Calcio



13
novembre

RAI SPORT: STEFANO BIZZOTTO E’ IL NUOVO TELECRONISTA DELLA NAZIONALE DI CALCIO

Stefano Bizzotto

L’Italia cambia voce. Stiamo parlando della telecronaca della Nazionale di calcio che, in occasione della partitissima di domani contro la Francia (in programma al Tardini di Parma e in diretta su Rai 1 alle 20.45), “vivrà” l’ultima di Bruno Gentili, prima voce dei match degli Azzurri da più di due anni, pronto ora a cedere il proprio posto a Stefano Bizzotto.

Un avvicendamento in vista dei prossimi Mondiali in Brasile - ha dichiarato il direttore di Rai Sport Eugenio De Paoli - nel segno della continuità e della valorizzazione delle professionalità della testata”. Gentili subentrò a Marco Civoli nel settembre del 2010, dopo la debacle italiana in terra africana, diventando la voce ufficiale di Euro 2012. Stessa sorte, dunque, per Bizzotto, che entra nel post-Europeo in vista dei Mondiali di Brasile 2014.

Italia-Francia di domani sarà un passaggio di consegne tra i due (Bizzotto affiancherà il collega in postazione di commento), mentre il debutto vero e proprio del nuovo “corso” avverrà a febbraio 2013, in occasione del match contro l’Olanda che attende gli uomini di Cesare Prandelli.




10
ottobre

LA SPAGNA CAMPIONE DEL MONDO NON TROVA POSTO IN TV. TIFOSI IBERICI COSTRETTI A RIACCENDERE LA RADIO?

Spagna Campione d'Europa 2012

La crisi economica, si sa, non è una questione solo italiana. Ne sanno qualcosa in Spagna, dove la recessione ha portato all’oscuramento della Nazionale di calcio campione del mondo e d’Europa in carica. Il match delle Furie Rosse a Minsk contro la Bielorussia, valevole per le qualificazioni a Brasile 2014 e in programma venerdì 12 ottobre alle 20.00, rischia di non essere trasmesso in tv.

Nessuna emittente, infatti, è disposta a spendere i 3 milioni di euro chiesti dalla società tedesca e detentrice dei diritti, la Sportfive, che, allo scarso interessamento delle tv spagnole, ha abbassato in poche ore l’offerta a 1,5 milioni. Tutto, però, ancora tace:  TVE (la tv di Stato iberica) ha garantito la messa in onda della partita contro la Francia, in programma martedì 16 ottobre, annunciando di voler rinunciare all’incontro con la Bielorussia, considerando il già oneroso prezzo annuale (43 milioni di euro) che paga per trasmettere le partite della Nazionale.

Un allarme che, in realtà, era già suonato per Georgia-Spagna dello scorso 11 settembre, quando alla fine ci mise una “pezza” Telecinco, acquistando in extremis i diritti vacanti. Stavolta, però, come ha già fatto sapere un portavoce del gruppo Mediaset, “il costo attualmente richiesto non risponde ai criteri di redditività della rete”. In poche parole, Telecinco si chiama fuori.


28
settembre

MEDIASET PREMIUM SEGUE DEL PIERO: ACQUISTATI I DIRITTI DEL CAMPIONATO DI CALCIO AUSTRALIANO

Il benvenuto dell'Allianz Stadium a Del Piero

Alessandro Del Piero sbarca sulle reti Mediaset. Non si tratta della solita ospitata da Maria De Filippi a C’è Posta per Te (per questo ha già dato sabato scorso), e neppure del ruolo di telecronista – auspicato dai vertici del Biscione ad inizio stagione – per le partite di Champions League della Juventus.

Mediaset Premium, infatti, ha acquistato i diritti per trasmettere in esclusiva il campionato di calcio australiano, dove milita attualmente l’ex numero 10 bianconero.

Già osannato dai tifosi d’Australia come l’eroe tra i due Oceani, il debutto è atteso per sabato 6 ottobre, quando la sua nuova squadra, il Sidney FC, andrà a fare visita al Wellington Phoneix. Il match sarà trasmesso in diretta sul canale Premium Calcio a partire dalle 9.30 del mattino (ora italiana).





11
luglio

SERIE A, DIRITTI TV: DA CIELO NESSUNA OFFERTA. STRATEGIA PER ABBASSARE IL PREZZO?

Diritti Tv per la Serie A

La Rai 2 dei tempi d’oro sperata da Simona Ventura non sembra, almeno per il momento, vedere la luce. Dopo lo sbarco di Michele Santoro a La7 (che, di fatto, ha tolto a Cielo l’illustre prime time del giovedì), ora a fare notizia è la mancata offerta del canale digitale di Sky per i diritti in chiaro della Serie A nel triennio 2012-2015.

A sorpresa, infatti, terminata ieri la trattativa, la Lega Calcio non ha ricevuto nessuna busta in merito. Preso atto della rinuncia della Rai alla fascia 13.30-18.15 (con Victoria Cabello ufficialmente privata dei collegamenti dagli stadi durante le partite della domenica), sembrava certa l’offerta di Cielo – intorno agli 8 milioni di euro – per acquisire l’illustre pacchetto che, oltre ad ereditare la fascia di Quelli che il Calcio, consente anche di trasmettere in chiaro i primi gol della giornata di campionato.

In Lega Calcio, però, tutto tace, e nei prossimi giorni si discuteranno eventuali modifiche ad un pacchetto che, a metà luglio, risulta inaspettatamente invenduto. E’ difficile, però, che lo sia ancora per troppo tempo. E soprattutto, quella di Cielo ha tutta l’aria di una strategia per abbassare il prezzo, considerando anche la corsa solitaria (salvo sorprese) del canale free di Rupert Murdoch per aggiudicarsi la posta in palio.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


24
giugno

EURO 2012, TOTO-ASCOLTI: IN QUANTI SEGUIRANNO INGHILTERRA-ITALIA?

Euro 2012 - maxischermi anche nelle zone terremotate

La Nazionale più di Sanremo. E’ ormai tradizione per gli italiani fermarsi in massa davanti alla tv quando gli azzurri del pallone scendono in campo per giocarsi tutto: orgoglio, maglia e passaggio del turno. Stasera riflettori su Inghilterra-Italia, un match che in una fase finale di un campionato Europeo o Mondiale non si disputa da oltre venti anni (Italia ‘90, con vittoria degli azzurri per 2-1). I pronostici sull’esito dell’incontro si sprecano da giorni, ma il toto-ascolti? Quanto “incasserà” la Rai dalla sfida tra inglesi e italiani?

Dopo Italia-Irlanda di lunedì scorso, che ha incollato in prima serata ben 19.777.000 telespettatori (con uno share del 67.6%), stasera è lecito attendersi un ulteriore incremento di pubblico per una partita che vale l’accesso in semifinale di Euro 2012 contro la Germania. E la Rai (quest’anno con l’aggiunta dell’apprezzato canale HD) spera nel “colpaccio”, con l’assalto al notevole bottino degli ultimi Europei (Austria e Svizzera, 2008).

Quattro anni fa, infatti, gli azzurri allenati da Roberto Donadoni macinarono ascolti da capogiro. Sorvolando sul debutto amaro contro l’Olanda (oltre 18 milioni di spettatori per il 3-0 degli orange) e l’1-1 contro la Romania nella fascia preserale (circa 16 milioni e mezzo), l’auditel impennò con Francia-Italia, ultima partita del girone: la vittora per 2-0 degli azzurri fu seguita da 23 milioni e mezzo di spettatori, pari al 74% di share. Valori percentuali che sfondarono l’80% nel match di quarti di finale contro la Spagna, terminato 0-0 e prolungatosi fino ai calci di rigore (4-2 in favore degli iberici), seguito in media da quasi 22 milioni.





24
giugno

EURO 2012, STASERA INGHILTERRA-ITALIA. ECCO LE FORMAZIONI

Euro 2012 - Bonucci chiude la bocca a Balotelli

E’ il giorno di Inghilterra-Italia, ultimo quarto di finale in programma in Polonia e Ucraina per Euro 2012. All’Olympic Stadium di Kiev la sfida tra inglesi e italiani – in diretta su Rai 1 e in simulcast su Rai HD e Rai Sport 1 alle 20.45 – per un posto in semifinale contro la Germania. Chi passerà il turno?

Il countdown, sulle reti Rai, inzia già alle 18.15, con un ricco pre-partita all’interno di Stadio Europa, condotto da Franco Lauro e Paola Ferrari, con la partecipazione in studio di Enrico Varriale, Ivan Zazzaroni e Marino Bartoletti. Per le ultimissime da Kiev è in collegamento Marco Mazzocchi, mentre la telecronaca dell’incontro è affidata al consolidato duo Bruno Gentili-Beppe Dossena, con Alessandro Antinelli a bordocampo.

La squadra Rai, dunque, è fatta. E quella azzurra? Il ct Cesare Prandelli ha deciso di confermare il modulo che ha portato alla vittoria contro l’Irlanda: difesa a quattro davanti a Buffon, con Abate e Balzaretti sugli esterni, mentre al centro agiranno Barzagli e Bonucci (Chiellini è out per infortunio); a centrocampo confermato De Rossi con Pirlo e Marchisio, mentre la novità riguarda il ruolo di trequartista, dove Diamanti (favorito su Montolivo) dovrebbe subentrare titolare a Motta; in attacco tornano insieme Cassano e Balotelli, protagonisti del 2-0 che ha permesso agli azzurri di accedere ai quarti.


19
giugno

EURO 2012, QUARTI DI FINALE: L’ITALIA INCONTRA L’INGHILTERRA

Euro 2012 - Italia ai quarti di finale

Si è ufficialmente chiusa la fase a gironi di Euro 2012 e, dunque, si completa il quadro dei quarti di finale, che vedeva già in tabellone Repubblica Ceca-Portogallo e Germania-Grecia. Le ultime partite dei gruppi C e D hanno promosso le quattro nazionali rappresentanti – insieme a quella tedesca – dei più blasonati campionati di calcio, promettendo un’infuocata fase finale del torneo.

Gruppo C
1 Spagna (7 punti)
2 Italia (5)
3 Croazia (4)
4 Irlanda (0)

Gruppo D
1 Inghilterra (7)
2 Francia (4)
3 Ucraina (3)
4 Svezia (3)

Spagna vs Francia (sabato 23 giugno, in diretta alle 20.45 su Rai 1, Rai HD e Rai Sport 1) – La vincitrice del Gruppo C contro la seconda classificata del Gruppo D è il terzo quarto di finale in programma. Gli spagnoli, vincenti 1-0 nell’ultima partita con la Croazia, trovano a sorpresa i francesi, sconfitti 2-0 da una poco motivata Svezia, perdendo la testa del girone. Chi vince incontra in semifinale una tra Repubblica Ceca e Portogallo.


18
giugno

EURO 2012: ITALIA-IRLANDA, CI SIAMO! PRANDELLI CAMBIA FORMAZIONE PER L’ASSALTO AI QUARTI

Euro 2012 - i tifosi ci credono

Cesare Prandelli non ha dubbi: “La sfida più importante della mia vita”. Italia-Irlanda vale tutto: faccia, orgoglio e soprattutto passaggio del turno ai quarti di finale di Euro 2012. Stasera, in diretta su Rai 1 alle 20.45 (in simulcast su Rai HD e Rai Sport 1), al Municipal Stadium di Poznan gli azzurri vanno a caccia dei primi tre punti nel torneo, con la speranza di non ricevere un altro amaro biscotto.

La telecronaca dell’incontro è affidata a Bruno Gentili e Beppe Dossena, con tante “finestre” sul match Croazia-Spagna (in contemporanea su Rai Sport 2 con Gianni Cerqueti e Fulvio Collovati); dai due risultati dipendono le sorti azzurre in terra polacco-ucraina, anche se in molti (diretti interessati compresi) scongiurano una combine per far fuori l’Italia.

Formazione – Il ct Prandelli sembra intenzionato ad abbandonare il 3-5-2, per optare per il più classico 4-4-2: Buffon in porta; in difesa torna Barzagli a far coppia con Chiellini, con la possibilità di vedere sugli esterni i “debuttanti” Abate e Balzaretti (a vantaggio di Maggio e Bonucci); a centrocampo avanza De Rossi tra gli intoccabili Pirlo e Marchisio e il confermato Motta; in attacco Balotelli (tra infortunio e scelta tecnica) cederà la maglia da titolare a Di Natale, che agirà al fianco di Cassano.