7
marzo

MASTERCHEF 3: UN OTTIMO PRODOTTO ROVINATO DA UNA FINALE RACCAPRICCIANTE

MasterChef 3 - la finale in diretta

MasterChef 3 - la finale in diretta

Su Twitter, un utente mi scrive: “oooooh, non ti incazzareeee“. E ha colto perfettamente il mio stato d’animo nel guardare – in diretta – l’annuncio del vincitore di MasterChef 3.

Già, ero incazzato. Perchè in una manciata di minuti è come se si fosse cancellato lo straordinario risultato, frutto di mesi di lavoro, che aveva portato il talent culinario di Sky ad essere uno dei prodotti più interessanti e meglio realizzati della nostra televisione. Una doccia ghiacciata – la volata finale in diretta dai Magazzini Generali di Milano – che ha congelato, in un sol colpo, il ritmo incalzante dello show, la suspance e il pathos, la potenza del racconto, l’ottima fotografia e persino la professionalità dei giudici.

Cracco, Barbieri e Bastianich, spaesati sul palco del locale milanese, hanno mostrato tutti i limiti di chiunque si fosse improvvisato conduttore senza esserlo. Limiti sapientemente aggirati negli anni, grazie allo strepitoso montaggio del cooking show di Skyuno che ha donato loro un eccellente appeal televisivo che altrimenti non avrebbero avuto.

Pochi minuti apparsi interminabili e imbarazzanti, tra celentanesche pause, testi inesistenti, fonici probabilmente già al lavoro sulla versione junior e pubblico che sovrastava vocalmente timonieri e vincitori dello show, al punto che la puntata si è conclusa con sonori ‘vaffançulo‘ e ‘non si sente niente‘ incessantemente ripetuti.

Una diretta che evidenzia l’enorme differenza nel modus operandi tra la generalista e le altre reti, con il serio rischio (diventato realtà ieri sera) di incassare magre figure quando ci si spinge troppo oltre. Un esperimento che ha messo anche in evidenza l’incredibile valore del montaggio (chapeau a Magnolia che conferma l’eccellenza del proprio operato), vera e propria discriminante per le produzioni tipiche (al momento) delle reti non generaliste.

Apprezzabile l’ammissione di responsabilità da parte di Andrea Scrosati che su Twitter scrive:

#MasterChefIt era giusto provarci. Il ritmo della diretta non c’era. Anno prossimo sarà solo la lettura del vincitore anti spoiler.

Una frase che, detta dall’Executive Vice President Programming di un’azienda che autocelebra con incredibile costanza l’eccellenza, la qualità e l’innovazione delle proprie produzioni, in tutta sincerità stona un po’.

E stona ancora di più se, nonostante la diretta anti-spoiler e la presenza di una busta sigillata da un notaio, la principale agenzia di stampa nazionale ha battuto il vincitore con dieci minuti di anticipo rispetto alla proclamazione ufficiale sul palco dei Magazzini Generali di Milano.

Peccato.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


L'Onore e il rispetto 5 - Finale
L’Onore e il Rispetto 5: com’è finita la storia di Tonio Fortebracci – Foto e Video


Sorelle - Giorgio Marchesi
Sorelle: l’assassino era il maggiordomo


Downton_Abbey cast
DOWNTON ABBEY: LA SPERANZA E’ NEL FILM


Pechino Express 3: la vittoria dei Coinquilini
PECHINO EXPRESS 3: LA DELUSIONE FINALE

20 Commenti dei lettori »

1. *anna* ha scritto:

7 marzo 2014 alle 08:49

Comunque cracco barbieri e bastianich sono tre chef che commentano i piatti, durante la gara c’è davvero poco di conduzione ed essendo registrato possono lavorare in tranquillità e rifare le scene io non lo so chi ha pensato di dargli la conduzione della finale cioè era una cosa totalmente nuova per loro! Il tutto è stato contornato dal pessimo audio e dal pessimo lavoro dei fonici che se non li avessi visti in azione ad xfactor avrei detto che dovrebbero cambiare lavoro! Comunque spero che abbiano imparato da questo errore e che il prossimo anno faranno meglio ( ci vuole poco !).



2. Fiò ha scritto:

7 marzo 2014 alle 10:08

Diretta imbarazzante. Non fate mai più una cosa simile… VUOI CHE MUORO???



3. ariel ha scritto:

7 marzo 2014 alle 10:29

AGGHIACCIANTE!! una diretta terribile!!!
Sono d’accordo su tutto quello che scrivi, un prodotto perfetto, bellissimo, rovinato da una diretta inutile e imbarazzante! Ad un certo punto ho creduto che ai 3 giudici venisse suggerito cosa dire e cosa fare sul palco, vistole eormi pause che prendevano.Inoltre si sprecavano i “vaffanculo” di Eleonora, simpatica come un mal di pancia mentre sei in autobus, e i “non si sente un caSSo” di Barbieri. Sembrava di assistere alla finale di un programmino qualsiasi su una rete regionale di quarto ordine…peccato.



4. ROKO ha scritto:

7 marzo 2014 alle 10:57

i giudici hanno l’auricolare, ma dalla regia erano addormentati.. e non suggerivano le battute in tempo. Comunque il dato di ascolto è 1.400.000



5. Candy ha scritto:

7 marzo 2014 alle 11:35

Io ieri non credevo ai miei occhi (e alle mie orecchie).
Una delle cose più brutte che si sia mai vista in tv, sembrava tutto improvvisato, messo in piedi in 5 minuti.
L’ansia e la tensione del montaggio di pochi minuti prima, cancellate da quella robetta amatoriale.



6. Viviana ha scritto:

7 marzo 2014 alle 12:05

Sembrava la ripresa di una festa di paese fatta da una TV locale!!!! Cracco? Mi è caduto un mito!!! Viviana.



7. emma ha scritto:

7 marzo 2014 alle 12:25

Sicuramente la diretta di ieri sera è stata una delle cose più brutte che Sky ci abbia mai proposto! Fonici assolutamente da licenziare, certo, ma non credo che in 10 minuti si possa distruggere la credibilità dei 3 giudici.
il montaggio di sicuro ha fatto miracoli in queste edizioni, e gli autori ci avranno anche messo del loro, però a mio parere Cracco, Barbieri eBastianich insieme funzionano fin troppo bene, hanno un ottima complicità a prescindere da quello che gli viene detto di fare (anche se non credo qualcuno gli dica come commentare i piatti!) Non sono conduttori, e ieri più che incapaci mi sembravano fin troppo terrorizzati e quasi frenati dai tempi televisivi. Io credo che l appeal televisivo non gli manchi, dovevano solo “prepararli” meglio al grande pubblico!



8. Mattia Buonocore ha scritto:

7 marzo 2014 alle 12:50



9. griser ha scritto:

7 marzo 2014 alle 13:00

Oggettivamente è stata orrenda la diretta considerando. Ma la cosa più scioccante è la critica di Alessia Marcuzzi su twitter. Come dire il bue dice cornuto all’asino



10. aledan ha scritto:

7 marzo 2014 alle 13:18

la diretta e’ stato uno dei momenti peggiori mai visti in tv
malgestita, malorganizzata e molto lenta
ad un certo punto ho gridato veloce, forza dai muoviti a cracco mentre apriva la busta
comunque sia ha vinto il piu’ freddo e preciso mentre ha perso chi si sentiva la vittoria in tasca e che forse meritava di piu’
con la diretta si e’ persa tutta quell’emozione che s era vissuta nelle precedenti finali
logicamente non si poteva chiedere la finale tutta live per i tempi lunghi per preparare e cucinare i piatti ma magari una mistery box tanto per fare un po’ di spettacolo potevano farla



11. ariel ha scritto:

7 marzo 2014 alle 14:44

BOOM!!! MA SAPEVATE CHE IL VINCITORE HA UN PASSATO NELLA BARILLA, GUARDACASO SPONSOR DELLA TRASMISSIONE??



12. MisterGrr ha scritto:

7 marzo 2014 alle 15:13

Certo che se CASUALMENTE vince il consulente Barilla XD

A MasterChef è e rimane tutto finto



13. elisa ha scritto:

7 marzo 2014 alle 15:51

Era già palese da qualche puntata che avrebbe vinto Federico.



14. ariel ha scritto:

7 marzo 2014 alle 15:58

LA TV è FINZIONE…ma io credo che la vittoria sarebbe dovuta andare ad Almo, che non ha sbagliato mai un colpo, ed ha ricevuto i complimenti da tutti gli chef esterni pluristellati, di cui uno (lo chef francese) addirittura gli diede del “quasi collega”.



15. Andrea ha scritto:

7 marzo 2014 alle 16:20

Azz, devo ricordarmi di non aprire mai questo sito prima di aver visto la fine di un programma!



16. luca_parma ha scritto:

7 marzo 2014 alle 16:30

e pensare che sarebbe bastato così poco per chiudere in bellezza.
bastava chiamare Ale Cattelan e in men che non si dica avrebbe gestito la diretta e mantenuto la suspence.
io ho cambiato canale ancor prima di sentire il vincitore in quanto era impossibile guarda quella “sagra del gnocco fritto”.



17. Nina ha scritto:

7 marzo 2014 alle 16:44

griser: scusa, ma cosa ha detto la Marcuzzi?



18. Valerio91 ha scritto:

7 marzo 2014 alle 17:35

Una diretta imbarazzante e disorganizzata, una delle cose più brutte e malriuscite che io abbia mai visto in tv. Da non ripetere mai più.



19. Marco ha scritto:

9 marzo 2014 alle 01:49

Alessia Marcuzzi ha solo detto “rivoglio Masterchef registrato”; non mi sembra un tweet irriverente;
i giudici sono arrivati ai magazzini generali alle 18 di giovedì, hanno fatto la conferenza stampa, hanno silasciato le interviste e poi hanno fatto due prove e via allo sbaraglio; il problema audio era dovuto alla poca dimestichezza di lavorare in simbiosi con due service audio differenti; uno di sala e uno di emissione….ora tutto questo ci può stare, è veramente “il bello della diretta” (alla prima puntata della prima buona domenica si ruppe il mixer video…commutarono per un tot di tempo con una matrice – e chi ne sa può capirmi)…io personalmente quello che trovo ALLUCINANTE è (seppur l’idea mi sia piaciuta della diretta) la distanza con la quale si è dichiarato il vincitore rispetto alla fine delle riprese avvenute a LUGLIO…ma se fossi stata la rete un piccolo brivido lo avrei avuto (senza pensare direttamente alla morte di uno dei tre che è eccessivo, ma bastava che l’aereo di bastianich arrivasse in ritardo, che barbieri perdesse la giacca con cui stava 7 mesi prima, che cracco avesse la diarrea…che ne so…) 7 mesi per 15 minuti di live e dei fonak che con il pubblico in sala coi cellulari avrebbe interferito…cosa che lo stesso barbieri ha detto ” si sente a tratti”….bho…ne valeva la pena?



20. carla ha scritto:

9 marzo 2014 alle 16:46

Ma scusate se era in diretta come mai le signore tra il pubblico
erano tutte abbronzate e con abiti di coton, scollate e senza
maniche?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.