14
ottobre

MAURIZIO CROZZA TROPPO COSTOSO PER LA RAI. SALTA L’ACCORDO?

Maurizio Crozza

Maurizio Crozza in Rai – Salta l’accordo?

Update del 14 ottobre alle 16:52 - Primaonline riporta che la Rai avrebbe fatto marcia indietro nella trattativa per portare su Raiuno Maurizio Crozza. A far saltare l’accordo, le polemiche politiche già innescate dal possibile ingaggio di Crozza, poco amato sul fronte del Pdl.

Maurizio Crozza in Rai – Compenso e costo del programma

Articolo del 14 ottobre alle 11:54 – Non ditelo a Renato Brunetta, che sulla questione degli stipendi Rai ha il dente avvelenato. E poi perché si tratta di indiscrezioni, di cifre che attendono ancora una conferma. Sembra però che le trattative per il passaggio di Maurizio Crozza alla tv pubblica proseguano spedite, forse più del previsto. Il possibile arrivo del comico da La7 dovrebbe essere discusso dal CdA di Viale Mazzini già nella seduta di giovedì prossimo, assieme alla proposta economica circa il suo ingaggio. Ed è proprio su questo ultimo punto che potrebbero emergere contrasti o pareri divergenti.

Secondo quanto riporta Il Giornale, infatti, il contratto Rai pensato per Maurizio Crozza dovrebbe garantire al comico uno stipendio personale di cinque milioni di euro, che andrebbero sottratti ai venticinque milioni di euro stimati come costo totale del suo show. Le cifre sono da capogiro, soprattutto se rapportate alla spending review adottata per necessità dalla tv pubblica, e proprio per questo il CdA potrebbe spaccarsi sull’accordo e sul cachet. Questa settimana, l’artista riprenderà il suo show satirico su La7, con le otto puntate in programma fino a dicembre. Poi, qualora le trattative giungessero a buon termine, il pubblico lo ritroverebbe su Rai1 già da marzo.

Maurizio Crozza in Rai – Si discute sul contratto

Il contratto in questione legherebbe il comico alla Rai fino all’estate 2016 ed affiderebbe la produzione del suo show alla società dell’agente Beppe Caschetto. Una scelta, questa, che potrebbe indispettire il Presidente della Vigilanza Roberto Fico, espressosi più volte sulla necessità di valorizzare le risorse interne all’azienda. Le puntate previste per Crozza – riporta Il Giornale – sarebbero una cinquantina, spalmate nel triennio di ingaggio, al costo di 475mila euro cadauna (per 70 minuti circa di spettacolo). Una cifretta niente male per quello che, fino a prova contraria, sarebbe un one man show.

Sull’accordo con Crozza si attende dunque il parere del CdA Rai, a seguito del quale potrebbero anche essere ritoccate (o meno) le cifre sinora vociferate. A sentire Giancarlo Leone, però, l’interesse per avere il comico sulla prima rete sarebbe fortissimo: “Per Crozza spenderei tutto quello che hoha detto il direttore di rete in tempi non sospetti.

Il tutto, mentre divampano le polemiche proprio sugli stipendi d’oro riservati alle star della tv pubblica. Proprio ieri sera, ospite a Che tempo che fa, Renato Brunetta se l’è presa con Fabio Fazio rinfacciandogli i 5,4 milioni di euro previsti dal suo contratto, rinnovato recentemente fino al 2017.

Per scoprire tutti i cachet delle star Rai clicca qui.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Carlo Conti, Antonella Clerici
RAI, SVELATI I COMPENSI DELLE STAR E I COSTI DEI PROGRAMMI: ECCO LE CIFRE. VIALE MAZZINI ANNUNCIA AZIONI LEGALI


carlo conti
SANREMO 2017, CARLO CONTI PARLA DEL SUO COMPENSO: “ATTACCO GRATUITO, IL FESTIVAL HA PRODOTTO RICCHEZZA NEGLI ULTIMI DUE ANNI”


Festival di Sanremo 2016, cast
FESTIVAL DI SANREMO 2016: I COMPENSI DI CARLO CONTI, VIRGINIA RAFFAELE, MADALINA E GARKO


Massimo Giletti
RAI, ECCO I COMPENSI DELLE STAR. FAZIO MILIONARIO, GIANNINI PIU’ RICCO DI GILETTI

10 Commenti dei lettori »

1. diego ha scritto:

14 ottobre 2013 alle 12:08

Leggere certe cifre in questi periodi mi fa rabbrividire. Ce la prendiamo con gli sprechi della politica, ma i campi da attaccare sono (oltre quello) molti e molti altri.



2. aleimpe ha scritto:

14 ottobre 2013 alle 12:21

Sono vere le voci un trasloco di Carlo Conti a Mediaset nel 2014 ?



3. Marco89 ha scritto:

14 ottobre 2013 alle 12:29

I numeri in effetti fanno venire la pelle d’ oca. Bisogna però capire se riuscirà a coprire i costi con le raccolte pubblicitarie, e io questo non lo so. In ogni caso si potrebbe anche trattare per numeri più bassi.



4. filippo ha scritto:

14 ottobre 2013 alle 12:51

cari berlusconiani rossicate la rai ha fatto boooooooooooooooom



5. osservatore ha scritto:

14 ottobre 2013 alle 15:20

Se discutiamo anche Crozza, meglio lasciar perdere. Basti vedere che ascolti ha fatto su LA7. Crozza era vicino ai programmi di Giusti ecc. Quindi a prescindere dalle cifre che vengono dettate dal mercato televisivo, credo che un investimento del genere per Rai uno sia importante ma grazie alla pubblicità può essere ammortizzato bene



6. Sanfrank ha scritto:

14 ottobre 2013 alle 17:53

Premesso che penso anch’io che Crozza li meriti tutti, credo che il vero problema sia innescare una spirale al rialzo per i cachet delle star che la Rai, con i bilanci che ha, proprio non può permettersi.
Se proprio devono spendere tutti quei quattrini, allora io fisserei un compenso base fisso ed uno calcolato in base ai risultati ottenuti (e quindi alla pubblicità che il proprio programma riesce a raccogliere).
La lista delle star stipendiate dalla Rai è davvero troppo lunga e, sono sicuro, è addirittura più lunga di quella di Mediaset che è una televisione commerciale.



7. giacomo bartoluccio ha scritto:

14 ottobre 2013 alle 18:17

Chi ha comprato i diritti della versione italiana di Killer Kataoke, la cui conduzione è stata offerta nientepopodimenochè a cristiano magioglio?



8. marcko ha scritto:

14 ottobre 2013 alle 18:27

475 mila€ per una puntata?!!!!
ma roba da matti!!
di questi tempi sentire queste cifre fa veramente accapponare la pelle (e girare le palle..)

e poi se invece ke fare 5 milioni a serata ne facesse solo 2?
i tre anni di contratto andrebbero comunque pagati..



9. elodie ha scritto:

14 ottobre 2013 alle 21:49

L’accordo salta perché Crozza è troppo costoso?
UPDATE: il programma è saltato perché il PDL non vuole Crozza.

Ah ecco.



10. cristinz ha scritto:

15 ottobre 2013 alle 11:58

Imbarazzante veramente, oltremodo vergognoso. La raccolta pubblicitaria puo’ ben ammortizzare i costi?, va bene ma ,una volta per tutte, tolgano quella tassa iniqua del canone tv e con il denaro ricavato dalla vendita degli spazi pubblicitari facciano il cavolo che vogliono!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.