12
dicembre

MAD MEN 5: A CAUSA DEI BASSI ASCOLTI RAI4 SOSPENDE IL PRIME TIME

Mad Men 5

Mad Men: Jon Hamm

Update del 12 dicembre 2013 – A causa dei bassi ascolti registrati (clicca qui) la messa in onda della quinta stagione in prime time di Mad Men è stata sospesa. La serie prosegue comunque nella collocazione originariamente prevista come replica, mercoledì in seconda serata (fascia in cui ieri ha registrato lo 0.81% e l’1.13%). Al posto della serie con Jon Hamm, spazio a Lasko.

Mad Men 5 su Rai4

Articolo dell’1 dicembre 2013 – Per la gran parte della platea televisiva forse non sarà nemmeno una notizia, ma per una nicchia di telespettatori, dal palato seriale fine, quello in scena stasera sarà una sorta di evento. D’accordo in molti avranno già trovato il modo di vederlo in lingua originale, però il doppiaggio, la visione in tv (e non su un pc) e in prima serata hanno tutto un altro sapore. Da stasera – domenica 1 dicembre – alle 21,10, a distanza di oltre due anni dalla messa in onda della quarta stagione su FX, su Rai4 fa il suo grande ritorno Mad Men.

Il canale 21 “festeggia” l’ingresso in Rai Gold concedendosi il lusso di programmare in prima visione assoluta - dopo l’inamissibile rifiuto di Fox a causa dei costi troppo elevati -, e nella fascia oraria più prestigiosa, la quinta stagione del capolavoro seriale degli anni 2000. Per tre anni consecutivi miglior serie drammatica ai Golden Globe; quindici Emmy conquistati, di cui quattro consecutivi per la miglior serie drammatica e tre per la miglior sceneggiatura; questi i riconoscimenti che fanno di Mad Men la serie americana più premiata degli ultimi anni. Ideata da Matthew Weiner – già produttore e sceneggiatore de I Soprano – per il canale via cavo AMC, Mad Men è uno straordinario ritratto dell’America degli anni sessanta, raccontata nelle sue idee, nei suoi miti popolari e nelle sue convenzioni sociali. La prospettiva è quella di un’agenzia pubblicitaria di New York, in cui spicca il protagonista Don Draper. Un uomo affascinante, di un’intelligenza viva che sceglie di nascondere le sue debolezze cullandosi tra la dedizione per il lavoro, le belle donne e l’alcol.

Mad Men 5: trama

L’arco temporale della nuova stagione  – che ha debutto il 25 marzo 2012 in Usa – va dalla primavera del 1966 a quella del 1967, apice della “rivoluzione dei fiori”: vedremo dunque il gaudente Roger Sterling (John Slattery) sperimentare l’LSD, con impreviste ripercussioni sulla sua vita matrimoniale. Ma al centro della scena ci saranno Don Draper (Jon Hamm) e la sua convivenza con la giovane moglie Megan (Jessica Paré). Mentre la copywriter Peggy Olson (Elisabeth Moss) cercherà un’autonomia dal proprio mentore, l’account Pete Campbell (Vincent Kartheiser) tenterà di sfuggire alla gabbia della sua vita familiare; la capo-segreteria Joan Holloway-Harris (Christina Hendricks) continuerà, d’altra parte, a cimentarsi nella propria difficile condizione di madre single, visto il perdurare della ferma del marito in Vietnam.

Mad Men 5: anticipazioni del doppio episodio di stasera

A Little Kiss: La situazione finanziaria della Sterling Cooper Draper Pryce è finalmente stabile. Ci sono stati alcune novità nello staff, come quella di Megan, la nuova signora Draper, che adesso ricopre la posizione di junior creative e non pochi cambiamenti dovuti all’assenza di Joan che ha da poco partorito. L’avvicinarsi del quarantesimo compleanno di Don è l’occasione per una festa a sorpresa e la possibilità di Megan di farsi benvolere da tutto lo staff. Ma prevedibilmente Don non accoglie la sorpresa nel migliore dei modi.

Con il marito Greg ancora in servizio, Joan può contare a casa sull’aiuto della madre, ma in realtà non vede l’ora di tornare alla Sterling Cooper Draper Pryce. La madre però cerca di convincerla che in realtà la sua presenza non sia così indispensabile come crede, e lo scherzo ai danni di un’agenzia rivale non fa altro che minare ancora di più le sue certezze.

Mad Men 5 sarà replicato ogni mercoledì su Rai4 alle 23.30.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


mad-men-finale
Rai4, palinsesti estate 2017: tutte le serie tv e i film in programma. Arrivano Mad Men 7, Mistresses, Zoo 2


Doctor Who
RAI 4: UN GENNAIO “A TUTTA SERIE” CON MAD MEN 6, TEEN WOLF, SUPERNATURAL 8 E DOCTOR WHO 8


mad_men
MAD MEN: RAI4 PUNTA ANCORA UNA VOLTA SULLA QUALITA’ DELLA PROGRAMMAZIONE


UnREAL
UNREAL: SU RAI4 LA SERIE META-TELEVISIVA CHE DISSACRA I DATING ALLA “UOMINI E DONNE”

2 Commenti dei lettori »

1. Elena ha scritto:

1 dicembre 2013 alle 20:42

Tutto vero, ma che il doppiaggio renda tutto più speciale è un’eresia… e chiunque abbia mai guardato qualcosa in lingua originale non può dire il contrario.
Con il doppiaggio non solo si perde la vera essenza degli attori e delle storie (modi di dire, di fare…) ma oggettivamente si perdono mille altri rumori che con il doppiaggio vengono proprio eliminati



2. Stefano ha scritto:

12 dicembre 2013 alle 17:27

Il doppiaggio di Mad Men è perfetto, anche perchè non è certo una serie tv dotata di chissà quali lunghi e complessi dialoghi.
Aspettavo da tempo la S5 in Italia e dispiace che a vederla eravamo in 58.000, capisco che Rai4 abbia dovuto sospendere la prima serata.
Ma potrebbe in ogni caso scegliere una migliore collocazione, non certo il mercoledì a notte fonda!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.