4
gennaio

MADALINA, VINCITRICE DI BAKE OFF ITALIA, A DM: I DOLCI MIA CURA PERSONALE. SENZA LAVORO, PASSAVO LE NOTTI A PASTICCIARE. HO INIZIATO CON BUDDY…

Madalina - vincitrice Bake Off Italia - 3

Madalina - vincitrice Bake Off Italia

Un po’ pessimista, un po’ timida, un po’ insicura ma determinata e… dolce! Madalina Pometescu, dopo una famiglia tutta sua, ha un altro obiettivo da raggiungere: aprire un proprio laboratorio di pasticceria. Una storia comune, ma raccontata con tanta passione e tanto entusiasmo da farci posare il registratore per ascoltare i sogni di una giovane ragazza rumena ‘lievitati’ nella provincia perugina, quando -nel bel mezzo della notte- dedicava le ore di sonno alla sua grande passione. Ecco la prima intervista alla vincitrice di Bake Off Italia che l’ha incoronata poche ore fa 1° miglior pasticciera amatoriale d’Italia.

Madalina, tanto per incominciare… come hai trascorso questi mesi nascondendo il ’segreto della vittoria’?

Da settembre ad oggi è stata dura. Ho cercato di far finta di niente. Sapevamo della mia vittoria solo io, mia figlia e il mio compagno. Nessuno sapeva nulla, nemmeno mia madre, con la quale ho da poco riallacciato i rapporti, e i miei suoceri. Mia figlia ha cinque anni ma è riuscita a non dire nulla. Avevamo comunque tutti paura.

Ti credo, c’era una forte penale…

Si si, una cosa molto seria. Ma soldi a parte è giusto che non si sappia nulla sino alla fine.

Hai riallacciato i rapporti con tua mamma. Cos’era successo?

In realtà non abbiamo vissuto molto insieme. Siamo venute in Italia perchè lei si è risposata e dopo un paio di anni è andata a vivere a Milano perchè fa l’infermiera pediatrica. Io, invece, finivo il liceo a Marsciano in provincia di Perugia, dove vivo tuttora. E così non ci frequentavamo, non eravamo mamma e figlia. Poi lei ha il suo carattere, io ho fatto determinate scelte e lei non le ha accettate. Adesso per fortuna va tutto bene, stiamo riallacciando i rapporti.

La tua partecipazione a Bake Off ha inciso in qualche modo?

Non perchè fossi in tv o perchè abbia vinto ma perchè ha capito che faccio sul serio. Mia madre pensava che io fossi debole: ovviamente non aveva capito niente perchè non lo sono mai stata. Sono solo molto emotiva. Pensa che sono una fan sfegata di tutti i talent culinari e sono un paio d’anni che li seguo da casa, piangendo per ogni eliminato e per ogni vincitore.

Te la cavi bene anche in cucina?

Molto bene. Basta che io stia in cucina. Sin da ragazzina non mi trovavo a parlare con i mei coetanei: il mio unico  interesse era il cibo. Parlavo esclusivamente di quanto fosse buono quel cibo o quanto fosse bello quel piatto. Non avevo interessi per vestiti, scarpe o locali da visitare. Non capivo perchè e mi sentivo emarginata.

Non si direbbe…

E’ vero, sono magra PER ORA. Ma amo mangiare. Non tanto ma bene. Poi due anni e mezzo fa ho iniziato anche a preparare dolci. Sono la mia passione. Ma prima di allora non avevo mai fatto una crostata o un pan di spagna. Non sapevo nemmeno con cosa fossero fatti.

Come mai solo da due anni e mezzo?

Perchè non mi credevo capace. Ma ho sempre mangiato soprattutto dolci: a pranzo posso mangiare un piatto di panna cotta con le more (che ho nel giardino) piuttosto che un piatto di pasta. E ho iniziato a provarci anche perchè sono due anni che sia io che il mio compagno non abbiamo un lavoro fisso. Così preparare dolci era un modo per sfogarmi e capire me stessa. Passavo le notti sveglia a cucinare dopo aver messo a letto mia figlia. E’ stata una mia cura personale ma non l’ho capito sino a gennaio dell’anno scorso. All’inizio non capivo cosa stessi facendo. Mi capitava, per esempio, di rimanere in piedi tutta la notte per lavorare dei pupazzetti di pasta di zucchero (è una cosa che mi piace tanto) per andare a letto alle cinque di mattina e svegliarmi due ore dopo per fare la promoter nei supermercati.

A cosa ha portato questa cura?

A credere in me stessa e a farmi capire che se voglio una cosa posso ottenerla. E’ stata una bella lezione di vita.

Hai pensato di partecipare ad altri talent culinari?

Io no, perchè non ho molta fiducia in me stessa. E’ il mio più grande difetto. Ha pensato a tutto il mio compagno vedendo la luce nei miei occhi quando si parla di cibo. E così mi ha iscritto quest’anno a Bake Off e  l’anno scorso a MasterChef ma non ero d’accordo perchè non potevo star lontana tre mesi da mia figlia. Già quest’anno starle lontana per 25 giorni è stata dura.

E cosa ti ha portato a scegliere Bake Off?

La mia intenzione non era mia divertirmi. Si trattava del mio lavoro. Io voglio farne una professione. E così sono due anni e mezzo che ci provo…

Nella tua pasticceria si sente qualche influenza rumena?

Ho imparato tutto in Italia perchè ho iniziato a cucinare per esigenze personali. In casa c’ero solo io e dovevo mangiare. Ho sempre comprato riviste di cucina e mi incantavo di fronte alle immagini. Anche se cucinare costa caro…

C’è uno chef che apprezzi particolarmente?

Sai che non li conosco molto bene? No, direi di no.

E pasticceri?

Si. Pensa che ho iniziato a fare i dolci in pasta di zucchero seguendo Buddy Valastro nel Boss delle Torte. Poi ho fatto due crostate e sono passata al pan di spagna ricoperto di pasta di zucchero. La torta Velvet, che è quella che vende di più, l’ho fatta perchè ne parlava lui.

Il tuo libro quando esce?

Non so la data precisa, ma credo a febbraio.

Tra i tuoi desideri c’era quello di aprire una pasticceria. Credi di riuscire a realizzarlo?

Si. Nonostante sia pessimista, mi pongo sempre degli obiettivi e sinora li ho raggiunti. Il primo è stato quello di crearmi una famiglia tutta mia e ce l’ho fatta. Il secondo è stato quello di partecipare a Bake Off e ci sono riuscita, anzi l’ho vinto. Con tanto studio e tanta pratica, magari tra 10 anni riuscirò ad avere un mio laboratorio. Avrò d’altronde solo 37 anni.

Sei una bella ragazza e in televisione la cucina tira molto. Un bel binomio, ci hai mai pensato?

Mi va bene tutto quello che mi propongono in questo periodo. La televisione l’ho scoperta partecipando a questo programma. Non ne sapevo nulla prima, ma è un bel mondo. In Bake Off era tutto genuino e non c’erano cose stabilite a tavolino. Quindi se il mondo della tv è davvero così mi piacerebbe molto. Fare dolci in tv, bello.

C’è un personaggio della tv che prenderesti per la gola?

La prima cosa che vorrei fare è far assaggiare a Benedetta Parodi la mia torta di mele. La seconda persona, dato che lavoro la pasta di zucchero, è Renato. Lo reputo molto bravo. Ha molta classe. Certo, il mio sogno sarebbe Buddy ma è impossibile.

Sei rimasta in contatto con gli altri concorrenti di Bake Off?

Con Elena, la signora di Milano uscita alla seconda puntata. Ci sentiamo tutti i giorni ed è un punto di riferimento. Poi ci sentiamo con Emanuele, mi mette di buon umore. Chiamo lui e sono felice. E poi Andrea e Lucia. C’è stato tanto rispetto tra di noi.

Per concludere… una ricetta veloce!

Dato che preparo dolci tutti i giorni e costano, per un dolce veloce, se hai gente a cena, suggerisco la crema pasticcera!

Ingredienti…

La Crema Pasticcera di Madalina

400ml Latte intero

100ml Panna (per renderla più cremosa)

7 Tuorli

125gr Zucchero

1 Stecca di Vaniglia

50gr Farina

Una volta preparata la crema la si fa raffreddare e possiamo accompagnarla con degli spiedini di frutta che, volendo, possiamo cristallizzare (sciroppo di acqua e zucchero).

BAKE OFF ITALIA – DOLCI IN FORNO: TUTTI I CONCORRENTI

[Intervista a Benedetta Parodi]

GLI ASCOLTI DI BAKE OFF

LE NOVITA’ DI REAL TIME NEL 2014

TUTTE LE INFO SULLA TV E SU REAL TIME – DIVENTA FAN DI DM



Articoli che potrebbero interessarti


Madalina, vincitore di Bake Off Italia
BAKE OFF ITALIA: MADALINA POMETESCU E’ IL VINCITORE


Bake Off vincitore
BAKE OFF ITALIA: CHI VINCERA’?


Benedetta Parodi
BENEDETTA PARODI A DM: LA7 MI HA DATO SIN TROPPO SPAZIO, DIFFICILE INTERCETTARE PUBBLICO. SU REAL TIME GLI SPETTATORI SONO GIA’ LI’ AD ASPETTARMI. NON POTREI MAI PRENDERE IL POSTO DI UN GIUDICE DI MASTERCHEF, TROPPO CATTIVI!


Gerry Scotti
Gerry Scotti a DM: «All’inizio pensavo che The Wall fosse un’americanata. Sono felice che La Corrida torni su Rai1 ma io quel linguaggio l’ho superato. Riporterei La Ruota e il Milionario»

3 Commenti dei lettori »

1. Alexandra ha scritto:

4 gennaio 2014 alle 22:38

Bravaaaaaaa!!!!! Hai Romania!!!



2. Ester ha scritto:

5 gennaio 2014 alle 00:40

È facile essere bravi e vincere avendo frequentato un corso professionalizzante per Pasticceri all’Università dei Sapori di Perugia, al contrario degli altri concorrenti!



3. Rauta Iulian ha scritto:

16 gennaio 2014 alle 11:07

nu stiu italiana dar imi placi stii bucatarie eu sant de profesie bucatar



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.