8
ottobre

SETTIMANALI TV IN NETTO CALO (SORRISI -8,6%): LE NOTIZIE PRIMA PASSANO SUL WEB (DM +218,63%)

Testate tv

Le notizie, prima, passano dal web. E “il frigorifero delle notizie” non piace a nessuno. Se a ciò s’aggiunge il fatto che i palinsesti son diventati così ”ballerini” da rendere carta straccia qualunque guida tv cartacea (sic!), non dovrebbero stupire che stiamo per esporvi così come non dovrebbe meravigliare il conseguente calo a picco dell’interesse nei confronti dei principali magazine tv.

Troppa carne al fuoco e troppo fuoco lì a bruciare, ma il fuoco è lento e la cottura è fuori tempo. Detto altrimenti, da un alto, dopo un iniziale boom di magazine, la fame di televisione, specie di quella più gossippara, sembra essersi saziata. Dall’altro, il web riesce a bruciare in fretta le notizie ed a fornirle calde, in pasto all’internauta più impaziente, mentre le pagine sui programmi dimostrano tutti i loro limiti, perché variate e, come tali, avariate.  Ed ora siamo al momento del rigetto. Almeno, di quel giornalismo più paludato, quello fatto di fidanzati che si scrivono sulle pagine dei giornali e di guide tv sempre meno chiare e, soprattutto, sempre meno utili, nonché di interviste con domande ridotte all’osso ma gigantografie ricche di photoshop e notizie ormai vecchie ed “andate a male”. Risultato? Vendite dei settimanali tv in calo. Drastico. Ma siamo al rigetto solo di quel giornalismo. Perché noi, nel nostro piccolo, possiamo, invece, ritenerci più che soddisfatti.

Secondo le rilevazioni Ads, questi sono i dati per il periodo giugno 2008- maggio 2009, rispetto all’anno precedente: il settimanale più venduto nelle nostre famiglie, Tv Sorrisi e Canzoni, scende sotto quota un milione (1.063.193 a 971.308), registrando un -8,6%.  E, così via, tutti gli altri: -4,7% Telesette, -8% Telepiù, -8,7% Guida Tv Nuova, -8,9% Di Più Tv, -14,5% Star+Tv, fino ad un -39,9% per Tv Mia (da 311.055 copie a 186.964). Ma qualche impavido come Alessandro Rostagno, da un lato, e Andrea Monti ed Umberto Brindani, dall’altro, vuole, comunque, provarci, varando due nuove testate: rispettivamente, Extra Tv e Tv Oggi.

Ebbene, siamo andati anche noi a spulciare fra i nostri dati. E, almeno qui in rete, la voglia di tele-news registra un’inversione di tendenza. Questo blog, nell’ultimo anno, con aggiornamento alla giornata odierna, vanta un +218,63% (!) ed il trend continua a crescere visto che il mese di settembre conta un +122% rispetto al mese di agosto.

Dati, questi, che ci rendono contenti? Ovvio. Ma che, comunque, non ci fanno adagiare sugli allori. Perché se quello che contraddistingue un blog dalla carta stampata è la tempestività e lo stare sempre sulla notizia, vuol dire che dovremo continuare a fare il nostro lavoro come e meglio di prima, per non far scemare la fiducia finora accordataci. Continuando, cioé, a proporvi anteprime, interviste in esclusiva, critiche ed analisi sul piccolo schermo, il tutto in tempo reale e senza fronzoli.

Provando, in sostanza, a smontarla ed a rimontarla la televisione, più che limitarci a leggerla ed a sfogliarla. 

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Singoli più venduti primo semestre 2018
Classifica album e singoli più venduti nel primo semestre del 2018: Sfera Ebbasta batte Laura Pausini, tallonata da Irama. Non brillano i sanremesi, flop di Mina


Francesco Gabbani vince Sanremo
Sanremo 2017: Francesco Gabbani trionfa su YouTube e in radio


Classifica iTunes - 11 febbraio 2017
FESTIVAL DI SANREMO 2017: GABBANI SCALZA FIORELLA MANNOIA NELLE VENDITE


Classifica Fimi
AMICI 2016: I FINALISTI DOMINANO LA CLASSIFICA DEI DISCHI PIÙ VENDUTI MA FATICANO IN RADIO

24 Commenti dei lettori »

1. Peppe ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 17:13

Grandi voi di DM, sono dati da capogiro!!! Parliamoci chiaro, queste riviste hanno notizie che chi naviga ha già letto, per non parlare del fatto che sono piene di pubblicità inutili, ricette ed altri orpelli che potrebbero risparmiarsi. Se voglio una guida tv accendo il pc!!! Ovvio!



2. Eugenio Viterbo ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 17:20

@ Peppe: A me “l’altro” sui settimanali tv non disturba. Al più, salto a piè pari. Mi disturba se la televisione viene trattata male. E, difatti, ho ridotto gli acquisti di magazine tv ad un solo settimanale.



3. Taichi ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 17:47

bhè la gente si è stufata di acquistare 1.50€ di tv sorrisi e canzoni o 0.90€ di telepiù per poi avere solo cartastraccia visto i continui spostamenti e soppressioni di programmi io acquisto il telepiù da una vita e devo dire che spendere 0.90€ per a vere la maggio rparte della guida sbagliata 8non per colpa del giornale) mi urta parecchio



4. BIG SISTER ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 17:49

perchè pagare per comprare una rivista con su la faccia di rostagno quando posso leggere le stesse cose gratis venendo qui e vedendo la faccia di davide????

hihihihihihiihihih! :D



5. carlap ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 17:58

Un’attenta e lucida analisi..



6. erodio76 ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 18:07

cosi’ come la tv generalista cede il passo al satellite e a youtube, cosi’ i magazine tv pian piano diventeranno roba per “vecchi”.
Io ho acquistato Sorrisi per 15 anni e piu’, ma oggi tra dm e tanti altri blog, sinceramente non ne vedo piu’ la necessità, se non per i palinsesti completi della giornata. bisogna pur dire che ormai i canali sono cosi’ tanti che una rivista non basta piu’! Credo che si arriverà a stampare solo i palinsesti del ddt e sky allargandoli all’intera rivista!



7. dormina ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 18:15

bella analisi..
anke google trends è un attento strumento per capire i trend..
su google trends basta scrivere due nomi separati dalla virgola per vedere come vanno…



8. sunset ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 18:23

solo io ho orgasmato nell’apprendere il caso di Sorrisi? Chi è che lo legge? E’ ancora uno spottone elettorale o…?



9. sunset ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 18:24

*calo, of course



10. ControStile.com ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 19:52

COMPLIMENTI!



11. dan ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 20:07

Mi fa’ piacere che la rivista di quell’aspide di Signorini vada male, peccato per chi ci lavora, provassero a mandarlo via… chissa’ che non risalga la china…



12. paolaok ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 20:36

Visto, come va???
Complimenti a tutto il Davide Maggio team ;)



13. stefano66 ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 21:08

Complimenti a Eugenio per l’articolo e a Davide per il blog che migliora di giorno in giorno.
Anche io ero tra quelli che acquistava “sorrisi” ma essendo ora abituato a leggervi quotidianamente “sorrisi” mi risulta obsoleto….ed anche un po troppo pieno di pagine pubblicitarie.
Aggiungo un consiglio a chi decide gli opinionisti/giornalisti in tv,visto che la tv sta continuando a sprofondare col gossip e con programmi trash perchè non buttarla sulla qualità iniziando a ingaggiare professionisti che di tv ci capiscono e lasciano pochissimo spazio al gossip?
Potrbbero cominciare ingaggiando chi dirige e chi scrive in questo blog.
Naturalmmente è un mio parere del tutto personale,tra l’altro detto da chi come me frequenta quotidianamente vari blog che non brillano per contenuti.
Bisognerebbe iniziare a premiare la serietà,il merito e la professionalità.



14. sara ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 21:21

Allora colgo l’occasione per fare questa riflessione visto che il post è giusto; prima cosa penso che il calo delle riviste di gossip sia dovuto alla mancanza di professionalità nel confezionamento dei servizi, a volte si esagera e la sparata è troppo grossa. Penso che poi che nel web si sia creato una sorta di codice etico per cui l’utente partecipa della notizia e la può anche sbugiardare il tutto in tempo reale; per nn parlare poi dell’ottimo livello dei blogger e dei blog. Parlo con qualche ragione visto che per un brevissimo periodo ho fatto la giornalista poi provenendo dalla scrittura scientifica universitaria ho capito che nn era per me; ho visto in quel settore approssimazione, ricerca del sensazionalismo (a volte legittimo) ma tanta tanta incapacità. Mi permetto poi di sottoporvi un caso che ho scoperto questa estate: ho comprato molte riviste di gossip per mia nonna che nn può uscire e mi sono sbizzarrita decisa ad evitare le solite riviste: mi è capitato sottomano “Top”, “Vero” e “Vera” (che nemmeno sapevo che esistesse) tutte e tre ho scoperto essere dirette da Riccardo Signoretti … e fino a qui poteva anche abdare bene ma ho ritrovato le stesse identiche interviste tagliate e adattate a seconda della rivista … cioèho comprato tre titoli diversi dove nel giro di due settimane sono comparse le stesse interviste con stessa firma e tutto, insomma l’intervista era una rivogata in tre giornali diversi; è successo più di una volta … poi h smesso di comprarli …mi chiedo che senso e che professionalità abbia tutto questo!



15. sergioB ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 22:08

Maggio vacci piano con le percentuali, soprattutto se riguardano le statistiche web…



16. Fabio ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 22:25

Sicuramente Internet e le notizie fresche e dettagliate dal web più le relative possibilità interattive di commento rendono le guide tv tradizionali meno appetibili e abbastanza stantie… Tuttavia credo che nel declino di ‘Sorrisi’ ci sia molto più di questo. Signorini si è rivelato un direttore mediocre e disinteressato, e chi compra il giornale da anni se ne rende conto. Passi per gli editoriali buonisti, egocentrici e poco televisivi, passi per le interviste gossipare e le rubriche senza spessore, è lo spazio dei palinsesti ad essere diventato scadente. Dall’impostazione alla grafica ai frequenti refusi al fatto che vengono segnalati sempre gli stessi programmi (comico che 3 volte a settimana ci siano spazi e foto per segnalare la puntata notturna di Sottovoce con Marzullo, scrivendo sempre le stesse cose!). Una volta c’era una cura diversa, più varietà, ora sembra una lista della spesa. Per non parlare della sezione Sky, volutamente ridotta a un elenco telefonico dove nessun programma ha risalto (a differenza dei canali Mediaset Premium, che hanno maggior visibilità e anche un inserto settimanale all’interno del giornale, giustificato come Guida GENERALE per il digitale terrestre).

Per uscire da questa crisi, ‘Sorrisi’ dovrebbe cambiare direttore e prenderne uno che fa solo quel lavoro e lo fa bene. Poi dovrebbe basarsi più sull’approfondimento sui programmi/telefilm/soap esistenti, con servizi lunghi e articolati. Giocare contro Internet sul terreno delle news facili, veloci e snelle lo fa perdere in partenza. E cosa rimane da leggere? LO compro da quando ero alle medie, ma credo che a breve smetterò del tutto.



17. sBergio ha scritto:

8 ottobre 2009 alle 23:01

complimenti al blog per l’ottimo risultato!!!



18. Zoro! ha scritto:

9 ottobre 2009 alle 00:33

non mi stupisco per niente per questi crolli di tutti i settimnali più importanti, è normale visto che goni giorno esce anche un nuovo settimana e l gentelegge prima le news nei siti specilizzati come questo ad esempio, basti vedere lo spaventoso incremento che ha sempre più questo blog, e caleranno semrpe sempre più le vendite dei settimanali!



19. lena ha scritto:

9 ottobre 2009 alle 01:13

Sorrisi poi da quando è direttore sognorini ho smesso di comprarlo!!



20. IL MIO REALITY ha scritto:

9 ottobre 2009 alle 09:40

SORRISI E CANZONI TV.
Da quando Alfonso Signorini è diventato direttore del mio magazine televisivo preferito non lo acquisto più.
Ho notato che il settimanale ha perso quello smalto che aveva fino a pochi anni fa, spesso contiene articoli di gossip e PALESEMENTE dedica più “attenzioni” ai programmi Mediaset…
Non è il SORRISI di sempre che rivolgeva grande attenzione alla televisione TUTTA (tralasciando gossip e personaggi “secondari”), con una guida programmi ricca e mai banale (leggetela adesso…).
Peccato, dal 1990 era il mio settimanale preferito…



21. IL MIO REALITY ha scritto:

9 ottobre 2009 alle 09:42

@FABIO:
prima di scrivere il mio commento (precedente a questo) non avevo letto il tuo intervento, che CONDIVIDO in pieno!ù
Guida programmi scadente, banale e superficiale…Sorrisi un tempo si distingueva per avere la guida tv più ricca e approfondita…adesso NO



22. Mari 611 ha scritto:

9 ottobre 2009 alle 09:53

Di interessante su Tv Oggi ci sono i commenti di Aldo Grasso: nudi e crudi :)



23. Elisa ha scritto:

9 ottobre 2009 alle 10:03

Proprio ieri ero al ristorante con le mie amiche in attesa del cibo d’asporto e sfogliavamo appunto giornali di questo genere (mi pare TV mia) e constatavamo appunto che facevano davvero schifo, notizie già smentite, sempre i soliti personaggi, un sacco di pubblicità e molte pagine inutili.. spreco di soldi e carta insomma.
Meglio un comodo blog, dove poi puoi anche “interagire” con chi scrive l’articolo, con gli altri lettori… (e poi guardare un blog al lavoro è meno antisgamo che leggere il giornaletto al lavoro XD) poi se fatto bene meglio ancora! ;)
Ormai sono buoni solo per il parrucchiere i giornaletti, lunga vita a D.M.! :)



24. Mari 611 ha scritto:

9 ottobre 2009 alle 10:10

Giusto Elisa, infatti Tv Oggi ad esempio non si compra, lo schiaffano come allegato ad Oggi per obbligarti a dargli un’occhiata. L’ho fatto e mi sa che non comprerò più neanche Oggi che sta diventando un giornale sempre meno di attualità e sempre più di gossip :-(



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.