18
settembre

I MIGLIORI ANNI, TORNA LA TV NOSTALGICA DI CARLO CONTI CHE TIENE IN PIEDI I PALINSESTI

i_migliori_anni 

I ricavi pubblicitari del settore media sono in calo del 16% e sul fronte televisivo (generalista e satellitare) si registra un ritardo rispetto ai primi sette mesi del 2008, pari al 13,8% (dati Nielsen). A  notizie come queste, ci siamo oramai abituati in questi mesi dell’annus domini 2009 e le conseguenze della crisi economica sui palinsesti e sulla programmazione, sono piuttosto evidenti. Sta infatti prendendo finalmente forma la nuova stagione televisiva e le novità, così come i grandi investimenti, sono un vero e proprio miraggio tra le dune dello zapping. Ecco così che ritornano format e personaggi già visti e, se innovare e “guardare al futuro” è troppo rischioso in un periodo di confusione mediatica, meglio “guardare al passato” e approfittare del confortevole tepore  e dello stabile apprezzamento della “Tv nostalgica”.

Niente (o quasi) è ad oggi in grado di mantenere fermi i telecomandi come il vecchio filmato di uno sketch ben riuscito, di un filmato in bianco e nero o magari di una sigla conosciuta, entrata  a far parte della memoria e delle cultura collettiva. Veniamo da una stagione estiva in cui a dominare l’access prime-time c’era il collage “Super Varietà” su Rai1; veniamo, purtroppo, da una stagione estiva che ci ha donato gli ultimi ricordi di un pilastro della televisione come Mike Bongiorno (che tornerà “a farci compagnia” con gli spot ancora inediti di una nota compagnia telefonica) e così, anche la televisione d’autunno “si veste di nostalgia” e riempie i palinsesti di vecchie glorie e vecchi ricordi nazional-popolari.

Rete regina sul fronte della “TV che guarda al passato” è ovviamente anche quest’anno Rai1, che accontenta il suo target tradizionalista e un pò âgé, con due programmi rassicuranti, collaudati e pieni di filmati in bianco e nero: “Tutti pazzi per la tele“ da martedì prossimo in prima serata con Antonella Clerici e Beppe Braida e la nuova edizione de “I migliori anni” con Carlo Conti,  a partire da stasera alle 21.10 sulla rete ammiraglia della Rai. “Formula che vince non si cambia”: stasera vedremo nuovamente l’abbronzatissimo Conti alle prese con vecchie hit musicali e ricordi generazionali di ospiti famosi in studio e telespettatori accomodati in poltrona, nell’ambito della ”gasatissima” gara tra decenni.

Il varietà campione di ascolti (il format è davvero un osso duro da battere) raddoppia la “componente gnocchistica” e a rappresentare i quattro decenni in gara ci saranno le amate Professoresse dell’Eredità: le brune Sara Facciolini e Roberta Morise, la bionda Elena Ossola e Angela Tuccia, faranno rivivere le atmosfere tipiche degli anni Sessanta, Settanta, Ottanta e Novanta. Confermata la speciale giuria del programma,  composta da 100 diciottenni (ancora tutti di bianco vestiti???) che sceglieranno a fine programma la decade “più cool” delle altre.  Con le coreografie ideate da Fabrizio Mainini e l’accompagnamento dell’Orchestra del Maestro Pinuccio Pirazzoli, sfileranno i “memorabilia” e le vecchie glorie (ora meteore) degli anni passati. Ricchissimo il parterre degli artisti che saliranno sul palco nel corso delle 11 puntate in programma. Superospiti della prima puntata di stasera: Al Bano e la sua “Nel sole” e le Supremes, il gruppo vocale dal quale è nata la diva-disco Diana Ross, senza tralasciare Los Marcellos Ferial, i Matia Bazar e l’iracondo Adriano Pappalardo di “Ricominciamo”. Sulla sponda “Cinema e Tv” sono invece attesi Virna Lisi, Johnny Dorelli e Tom Bosley,  ossia il papà di Richie Cunningham nella popolarissima sitcom “Happy Days”.

Insomma, ce n’è per tutti i gusti: basta rimanere cristallizzati (per qualche ora) tra paillettes, tuca-tuca e flashback. Il trucco per fare tutto ciò, è uno ed è semplice: cavalcare l’onda del ricordo senza troppi “ma” e troppi “perchè”. Il programma dell’immutabile Conti (qualsiasi cosa  il toscano presenti, il quiz serale, le Miss o le Sorelle Bandiera… il suo imprinting è sempre, inesorabilmente, lo stesso) è un varietà leggero, che non si propone di fare retrospettive dettagliate o analisi critiche, ma si prefigge solo ed esclusivamente di riempire le serate tra balletti e vecchie canzoni, con un pò di approssimazione e tanta “caciara”. Non sappiamo quanti diciottenni saranno conquistati dall’irresistibile ge-ghe-gè, ma di sicuro la mamma e la nonna hanno già spostato i divani, pronte ad eseguire con precisione svizzera la coreografia de “I Watussi”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


carlo-conti-anna-tatangelo
I Migliori Anni 2017: Conti e Tatangelo di nuovo insieme. Alla prima Brooke Shields e Fiorella Mannoia


I Migliori Anni
I MIGLIORI ANNI 2016: RICCO PARTERRE PER IL DEBUTTO DELLA NUOVA EDIZIONE CON TATANGELO E PANTANI


Anna Tatangelo - Migliori Anni
I MIGLIORI ANNI 2016: ANNA TATANGELO E UBALDO PANTANI NEL CAST. ALLA PRIMA RENATO ZERO E ROGER MOORE


Carlo Conti
BOOM! LA CORRIDA VERSO RAI1 CON CARLO CONTI

34 Commenti dei lettori »

1. luca ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:25

Ma il miglior programma sulla nostalgia televisiva è senz’altro 80 nostalgia che si può vedere anche sul sito ottantanostalgia.myblog.it the best!!!!



2. Peppe ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:25

Ragazzi io questa roba non la reggo. So che piace, so che fa ascolti, ma non la posso reggere. Salvo qualche momento revival, con qualche pezzo che mi fa piacere risentire. Ma vedere quelle mummie liftingate circondate da ex-amici di Maria mi fa comunque tristezza.

Chiamatemi cinico, cattivo, che ne so…

!



3. giulia ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:27

Se un programma funziona ce lo ripropongono per tutta la vita : una noia mortale.



4. Peppe ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:29

Ecco Giulia, è lo stesso discorso dei Cesaroni. Rassegniamoci pure.



5. Mari 611 ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:30

Ma che palle ’sto programma, per giunta mi fa sentire terribilmente…vetusta ecco!



6. BIG SISTER ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:30

scusate magari risulterò superficiale ma io aprirei un capitolo a parte su quanto carlo conti si sia arrostito quest’estate!!!!!!!!!! è diventato di un colore strano, è ridicolo, qualcuno deve dirglielo!!!!!!!!!!!!! i migliori anni???? sto già a sbadiglià!



7. Peppe ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:32

Come mai MARI? Perchè ascolti canzoni annunciate come preistoriche e sono invece canzoni che ascoltavi anche tu? :D

Scuss, stamattima mi sono alzato acido! XD



8. giulia ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:35

Peppe:
Non ho mai visto una puntata dei Cesaroni e I Migliori Anni mi annoierebbe anche se invitassero Eric Clapton. Beh, forse , no! ;)



9. Mari 611 ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:35

Eh eh eh Peppe..hai un intuito imbattibile!
..Ma ciò che mi uccide sono i filmati in bianco e nero e le fotografie che caratterizzano il decennio prescelto… una nostalgia struggente mi attanaglia..e inizio a guardare le figlie con invidia..non va mica bene eh? :)



10. Peppe ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:37

Ma no MARI ma tu devi pensare che hai uno spirito giovane, che l’età anagrafica non conta e che con gli anni non hai fatto la fine di quei cantanti lì, ancorati sempre allo stesso successo, che magari uno ne hanno beccato nella loro vita, pur di apparire ancora in tv!!!

Ti consolo, di la verità! :D



11. Peppe ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:38

GIULIA allora continuerai a non seguirlo, senti a me. Non mi pare invitino questi ospiti. Al massimo i RICCHI E POVERI, se ti accontenti… :D



12. Thomas Tonini ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:38

Chechesenedica, la media dello scorso anno parla chiaro…

…6.453.000 spettatori e il 28.24% di share…



13. Rotolando verso sud ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:42

Mi chiedo se la causa del successo non sia anche dovuta a Carlo Conti. Pare che piaccia moltissimo alle donne, ma dovremmo chiederlo alle donne. C’è qualcuna che si presta a questo sondaggio? Buona giornata!



14. Papa Quo ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:49

Ragazzi ma perché dovete essere così malfattisti? Io credo che se I Migliori Anni e tutti pazzi per la tele vengono visti un motivo ci sarà: tanti show nostalgici sono stati fatti, ma non tutti hanno avuto questo successo (anche in Spagnia e Francia).
Evidentemente c’è una componente diversa che piace. Ed anche a qualche giovane in più rispetto alla media vecchiume di Rai1.



15. BIG SISTER ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:53

caro rotolando mi presto al tuo sondaggio dicendo che io mi imbarazzerei ad avere al mio fianco un uomo aragosta. e ho detto tutto!!!!!



16. Akis ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:54

Carlo Conti.. come è possibile condurre tutti i format che gli propongono allo stesso modo? bravo è anche bravo, ma non è mai stato “giovane”.. e dopo un pò annoia.. vebbeh che raiuno è la rete vetusta per eccellenza, però dai Carlo.. un pò di creatività…



17. Dindina ha scritto:

18 settembre 2009 alle 11:58

@papa quo: si ma sono tre anni che è sempre uguale!!!! e poi non è che porta in tv le superstar.. porta spesso delle meteore (giusto Pasquale!) che hanno fatto il loro tempo.

Noto inoltre, che oramai la trasmissione funge anche da ufficio di collocamento per ereditiere in cassa integrazione.



18. Laura ha scritto:

18 settembre 2009 alle 12:05

Sì, saremo ANCORA vestiti di bianco. Voi non sapete che tortura. E poi sembriamo il piccolo coro dell’antoniano…
Sì, il programma sarà sempre lo stesso: niente di che.
A dire il vero anche le “presentatrici” non sembrano niente di che, ma poi magari sullo schermo saranno diverse (la magia del piccolo schermo!)…
E Carlo Conti ieri sembrava un poco scolorito, buon per lui! :D

Comunque c’è tutto un pubblico di over 60 che lo adora, io non mi spiegherò mai il perché…



19. Biagio Chianese ha scritto:

18 settembre 2009 alle 12:10

Laura, in che senso “saremo”? Sei nel corpo di ballo? : )



20. Mari 611 ha scritto:

18 settembre 2009 alle 12:21

@Peppe..NO! Sotterrei a zappate in testa tutti quelli che mi dicono “come porti bene i tuoi anni”, “sei giovanile” “non conta l’età anagrafica, ma quella che uno si sente” “hai uno spirito giovane”..e torturerei sulla graticola quelle commesse di profumeria che non fai a tempo ad entrare e ti hanno già riempito di campioncini di creme anti-Age..ma anti-age a chi??!! Brutte scorfane stratruccate..che sembrate mia nonna, dimostrate il doppio dei miei anni nonostante quella biacca che vi mettete in faccia :-(
E vabbè..scusate lo sfogo!
Quoto Laura..Conti piace agli over 60 mia madre l’adora io lo metterei nella varichina :)



21. Mari 611 ha scritto:

18 settembre 2009 alle 12:22

Scusate “sotterrerei”…Peppe mi ha irritato!



22. Peppe ha scritto:

18 settembre 2009 alle 12:24

Mamma mia MARI e che sarà mai! :D Ho detto solo che non conta l’età anagrafica!!!! Oh mamma, hai tirato fuori anche le commesse con le creme anti-age! :D Mi fai morì!



23. Mari 611 ha scritto:

18 settembre 2009 alle 12:36

Peppe…conta, conta eccome..e che ce li ho a fare allora 40 anni se ho la stessa mentalità di una persona di 20? Ora sono ..ecco..vorrei dire..saggia..invece dico…acida..rompiballe..arroccata nei miei difetti…e con delle occhiaie, che mi fanno sembrare un panda, attorniate da zampe di gallina guadagnate con l’esperienza… sostanzialmente a 20 anni non solo il corpo, ma anche il cervello funzionavano meglio! Però pazienza… non me la sento di illudere chi mi guarda con i lifting e le creme antirughe che mi propinano le malefiche..perchè mi sa che gli anti-age per l’ “interno” non me li venderà mai nessuno e forse neanche li vorrei ;)
Uffa se sono pesante oggi…non mi sopporto… per cui mi tolgo dal PC va!
Saluti :)



24. Peppe ha scritto:

18 settembre 2009 alle 13:03

MARI ma oggi ci siamo svegliati un pò strani eh? Oppure è CONTI che fa questo brutto effetto??? Mi sembra che tu il tuo “interno” funzioni benissimo senza bisogno di anti-age e le rughe, beh quelle le abbiamo tutti… Mi sa che ciò che importa è ben altro!

Ciao cara!!!



25. giulia ha scritto:

18 settembre 2009 alle 13:15

Peppe :
I Ricchi e Poveri nel migliore dei casi…
E’ pretenzioso stabilire quali siano stati i nostri migliori anni musicali…



26. sirio ha scritto:

18 settembre 2009 alle 13:56

io ste trsmissioni amarcord nun le reggo, come non tollero la lentezza e la classcità di Rai1. Conti troppo bravino per essere vero. Calate la maschera conduttori Rai e togletev quel sorriso finto



27. Mari 611 ha scritto:

18 settembre 2009 alle 14:33

@sirio…ma non possono..dopo tutti quei tiraggi non sono più sorrisi, sono paresi!



28. Elisa ha scritto:

18 settembre 2009 alle 15:03

Sarà che ho sempre avuto un animo vintage…. ho 23 anni e quando guardo questi programmi rosico come una matta a non aver vissuto gli anni ‘70 e ‘80… non ce n’è…c’erano le cose migliori!!! Questi programmi hanno successo penso proprio per il fatto che adesso non abbiamo più la qualità di un tempo



29. Mari 611 ha scritto:

18 settembre 2009 alle 15:29

Elisa..ma no..cara Elisa, che dici? Erano gli anni di piombo, delle BR, dei picchettaggi, delle barricate, dei cortei al suono di “io sono mia”, del 6 politico, delle assemblee autogestite..insomma ‘na paura! Ma per carità!
Rimpiangi i programma tv? Beh forse quelli sì…anch’io rimpiango “quelli della notte” e “indietro tutta”, la Domenica di Luotto e la Corrida di Corrado alla radio, il Rischiatutto del caro Mike e il Portobello di Tortora. E’ stato bello essere svegliati di notte per vedere l’ammaraggio sulla luna, un anno prima del ‘70 in verità, questo sì, ed andare a dormire dopo Carosello :)
Ricordando solo le cose belle viene anche a me la nostalgia ma poi, a ben pensarci, vorrei fare a cambio con te! ;)



30. Elisa ha scritto:

18 settembre 2009 alle 15:56

L’erba del vicino è sempre la più buo….ehm…verde. :)

Effettivamente sotircamente non è stato molto bello, però anche adesso…. sigh… vabbè dai…. accontentiamoci :)



31. giulia ha scritto:

18 settembre 2009 alle 16:17

Thomas Tonini :

Sì, pare faccia buoni ascolti , ma il discorso è sempre lo stesso : chi sono coloro che hanno il rilevatore auditel in casa?
Io vorrei guardarli in faccia…;)



32. GIEMMEGI ha scritto:

18 settembre 2009 alle 18:21

Ad Elisa.
Ti ricordo che a quei tempi c’era tanta censura televisiva.
Potevi avere il più del seno del mondo, il posteriore più sodo ed alto che vuoi, ma sicuramente nessuno lo avrebbe mai visto
Inoltre le persone che apparivano nel video dovevano avere alle spalle anni e anni di dura gavetta.
La maggior parte di loro provenivano dall’avanspettacolo e dal teatro.
Loro si che erano seri professionisti, registi, attori, autori e maestranze tutte.
Oggi siamo più superficiali ed è sufficiente un qualsiasi passaggio in TV. mostrare i doni di madre natura, per diventare subito celebre..
Ma nell’era di internet anche la celebrità è effimera.
Solo chi ha alle spalle una grande esperienza-gavetta, potrà solcare ancora le onde dell’etere.



[...] Riprende stasera il programma nostalgia di Carlo Conti, per maggiori info sulla prima puntata clicca qui. [...]



34. rosalba ha scritto:

16 ottobre 2009 alle 21:14

E’ troppo ganza la trasmissione di Carlo lui si che si intende di musiche da discoteca di quell’anni, in qualche modo si rivive immagini e storie vissute che non ritorneranno mai più.L’unica cosa che possono inserire nel programma piò cantanti stranieri che ormai sono impossibili da rivedere in tv, come i bee gees!Ciao



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.