Augusto Minzolini



7
agosto

AUGUSTO MINZOLINI AL TIMONE DELLA SECONDA SERATA DI CANALE 5?

Augusto Minzolini

[Da Dagospia] Ecco perché Alessio Vinci è stato pregato di traslocare dall’approfondimento in seconda serata alla domenica pomeriggio: perché il futuro “Matrix”, che sarà una linea notte in collaborazione col Tg5, avrà come conduttore Minzo dei Minzolini.

Il reietto del Tg1, incartatesi sulla carta di credito aziendale, affronterà tutto il periodo che porterà il bel paese al voto di aprile 2013 e poi, dopo il risultato delle urne, si siederà sulla prima scrivania del Tg5. Il povero Mimun ha ottenuto infatti ancora un anno di contratto.




14
luglio

TG1: LILLI GRUBER E SARAH VARETTO CANDIDATE ALLA DIREZIONE?

Sarah Varetto

L’effetto domino è appena iniziato. Dopo l’elezione della nuova governance Rai, altri settori della tv pubblica sembrano destinati a subire l’azione riformatrice promossa dai Tecnici. Secondo i ben informati, i prossimi cambiamenti riguarderanno innanzitutto il Tg1, con la designazione di un nuovo direttore. Da qualche settimana è partito il totonomine al riguardo e dunque, ammesso e non concesso che stavolta i banchieri non c’entrino, ecco il borsino dei giornalisti in lizza.

Come anticipato da Repubblica, tra i favoriti alla direzione del Tg1 ci sarebbe Lilli Gruber, oggi conduttrice di Otto e mezzo su La7. Qualora ricevesse il prestigioso incarico, la giornalista andrebbe a sostituire l’attuale responsabile del notiziario Alberto Maccari, insediatosi ad interim dopo la sospensione di Augusto Minzolini. Il nome della Gruber, tuttavia, avrebbe già incontrato le resistenze del centrodestra che da sempre la considera troppo vicina al Pd (nel 2004 Lilli fu eletta tra le fila dell’Ulivo). Così, nel totonomine è comparso un altro candidato eccellente.

Parliamo di Sarah Varetto, attuale direttrice di SkyTg24, che secondo Dagospia sarebbe  la “vera” supercandidata alla guida del nuovo Tg1. Già in ottimi rapporti col premier Mario Monti, la giornalista avrebbe riscosso apprezzamenti bipartisan, scattando così in testa ai favoriti. Ora, bisognerà però vedere se la signora Varetto sarà disposta a cedere la sua attuale poltrona dopo un solo un anno dal suo insediamento, avvenuto proprio nel luglio 2011, con il conseguente abbandono di un progetto professionale (ed editoriale) già avviato.


13
luglio

AUGUSTO MINZOLINI A TUTTO CAMPO: SE VENGO ASSOLTO BUSSO AL TG1 E TORNO ALLA MIA SCRIVANIA

Augusto Minzolini

Nostalgia canaglia: a volte speri addirittura che torni, che appaia di nuovo al Tg1 per declamare un editorialone dei suoi. Sì, perché Augusto Minzolini ha una caratteristica, quella di essere un detonatore umano. Infatti gli basta aprire bocca per far esplodere la polemica, per riaccendere il confronto su questioni che meritano d’essere dibattute. Oggi, ad esempio, l’ex direttorissimo ha detto la sua in un’intervista rilasciata al Corriere e lo ha fatto a tutto campo, parlando di Rai, politica e Tg1, con tanto di bordate annesse.

Il giornalista, in particolare, ha commentato il voto della Commissione di Vigilanza che ieri ha ratificato l’elezione di Anna Maria Tarantola a Presidente Rai. A suo parere, il risultato della consultazione è stato scontato perché, di fatto, non sono stati assegnati poteri eccezionali al nuovo vertice aziendale.

“Finché l’editore di riferimento della Rai è il Parlamento, e in Parlamento ci sono i partiti, non puoi pensare di cambiare la scena più di tanto”

ha detto Minzolini, il quale ha poi punzecchiato Bersani, che aveva criticato il Pdl per le sue visite a Palazzo Chigi prima del voto della Vigilanza. “Ormai sulla Rai ci si muove tra ipocrisia e dosi di demagogia” ha accusato il giornalista. Poi, una stoccata al centrosinistra sul suo potere d’influenza sulle nomine. Come dire: guardate che in Rai così fan tutti.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





1
giugno

AUGUSTO MINZOLINI NOMINATO RESPONSABILE DEI CORRISPONDENTI RAI. CDA SPACCATO SUI PALINSESTI

Augusto Minzolini

Augusto Minzolini torna a sorridere: da ieri è il nuovo capo del coordinamento dei corrispondenti esteri Rai. L’incarico gli è stato assegnato col voto unanime – otto voti su otto – dal CdA di Viale Mazzini riunitosi in regime di prorogatio. Secondo i ben informati la decisione era nell’aria, ma la sua ufficializzazione ha comunque fatto discutere. L’ex direttore del Tg1, lo ricordiamo, era stato sospeso dal suo incarico lo scorso dicembre a seguito del procedimento giudiziario avviato a suo carico con l’accusa di peculato nei confronti dell’azienda.

Dopo quell’episodio, il giornalista aveva fatto immediato ricorso per riottenere la poltrona di Saxa Rubra. Oggi il CdA Rai gli ha affidato un nuovo ruolo di dirigenza attativa, con l’accettazione del quale si sarebbe chiusa una parte della vertenza di lavoro attivata dal Minzo, quella relativa alla sua ricollocazione ad incarico equivalente. Pare che all’ex direttore del Tg1 fossero state proposte la sede di corrispondenza a New York e poi a Parigi, entrambe rifiutate dello stesso. Il CdA doveva però trovare una soluzione definitiva, trovandosi in prossimità dell’udienza presso il Tribunale del Lavoro programmata per il prossimo 5 giugno.

Resta invece ancora aperta la partita giudiziaria sul famoso articolo 3 della legge 97 del 2001, quello usato dal CdA Rai per rimuovere Minzolini dal Tg1. Nel caso il Tribunale dovesse certificare l’inapplicabilità della norma, come vorrebbero i legali del giornalista, l’ex direttore dovrà essere nuovamente ricollocato alla guida del notiziario di Rai1. Ma non pensate che questo sia l’unico grattacapo che angustia i vertici aziendali: la riunione di ieri ha infatti delineato una situazione di divergenze interne tale da rendere impossibile l’approvazione del palinsesti autunnali.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


12
marzo

AUGUSTO MINZOLINI VS IL GIORNALISTA DI SANTORO: “LEI E’ UN IGNORANTE, LA QUERELO!” (VIDEO)

Augusto Minzolini, Luca Bertazzoni

Dopo che il Tribunale del Lavoro aveva rigettato il suo ricorso per il reintegro al Tg1, Augusto Minzolini ha sbroccato sul serio. Ad innescare la reazione dell’ex direttorissimo, tuttavia, non è stata la decisione del giudice ma una domanda di troppo da parte dell’inviato di Servizio Pubblico Luca Bertazzoni.

Il giornalista di Santoro si era appostato fuori dal Palazzo di Giustizia, pronto ad ‘agguantare’ il Minzo e ad interrogarlo sulla vicenda delle sue celebri spese con la carta di credito aziendale (68mila euro). Così è accaduto, e l’ex direttore del Tg1 non l’ha presa bene.

Non ho deciso io di andarmene dal Tg1. Lei probabilmente è un ignorante, perché non c’è nessun motivo per licenziarmi (…) Lei deve partire dal presupposto che quei 68mila euro sono stati restituiti all’azienda perché era una procedura sbagliata e andremo a verificare che quella procedura è stata applicata solo con me

ha dichiarato Minzolini di fronte alle insistenze di Bertazzoni, facendo poi riferimento alla legge 97 del 2001. La norma in questione prevede il trasferimento ad incarico equivalente per il dipendente della pubblica amministrazione per il quale sia stato “disposto il giudizio”. I legali del direttorissimo avevano messo in discussione la sua applicabilità.





12
marzo

BYE BYE MINZOLINI: IL GIUDICE RIGETTA IL RICORSO D’URGENZA PER IL REINTEGRO AL TG1

Augusto Minzolini

Augusto Minzolini

Nessun nuovo caso Santoro o Ruffini, e la Rai può “brindare”. Il giudice ha deciso che Augusto Minzolini non deve essere reintegrato d’urgenza alla direzione del TG1 dopo la sostituzione con Alberto Maccari e lo spostamento provvisorio alla Direzione Generale, a disposizione di Lorenza Lei.

A dare la notizia sono i legali del giornalista, che hanno altresì annunciato che faranno tutte le valutazioni del caso nel momento in cui saranno disponibili le motivazioni contenute nell’ordinanza. Per l’azienda pubblica si tratta di una vittoria a tratti inaspettata, visti appunto i casi precedenti di Michele Santoro, vittima del famoso editto bulgaro, e di Paolo Ruffini, sostituito dall’ex DG Mauro Masi alla Direzione di Rai3 con Antonio Di Bella.

Entrambi poi hanno deciso di lasciare l’azienda per sperimentare su altri lidi, ma questo è un altro discorso. Non è chiaro ora quale sia il futuro dell’ex Direttore, che potrebbe continuare a lavorare per il servizio pubblico – si vociferava che viale Mazzini fosse intenzionata a trasferirlo a New York, ma anche alla Direzione di Rai1 o del TG2 nel caso peggiore – , oppure abbandonare la Rai come i due colleghi citati poc’anzi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


29
dicembre

TG1, LORENZA LEI DETTA LA LINEA. INTANTO SPUNTA IL PIANO B: MINZOLINI AL TG2

Lorenza Lei

Il Direttore Generale della Rai non conosce vacanze, anche a fine anno decide tutto Lei. Ieri il vertice di Viale Mazzini ha fatto un sopraluogo a Saxa Rubra, il quartier generale dei notiziari. Ufficialmente si trattava di una visita per fare a tutti gli auguri di un buon 2012, ma secondo i ben informati l’ispezione sarebbe avvenuta anche per altri motivi. Da quando Augusto Minzolini è stato rimosso dalla direzione del Tg1, tra i corridoi Rai corre un certo fermento e dunque è probabile che Donna Lorenza abbia voluto controllare di persona la situazione. E dettare la linea.

Non a caso il DG ha avuto un colloquio privato con Alberto Maccari, l’attuale direttore del Tg1. Poi ha parlato coi redattori, ai quali – come riporta Repubblica – ha chiesto di concentrarsi sui temi europei in questo particolare momento. La visita sarebbe stata anche l’occasione per iniziare a sondare il terreno sul dopo Maccari, visto che l’incarico ad interim del giornalista scadrà il prossimo 31 gennaio. Da quel momento si aprirà un balletto delle poltrone, abile gioco di equilibri.

Per sfangarla, il solido asse Lei-Garimberti sarebbe intenzionato a scegliere un nome esterno all’azienda. Nei rumors sul toto-direttore del Tg1 si fanno i nomi Mario Calabresi, Antonio Preziosi, Mario Orfeo, Marcello Sorgi… ma al momento sono solo e soltanto ipotesi. Anche perché l’esecutivo di Monti preferirebbe che la scelta avvenisse invece all’interno della Rai, e forse il DG Lei dovrà assecondare tale indicazione. C’è poi la questione Minzolini, da affrontare in tribunale coi denti e con gli artigli.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


27
dicembre

AUGUSTO MINZOLINI FA RICORSO PER IL REINTEGRO: “ORA CAPISCO SANTORO”

Augusto Minzolini

Augusto Minzolini ha un diavolo per capello (vabbè, si fa per dire). Da quando lo hanno silurato dalla direzione del Tg1, il giornalista è sul piede di guerra contro i vertici della tv pubblica, dai quali pretende di riavere indietro il maltolto. Già, perché l’ex direttorissimo si ritiene la vittima di un complotto; un po’ come Santoro ai tempi di Annozero. E il paragone mica è casuale, visto che oggi è stato lo stesso Minzolini a tirare in ballo il conduttore. “Ora capisco Santoro i suoi ricorsi e i tribunali. Ha fatto bene” ha detto.

In collegamento con La Zanzara di Radio24, l’ex responsabile del Tg1 ha commentato la sua rimozione dall’incarico e la notizia del ricorso intrapreso al fine di ottenere un reintegro alla direzione del notiziario.

“Sono diventato un azzeccagarbugli, contro la mia natura. Mi hanno proposto di andare a New York, ma per ora non accetto nulla e vado avanti con il ricorso. Devi fare per forza così per difenderti, uso gli stessi metodi dell’azienda. Se me lo avessero chiesto, se ne poteva anche parlare, ma hanno applicato per la prima volta una norma che è inapplicabile solo per farmi fuori ha detto.

Il braccio di ferro si giocherà attorno alla legge 97 del 2001, quella che i vertici di Viale Mazzini hanno utilizzato per disarcionare il Minzo e trasferirlo a incarico equivalente. Secondo gli avvocati del giornalista, quella norma non sarebbe applicabile alla Rai SpA.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,