ipotizzare la fine delle trasmissioni è MilanoFinanza.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


17
settembre

MASHA E ORSO: A RISCHIO CHIUSURA IL NUOVO CARTOON CHE HA FATTO BRECCIA NEL CUORE DEI PIU’ PICCOLI

Masha

Mamme di tutto il mondo, unitevi. Se, a dispetto dei consigli di psicologi e manuali di pedagogia vi capita di usare la tv per intrattenere i vostri pargoli, sappiate che presto potreste dire addio a due dei migliori “baby sitter” presenti al momento sul piccolo schermo, ovvero Masha e Orso: il cartone animato di Rai Yoyo, infatti, è a rischio.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





14
luglio

REX NON DEVE FINIRE: LA SERIE DI RAI 2 A RISCHIO CHIUSURA, SCATTA LA PETIZIONE ON LINE

Francesco Arca (da Facebook)

Sono passati quasi dieci anni dalla fine della storica serie austriaca Il Commissario Rex, ma il cane più famoso della tv non ha mai smesso di scodinzolare nei palinsesti nostrani. Sia con le repliche che con le nuove stagioni tutte italiane, nate quasi come uno spin off nel 2008 con Kaspar Capparoni come protagonista.

Rex: i fans firmano una petizione on line per evitare la chiusura della serie

Rex, questo il semplice titolo del nuovo corso, è giunto all’ottava stagione. Ottava e con ogni probabilità ultima: la Rai avrebbe infatti deciso di non andare oltre e non produrne un’altra, cosa che ha fatto insorgere i fans delusi. I quali, grazie all’iniziativa della pagina ufficiale Facebook della serie tv, stanno firmando una petizione per tentare di salvare Rex al grido #rexnondevefinire.

Rex: gli ingredienti della nuova identità

Un’iniziativa per il momento non troppo incisiva – ad oggi le firma raccolte sono solo 771 a fronte degli oltre diecimila utenti iscritti alla pagina – ma che tenta di dare un’altra occasione ad un prodotto nostrano tutto sommato da non buttar via. L’arrivo nella sesta stagione di Francesco Arca come protagonista ha cercato di dare appeal alla serie e l’inserimento di un nutrito cast fisso ha aperto qualche linea personale in più, che non guasta mai; soprattutto, poi, la regia moderna dei Manetti Bros ha portato dinamismo e tinte noir che hanno regalato al prodotto un‘identità tutta sua. Ma ciò non è bastato a far decollare gli ascolti, calati intorno ad una media del 5% di share.

Rex: ascolti insufficienti in prime time


2
luglio

VERO TV: CHIUSO IL CANALE DI GUIDO VENEZIANI EDITORE A TRE ANNI DAL LANCIO

Vero Tv

Com’è strana la vita: in un periodo in cui le telenovelas sono tornate in auge nei nostri palinsesti, ottengono risultati auditel notevoli e le reti generaliste fanno a gara per accaparrarsi quelle potenzialmente più forti, un canale ormai quasi esclusivamente dedicato ad esse chiude i battenti.

Vero Tv: trasmissioni sospese dal 24 giugno 2015

Il riferimento è a Vero Tv, canale lanciato nel 2012 da Guido Veneziani Editore, che lo scorso 24 giugno ha sospeso dopo alterne vicende le trasmissioni. Un epilogo triste ma che potremmo definire annunciato da tempo, viste le traversie vissute dalla rete: se già nel febbraio 2013, a soli pochi mesi di vita, Vero aveva accantonato i programmi in diretta decidendo di dedicarsi proprio alle riscoperte telenovele – in prevalenza quelle sudamericane che tanto piacevano al pubblico negli anni ‘80/’90 – lo scorso marzo è cambiata (ancora una volta) la sua posizione nella mappa del canali, con l’abbandono del canale 55 (Capri Gourmet) e il ritorno all’originale 137 e al 144 DTT.

Vero Tv: tre anni di tentativi e spostamenti vani

All’esordio potenzialità da sfruttare ce n’erano, e l’editore si è sempre battuto per sostenere la sua creatura con appelli, investimenti, acquisizioni e tentativi vari. Veneziani portò infatti sulla barca dapprima alcuni volti come Marco Columbro, Laura Freddi, Marisa Laurito e Corrado Tedeschi – e poi ampliò il parterre con altri nomi tipo quelli di Maurizio Costanzo (già direttore del canale), Emilio Fede ed Alba Parietti. Sperimentando anche linguaggi diversi, alcuni anche più giovanili, nel tentativo di ampliare il target della rete. Tutto inutile, però, visto che alla fine ci fu quel ridimensionamento massiccio a favore di un pubblico femminile e “nostalgico”.

Vero Tv: il pubblico protesta per la chiusura





29
dicembre

ADDIO A I CESARONI: CHIUDE LA FICTION DI CANALE 5

I Cesaroni

Brutto regalo di Natale per i fans de I Cesaroni. La famosa serie televisiva, al via nel 2006, è arrivata al capolinea: la settima stagione non ci sarà. A confermare la notizia, che già pareva essere nell’aria, è stato il direttore della Fiction Mediaset Antonino Antonucci Ferrara a Tv Zoom:

Ci dispiace un po’ per I Cesaroni che non è andata proprio allo stramassimo ma non sempre si può vincere (…). Un po’ per la programmazione, un po’ perché su un certo tipo di serie drammatiche possono esserci più ripetizioni; per una commedia, arrivati alla quinta serie, la storia si impantana“.

Ed è così allora che una delle famiglie catodiche più amate dal grande pubblico trova la sua dipartita in una maniera per nulla degna. La storyline seguita nell’ultima stagione, infatti, aveva lasciato con molti interrogativi, situazioni e racconti non chiusi ed una marea di nuovi ingressi che, seppur interessanti e ben interpretati, hanno finito solamente per generare una sensazione di smarrimento.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


26
dicembre

CSI: CANTO DEL CIGNO PER LA SERIE CRIME PIU’ “PROLIFICA” DELLA TV?

CSI

Come avviene nelle più grandi saghe familiari, se il capofamiglia è anziano, stanco e malato, si ritira dalla “piazza” e lascia spazio alle nuove generazioni. CSI, storico crime statunitense giunto alla quindicesima  stagione, si starebbe preparando a lasciare la scena del crimine di Las Vegas in seguito ad un crollo vertiginoso degli ascolti e agli elevati costi di produzione (si parla di oltre 3 milioni di dollari ad episodio).

CBS, network che trasmette la storica serie di Italia 1 dal 2000, non ha ancora ufficializzato la notizia, ma la riduzione a 18 episodi per la quindicesima stagione – a fronte dei 20 precedentemente ordinati – sarebbe indice di un imminente canto del cigno. Già pronta ad ereditare le gesta del Dr. Albert Robbins e del suo assistente David Phillips, c’è CSI: Cyber, ennesimo spin off del franchise che entrerà di diritto nella famiglia di CSI già dalla primavera del 2015.

CSI: patriarca di una “grande famiglia”

CSI-Scena del Crimine, o anche conosciuta come CSI:Las Vegas, è stata la capostipite di tutta una serie di spin off nati dal successo della serie originale. Forte di una fetta di pubblico particolarmente interessata al genere investigativo (una media di 26.12 milioni di telespettatori americani per la terza stagione), CBS ordinò nel 2002 CSI:Miami, primo spin off del franchise, che seguiva le vicende di una squadra di investigatori nel Sud della Florida e chiusa nel 2012 dopo ben 10 stagioni. Seguì nel 2004 CSI:New York, seconda creatura nata da una costola di CSI:Las Vegas che, fra tutte, è stata la meno longeva (9 stagioni, ultima chiusa nel 2013). Nel 2015 sarà tempo di CSI:Cyber, terzo spin off che tratterà temi riguardanti lo spionaggio e il terrorismo via internet, e che vedrà il ritorno in tv di Luke Perry e Patricia Arquette.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


14
maggio

SMASH 2: CHE LO SPETTACOLO ABBIA FINE. DA STASERA SU MYA

Christian Borle e Liza Minnelli

Un appuntamento a “tempo determinato”. Questo è quello che partirà stasera su Mya alle 21:15. Arriva infatti direttamente dagli Stati Uniti, con un biglietto di sola andata, la seconda e ultima stagione di Smash. La serie che racconta come nasce uno show di Broadway è durata dunque solo due anni, causa i bassissimi ascolti.

Strano ma vero, nella patria del musical e delle serie tv, Smash non è riuscito a sfondare. Addirittura, con lo spostamento al sabato sera, l’auditel  è sceso al di sotto dei due milioni di spettatori. Da qui la decisione di chiudere i battenti della serie prodotta da Steven Spielberg. Non sono bastati a convincere il pubblico statunitense nemmeno i riconoscimenti ottenuti dopo la prima stagione, la vittoria di un Emmy, e le nominations per Golden Globe e Grammy.

Cari fans, non è però questo il momento di intristirsi, almeno non nel giorno dell’approdo della seconda stagione in Italia. Pronti per voi ben diciassette episodi e tante sorprese, le principali riguarderanno il cast e due grandissime guest star. Tre le new entry in pianta stabile: Kyle, un aspirante scrittore interpretato da Andy Mientus; Jimmy, cantante e amico di Kyle interpretato da Jeremy Jordan; e Ana, la nuova coinquilina di Karen interpretata da Krysta Rodriguez. Per quanto riguarda le guest star, da una parte la storia del musical di Broadway, Liza Minnelli, dall’altra una delle voci più potenti del panorama musicale americano, Jennifer Hudson.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,